Case in legno ecosostenibili: il futuro è nel passato

Alzi la mano chi è stanco del cemento, del calcestruzzo, del grigiore!

Si vede che siamo andati in spedizione ad EXPO e siamo tornati con l’anima ancor più verde di prima?
Abbiamo assaporato piatti mai visti e mai provati prima ma soprattutto abbiamo ammirato architetture organiche che ci hanno trasmesso una grande sensazione (e desiderio) di armonia assoluta tra uomo e natura. Passeggiando tra i padiglioni abbiamo scoperto che la grande novità di EXPO 2015 sono i cluster: per la prima volta i paesi non sono infatti raggruppati secondo un criterio geografico, bensì per macro-zone climatiche e filiere alimentari.

Richiamati dalla bellezza delle strutture architettoniche (il cibo è buonissimo, ma siamo o non siamo BlogArredamento?) abbiamo indagato sull’origine delle strutture e la sorpresa è stata quella di scoprire che i cluster sono realizzati da un’azienda, la Rubner Haus, che non produce soltanto grandi manufatti ma anche case in legno a misura di uomo, rispettose dell’ambiente, del clima e del tutto sostenibili. Dunque, portare la stessa armonia costruttiva presentata ad Expo nel mondo dell’edilizia civile E’ POSSIBILE. Si chiamano case passive, sono costruite in legno ma anche in gesso, sughero e molti altri materiali…e noi vogliamo saperne di più!

Un pezzo di Expo nel mondo dell’edilizia civile

Questa mattina ci siamo messi subito al lavoro e ci siamo fiondati sul sito dell’azienda dove, navigando tra gli esempi di case in legno di Rubner Haus, abbiamo trovato splendide foto con il risultato di:
1. innamorarci definitivamente di queste soluzioni abitative ecosostenibili
2. …trovare un posto perfetto per un week end all’insegna del relax e del buon cibo (naturalmente bio)!
Uniamo l’utile al dilettevole parlandovi allo stesso tempo del punto 1 e del punto 2.

Esempio di casa in legno Rubner Haus nelle Marche

La casa che vedete nella foto qui sopra è infatti un casa in legno situata nelle Marche. Perché vogliamo parlarvi proprio di lei? Perché è come parlare di una piccola Expo e perché siamo convinti che seguendo l’esempio di progetti come questo un giorno saremo in grado di ristabilire l’equilibrio tra natura uomo e agricoltura.
Non è una casa normale questa, si tratta infatti di un agriturismo vegetariano-vegano che nasce dalla passione dei proprietari per la buona tavola e per la natura incontaminata: un luogo di perfetta fusione tra gli antichi metodi di coltivazione e un insediamento umano costruito nel rispetto dell’ambiente naturale e rurale che contraddistingue il luogo.

All’interno troviamo spazi caratterizzati da legno chiaro o bianco arricchito da un sapiente mix di mobili vintage e soluzioni domotiche, con un richiamo allo stile scandinavo. Stupisce il bagno minimalista, con vasca, lavabi e doccia che sembrano scolpiti e ricavati da un unico blocco organico.

Interno di una casa in legno Rubner Haus: soggiorno con pareti e soffitti in legno bianco.

Interno di una casa in legno Rubner Haus: in camera da letto un mix di legno bianco e naturale, con mobili moderni e vintage.Interno di una casa in legno Rubner Haus: bagno minimalista.

Non sembra in legno…ma lo è!

Guardandola da fuori vi chiederete “ma il legno dov’è?”. Per la costruzione delle sue case Rubner Haus non impiega solo ed esclusivamente legno, ma anche i seguenti materiali:
gesso: miscela di puro gesso e acqua; oppure di puro gesso, fibra di carta riciclata e acqua
sughero: privo di collanti sintetici, fornisce un ottimo grado di isolamento termico
fibra di legno: realizzato da scarti di legname rigorosamente non trattato, privo di additivi chimici, con proprietà fonoassorbenti e di conservazione del calore
intonaco: altamente resistente e isolante, è prodotto con calce bianca, cemento bianco e sabbia di marmo bianco
pannelli isolanti di cellulosa: ottenuti dal riciclo della carta di giornale hanno un’ottima tenuta al vento e capacità di assorbimento dell’umidità, sono resistenti a funghi e parassiti
tegole: prodotte in cemento sono anti-gelive (a cui si aggiungono 30 anni di garanzia)
colori: pittura ai silicati su base biologica resistente alla luce, agli agenti atmosferici, alle alte temperature e non combustibile
…e ovviamente legno proveniente esclusivamente da foreste gestite secondo criteri di sostenibilità.

L’ottima notizia è che tutte le componenti sono estremamente resistenti, durevoli e riciclabili al 100%. Questo significa che nei decenni e nei secoli a venire ruderi e macerie non intaccheranno l’ambiente circostante.

Expo ci ha fatti riflettere: la verità è che siamo stanchi della tecnologia senz’anima e percepiamo, ogni giorno, il bisogno di un ritorno alle origini, ma con tutte le comodità e le intelligenti innovazioni di cui il 20° e il 21° secolo ci hanno fatto dono. Non rimane che augurarci che un giorno tutte le case, anche i più modesti condomini, siano costruite secondo gli stessi criteri, con materiali virtuosi e con la stessa attenzione all’ambiente, al clima, all’eco-sostenibilità che aziende come Rubner Haus mettono in pratica ogni giorno.

Written by: