Crisi di monotonia: wall decor da marzo pazzerello

Sarà Marzo pazzerello, ma io in questi giorni mi sento confusa, lenta, imbecille. Rido e piango, non sono produttiva, cambio idee e direzione. Ieri, allora mi sono “presa una pausa”. Un giorno in cui non pensare affinchè il giorno dopo tutto mi apparisse più chiaro. 

Entrando in casa, quella parete, quella dietro il tavolo da pranzo mi è apparsa così triste, così…buia nel suo bianco spento.
 
 
Ho afferrato oggetti a caso, in preda ad una crisi da bisogno di cambiamento per appenderli al muro. Un orologio comprato al supermercato circa un anno fa e mai tirato fuori dalla confezione. Metto il chiodo a caso e fisso. Un quadretto composto da una vecchia cornice ed un ritaglio di giornale. Metto un altro chiodo, rigorosamente senza criterio e appendo. Bandierine colorate, sì è quello che manca…un tocco di festa, di allegria. Ho un festone di sopra, fatto da me. E penso….ahia, ora devo metterne due di chiodi, dovrò prendere uno straccio di misura. Mi convinco che sia necessario, perchè lo è. Faccio di nuovo le scale, controvoglia, perchè ho fretta di vedere il risultato. Torno giù e mi accorgo che il metro di legno non basta, è troppo corto. Ovviamente no…non mi va di tornare al piano di sopra a prendere quello estensibile. Vado a occhio (non lo fate mai!), martello e faccio un passo indietro per vedere com’è andata. 
Un centimetro, forse 0,80mm. Ho fallito. 
Non importa, va bene così. Ora con i fiocchetti non si vedrà. Lego ai chiodi il festone, rallentando. Passo indietro. Come prevedevo, (mi convinco che) la differenza tra l’uno e l’altro chiodo sia impercettibile.
Fatto.
 
 
Mi piace ma manca qualcosa. Frugo nei cassetti, salgo di sopra ma non trovo quello che cerco. Afferro un cestino e lo attacco con il biadesivo. Non male. 
 
 
Tutto sommato sono soddisfatta ma, c’è un angolino in cui io aggiungerei qualcosa.
 
 
Ecco proprio lì, dove c’è il ?.
 
 
Qualcosa di leggero e spiritoso: una foto, un ritaglio da attaccare con il washi tape.
Styling and pics by Federica Del Borrello
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Written by: