contemporaneo chanel_1 vestito Beautiful-Dress-on-the-Mannequin-Store-at-the-Walk-in-Closet-in-Vanke-Model-Home-Bedroom-with-Black-Wire-Closet-Door

Minimal in bianco e nero

composizioni manichini per appuntare i ricordi di famiglia vintage vignettes_dressform

Allestimenti creativi

tessuto GEDC4636 .amazon di vidaXL Busto sartoriale donna bianco e nero

Tessuto decorato. A destra manichino sartoriale con rivestimento in tessuto bianco e nero che potete trovare QUI

shabby mannequin_bhg.com_ salotto

Stile shabby o stile industriale?

interno mannequin_thewhitewindows.tumblr.com shabby Favim.com-17135

presenze…

composizioni manichino_FentonFenton_0014larritt-evans

suggestioni sceniche…

tessuto fullxfull.253618379    vestito

tre…il numero perfetto!

servomuto ThingsThatMatter3

Originali attaccapanni

interno casa di david carter a Londra

Elemento a sorpresa in salotto

stickers3

Stickers!

I manichini, ormai da qualche tempo, non sono più semplici oggetti d’uso per sarte e vetrinisti, ma si fanno sempre più spesso spazio nelle nostre case come insoliti complementi d’arredo e compagni d’avventure.

Adatti non solo a case romantiche e dal gusto shabby ma anche ad abitazioni più contemporanee  e dall’anima moderna e metropolitana, che saranno addolcite da un bel manichino vintage di stoffa, legno o ferro.

.amazon vacchetti spa MANICHINO IN FERRO BIANCO CON FIOCCO .amazon Songmics Manichino Nero Ferro Manichino Sartoriale Appendiabiti Altezza 170 cm di songmics

Manichini in ferro battuto perfetti come elemento decorativo o attaccapanni a sinistra biancobianco di Vacchetti spa con fiocco a destra nero  di Songmics a soli 29.95€

mezzobusto man

Manichini interi o a mezzobusto

contemporaneo moderno

Versione contemporanea

interno industrial Manichino

Perfetti anche in un contesto industriale

contemporaneo dark lavagna

Versione dark con la lavagna…

shabby dummies mannequin home decor salotto manichino_lo4cnnMKUh1qmvn3to1_500

Classichi manichini da sarta

shabby salotto manichino rosa  shabby2

Gusto shabby

letto uomo morto 2

ambiente moderno

Devo dire che a me l’idea di un manichino in casa mette un po’ d’ansia e probabilmente preferirei di gran lunga un bel manichino vintage da sarto piuttosto che uno di quelli moderni in resina, che si utilizzano per allestire le vetrine, dalle sembianze umane. Anche questi ultimi, ad ogni modo, trovano spazio in maniera creativa ed ingegnosa nelle case contemporanee o, a volte, anche solo un pezzo di essi: una mano come attaccapanni, delle gambe a sostegno del piano di un tavolo…de gustibus!

.amazon manichino oro di di TC Tech

Che ne dite di un manichino color oro in salotto, cono senzatesta! Molto scenografico! Sicuramente lascerà gli ospiti a bocca aperta

arti by dzmitry samal

Tavolo by Dzmitry Samal

arti by Naomi Thellier

Maniglie mano di Naomi Thellier de Poncheville

arti mani attaccapanni

divertenti mani attaccapanni che lanciano messaggi…inequivocabili! In vendita su  www.thelermonthupton.com

complementi Lampada Silouette in Resina su www.centromanichini

Lampada Silouette in Resina su www.centromanichini.com

complementi lampada

Un vecchio manichino da vetrina ridipinto di argento, può diventare un originalissima (e un pò inquietante) lampada per il salotto!

In ogni caso, sia che si tratti di un manichino da sartoria che da vetrina, farà al caso vostro solo se vi piacciono le atmosfere teatrali e se volete stupire!

Non ditelo all’architetto, ma ormai avere un manichino in casa è diventato un vero cult! In camera da letto come “uomo morto” per abiti e accessori o anche semplicemente come complemento d’arredo in ogni stanza della casa, donerà un tocco vintage per quanto riguarda quelli da sartoria, o un aspetto scenografico per quanto riguarda i manichini da vetrina: dal bagno al salotto fino al corridoio.

