16 Marzo 2016 / / Design

Nell’ultimo periodo ho un sacco di cose a cui pensare e tante di quelle ispirazioni da cercare che mi è venuta la sindrome dell’innamoramento facile. Il morbo inizia così: scegli il punto forte di casa tua e poi cerchi un’altra casa su Pinterest con quello stesso punto forte ma sviluppato all’ennesima potenza che il tuo, a confronto è talmente misero che se va al lago le anatre gli tirano il pane.
Nel mio caso specifico sono partita da un giretto vago on line in cerca di zone living ampie in stile industrial-accogliente (passatemi il termine) per raccimolare qualche esempio di pavimento importante, possibilmente in legno.
Le farfalle allo stomaco mi sono venute per i parquet di design di Xilo1934, praticamente dei capolavori di legno decorati con varie texture che mi fanno venire in mente quegli antichi parquet che si incisi che si trovano sotto la moquette nelle case coloniali. Il tutto in chiave contemporanea e interamente fatto in Italia, cosa non da poco per quanto riguarda l’ecosostenibilità.
Ecco alcuni dei miei preferiti…

 

Che ne dite? Di sicuro con pavimenti così non servono tappeti per riscaldare l’ambiente!

Emily

16 Marzo 2016 / / Idee



Scoprire di avere le pareti di casa imbrattate di disegnini e scarabocchi ad un’altezza di 50/80 cm induce ad una doppia reazione: felicità perchè il tuo bambino si diverte e sconcerto perchè senza dubbio è un problema. 

Come risolverlo?
L’idea di avere una parete su cui lasciare scritte, disegnini, messaggi da far usare ai nostri bambini ma anche a noi adulti è un’idea che mi affascina da sempre. Una parete lavagna dove i disegnini possono rimanere oppure essere cancellati con un colpetto di spugna.
Approfitteremo, quindi, del rinnovamento della nostra casa che vi anticipavo nel precedente post per pensare a pareti funzionali al divertimento e alla fantasia dei nostri figli e del nostro.
In commercio ci sono barattoli di vernice per ricreare l’effetto lavagna su molte superfici e rappresentano, sicuramente, un effetto decor di tendenza. 
Date un’occhiata alle immagini che vi presento.
Concorderete con me sul fatto che si tratta di un effetto fantastico e alternativo.
Scrivere sul muro è un sogno di piccoli e grandi che diventa realtà.

Chiara 





Via delle foto: copertina1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10

16 Marzo 2016 / / Design

dettagli home decor

Caldo e luminoso, il rame è un materiale molto antico tornato ad essere di gran moda


Sempre più spesso infatti, soprattutto quando si ristrutturano vecchi edifici industriali per trasformarli  in abitazioni, uffici  o spazi commerciali, molti progettisti scelgono di lasciare a vista gli impianti, dandogli così una funzione decorativa.  
Il rame è molto apprezzato anche dai tanti appassionati del fai da te che utilizzano i tradizionali tubi di rame per creare originali complementi d’arredo, come lampade, tavolini, appendiabiti, candelabri e molti altri accessori utili per arredare e decorare casa.

Esteticamente bello, il rame è un vero e proprio elemento d’arredo che aggiunge stile e carattere alle case.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
immagini via Pinterest


16 Marzo 2016 / / Lorenzo Magi

La lavanderia è lo spazio più funzionale della nostra abitazione, dove in pochissimo spazio è richiesta la presenza di tutto quello che serve per le pulizie di casa.

Molto spesso, però, è anche l’ambiente meno studiato, dove vengono lasciate molte cose senza un vero criterio logico, finendo per diventare la stanza più caotica.

Organizzare nel migliore dei modi questo spazio, soprattutto se abbiamo a disposizione soltanto pochissimi metri quadrati, diventa quindi fondamentale per riuscire a sfruttarlo nel migliore dei modi e avere una gestione del bucato ottimale.0LA LAVANDERIA MINIMALE

Abbiamo solo una piccolissima nicchia da organizzare? Niente paura, nella maggior parte dei casi basta davvero poco per costruire la nostra lavanderia!

L’elemento fondamentale da considerare è certamente la lavatrice, elettrodomestico essenziale, presente ormai in tutte le nostre case.

Altro elettrodomestico da tenere in considerazione è l’asciugatrice. Le case, soprattutto in città, sono sempre più piccole, con poco spazio per poter stendere il bucato: per questo considerare nel nostro  progetto un piccolo angolo per l’asciugatrice potrebbe essere un’ottima soluzione. In alternativa, per chi spazio proprio non ne ha, esistono lavatrici combinate con l’asciugatrice.

Un ulteriore elemento è il lavatoio, utile se vi è l’esigenza di lavare a mano alcuni indumenti: vi sono anche lavatoi di piccole dimensioni, che ben si adattano nella maggior parte delle situazioni, anche quelle più estreme.

finale 1

Saranno quindi sufficienti il modulo della lavatrice/lavasciuga da 60 cm e il modulo lavatoio, che è possibile trovare anche da 45 cm.

Con soli 20 cm in più è possibile adottare, in alternativa, un mobile a colonna (larghezza 80 cm) dove poter inserire sia la lavatrice che l’asciugatrice, oppure la lavatrice con dei ripiani utili per le varie ceste del bucato: un esempio è la colonna a due ante di Birex.

finale 2

CON UN PO’ PIU’ DI SPAZIO

Nella vostra lavanderia c’è ancora posto? Benissimo! Possiamo quindi aggiungere mobili e spazi utili a contenere le ceste dei vostri indumenti. Più mobili avremo, più sarà possibile organizzare tutto il necessario per il nostro bucato, evitando quindi di lasciare mezze cose a vista.

18

Attrezzare con logica la lavanderia è indubbiamente fondamentale per avere tutto a portata di mano e in ordine: questo ambiente troppo spesso sottovalutato, quindi, deve invece essere pensato e progettato con cura, per realizzare uno spazio (anche se piccolo) adatto alle vostre reali esigenze.

UN TOCCO DI FRESCHEZZA

Mi raccomando, ricordate di donare un tocco di colore alle pareti della vostra lavanderia!Per quanto possa essere minuta, merita di essere trattata e valorizzata come ogni altro ambiente della vostra casa, per aiutare anche voi ad essere felici e positivi mentre siete alle prese con panni sporchi e ferro da stiro.

Vi lascio con le immagini di alcune soluzioni per la vostra lavanderia. Sono sicuro che sapranno stimolare la vostra curiosità!

finale 3

4

finale 4

finale 5

Immagine di copertina:http: Birex

Fonti: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]


Arredare casa in bianco e beige: questa la richiesta del nostro cliente londinese per il suo nuovo modernissimo appartamento di Kensington.
Oltre alla preferenza personale del cliente per questi toni neutri, la scelta è dettata dall’esigenza di illuminare gli ambienti che si trovano al piano terra (un ground floor flat inglese, che spesso si trova in posizione leggermente ribassata rispetto alla strada), senza però puntare su un freddo total white ma scaldando la palette colori con le tinte del beige.

Le stanze da arredare

  • ingresso con guardaroba a specchio
  • un soggiorno con divano a penisola per godersi il caminetto di design
  • tre camere da letto in bianco e beige complete di letto matrimoniale imbottito e contenitori (armadio per le stanze padronali, cassettiera per la stanza degli ospiti)

Beige, marrone, ecrù e tortora sapientemente bilanciati danno un tocco accogliente alla casa, abbinandosi perfettamente al parquet in legno chiaro scelto per le stanze e perfino per il bagno, rivestito in gres effetto rovere sbiancato. L’amore per i materiali naturali traspare anche dalla scelta di rivestire la parete del caminetto in scaglie di pietra bianca.

Un grande guardaroba per un piccolo ingresso

Primo consiglio: se l’ingresso è piccolo e si vuole utilizzare al meglio lo spazio disponibile, meglio puntare su un vero e proprio guardaroba. Per questo motivo Elisabetta, la nostra arredatrice che segue i clienti UK, ha subito consigliato un armadio componibile a due ante con ante a specchio. Lo spazio a disposizione in questo caso ha permesso di scegliere un armadio da 93 cm e dell’altezza di cm 259,6, da inserire in un’apposita nicchia. A fianco dell’armadio è stata posizionata una scarpiera con tre ante a ribalta.

L’alternativa: nel caso in cui non ci fosse stata la nicchia, l’armadio componibile Tilt poteva essere completato da un fianco realizzato a libreria: un’ottima soluzione per arredare la parete a lato della porta di ingresso, mettendo in bella mostra foto e oggetti.

