6 Luglio 2015 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor
La migliore architettura coniuga bellezza estetica e funzionalità in un insieme perfetto, proprio come i bellissimi appartamenti del Bayside Residence a Melbourne, un progetto firmato da Robert Mills Architetti e Interior Designers.

Gli interior designer hanno giocato su una tavolozza di colori rigorosamente in bianco e nero con l’aggiunta di qualche dettaglio in grigio, il tutto mixato a materiali naturali come il legno di quercia scelto per i pavimenti e la pietra naturale, due elementi che giocano un ruolo importante in tutta la casa.

Ogni appartamento è stato arredato con eleganza in stile minimal e ognuno è caratterizzato dalla presenza di particolari elementi d’arredo di design.
Le ampie vetrate che conducono all’esterno lasciano penetrare moltissima luce naturale in tutta la casa e regalano una piacevole sensazione di continuità tra l’interno e l’esterno.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

6 Luglio 2015 / / Arredabook


Come promesso nell’articolo sui tavoli da cucina resistenti, torno con un altro approfondimento dedicato ai nuovi super materiali. Tra gli arredi più ricercati per arredare la cucina, ma anche per un soggiorno pratico ed elegante al tempo stesso, spiccano i tavoli con piano in vetro antigraffio.
Avevamo visto insieme i pregi della super-ceramica (chiamata anche vetroceramica, cristalceramica o Laminam): resistente ai grassi, ad oli, acidi, calore, antigraffio, atossica e di agevole pulizia. Un top pratico e funzionale, quello in ceramica può però non piacere sul piano estetico. Se siete alla ricerca delle stesse caratteristiche tecniche, con quel tocco glam in più, il vetro antigraffio è la scelta giusta.

Genio in cristallo velvet antigraffio bianco opaco .

Genio propone linee essenziali, per un tavolo in cristallo antigraffio bianco opaco allungabile, pratico e bello, ideale anche in cucina.

Un tavolo da cucina o per sala da pranzo che viene usato quotidianamente deve possedere caratteristiche di resistenza ai graffi. Infatti ogni giorno viene a contatto con utensili, strumenti e oggetti che possono lasciare segni permanenti: pensate solo a quando entrate in casa e, se il tavolo è lì a portata di mano, ci appoggiate le chiavi di casa, oppure una borsa con borchie o lo zaino dei bambini. E poi, naturalmente: piatti, bicchieri, pentole, posate, giocattoli, penne, matite e pennarelli.
Se il tavolo in vetro non è per voi un arredo “di bellezza”, ma viene utilizzato come piano di lavoro in vari momenti della giornata e da tutta la famiglia, scegliere un cristallo antigraffio vi permette di conservare intatta tutta la bellezza di un materiale sempre elegante.

Scegliere un materiale pratico non significa dover rinunciare all'eleganza. Fiandre è un tavolo design in vetro antigraffio nero.

Scegliere un materiale pratico non significa dover rinunciare all’eleganza: Fiandre è un tavolo design in vetro antigraffio nero.

I colori del vetro antigraffio

La gamma di colori disponibili permette di abbinare questo moderno materiale con la vostra cucina o con gli arredi della zona giorno: dal bianco neutro al nero, passando per il tortora, l’antracite, il testa di moro e anche colori vivaci come il blu.
Ovviamente la rosa di colori e finiture offerte dipende dall’azienda produttrice.
Ad esempio Bontempi punta sul cristallo in finitura opaca, come potete vedere qui sotto nel tavolo in cristallo antigraffio e legno massello Versus e nel Dublino in vetro blu: Tavolo Versus con piano in vetro antigraffio bianco opaco e gambe in legno massello.

Dettaglio del piano in cristallo opaco antigraffio, con gamba in legno massello.Tavolo in vetro antigraffio blu Dublino.Un altro marchio che impiega questo innovativo materiale è Midj, che punta su superfici satinate dai colori neutri e l’eleganza più formale.Vetro antigraffio: colori

Dettaglio del tavolo in vetro antigraffio color grafite Diamante.

