23 Marzo 2016 / / Hugs and Violence

L’alleanza tra Hay e Cos è una delle migliori accoppiate del secolo, uno è brand di indiscussa bellezza per quel che riguarda l’arredamento, l’altro per tutto ciò che si può indossare.
Entrando negli store di Cos infatti si respira subito un’aria nordica, ordinata, sobria ma con tocchi di colore studiati e nuance vitaminiche e questo non si riflette soltanto nei capi di abbigliamento! A chi non è capitato di sbirciare tra gonne e bluse ed esclamare “Ma che meraviglia queste poltroncine!” immaginandosi a sorseggiare un Kusmi Tea con dei pantaloni dal taglio sartoriale comodamente sdravaccati su quelle sedute?
Ebbene, il merito è di Hay che arreda i negozi della catena svedese e propone una piccola collezione di accessori per un total look nordico. Legno naturale per gli appendini e i taglieri intagliati, colori pastello e sferzate di senape, ottanio e aragosta nei tessili e negli accessori da scrivania, sughero per i portagioie e forme essenziali per i tavolini da caffè. Set di vassoi ad incastro e mensoline di metallo che sembrano ventagli di carta.
Non so voi ma io non vedo l’ora di fare il mio primo ordine, magari abbinandoci anche una bella camiciona dalle forme scolpite e ampie.
Li trovate sul sito di Cos! Nel frattempo ecco cosa dovete aspettarvi, giusto per farvi venire l’acquolina in bocca.

Emily

23 Marzo 2016 / / Lorenzo Magi

Può essere interessante e utile affrontare argomenti che non riguardano direttamente l’architettura e il design d’interni, ma che riescono comunque a mettere in luce alcune dinamiche ricorrenti all’interno della nostra casa.

Sarà capitato a tutti di avere ospiti a cena e dover organizzare tutto il necessario per una piacevole serata. Ospitare amici e parenti è sicuramente una buona occasione per aprirsi e conoscere ancora meglio le persone che abbiamo davanti, soprattutto se il tutto avviene in un ambiente accogliente e rilassante come può essere il nostro spazio domestico.

Ma cosa accade quando dei nostri amici arrivano a casa nostra all’ultimo minuto senza nemmeno avvertire?

Vi propongo una nuova e preziosa infografica, realizzata ancora una volta da NeoMam Studios in collaborazione con Wimdu, grazie alla quale riuscirete ad avere la situazione sempre sotto controllo anche in questo caso di “emergenza”!   Guests_final-IT_k9_V3 (1)

23 Marzo 2016 / / Creative & Ordinette

One of my favorite Ikea products ever is the Stockholm rug. I am in kinda obssessed with it. I am not a fan of multicolored rugs and colors in general. I like pops of color, here and there, some touches of discrete colored pieces, but I would not define myself a lover of color. Even my wardrobe is made up of neutral pieces, beige, black, grey an white mostly. I am convinced that the Stockholm rug is a go to piece because of its black and white design. It looks great everywhere and can be quite a solution for persons with no love at all for oriental rugs. Today’s pictures will put a little bit of confusion into your heads, in case you were not fans of the Stockholm rug. Enjoy!!


Prima o poi crescono, e quando crescono le esigenze cambiano: stiamo parlando dei figli e dei loro bisogni in fatto di spazi privati in cui poter studiare, rilassarsi e invitare gli amici. La cameretta perde quel suo infantile “-etta” e diventa la camera dei ragazzi, da organizzare al meglio per permettere loro di sfruttarne tutti gli spazi e di avere il giusto spazio per viverla quotidianamente.

Vediamo insieme come arredare e organizzare la camera dei ragazzi.

Il letto per la camera dei ragazzi più grandi

Ricordatevi che il letto dei ragazzi li ospiterà fino a ben dopo il liceo, un piccolo consiglio è quello di scegliere un materiale come il legno o il ferro battuto (evitando il rosa shocking o l’azzurro puffo) oppure un letto singolo imbottito con rivestimenti in colori non prettamente infantili.

Ecco tre alternative:

    • letto singolo con contenitore: o anche senza, ma volete davvero rinunciare alla comodità di un contenitore? Di spazi per riordinare non se ne hanno mai abbastanza, soprattutto nella stanza di ragazze e ragazzi. Il consiglio è inoltre quello di scegliere un letto che vi permetta di personalizzare rivestimenti e dimensioni: i ragazzi crescono in un batter d’occhio, meglio scegliere un letto singolo più profondo rispetto allo standard per non doverlo poi cambiare quando vostro figlio supererà in altezza anche il papà!
    •  

    • letto a una piazza e mezza: i vostri figli apprezzeranno sicuramente un letto più grande di un normale singolo. Complici le serie americane in cui le camere da letto dei ragazzi sono veri e propri monolocali attrezzati, i letti ad una piazza e mezza (larghezza 120 cm) sono comodi e segnano il definitivo distacco dal lettino singolo. Anche in questo caso sceglietelo con contenitore per recuperare spazio
    •  

    • divano letto singolo con seconda rete: un divano letto è la soluzione ideale per la camera dei ragazzi che durante il giorno potranno avere a disposizione un divano su cui leggere, guardare la tv o giocare con la loro consolle preferita. Inoltre, un divano fa sembrare la camera una vera e propria stanza da vivere con gli amici durante il giorno
    •  

Una camera con zona studio

A seconda della grandezza della camera la scrivania sarà più o meno piccola, a parete, ad angolo o a penisola, anche se ormai le soluzioni per aggirare la mancanza di spazio sono molteplici. Vediamo alcune scrivanie ideali per arredare le camere dei ragazzi, dalle più spaziose a quelle più piccole o in condivisione tra fratelli.

    • libreria con scrivania: la scelta perfetta per chi vuole creare in camera una vera e propria zona studio attrezzata. La libreria componibile permette di ideare composizioni flessibili, anche a ponte con scrivania parallela alla parete o a L. Una scrivania a penisola è la scelta giusta se la stanza è occupata da due o più fratelli che potranno disporsi uno di fronte all’altro e posizionare entrambi i loro pc sul piano scrittoio
    •  

    • scrivania sospesa a parete: una soluzione per camere di piccole dimensioni in cui sfruttare lo spazio in verticale senza ingombrare il pavimento diventa fondamentale (anche per facilitare le pulizie!)
    •  

    • scrittoio allungabile: ve l’avevo detto che ormai le soluzioni per le stanze più piccole spopolano! Uno scrittoio come Kosmos può essere allungato a seconda delle esigenze, per ospitare fino a 3 persone e permettere ai ragazzi di studiare insieme
    •  

L’armadio: capiente e multifunzionale

L’armadio per la camera dei ragazzi deve essere capiente e se le dimensioni della stanza lo richiedono, deve anche essere multifunzionale: armadi con libreria, vano tv o a ponte sotto cui mettere un divano o una scrivania, sono la soluzione perfetta per ottimizzare al massimo lo spazio occupato da questo importante arredo.

La camera da letto dei ragazzi si trasforma in un luogo sempre più personale, in cui è fondamentale per poter avere spazi da dedicare ai propri hobby, un angolo per studiare e un’area per chiacchierare con gli amici (sì, per un po’ non parleranno più in salotto sotto i vostri occhi e soprattutto vicino alle vostre orecchie!).

23 Marzo 2016 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Quando si arreda una casa è importante pensare anche alle tende da interno e da esterno.
Le tende sono elementi d’arredo che arricchiscono l’estetica delle nostre case, utili per garantire una maggiore privacy e per filtrare i raggi solari, soprattutto durante l’estate. 

Le tende a rullo si differenziano dalle tradizionali tende da sole grazie ad un’asta applicata nella parte inferiore della struttura che mantiene il tessuto sempre teso e perpendicolare alla finestra sulla quale è applicato. La tenda si avvolge attorno ad un rullo posizionato nella parte superiore, solitamente all’interno di un cassonetto, che ha la funzione di proteggere il tessuto dalla polvere.
Utilizzate originariamente prevalentemente per uffici e vetrine di negozi,  oggi le tende a rullo sono la scelta ideale anche per le abitazioni. 