Parlando dei manichini da sarto, sono bellissimi nella loro semplicità quelli d’epoca di stoffa o di legno, possono essere appoggiati in un angolo di una stanza come una presenza un po’ inquietante e di stile, che aleggia a ricordarci “arreda con gusto!”.

Possono essere vestiti, allestiti, decorati, utilizzati per attaccare collane e spille o lasciati nella loro bellissima semplicità, come elegante e originale elemento decorativo.

classico interno chalkboard-walls-37 classico

I classici manichini da sartoria stanno benissimo, appunto, anche in ambienti più classici…dando quel tocco vintage e creativo allo stesso tempo

bagno composizioni manichini2

Bellissimi i manichini con l’intelaiatura sottostante in ferro…

classico.  reticolo

collane o ali d’angelo, possiamo adornare i nostri manichini con accessori vari…

interno old-dress-forms vestito inspiration

…o vestirli di tutto punto!

contemporaneo industrial chic materiale legno

Solo le braccia, o interamente in legno

 servomuto collane legno shabby letto manichiniii

In camera da letto come portacollane o per pura decorazione

Molti artisti e decoratori hanno personalizzato dei manichini dipingendoli o decorandoli in varie maniere, cosa che possiamo fare noi stessi con un po’ di creatività e buona volontà: decoupage,  pittura, arti creative.

decorato a mano2 decorato a meno

Manichino sartoriale in tessuto decorato a mano

da collezione by Irena s Tyl www.art-istDecor Mannequin by Irena S Tyl www.art-ist

Manichini artistici decorati da Irena s Tyl

decorato carta musicale

Bellissimo il manichino interamente decorato e vestito con spartiti musicali

esterni

Meravigliosa composizione green

da collezione

Da collezione…

decorato decoupage

Decoupage su manichino…

decorato arte

Manichino artistico…

complementi jimmie martin - no.5 floor lamp

Il marchio londinese di lusso Jimmie martin, famoso per realizzare complementi d’arredo dipinti, propone questa  la n°.5 floor lamp!

decorato audrey-hepburn-mannequin 950.00€ su www.shopshopdeco.it

Andate pazzi per Audrey Hepburn? Allora questo manichino fa al caso vostro!

decorato bandiera

Manichino dipinto con la bandiera inglese

I manichini possono assumere anche diverse funzioni, diventare lampade, servimuti, attaccapanni, portagioie. Oltre a quelli originali se ne possono realizzare con diversi materiali, cartapesta, cartone, legno. Infine, per quelli di noi che non hanno tanto spazio, ma non vogliono rinunciare a questa esistono sempre i nostri amici stickers!

.amazon di adesiviamo Dressingroom Manichino Shabby Chic Wall Sticker Adesivo da Muro.amazon manichino appendiabiti stickers

In fil di ferro bianco e nero a sinistra stickers di Adesiviamo Dressingroom lo trovate QUI a 14.90; a destra Manichino stickers appendiabiti dotato di due pomelli; lo trovate QUI a 18.90€

.amazon set di 3 calamite da frigo con manichini di di Random Badge Emporium .amazon quadro manichino

Dalle calamite alle stampe artistiche per decorare la casa con il tema dei manichini

stickers Adesivi Murali.it - Wall stickers, adesivi da muro34.90 stickers www.dekoidea.com 9.95

stickers www.dekoidea.com 21.95 specchio sagomato stickers www.muyhouse.com 29.00€

Manichini stickers per tutti i gusti. in senso orario partendo da in alto a destra stickers fiorato di Dekoidea, stickers  con bustino di Muyhouse, Stickers specchiatodi  Dekoidea, e stickers attaccapanni, con tre pomelli di stickers Adesivi Murali

.amazon di songmics Songmics Stand Appendiabiti Donna Manichino Ferro Manichino Sartoriale (Nero) HRA09B

Bellissimo il manichino in ferro battuto, con vano contenitore, di songmics display . Lo trovate QUI a 59.95€

complementi può assumere diverse posizioni la lampada manichino del designer lampada At your comand di Daniel Loves Object

Può assumere diverse posizioni la lampada manichino” At your comand” di Daniel Loves Object

complementi Stehleuchte Mannequin, Metall, ca. 17x28x132 cm 139.00€ su www.schneider.de

Un manichino in ferro battuto diventa un’elegante lampada su www.schneider.de

complemento lampada milan-fashion-hotel-maison-moschino-interior-design (1)

Nel  Milan fashion hotel maison di Moschinopotete trovare queste bellissime lampade ispirate a manichini da sfilata

servo muto

Un classico manichino da sartoria può diventare attaccapanni o servomuto

31 Marzo 2016 / / Design

dettagli home decor

La nuova edizione del Salone del Mobile si presenta con un nuovo logo e una nuova campagna di comunicazione corredata da uno slogan decisamente forte: “O ci sei, o ci devi essere”.


L’appuntamento per la 55esima edizione della manifestazione fieristica più importante del settore arredo-casa  e design avrà inizio il prossimo 12 aprile e terminerà domenica 17. Anche quest’anno si preannuncia un grande successo, con oltre 1300 espositori distribuiti su oltre 150.000 metri quadrati, suddivisi nelle tipologie stilistiche Classico e Design.
Un Salone del Mobile ancor più ricco e intenso, con tantissime novità e molti eventi collaterali, zone della città trasformate in veri e propri design district, designer provenienti  trasformeranno la città di Milano nella capitale del design.
Torna la biennale EuroCucina dove saranno presentate le novità in fatto di cucine di alta qualità, in risposta alla sempre più ampia richiesta di funzionalità derivata dalla continua attenzione da parte del consumatore.  A completare l’offerta FTK (Technology For the Kitchen), la proposta collaterale dedicata agli elettrodomestici innovativi.
dettagli home decor

Al Salone Internazionale del Bagno saranno invece presentate le novità prodotto studiate per personalizzare l’ambiente della casa che è sempre più dedicato al benessere e alla cura di sé, con la massima attenzione alla sostenibilità.
dettagli home decor

I tradizionali settori dedicati a “classico” e “design” saranno affiancati dal nuovo padiglione,il 3, interamente dedicato al lusso, per rispondere alla crescente domanda per questa tipologia di prodotto. Numerose le aziende che, partendo da forme classiche o di design, si sono indirizzate verso questa proposta che rappresenta una sintesi dei due stili con un prodotto lineare ma ricco di  particolari, finiture e materiali unici. Forte presenza dei maggiori brand del fashion, tra cui Borbonese, Fendi, Ferrè, Paul Mathieu, Roberto Cavalli, Ungaro e Versace, oltre a brand di prestigio internazionale, come Aston Martin, Ritz, in anteprima mondiale, e Tonino Lamborghini.
In tema di “tendenze casa” vogliamo evidenziare un’importante iniziativa di quest’anno: LivingScapes. Si tratta di una ricerca condotta dal Salone del Mobile.Milano Trend Lab, il nuovo laboratorio di ricerca e centro di intelligence del Salone del Mobile, per scoprire i principali trend che emergono a livello internazionale nel mondo del design, dell’arredo e dell’abitare, a partire dall’osservazione dell’evoluzione degli stili di vita.
dettagli home decor


31 Marzo 2016 / / Coffee Break

In una casa così, anche trascorrere un solo giorno può essere un’esperienza da ricordare!
Ogni pezzo d’arredo, ogni soluzione di design sembra avere una sua storia in questo cottage australiano nel New South Wales.


_________________________

CAFElab | studio di architettura


31 Marzo 2016 / / diotti.com

Amore a prima vista per questo appartamento così pieno di colori, che ci immerge in un mood molto fresco e primaverile. Arancio, blu petrolio e verde menta avvolgono ogni superficie, bilanciandosi per contrasto. Le piastrelle disegnano trame non scontate e conquistano ambienti insoliti. Siamo in Svezia, a Stoccolma e questa è la casa del designer Daniel Heckscher. In queste immagini i colori sono esaltati dalla particolare luminosità scandinava, una luce fredda che appiattisce il colore creando un piacevole effetto grafico.

16.Dining-area

1_1-entrance

8.livingroom

14.kitchen

15.kitchen

10.livingroom

fonte immagini: sightunseen


“Strega comanda color… verde!”
In primavera la casa si colora di questa nuance, spesso proposta con piante e fiori che tornano a sbocciare grazie ai primi raggi caldi del sole e alle temperature che si fanno più gradevoli. In questo articolo tuttavia non vi daremo consigli su come aiutare le piante a fiorire o come arredare con le piante da interni ma vi suggeriremo un piccolo trucco per portare un po’ di verde dentro casa senza fiori recisi e piante d’appartamento. La lettura è fortemente consigliata a chi non ha il pollice verde e a chi ama questo colore.

La tendenza Urban Jungle è una vera moda del momento. Consiste nell’arredare casa con piante tropicali floride e rigogliose che spesso invadono gli spazi destinati ad altro risultando ingombranti e poco gestibili. Consiste nel portare la natura esotica in casa fino a ricreare una piccola oasi verde, un piccolo paradiso tropicale.

Chi non è un provetto giardiniere, chi trova faticoso o impossibile gestire tali piante e fiori, chi non riuscirebbe a vivere in un ambiente con vasi e vasetti sparsi ovunque o chi semplicemente non ha lo spazio necessario deve assolutamente leggere i nostri consigli. È possibile non rinunciare a questa tendenza “aggirando l’ostacolo” anche se, dobbiamo ammetterlo, l’effetto non sarà certo lo stesso. I segreti si chiamano mobili e complementi verdi, stampe esotiche, fibre vegetali, materiali naturali.

Eccezione: chi vive in una casa con grandi vetrate che danno su un florido parco o un rigoglioso giardino è avvantaggiato e privilegiato.

Divano Zenzero
Tavolo Octa
Letto Globe

Mobili e Complementi Verdi

Scegli il mobile che desideri e che fa al caso tuo e poi concentrati sul colore. La maggior parte dei nostri arredi sono totalmente personalizzabili anche per materiali, finiture e tonalità. Consultando i nostri campionari avrai l’imbarazzo della scelta.

Di seguito una piccolissima galleria di immagini di arredi verdi in vendita online sul nostro portale.

Madia Fast
Cabina armadio Easy
Pouf Cherie
Cassettoni Camden
Cuscino HomePlaneur
Contenitore BeFree Open

Colore alle Pareti

Non siamo specializzati in carta da parati e adesivi murali ma riconosciamo il loro grande valore estetico e la loro utilità. Stampe esotiche, disegni di grandi dimensioni, quadri e tappezzerie possono aiutare a ricreare macchie di verde tropicale e suggestive ambientazioni. Chi non vuole osare troppo può semplicemente tingere una o più pareti di verde.

Divano Structure Sofa
Tavolino Kadou Coffee
Madia Arrow

Materiali Naturali

Chi è rimasto talmente affascinato da questa tendenza da voler spingersi oltre può giocare anche con i materiali, rigorosamente naturali. Via libera a legno, pietra e fibre, a soluzioni grezze e perchè no, anche a mobili dall’aspetto vissuto.

Nelle immagini, in ordine: una consolle in marmo di Carrara Calacatta Oro, un tavolino il cui piano è realizzato con una sezione di un tronco di noce, e infine un tappeto-stuoia in fibra naturale Abaca ricavata da piante di banane.

Consolle Bark
Tavolino Rio
Tappeto Jumbo

Tessuti d’Arredo

Potere al colore anche nei dettagli. Porta in casa il verde scegliendo tessuti d’arredo tinta unita o a fantasia, realizzati in cotone, lino o lana, in filati misti o velluto e microfibra. Cambia il tessuto dei tuoi imbottiti e dona un nuovo look a divani, letti, cuscini, sedie e poltrone.

Tessuto Izumi Rigato
Tessuto Seika Naturale
Tessuto Nathan Naturale

Ammettiamo che le soluzioni proposte sono una scappatoia un po’ forzata ma possono rappresentare una valida alternativa a chi non può o non vuole circondarsi di grandi piante tropicali. Per chi si accontenta la tendenza Urban Jungle è a portata di click…
… è sufficiente cliccare qui –> ArredaClick <— scegliere il proprio mobile e personalizzarlo nel colore verde.

31 Marzo 2016 / / Design

edward hopper nighthawks 1942

Famoso soprattutto per il suo quadro-icona Nighthawks (I Nottambuli), Edward Hopper è uno dei più celebri e amati pittori americani del ‘900: il pittore della solitudine, del silenzio e dell’attesa