Le caratteristiche del cristallo antigraffio

Il cristallo o vetro antigraffio si differenzia dal vetro temperato poiché durante l’operazione di tempratura vengono aggiunti particolari additivi che rendono la superficie resistente ai graffi.
Quando il piano viene a contatto con oggetti di varia natura (vasi, chiavi ecc.) può succedere che questi rilascino dei residui (metallo, ceramica…) sulla superficie del vetro: l’innovativa textures permette di rimuovere immediatamente questi segni con un normale straccio. La proprietà antigraffio rimane valida per tutta la vita del prodotto, rendendo questi tavoli adatti ad arredare con estrema eleganza e praticità anche gli ambienti più utilizzati, come la cucina.

Apollo propone un look essenziale con un tavolo da cucina elegante in vetro antigraffio color grafite.

Apollo propone un look essenziale con un tavolo da cucina elegante in vetro antigraffio color grafite.

Il vetro antigraffio è resistente agli utensili da cucina.

Molto spesso ci viene chiesto “un tavolo a prova di bambini”: ci giocano, ci fanno i compiti, i più grandi ci appoggiano il portatile, il tablet e l’onnipresente smartphone. Se davvero non volete preoccupazioni di sorta e soprattutto volete lasciare che i vostri figli si muovano per casa liberamente (che forse è più importante della cura di un mobile!), il consiglio è quello di coniugare i vostri gusti con un materiale resistente da una parte, facile da pulire dall’altra.
L’aspetto estetico dipende naturalmente dai vostri gusti e nessuno vi vieta di optare ad esempio per un tavolo in legno massello che, diciamocelo, più “vissuto” è meglio è. Senza contare che esistono numerose finiture che fanno del look ad effetto invecchiato una vera e propria bandiera di stile. Le parole shabby, decapato, tranché vi dicono qualcosa? Se volete saperne di più stay tuned, perché la prossima puntata dedicata ai materiali per tavoli da cucina e da pranzo sarà proprio dedicata al legno.

6 Luglio 2015 / / Decor

SAVE THE DATE!
“Che la festa cominci!” Non perdete l’appuntamento sabato 11 luglio dalle ore 18 alle 19 
nel bellissimo spazio di IKEATemporary in via Vigevano 18 a Milano con il workshop 
che Arianna (stylist e co-founder di questo blog!)terrà su una tavola creativa per 
la festa dei vostri bambini! Vi spiegherà come preparare cupcake in feltro divertenti 
e colorati, e vi farà vedere tutto l’occorrente per la preparazione di una tavola 
allegra e colorata. Vi aspettiamo! 
Partecipare è semplice e gratuito,registratevi e prenotate qui: www.ikea.com/temporary

6 Luglio 2015 / / Idee

Una delle cose che amo dell’avere un blog?
Oltre alle solite (raccolta di idee, ispirazioni, progetti &co.), ce n’è un’altra, meno scontata.
Ovvero che se, prima, come professionista venivo contattata da varie aziende di settore che mi presentavano i loro prodotti, ora la cosa si è fatta esponenziale.
Esponenziale e scocciante, direte voi; a volte, ma in alcuni casi anche positiva!

In effetti a questo ho pensato quando ho ricevuto la presentazione della Blocco.
Di questo progetto mi è piaciuta la mission: portare in casa un materiale vivo e caldo come il legno allo stato “puro”, senza troppe lavorazioni, in modo facile e a secco.
E portarlo non nelle solite finiture (il parquet con finitura ad olio…bello, ma già noto), ma in una versione inedita e versatile.
Non tutti i pezzi delle linea Blocco mi hanno entusiasmato, ma alcuni sono davvero azzeccati e adatti a svariate configurazioni.

In particolare condivido con voi quelli che mi sono piaciuti maggiormente: li trovo fantastici per conferire un’atmosfera fresca e naturale (perfetta d’estate) e, al tempo stesso, calda e accogliente in inverno, con i tessili giusti…
Della famiglia Blocco fanno parte i blocchetti di Blocco Arreda: il sistema in legno massello o lamellare che permette di creare creare pareti, rivestimenti, divisori o quanto altro la fantasia progettuale suggerisca.

Molto carina l’idea di farne testiera del letto…
Un’originale testiera con mensoline
Ma anche quella di caratterizzare la parete del bagno, con quella sensazione di semplicità e naturalezza che solo il legno sa offrire, per un’ambiente che evochi le SPA nordiche: acqua e legno.

Il legno in bagno, per un effetto SPA

Verde&legno: connubio perfetto per un negozio…di fiori e non solo
Con fiammature e nodi per un effetto “vissuto”
E se volete riproporre il legno anche nei complementi d’arredo, c’è anche la linea Blocco Design: prodotti in legno dal design italiano.
Il mio preferito è senz’altro Hula Hoop, il tavolino da caffè con piani ellittici a sbalzo, rotanti attorno a un perno. Simpatico poichè permette la creazione di diverse assetti, dando estrema dinamicità alla composizione.
Hula Hoop
E voi? Avete in mente di portare un po’ di legno in casa?
Insieme possiamo studiare la soluzione che più sia affine al vostro gusto e al contesto in cui inserirlo; un materiale vivo come il legno non può che aggiungere valore al vostro progetto!
Buon inizio settimana 🙂
6 Luglio 2015 / / Arredamento Perfetto

Torna l’argomento più amato da molti appassionati di arredamento e da chi cerca idee nuove ed originali per rendere unica la propria casa: i lavori in cartongesso.

Non molto tempo fa l’idea del cartongesso era legata ai controsoffitti o all’arredamento delle attività commerciali.
Oggi invece il cartongesso ha trovato applicazione nelle case di tutti coloro che vogliono realizzare qualcosa di unico, originale, robusto ed accattivante.

Abbiamo già visto come arredare un grande salone utilizzando il cartongesso per realizzare arredamenti, pareti divisorie, controsoffitti. Abbiamo anche realizzato un mobile contenitore retroletto dall’effetto estetico e funzionale eccezionale.

Oggi trasformeremo un’anonima stanza quadrata in qualcosa di eccezionale con il solo utilizzo del cartongesso.

Se siete alla ricerca di una casa, chissà quante volte vi siete imbattuti in questo tipo di annunci:

Comodo trivani composto da ampio ingresso-cucina-soggiorno, camera da letto, cameretta …

Alla prima visita, aperta la porta d’ingresso, di fronte a voi si è materializzato qualcosa del genere:

Arredamentoperfetto e imbiancatura milano

un’ampia stanza quadrata con una striscia di piastrelle su una delle pareti e sotto gli scarichi dell’acqua.
L’agente immobiliare o il proprietario indicando la stanza vi avrà sicuramente detto:“questo è l’ingresso con cucina soggiorno di 30 mq”. E voi sarete rimasti entusiasti delle dimensioni, ma perplessi su come rendere una stanza così grande, un’abitazione confortevole, bella e che, soprattutto, parlasse di voi!

Ecco che oggi vi farò vedere come una stanza anonima, con i giusti interventi di lavori in cartongesso, può diventare una stanza da sogno.

Con il cartongesso si possono realizzare finti pilastri, controsoffitti per una illuminazione d’atmosfera, librerie, pareti attrezzate e tanto altro ancora.
In questo progetto vedremo applicate tutte le soluzioni appena mensionate in un connubio perfetto.

Come i lavori in cartongesso trasformano la casa

L’obiettivo che desideriamo raggiungere è dare movimento alla stanza, creare differenti quote dove installare l’illuminazione e definire gli spazi pur lasciando l’ambiente unico.

Progetto di restyling della cucina-soggiorno con intervento di lavori in cartongesso

Salta subito all’occhio che quell’ampia stanza impersonale non esiste più, nonostante non siano stati modificati gli spazi. Anzi, ogni spazio è stato valorizzato da dettagli unici per realizzazione e colore.

I lavori in cartongesso eseguiti nella cucina-soggiorno

La cucina
La posizione della cucina è rimasta inalterata per non modificare gli scarichi; invece della classica cucina lunga 3 metri posta su un’unica parete si è creata una penisola con bancone.
Finto pilastro in cartongesso definisce gli spazi cucina-soggiornoIl bancone poggia su un apparente pilastro: esso è stato realizzato in cartongesso ed è l’incavo che dal lato opposto accoglie il frigo d’incasso.
Continuando a definire l’angolo cucina, sul bancone si è voluto creare un controsoffitto che accogliesse l’illuminazione a faretti per una gestione ottimale della luce.

La zona giorno
Poggiata al finto pilastro, una parete attrezzata, anch’essa realizzata in cartongesso, movimenta la stanza e nasconde tanta capienza. Infatti ciò che sembrano dei semplici e particolari elementi di design, nascondono al loro interno pensili, basi e cestoni.

