13 Luglio 2015 / / Detail of Us

Innamorati del nostro portico… sempre di più… al prossimo week end… buon inizio settimana a tutti! 
lettini, dondolo, vassoio e lanterna nera: Ikea _ tavolino e lanterna bianca Ovvio
13 Luglio 2015 / / Expo Milano Design

Summer usually comes down on Milan as hot and moist weather and the average Milanese city sleeker looks for outdoor venues where to move his/her every-day ritual: the happy hour or as locals say aperitivoLet’s look at some of these outdoor happy hour settings in terms of furnishings and design.

La Terrazza di via Palestro is an elegant restaurant and a trendy happy hour location, situated on the rooftop of the Swiss Cultural Centre.  The terrace overlooks the beautiful and historical gardens of Porta Venezia and is furnished with many green plants recalling the large big area below. The guests can rest on comfortable rattan armchairs and sofas, which might make the Milanese city sleeker feel the sensation of being on a seaside kiosk.

la-terrazza-di-via-palestro
The rooftop bar of Via Palestro

As the sea is too far as well as holidays yet, a rooftop swimming pool might be an acceptable alternative.  Especially if, after a restoring bath, you can enjoy a couple of drinks by the pool. That place is Ceresio 7, a restaurant located on the top of the historical Enel building overlooking the renovated area of Garibaldi and Isola. Some nice cabanas are put up during summer to host guests that can sit on design sunbeds, besides the usual sofas and armchairs. The number of guests is limited, so that no one stands up uncomfortably, but everyone can sit down.

Volo Sun Bed
Volo sunbed

If you are looking for an astonishing view of the must-see Duomo cathedral, you can’t miss two bars: La Terrazza Martini and the rooftop of the Boscolo Hotel. Bearing the name of famous happy-hour Martini drink, whose producer is the owner too, the roof bar is an historical place that allows you have 360 degree look at the city. The interior furnishings belong to some famous Italian brands such as Poltrona Frau; the manufacturer has actually created a custom collection for the bar that is dominated by the red hue.

On the other hand, the Boscolo Hotel is located near La Scala, the famous opera house. On its roof top,  rattan chairs and small sofas accommodate the guests that relax in the shadow of large canopies. The Boscolo hotel has also two restaurants  and some of the furniture has been created by Modà. For example, the Remix chair, whose luxurious style suits the prestigious hotel of Milan. Boscolo Hotel closes this short, albeit stimulating, list of open-air bars where to spend your deserved Milanese happy hour.

 

 

 

 

 

13 Luglio 2015 / / Decor

Con questo caldo sto diventando pigra, mooooltoooo pigra, ma prima di andarmene ufficialmente in vacanza ho ancora delle ultime cose da farvi vedere che spero vi piaceranno!

Intanto vi auguro buon lunedì con questo collage a tema Green 😉
A prestoooo!

images via 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

 

13 Luglio 2015 / / Dettagli Home Decor

Sitio da Leziria di Atelier Data

Nella campagna portoghese dell’Alentejo  l’eccellente recupero di un’ex scuderia grazie ad un lavoro di ristrutturazione che ha mantenuto vivo parte del suo carattere originale.


Lo studio di architettura Atelier Data firma il progetto che vede la trasformazione di una vecchia  scuderia per cavalli in una bella casa di campagna scandita dalle linee contemporanee.
Nel corso dei lavori di ristrutturazione, completati nel 2012, gli architetti hanno ripulito completamente gli interni, mantenendo intatta la bellezza del soffitto spiovente in legno.  Il bianco, colore che funge da filo conduttore dell’intero progetto, è stato dato sulle pareti e sulle travi di legno per rendere fresco e luminoso l’intero spazio.
Gli arredi sono stati disegnati su misura dai designers di Atelier Data che, ispirati dall’atmosfera di campagna, hanno realizzato mobili e complementi solidi, esteticamente minimali e con un’aria vissuta. 

Sitio da Leziria di Atelier Data
Sitio da Leziria di Atelier Data
Sitio da Leziria di Atelier Data
Sitio da Leziria di Atelier Data
Sitio da Leziria di Atelier Data
Sitio da Leziria di Atelier Data
Sitio da Leziria di Atelier Data
Sitio da Leziria di Atelier Data
Sitio da Leziria di Atelier Data
Questo particolare progetto è il risultato della prima fase di una vasta strategia che mira a far rivivere un vecchio terreno agricolo, che unisce nuove tecniche agricole con un nuovo modo di vivere. 


13 Luglio 2015 / / Cappello a Bombetta

C’è qualcosa di più segreto ed emozionante del modo in cui ciascuno di noi sogna? E come conciliamo i sogni se non creando intorno a noi la giusta atmosfera in camera da letto? Ho scelto queste immagini perchè in ciascuna di loro c’è qualcosa che mi colpisce e fa viaggiare la mia fantasia: il modo migliore per accompagnare i sogni più belli.
E voi, quale atmosfera scegliete per i vostri sogni?

12 34
13 Luglio 2015 / / Idee

Grazie alla collaborazione con CasaFacile e Fujifilm, la settimana scorsa ho potuto provare la nuova Instax wide300 e ho un sacco di cose da farti vedere, quindi ti farò compagnia per tutta la settimana. Evviva!
Non preoccuparti, non saranno le solite polaroid appese al murocon i ricordi delle vacanze, lo sai che qui da me non c’è spazio per la fuffa! E poi quali vacanze? Domani ho un esame!
A parte gli scherzi, cerco sempre di impegnarmi per creare dei post che possano essere davvero utili anche a te, per condividere idee facili da applicare anche a casa tua.
Se una cosa è troppo costosa, non ne parlo.
Se è troppo complicata, non ne parlo.
Se non serve a niente, non ne parlo.
Anche in questo caso quindi ho pensato a come poter utilizzare le foto per un fine pratico, oltre che estetico. Le parole chiave saranno Progettare, Organizzaree Decorare.
Spero che mi seguirai in questa avventura, a domani!



Torna l’approfondimento sui materiali resistenti: oggi vediamo pregi e difetti di un tavolo da cucina in legno massello.
Il legno arreda le nostre case da sempre, è in assoluto il materiale principe della casa, quello immediatamente associato al calore di una dimora accogliente, all’intimità del focolare domestico, alla calma e tranquillità di un’abitazione accogliente e dall’atmosfera famigliare.
Dettaglio del tavolo in legno massiccio Gustave.

Le essenze più in voga

Tavoli da cucina in rovere
Il rovere è senza dubbio l’essenza più usata per la realizzazione di tavoli da cucina e da pranzo. E’ declinato in numerosi colori e lavorato in maniere differenti: il rovere moro e il laccato a poro aperto colorato sono stati per anni i più ricercati.
Da qualche tempo, complice il trend del nordic design, sono riemerse le nuance dorate del rovere naturale, la lavorazione tranché, il termotrattato e il decapato.
E’ un legno duro, stabile e durevole. Per queste sue caratteristiche è utilizzato, oltre che nei mobili, nella produzione di parquet, serramenti, scale, costruzioni navali, grossa carpenteria.
Una speciale variante è il rovere termotrattato. Il legno viene sottoposto a trattamento termico che ne cambia le caratteristiche, migliorandone la stabilità strutturale. Il pannello legnoso risulta inoltre più leggero e più resistente agli attacchi di xilofagi poiché viene sterilizzato e la quantità di acqua viene sensibilmente ridotta. Questi trattamenti non influiscono in alcun modo nella reciclabilità del legno, che subisce solo un’alterazione fisica.

Alcuni esempi di finitura del rovere presi da varie collezioni.

Alcuni esempi di finitura del rovere presi da varie collezioni.

Dettaglio tavolo da cucina in legno massello di rovere.

Tavoli in Noce
In principio fu il noce nazionale, ad oggi quello che troviamo più frequentemente in commercio è il cosiddetto noce canaletto (o americano). La varietà nazionale presenta uno splendido colore bruno con nuance tendenti al grigio e striature nerastre. E’ utilizzato per mobili pregiati e in ebanisteria.
Il noce canaletto è caratterizzato da un marrone profondo e scuro ed è più duro e più pesante rispetto al nazionale. La facilità di lavorazione e la bellezza delle superfici ottenute, rendono il noce un’essenza molto apprezzata e destinata a non passare mai di moda.

Esempi di legno di noce dalla collezione Miniforms.

Esempi di legno di noce dalla collezione Miniforms.

Perch è un moderno tavolo in legno noce canaletto per cucina o sale da pranzo originali.

Perch è un moderno tavolo in legno noce canaletto con gambe in metallo ideale in cucina o in sale da pranzo originali.

Tavolo da cucina in legno massello di noce Perch

Abete
Tra le altre essenze impiegate nella produzione dei tavoli ricordiamo l’abete, particolarmente apprezzato dagli amanti dello stile nordico.
E’ un legno leggero caratterizzato da numerosi nodi e molteplici sfumature che risaltano in particolare intorno alle fiammature. Se siete amanti del rustico e quello che state cercando è il classico “tavolaccio in legno massiccio”, l’abete è quello che fa per voi.

Esempi di legno di abete da varie collezioni.

Esempi di legno di abete da varie collezioni.

Dettaglio della superficie grezza dell'abete antico utilizzato da Miniforms.

Dettaglio della superficie grezza dell’abete antico utilizzato da Miniforms.

Legno decapato e lavorazioni tranché
Tipiche dello stile shabby chic e country la lavorazione decapata e il taglio sega, o tranché, sono rigorosamente proposte nelle tonalità chiare e luminose del bianco. Il vantaggio del decapato è che la finitura ricrea volutamente un effetto rovinato e invecchiato.

Dettaglio tavolo da cucina in legno  Amedeo. Il tranché, o taglio sega, propone superfici materiche grezze, irregolari, perfette per chi ama lo stile industriale.

Woody propone uno stile industriale con cavalletti in metallo, per un tavolo da cucina originale.

Woody propone è un tavolo da cucina con gambe a cavalletto dallo stile industriale.

Dettaglio taglio sega.

Pulizia e manutenzione di un tavolo da cucina in legno

I tavoli in legno che trovate in commercio, se prodotti a regola d’arte e da aziende serie, sono trattati superficialmente con sostanze protettive, a volte leggermente lucidanti, atossiche e brevettate per poter entrare in contatto con alimenti.
Il legno viene solitamente verniciato o trattato ad olio:
– le superfici verniciate risultano più uniformi dal punto di vista del colore, sono più resistenti, facili da pulire e richiedono meno manutenzione;
– le superfici trattate ad olio sono più naturali perché protette biologicamente, graffi e danni sono riparabili più efficacemente, colore, venature e naturali imperfezioni sono esaltate, richiedono il trattamento ogni 6 mesi.

E’ buona norma pulire il legno con un semplice panno umido e tamponare liquidi e sostanze oleose immediatamente. Esistono detergenti appositi per la cura delle essenze (stiamo parlando del legno massello e non del laminato che può essere pulito anche con prodotti meno specifici). In generale si consiglia di seguire le indicazioni del produttore perché una buona manutenzione parte dalla conoscenza del materiale e dalla prevenzione dei danni: quindi attenzione al sole che può cambiare il colore originario del legno e a prodotti aggressivi e abrasivi che potrebbero intaccare la protezione superficiale applicata dal produttore.

In base al tipo di legno si può applicare, circa una volta all’anno, della cera d’api o prodotti specifici contenenti oli. Per utilizzarli al meglio e nella giusta quantità è indispensabile seguire le indicazioni elencate nelle etichette. Dopo aver applicato la cera o il detergente scelto, lucidare con un panno morbido e asciutto.

La resistenza del legno al calore non è paragonabile a quella di tavoli in vetro-ceramica o vetro antigraffio di cui abbiamo parlato precedentemente. Quindi, a meno che l’effetto ultra vissuto non sia il vostro obiettivo, è raccomandabile non appoggiare pentole o altri utensili da cucina bollenti su una superficie in legno.
Dettaglio di un tavolo in rovere termotrattato di Miniforms.Possiamo associare il legno a case di campagna dallo stile country, ambientazioni urbane di ispirazione industrial, case al mare in cui regna il legno chiaro, baite di alta montagna con il caminetto sempre scoppiettante: insomma, il legno “fa casa”, ovunque ci troviamo. Se poi parliamo di cucina, è inevitabile che nell’immaginario collettivo appaiano immediatamente una nonna o una mamma intente ad impastare sopra ad un tavolaccio in legno.

Vi do appuntamento settimana prossima con altri super-materiali: tavoli da cucina in resina, eco-cemento ed ecomalta.

13 Luglio 2015 / / Design

Wings by Libeskind

The Expo, as well as food, design and architecture, is characterized by the opportunity to see, during the visit, many artworks. Here there are the ones not to be missed and where they are situated in the Expo spaces:

1. THE QUADRIGA by FRANCESCO MESSINA near EATALY
Francesco Messina, author of the famous Dying Horse, in front of the RAI headquarters in Rome, created these four sculptures of horses in 1941, that should be exhibited in Eur with other artworks. With the italian defeat in the Second World War, they were never realized.

Ortolano by Arcimboldo

2. Exposition THE TREASURE OF ITALY at EATALY
There are many works on display inside the space dedicated to Eataly, to represent each region of Italy. Among these, of great importance, the Virgin by the ancient italian painter Guido Reni and the Macchina of Santa Rosa, unknown to most, transported and rebuilt in the spaces of Expo, and from 2013, taking part in the Intangible Heritage by Unesco.

3. THE LAST SUPPER by TINTORETTO into the HOLY SEE PAVILION
On display until July 31 took the Vatican pavilion is the large painting of the Last Supper Tintoretto devoted and from the church of San Trovaso.Dal August 1, there will be in place a work of Rubens, all to admire .

Vucciria by Renato Guttuso

4. WINGS by DANIEL LIEBESKIND at PIAZZA ITALIA
In the four sides of the square Italy, the sculptures designed by architect DANIEL LIEBESKIND stand out against the sky. Aluminum propellers become entangled in height to nearly 10 meters and suggest cause their form, the wings of a large bird. Up close, you can appreciate even the multimedia, with sounds and lights.

5. PALAZZO ITALIA
Inside Palazzo Italia, the Italian pavilion, are housed many works of art of all time themed “food”. You can admire the Ortolano by italian painter Arcimboldo or Vucciria by Renato Guttuso but also admire contemporary artworks such as those of Patrick Laroche or Vanessa Beecroft.

Action Art by Modà Collection

Also Modà have some artworks into his collection Mod’Arte; some items are hand-painted with acrylic painting by the artists Marco Minotti and Sabina Gaetani, so unique pieces suitables to decorate luxury interiors.

Mod’Arte by Modà Collection