18 Giugno 2015 / / Idee

La cameretta dei bambini è sicuramente lo spazio di casa più divertente da progettare e costruire.

Non ci sono limiti all’immaginazione e alle soluzioni per questi spazi, tanto che molte aziende si sono specializzate esclusivamente per questi ambienti.

Divertimento, colore e immaginazione devono essere i pilastri quando andiamo ad affrontare spazi del genere.

Pirate-Ship-Bedroom

Il regno del bambino.

Ma chi dirige i lavori? Beh, mi pare ovvio: i bambini! Naturalmente non sempre potrà essere così, in quanto spesso bisogna sistemare la cameretta prima della nascita, ma lasciate ampio spazio per un successivo intervento, perché vorrà essere poi il bambino a dover ampliare il suo mondo fantastico. La stanza deve diventare un rifugio, un luogo dove poter sviluppare al massimo l’immaginazione e la fantasia.

Partiamo dal presupposto che, quando andremo a chiedere ad un qualunque bambino come vorrebbe la sua cameretta, verranno fuori probabilmente richieste estreme e a tratti assurde. Fantastico! L’immaginazione di un bambino è la cosa più eccezionale che possa esistere, una mente senza freni che vi darà spunti e idee che difficilmente la vostra testa partorirebbe da sola.1

“Il letto dentro un galeone dei pirati in mezzo al mare!”, “Un campo da calcio con le porte!”, “Il castello delle principesse Disney!” sono soltanto un esempio delle innumerevoli richieste che potrebbero uscire. Bisogna poi essere bravi a lavorare con il tema e con l’idea per poter ridurre i costi (alla fine si tratta sempre di una stanza che dopo qualche anno dovrà essere nuovamente adattata) e arrivare al risultato finale.

Colori e idee.

Il colore è fondamentale per creare un ambiente che sviluppi la fantasia. Bisogna però stare attenti a non utilizzare tonalità troppo vivaci, che nel tempo potrebbero stancare la vista e agitare il bambino.

La soluzione migliore rimane sempre quella dell’utilizzo di tonalità pastello con colori neutri a contrasto. Di seguito vi inserisco qualche esempio che mi auguro possa esservi d’aiuto e vi possa fornire qualche spunto.paletta 2 paletta 1Personalmente raccomando sempre l’utilizzo del legno per donare calore e intimità all’ambiente: ideale sarebbe un parquet per il pavimento, che naturalmente non sempre è possibile: si può quindi ovviare utilizzando il legno per alcuni complementi d’arredo.

3

Idee low cost.

La cameretta rimane comunque uno spazio transitorio, che verrà stravolto e cambiato nuovamente nel corso degli anni; non sono quindi raccomandabili investimenti troppo onerosi o irreversibili. Le pareti sono la scenografia della cameretta: è sicuramente consigliato l’uso del colore, in quanto con una spesa relativamente bassa è possibile donare immediatamente un volto nuovo alla stanza. Utilizzare la pittura lavagna in una porzione di parete fornirebbe uno spazio dove il bambino si potrebbe divertire e sfogare tranquillamente senza sporcare.4Gli stickers sono un’ottima soluzione per creare fantastiche ambientazioni con una spesa veramente ridotta; quando in futuro il bambino crescerà e vorremo cambiare nuovamente, sarà possibile tornare alla situazione iniziale semplicemente staccandoli dalla parete.31fa51d26109bcd39769c22cbed7b249

Il bambino ricerca spesso nascondigli e luoghi chiusi: una tendina indiana potrebbe essere un’ottima soluzione per creare un altro spazio gioco all’interno del suo mondo fantastico.Senza titolo-1

Per qualunque bisogno per la vostra casa o necessità di chiarimento non esitate a contattarmi.

A presto!

Immagine di copertina:http: randommization.com

Fonti: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]

L’articolo La cameretta dei bambini: la fantasia si trasforma in realtà! sembra essere il primo su Lorenzo Magi.

18 Giugno 2015 / / Design

dettagli home decor
Realizzata con la più avanzata tecnologia disponibile, la new entry dell’azienda di Sassuolo si distingue per l’elevata risoluzione in 3d e una profondità assoluta delle superfici
Naturale, moderna ed estremamente versatile, adatta a rivestire con stile ogni tipo di contesto architettonico. E’ Limestone, la nuova collezione di pavimenti e rivestimenti in grès porcellanato spessorato firmata Cotto d’Este, storica azienda di Sassuolo interprete del Made in Italy nel settore della ceramica. 
dettagli home decor
La nuova serie ha un’anima tecnologica che la rende unica nel suo genere e particolarmente all’avanguardia in fatto di resa e prestazioni: è stata infatti realizzata con l’innovativo sistema di stampa digitale ad altissima risoluzione che consente di ottenere grafiche dall’elevata profondità di campo a 3 dimensioni con un livello di dettaglio e un allineamento dei disegni mai ottenuto prima d’ora.

dettagli home decor
Limestone è disponibile in quattro nuances moderne – Clay, Amber, Oyster e Slate – che riproducono le tonalità della pietra naturale, arricchite da tenui venature e un moderato grado di stonalizzazione. Le quattro tonalità della collezione sono declinate fino a 84 combinazioni grafiche diverse. Questo garantisce un’estrema diversificazione delle superfici in gres porcellanato spessorato della serie. Un’innovazione che permette di personalizzare al massimo gli spazi in quanto è estremamente difficile trovare due piastrelle tra loro uguali.
dettagli home decor
La collezione Limestone è declinata in tre straordinarie superfici: Natural, dalla superficie opaca, ma allo stesso tempo luminosa, ideale per spazi ampi e ad elevato calpestio; Honed, dalla texture morbida e con un tenue riflesso che la rende particolarmente adatta agli ambienti residenziali e Blazed, una superficie fiammata e particolarmente resistente allo scivolamento, ottima per le pavimentazioni esterne. Limestone è prodotta con tecnologia antibatterica Microban®nei formati 60×120 cm, 60×60 cm e 30x 60 cm, spessore di 14 mm. 

dettagli home decor

18 Giugno 2015 / / Design

elaxNon so voi, ma io quando penso ad un bel bagno la prima cosa che mi viene in mente dopo i rivestimenti sono piatto e box doccia.

Il mio bagno ad oggi ha ancora il solito piatto doccia un po’ alto in ceramica, che se non apro qualche minuto prima l’acqua calda della doccia prendo freddo ai piedi quando ci entro (sono sensibile!), e non vedo l’ora arrivi il giorno in cui potrò far saltare l’intero bagno e metter dentro un piatto doccia tattile che potrò adattare senza fatica allo spazio, come quelli di FIORA.

Quando me ne hanno parlato ho pensato “si, ok, ma mica solo Fiora fa i piatti doccia effetto pietra!”, infatti è così. La marcia in più sta nell’avere un materiale “elastico” nel senso di modellabile e flessibile. Se la doccia o lo spazio ad esso dedicato ha forma che so, in parte tonda questo “piatto” potrà essere tagliato a misura seguendo perfettamente la forma desiderata, anche solo con un taglierino. Può essere arrotolato e quindi facilmente trasportabile, è antiscivolo e sotto i piedi non da quella spiacevole sensazione di freddo risultando quasi un po’ morbido.

Onestamente, vorrei avere il modo di farvelo provare proprio sensorialmente, perché così a parlarne non si rende bene l’idea.

Ovviamente è pensato per essere installato a filo pavimento, con due tipi di pilette disponibili, una più classica piccola e quadrata, una invece più estetica lineare e lunga in acciaio e una leggera pendenza a convogliare l’acqua allo scarico. Oppure una piletta rivestita dello stesso materiale e colore del piatto.

IL PIATTO DOCCIA ADATTABILE.

18 Giugno 2015 / / +deco

Che dire, questa è una casa bellissima con una storia bellissima. 
Cindy Sherman,  fotografa e regista americana, ha chiesto a Billy Cotton, un giovane e sconosciuto interior designer, di ridecorare la sua casa in East Hampton, dopo che ha visto il lavoro che aveva svolto con un budget ridotto a casa di una’amica. E lo ha lasciato fare senza interferire troppo. 
La casa è magnifica e decorata magnificamente. La mescolanza e sovrapposizione di colori, tessuti ed elementi è particolare ma non eccessiva, è bilanciata e originale, rende lo spazio intimo e veramente country-style ma anche con un tocco esotico. 
Quando decori una casa per lavoro e sei all’inizio della tua carriera, è abbastanza inusuale poter esprimere a pieno sé stessi perchè ogni progetto è il risultato di infiniti compromessi con i clienti. E va bene così, è il cliente che deve vivere in quella casa in fin dei conti, anche se è  frustrante perchè non puoi mai veramente far vedere quello di cui sei capace. 
Questo ragazzo ha avuto un’incredibile opportunità offertagli da una persona artisticamente generosa e sicura di se stessa e della sua creatività tanto da essere capace di farsi da parte e permettergli di fare del suo meglio. 
Se, come me, non avete ancora incontrato nella vita la vostra Cindy Sherman,  l’unica soluzione è fare in modo che la vostra casa sia il vostro biglietto da visita. Non è facile perchè un giovane interior designer non ha necessariamente la disponibilità economica o la casa adatta per lasciare tutti a bocca aperta ma con pazienza ci si può riuscire. 
18 Giugno 2015 / / Idee

 
Per chi come me ha sempre voglia di uno spuntino, vi mostro una ricetta semplicissima per una bevanda
fresca e gustosa: lo Smoothie!
 
E’ una bevanda a base di frutta e/o verdura  mixata a diversi ingredienti.

In inglese Smoothie significa “leggero” e la sua consistenza difatti è densa ma non troppo, il ghiaccio al suo interno la rende una bevanda fresca e ideale per le stagioni calde!

Una carica vitaminica e gustosa per uno spuntino leggero e rinfrescante.

 
 
La ricetta che ho usato per lo Smoothie alla banana è davvero semplicissima!Ho utilizzato per l’appunto una banana, l’ho fatta e fettine e messa nel mixer, ho aggiunto 4 cubetti di ghiaccio, ho versato un barattolo di yogurt (quello che avevo era ai cereali) e aggiunto circa due cucchiaini di latte.
 
 
Buono, vero?  🙂
 
 
18 Giugno 2015 / / Coffee Break

Molto affascinante l’antica masseria recuperata dall’architetto Luca Zanaroli in Puglia.
Pietra, legno di recupero e resina sono i materiali che fanno da contrappunto quasi di stile industriale al total white degli interni.

Via Decordemon
Foto: Christian Schaulin


_________________________

CAFElab | studio di architettura