La parete attrezzata in cartongesso nasconte al suo interno basi pensili e cestoni

Per ingannare l’occhio si è preferito realizzare l’anta in legno dello stesso colore della struttura in cartongesso ed inserire delle maniglie push & pull.
Sui cestoni, dove poggia l’home theatre, e sulle basi ad anta, il top è realizzato in vetro per riflettere le luci dei faretti incassati nel controsoffitto realizzato sopra la parete attrezzata, e nei fondi dei pensili.

Ecco come i lavori in cartongesso valorizzano un ambiente, creano capienza, impreziosiscono una stanza e la rendono unica.

Se questo progetto ti è piaciuto, ma credi che sia impossibile da realizzare o hai altre idee per rendere ancora più particolare la tua casa, su imbiancatura-milano.it trovi le persone giuste, capaci, oneste ed economiche che possono eseguire in maniera altamente professionale i tuoi lavori in cartongesso a Milano.

6 Luglio 2015 / / Coffee Break

Questo appartamento di soli 60 mq a Barcellona è stato ristrutturato da Dröm Living; l’obiettivo principale era di ampliare attraverso la luce, anche visivamente, gli spazi ridotti che lo caratterizzavano.
Gli interni, luminosi, sono arredati secondo i dettami dello Stile Scandinavo, con pareti bianche e colori pastello, legno chiaro e arredi minimali; qualche tocco industriale rende più interessante la composizione.


_________________________

CAFElab | studio di architettura


6 Luglio 2015 / / Decor

deco baskets-as-wall-art

Cestino mania!

arredo cesti-vimini-bianchi .amazon cesto bianco foderato furnitureandyourhome 20.00

In bianco perfette per l’arredamento shabby quella a destro in vimini foderata on manici di  furniture and your home costa 23.00€ 

baskets_westelm

Perfette anche per una casa moderna dal gusto etnico

In principio utilizzati solo per raccogliere la biancheria sporca e relegate nel bagno di servizio, hanno acquistato nel tempo grande valore decorativo e invaso ogni ambiente della casa…stiamo parlando delle ceste di vimini. Grandi, piccole, rettangolari o dalla classica forma avvolgente.

In realtà però, se torniamo ancora più in dietro nel tempo, ci accorgeremo che già in un passato remoto la cesta assolveva a diverse funzioni da quella di culla a quella di porta legna, oggi, oltre ai numerosi utilizzi pratici, si aggiunge il fattore decorativo da non sottovalutare.

Dunque ecco dei suggerimenti per utilizzare le ceste nell’arredamento delle nostre case:

1) possono diventare dei contenitori, semplici eppure affascinanti: portabiancheria in bagno, un contenitore per riporre cuscini e coperte in salotto o camera da letto; portariviste, ombrelli, giocattoli o contenitori utili a contenere qualsiasi cosa vi occorra.

contenitore portaombrelli portaombrelli e salotto

Ceste come porta riviste o porta ombrelli

contenitore ceste e cestini portaoggetti  contenitore cestini-su-mobile-ingresso

Comodi contenitori dalla cucina al corridoio

contenitore cesto-per-libri contenitoreportariviste

Non sapete dove mettere i libri? Ecco una buona soluzione.

contenitore bagno-decorato-con-cestini, contenitore bagno idea2012_1208-idea-house-vintage-bathroom-l

Molto decorative in bagno

contenitore bimbi Wicker-baskets-storage contenitore bimbi cestini-cameretta-neonato

In cameretta utili porta giochi

Romantiche, rustiche e dal sapore antico quelle naturali, magari foderate con un tessuto a quadretti o un pizzo sangallo, ma anche moderne, minimali e colorate.

Potete trasformare le vostre vecchie ceste o borse di paglia, rendendole super contemporanee, dipingendole semplicemente a metà del colore che preferite.

arredo ceste argento

Ceste moderne con il color argento

.affiliato hkliving.nl

Se siete pigri potete sempre acquistare le ceste dipinte su HK living

Questo tipo di contenitori sono facilmente reperibili in qualsiasi forma e dimensione ed offrono tante soluzioni di utilizzo

2) le cestine squadrate, di varie dimensioni, possono diventare comodissimi cassetti ed andare a completare ed arricchire mobili che già abbiamo o anche una semplice struttura di Ikea che con il nostro tocco personale diventerà speciale.

Un cassetto in più fa sempre comodo in cucina come in bagno o in corridoio, possono servire ad organizzare la cabina armadio, la libreria o la credenza e creare dei cassetti anche dove non ci sono!

.amazon cesta portaoggetti foderata 18.98 di bébé-jou .amazon di bébé-jou

Graziose ceste portaoggetti foderate ceste portaoggetti bébé jou costo 18.98

cassetti sea-inspired-bathroom-decor-ideas-40-554x737 cassetti cesti-su-mensole-in-bagno

Cassetti-cestine perfetti in bagno

cassetti cestini-in-cameretta  cassetti divanetto-con-cestini-contenitori

Contenitori sotto il letto

cassetti cesti-in-vimini-in-grande-libreria

Riorganizziamo la camera dei bimbi

cassetti cabina-armadio-con-cestini cassetti sottoscala-salvaspazio-con-cesti-portatutto

Riordiniamo lo sgabuzzino o il sottoscala

cassetti

Nuovi cassetti per l’armadio

3) Avete mai pensato che con una cesta si può realizzare in modo molto semplice un grazioso lampadario, certamente più adatto ad ambienti informali, rustici e dal sapore shabby chic, a seconda della forma e della trama scelta, si può adattare anche ad ambienti più minimali e dal sapore nordico.

Saranno sufficienti una cesta, un filo cavo elettrico e un portalampada, Il cestino fungerà da perfetto paralume, creando splendidi giochi di luce sulla parete, diversi a seconda della trama della cesta.

lampadario diy-illuminazione-arredo-casa-low-cost

Adatte allo stile etnico

lampada arredo-low-cost-cestini-paralume

Forme originali per originali paralumi

lampadario vimini-paralume-fai-da-te

Moderna e in stile nordico

4) Le ceste possono essere utilizzate anche come contenitore per vasi o sottovaso per le nostre piante, rendendole così ancora più graziose per i nostri interni.

vas greenvillage.biz

Vasi di greenvillage.biz

vaso cestini-portafiori

Cestini porta fiori

vaso cestini-per-piante-aromatiche

Vasi sospesi per fiori ed erbe aromatiche

5) In fine, come abbiamo detto proprio all’inizio dell’articolo le ceste oltre che avere la funzione di utile e comodo contenitore possono essere utilizzate come semplice decorazione, e anche se pure questa è stata un’usanza già sfruttata in passato, chissà a casa di quante nonne abbiamo visto ceste e cestini attaccate alle pareti, distribuirle in modo organizzato e studiato può essere molto decorativo e contemporaneo.

deco handwoven-baskets-and-bowls-wall-art-ideas2-4 deco baskets_bootstrapproject

…o dai colori naturali

decorating-with-baskets

Carina la composizione del quadro nella cesta!

Le ceste sono un complemento antico e da sempre presente nelle nostre case, hanno un fascino indiscusso, un gusto rustico e un’utilità innegabile, perfette per un arredamento low cost ma di classe.

Come per tutte le cose ce ne sono interpretazioni moderne, minimali, contemporanee, originali. Ci sono ceste di diversi materiali che imitano quelle classiche in paglia, fatte di lana, di ceramica o carta di giornale!

Con un vecchio cestino di plastica possiamo realizzare noi stessi una cesta in corda oppure possiamo creare dei cestini intrecciando striscioline di carta proprio come dei moderni cestai!

.amazon materiali lana cestino di Baby's Only

E’ realizzato in lana il  Cestino portaoggetti lavorato a maglia di Babys Only

contenitore cestini realizzati con carta di giornale

Cestini realizzati con carta di giornale. Simili (ma di materiale plastico che imit la carta di giornale) in vendita nei negozi Tiger

fai da te vecchio cestino di plastica rivestito di corda vedi tutorial

Possiamo rivestire un vecchio cestino della carta straccia con la corda per realizzare una bella cesta

maTERIALI Bow bin, cestino ibrido di cordula kehrer designer tedesca produzione equa e solidale che avviene  nelle filippine sostiene economie locali e ricicla plastica  coniuga modernità e tradizione

Bow bin è un cestino ibrido realizato da Cordula Kehrer, una designer tedesca che ha creato questa produzione equa e solidale che avviene nelle Filippine e sostiene economie locali riciclando la plastica. La designer coniuga in questo modo modernità e tradizione

Dunque se anche a voi piace l’idea di utilizzare le ceste per il vostro arredamento correte a vedere se ne avete qualcuna da recuperare e se così non fosse realizzatene una in modo creativo con le vostre mani.

The post 5 Modi per arredare con le ceste appeared first on Architettura e design a Roma.