Soggiorno all’insegna del relax tra bianco, beige, legno e pietra

Pareti bianche, scaglie decorative in pietra bianca e pavimento in legno chiaro: a scaldare l’ambiente ci pensa il caminetto minimal, ma anche il divano a penisola con poggiareni gioca un ruolo da protagonista creando una postazione relax che permette di godere appieno del camino.
Per il divano è stato scelto un tessuto morbido e naturale color beige (60% cotone e 40% lino). Note d’accento: i cuscini giallo senape.

Tre camere da letto in bianco e beige

Per arredare le tre camere da letto in bianco e beige, ma per dare a ciascuna stanza la sua personalità, Elisabetta ha consigliato di puntare su nuance dalle gradazioni differenti: il beige viene così declinato in ecrù e in una tinta decisamente simile al tortora. Vediamole tutte e tre.

1. La camera padronale: il letto imbottito in tessuto bianco Sofy spicca sulle pareti grigio-scuro alleggerendo l’ambiente e dando un tocco accogliente alla stanza ultra moderna. La cabina armadio a moduli è stata attrezzata con elementi a parete spostabili a piacere e cassettiere.

2. La seconda camera matrimoniale: torna il letto matrimoniale Sofy, ma in versione beige. L’elemento bianco stavolta è il comodino con originali maniglie verticali integrate della collezione Trendy.

3. La camera per gli ospiti: questa stanza gioca sul beige Sahara caldo della cassettiera a 4 cassetti Harrow e il beige chiaro del letto imbottito con testiera con bottoni Marianne.

Arredare in bianco e beige non fa per voi e volete poter abbinare il beige con altri colori, magari più vivaci?

Don’t worry, vi lascio con una gallery di palette colori!

16 Marzo 2016 / / Coffee Break

Ristrutturare casa da soli, disdegnando di rivolgersi ad un architetto è una scelta che può trasformarsi facilmente in una costosa perdita di tempo, oltre che “finanziariamente imprudente”.

Interventi fatti da personale poco esperto danno risultati di scarsa qualità e non a regola d’arte che sviliscono la proprietà, abbassano la qualità della vita e possono far scendere il futuro valore di vendita della casa sul mercato.

Se dovessi tornare indietro mi affiderei ad un professionista.
Son soldi risparmiati di moment e maalox.

Non tanto i progetti ma il tempo dedicato, le visite in cantiere, io sono li mattina mezzogiorno e sera e comunque le cose non vengono fatte come voglio, gli artigiani se hanno dubbi, che sia l’altezza di un tubo o la lunghezza di un muro se non hanno istruzioni precise vanno avanti come sta bene nella loro testa e sarà sempre diversa da come era nella tua.
E tutto questo è solo mia imperizia perchè non ho, sempre, una visione d’insieme e mi scordo di volta in volta di piccoli particolari che un professionista non trascurerebbe.

Maledetta quella volta per risparmiare 2/3 mila euro.

(e cosa più fastidiosa mia moglie che me lo rinfaccia ogni 2 giorni)

Un lavoro accurato

Le case di carattere che scegliamo per gli articoli del nostro blog generalmente hanno standard elevati, frutto del lavoro di maestranze qualificate, arredatori e architetti non solo per il progetto ma anche per il coordinamento delle lavorazioni.

Il budget

Difficile gestire da soli una ristrutturazione sia insieme veloce ed economica, modifiche e ripensamenti a lavori iniziati incidono pesantemente su budget e tempi di realizzazione.
Per evitarli serve l’esperienza del progettista e la sua capacità di avere chiaro in mente il quadro complessivo dell’opera.

I disagi

Un aspetto da non sottovalutare, ma che spesso viene trascurato dalla maggior parte dei proprietari di casa finchè non ci si ritrova immerso è l’interruzione dello stile di vita normale durante una ristrutturazione, il caos, il rumore e le restrizioni che subentrano… i lavori meno durano meglio è!

Foto: My scandinavian home
Per info, consulenze e preventivi: cafelab studio


_________________________

CAFElab | studio di architettura


16 Marzo 2016 / / Decor

dettagli home decor

La Pasqua si sta avvicinando ed è il momento di pensare alle decorazioni per rendere speciale la casa e la tavola pasquale. 
Per uno stile raffinato ma al contempo semplice e pulito, colorate le tradizionali uova pasquali con tanto oro, bianco e nero, aggiungete qualche ramo di salice per un tocco primaverile, delle piume e il gioco è fatto! 
Se l’idea vi piace lasciatevi ispirare dalle decorazioni di Pasqua moderne e chic che abbiamo selezionato per voi.
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
immagini via Pinterest