Edward Hopper è forse il più noto e famoso pittore americano del ‘900 e sicuramente uno dei uno dei più apprezzati. Iniziò la sua carriera come illustratore pubblicitario praticando parallelamente la pittura e viaggiando molto in Europa: a Parigi (dove assorbì la lezione impressionista) a Londra, Berlino e Bruxelles. Tornato negli Stati Uniti sviluppò uno stile personale, perfezionando i suoi peculiari giochi di luci e di ombre, la sua passione per la luce e i volumi e il tema centrale della solitudine e dell’attesa.
Hopper usava diverse tecniche pittoriche dall’incisione all’acquerello alla pittura ad olio e il successo arrivò proprio dopo una mostra di acquerelli, nel 1925, quando Hopper aveva già 43 anni. Da quel momento fu considerato uno dei grandi pittori del realismo americano.
Nel 1934 Edward Hopper acquistò una casa a Cape Code, dove passava tutte le estati, suggestionato dal paesaggio marino, con le sue luci taglienti, il suo mare, i suoi fari, che ha dipinto in moltissime sue tele.

edward hopper second story sunlight

Edward Hopper – Second Story Sunlight (1960)

I quadri di Edward Hopper sono come uno still frame silenzioso che congela in un singolo istante il racconto di una vita.

Nell’arco della sua carriera Edward Hopper ha rappresentato il clima di desolazione esistenziale dovuto prima alla grande crisi degli anni ’30 e poi al coinvolgimento degli Stati Uniti nella Seconda Guerra Mondiale. Lui stesso era una persona schiva e meditativa e, rispetto ai suoi soggetti, si poneva come uno spettatore esterno e distaccato, ricreando nelle sue opere la pura osservazione della vita nella città, rappresentando personaggi casuali, anonimi, colti alla sprovvista in un momento qualsiasi. E’ stato un maestro della pittura realista e, come un guardone per caso, cristallizzava nei suoi quadri istanti rubati alla vita privata della middle class americana, spiata in un bar o attraverso una finestra per rivelarne momenti intimi di grande solitudine. Una solitudine non solo personale ed esistenziale ma anche la solitudine in una grande città, l’isolamento di un singolo individuo sperduto, che non sembra avere nessuna possibilità di interazione col mondo esterno.
Dalle sue tele emana una forte combinazione fra il realismo della rappresentazione e il sentimento emotivo che quella scena suscita nel pittore:

“Il mio scopo in pittura è sempre quello di usare la natura come mezzo, per cercare di fissare sulla tela le mie reazioni più intime di fronte al soggetto, così come mi appare quando lo amo di più: quando il mio interesse e il mio modo di vedere riescono a dare unità alle cose.”

edward hopper morning sun

Edward Hopper – Morning Sun (1952)

L’estetica di Edward Hopper ha ispirato fotografi e registi tanto che nel 2014 Gustav Deutsch ha realizzato Shirley: Visions of Reality, un film sperimentale ispirato a 13 dei suoi quadri più famosi, dove le tele del pittore americano si animano e prendono vita come tableaux vivants.
Attualmente una mostra dedicata ad Edward Hopper è in corso a Bologna, a Palazzo Fava (Palazzo delle Esposizioni) dove sono esposte circa sessanta opere del pittore americano.
La mostra si concluderà il 24 luglio 2016.

edward hopper western motel 1957

Edward Hopper – Western Motel (1957)

edward hopper room in new york

Edward Hopper – Room in New York (1932)

edward hopper automat 1927

Edward Hopper – Automat (1927)

30 Marzo 2016 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Coltivare un piccolo orto domestico in giardino oppure sul balcone, è un’ottima soluzione in quanto ci permette di avere sempre a disposizione verdure fresche e ortaggi di qualità.

Per consentire una corretta crescita dei semi piantati occorre però seguire alcuni accorgimenti come la posizione, la scelta dei vasi e del terriccio da utilizzare.

Se avete deciso di realizzare l’orto domestico in giardino o sul balcone è importate che la coltivazione sia esposta al sole in modo da favorire una crescita rapida; dovrà inoltre essere al riparo da correnti d’aria, lontano da strade trafficate e zone industriali in quanto introducono nell’aria sostanze inquinanti che si potrebbero depositare sui prodotti del nostro orto. 

dettagli home decor

Anche il terriccio influisce sulla crescita di verdure e ortaggi. Utilizzate del terriccio fertile, non compatto e ben drenato, così facendo le piante si svilupperanno più velocemente. Se avete a disposizione del  terriccio universale potete comunque utilizzarlo, ma per renderlo perfetto per la coltivazione degli ortaggi, andrà mischiato con della sabbia per favorire il drenaggio del terreno.

Per quanto riguarda il giusto apporto di acqua occorre tenere presente che le piante in vaso hanno bisogno di essere annaffiate più frequentemente, inoltre più il vaso è piccolo più l’acqua evapora velocemente. Per capire se le piante hanno bisogno di essere annaffiate occorre sentire la terra con le dita, se questa è asciutta anche sotto la superficie è il momento di annaffiare il vostro orto domestico. 

dettagli home decor
dettagli home decor

Se avete deciso di realizzare il vostro orto domestico sul balcone ma le dimensioni sono estremamente ridotte, non è un problema perché potete sempre sfruttare lo spazio in altezza realizzando un delizioso orto verticale. In tal senso in commercio si trovano appositi contenitori da fissare a parete, realizzati in diverse forme e materiali, pensati per creare veri e propri giardini verticali dove si possono combinare piante verdi, fiori, coltivare verdure e ortaggi. 
Naturalmente in alternativa potete ingegnarvi creando una struttura fai da te per ospitare il vostro piccolo orto domestico.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
immagini via Pinterest



30 Marzo 2016 / / ChiccaCasa

Il daybed, più conosciuto come chaise longue non è affatto un nuovo elemento d’arredo. Egizi ed antichi Romani ne facevano già uso secoli e secoli fa. La sua funzione è di supportare una postura tra il seduto e l’allungato. Ideale per i pisolini, è il posto perfetto in cui mancare la fine del film in tv, perchè ci siamo addormentati.

Possiamo scegliere se acquistarne uno di design o dilettarci con fai da te e riciclo.

DAYBED DI DESIGN
 
– Traveller by Porro
L’evoluzione della brandina da viaggio. Traveller di Porro poggia su due cavalletti in metallo, comodi per appendere coperte o abiti. Il cuoio che definisce gli schienali crea un piacevole contrasto con il ferro, conferendogli un taglio piuttosto maschile. I cuscini non possono mancare su un daybed che si rispetti. Quelli di Porro, hanno lo stesso rivestimento della seduta. Il design si presta molto bene ad un salotto in stile industriale o scandinavo.
 
 
 
Daybed by Plinio il Giovane
Plinio il Giovane ha pensato ad un daybed che prenda le sembianze di un divano, o viceversa. La struttura in legno è minimal e dinamica. Può assumere un mood easy o elegante a seconda del contesto arredativo e dei tessili con cui si sceglie di arricchirlo. 
 
 
 
 
 
DAYBED FAI DA TE 
– Bancali e futon
 
Bastano un materasso singolo o un futon per la seduta. Due bancali, uniti insieme saranno la base. A piacere, con delle viti, possono essere fissate delle ruote. Per quanto riguarda il rivestimento, potete farlo realizzare su misura dalla vostra sarta di fiducia (scegliendo così personalmente il tessuto che preferite) oppure utilizzare un semplice coprimaterasso colorato, da completare con cuscini in tinta o colori in contrasto.
– Materassi impilati;
 
 
 
L’unica difficoltà sta nell’esecuzione dello schienale, che tuttavia può essere sostituito con semplici cuscini, o con un terzo materasso disposto in verticale. I materassi per bambini di +Maisons du Monde sono perfetti per questo progetto. Li trovate qui.

Qual è il vostro preferito?
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
30 Marzo 2016 / / Coffee Break

Questo grazioso appartamento,a dispetto dello stile prettamente nordico che lo contraddistingue, si trova nella calda Spagna e precisamente a Bilbao.
Progettato da Qdiseño, ha mantenuto dopo la ristrutturazione soltanto la struttura in legno originaria, che lo caratterizza.
Bianco e legno chiaro danno ad ogni ambiente un tocco nordico e minimalista, accentuato dagli arredi e dalle tonalità chiare scelte. Nonostante la metratura limitata (circa 65 mq), gli ambienti sono spaziosi e soprattutto luminosi.

Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura


30 Marzo 2016 / / Design

Nell’offerta di arredo, esistono soluzioni interessantissime per arredare la zona lavanderia: uno spazio che ritengo utilissimo!
Chi ha la fortuna di adibire un piccolo angolo o stanza a zona lavanderia, ha risolto gran parte dei suoi problemi in casa, perché la lavanderia si presta ad essere un luogo dove vale tutto: il disordine può regnare sovrano purché sia in ordine tutto il resto della casa! E‘ il luogo jolly insomma, dove puoi stendere, mettere il cesto della biancheria fino a ricavarti un posticino per il tuo hobby! È questo il caso di una cliente che, avendo una zona lavanderia spaziosa, mi ha chiesto anche di pensare a un angolino dove potesse lavorare indisturbata al suo hobby, cioè creazione di oggetti fatti a mano. Si tratta quindi di un mamma-crafter

Vediamo insieme le soluzioni proposte.

Arredare zona lavanderia

Gli elementi d‘arredo che non possono mancare in una zona lavanderia sono sicuramente:

  •  ampio lavatoio
  • lavatrice
  • asciugatrice

E‘ esteticamente bello prendere mobile lavabo coordinato con mobili in cui incassare lavatrice con sopra l’asciugatrice. Oltre che funzionale, perché si risparmia spazio nel mettere l’asciugatrice sopra la lavatrice!
Diversi produttori ormai propongono questo genere di soluzioni che a me piacciono molto e consiglio sempre perché danno senso di “tutto al loro posto”! 

La soluzione che ho proposto alla cliente infatti è stata proprio una di queste: qui sotto trovi la composizione RING di Gruppo Geromin che mi è piaciuta subito per la sua linearità.

Arredo zona lavanderia

Questa composizione invece è di un’altra azienda interessante che propone arredi anche per la zona lavanderia. Ha uno stile un po’ più industrial in questi colori e la lavatrice è nascosta nel mobile con le due ante. La stessa soluzione può essere scelta per l’asciugatrice. La composizione è della linea Acqua e Sapone della Birex.
Arredo zona lavanderia

Anche Arredaclick propone mobili lavanderia molto carini con ante pushpull dove nascondere lavatrice e asciugatrice. Utili soprattutto nel caso in cui dovessi inserire la lavatrice in bagno non avendo un locale lavanderia dedicato: si riesce a nasconderla e a creare una soluzione coordinata col mobile lavabo!
E’ il caso della serie Blizzard, abbinabile ai mobili della stessa serie, o della serie Atlantic
Arredare zona lavanderia

Serie Blizzard zona lavanderia – Arredaclick
Arredare zona lavanderia

Serie Atlantic zona lavanderia – ArredaClick
​Ma lo sai che EasyRelooking ha una partnership con Arredaclick? Progetta con me e potrai avere un consulente personale di ArredaClick che ti seguirà per i tuoi acquisti online, oltre ad inviarti foto dal vivo dei campioni di tessuti e colori! 
Nell’arredo della lavanderia, se c’è abbasta spazio, non può mancare un armadio porta scope con scarpiera e cesti porta biancheria! Se vuoi risparmiare qualcosina, il PAX dell’Ikea è una valida soluzione: componibile all’interno con diversi tipi di accessori. Consigliato! In particolare consiglio almeno due ante con:

  • anta libera con ripiano solo in alto per porta scope/secchi e altri accessori per la pulizia
  • anta con cestelli estribili porta biancheria e ripiani (per scarpe o asciugamani, a seconda delle necessità)
Arredare zona lavanderia

Armadio PAX – Ikea
Accompagna il Pax con un cesto portabiancheria: tra i più economici, consiglio quelli di Ikea e di H&M Home
Arredare zona lavanderia

Cesti biancheria Ikea e H&M

L’angolo dedicato alla mamma-crafter

​Come richiesta ulteriore, in questo caso ho dovuto pensare anche ad un angolo dedicato a una mamma crafter, cioè un angolo da creativi che al momento opportuno potesse essere sfruttato per dare sfogo alla creatività!
La soluzione è stata scovata su Arredaclick (mio fedele partner) e da Ikea:

  • il tavolo Spacebox appeso a parete di Calligaris con piano recrinabile, con inclusi piccoli vani a giorno dove sistemare tutto l’occorrente 
Arredare la zona lavanderia

Spacebox di Calligaris
  • lo scaffale Kallax di Ikea, con la possibilità di personalizzarlo con cassetti e ante. Perché lo spazio contenitivo serve sempre!
Arredare zona lavanderia

Scaffali Kallax – Ikea
Sempre per l’angolo craft, ma anche per il resto della lavanderia, è importante pensare all’illuminazione. 
Queste le proposte di EasyRelooking per l’illuminazione della zona lavanderia e della zona scrivania per la mamma-crafter.

L’illuminazione è sempre l’elemento che molti sottovalutano ma che è super importante, ricordatelo!

Arredare zona lavanderia

Cosa ne pensi dell’arredo di questa zona lavanderia? 
A me piacerebbe un sacco avere una stanza così attrezzata!! Cosa ne dici?