In commercio si trovano diversi modelli di tende da sole che possono essere utilizzate sia all’interno di casa che all’esterno, come ad esempio in una veranda, un terrazzo oppure per ombreggiare un patio, e le tende a rullo sono la soluzione più pratica e funzionale, ideali per qualsiasi utilizzo. 
Le più note e apprezzate tende a rullo sono quelle prodotte da Resstende, l’azienda italiana leader nel settore protezione solare che produce dal 1975 tende tecniche avvolgibili. 
Dal design lineare e pulito,  le tende a rullo sono la scelta più attuale, perfette per ambienti caratterizzati da uno stile essenziale e contemporaneo, utili non solo per proteggere la casa dal sole e dal caldo ma anche per dividere gli spazi interni e adiacenti spazi esterni.

dettagli home decor
dettagli home decor

Le tende a rullo  permettono di creare ambienti attuali, esaltano gli arredi anche nei locali di piccole dimensioni ed arricchiscono gli spazi conviviali.
Funzionali e pratiche, non si devono togliere per lavarle e stirarle e danno la possibilità, scegliendo i tessuti adatti, di avere un totale oscuramento negli ambienti dedicati al riposo o al relax.
L’ampia gamma di accessori disponibili permettono  di scegliere fra due opzioni: manovrare la tenda a rullo con sistemi manuali o automatizzati. Se le tende a rullo guidate vengono posizionate in modo strategico, è possibile ridurre sensibilmente la percentuale di calore trasmesso dai vetri e ridurre l’attività dei condizionatori, consentendo un notevole risparmio energetico.
Resstende fornisce le tende a rullo già pronte per essere installate ma è possibile effettuare una regolazione finale, e se necessario un aggiustamento nella velocità di avvolgimento della stessa.
Le tende a rullo Resstende, inoltre, si differenziano in meglio rispetto a quanto generalmente offerto nel marcato grazie al sistema “comfort” progettato per poter cambiare il lato di manovra della catena, in modo rapido, facile  e veloce, senza dover togliere la tenda dal rullo.

dettagli home decor
dettagli home decor

Per gli spazi esterni è molto interessante il Sistema Veranda, una tenda a rullo dal design elegante e resistente, appositamente progettata per la copertura di verande e vetrate di grandi dimensioni, studiata per poter essere installata in posizione verticale, orizzontale o inclinata e dotata di un valido sistema per tenere la tensione del telo costante in qualsiasi posizione. Il Sistema Veranda garantisce una protezione ottimale limitando al massimo l’effetto serra, infatti appositi supporti distanziali garantiscono una circolazione d’aria adeguata.
dettagli home decor
dettagli home decor
nelle immagini alcune realizzazioni Resstende

23 Marzo 2016 / / Idee

Vi ricordate l’appartamento mignon di Budapest di cui vi ho parlato qualche tempo fa? Bene, mi sono imbattuta nel tutorial della parete attrezzata, chiaramente ridimensionato ad un solo pannello. 

Foto ©The Merrythought

Questa è una soluzione che potete prendere in considerazione se vi serve un piano d’appoggio all’ingresso ma avete poco spazio, oppure nelle camere dei ragazzi per non avere cose sempre in giro. Ma è un’idea così versatile che si presta a risolvere molte problematiche connesse soprattutto ai piccoli alloggi.

Ma veniamo a noi.
Il tutorial lo trovate sul blog The Merrythought a cui vi rimando per le foto del procedimento che sono di loro proprietà, io qui vi traduco il testo con le misure in cm (un po’ arrotondate perché la conversione dai pollici dà cifre creative).

Occorrente
Legno/compensato da 2-3 cm di spessore, le dimensioni le scegliete voi
♥ Tasselli di legno del diametro di 2 cm (i bastoni delle scope possono funzionare)     
♥ Sega circolare o seghetto alternativo
♥ Trapano, possibilmente a pressione
♥ Carta vetrata
♥ Riga o metro da sarta
♥ Matita
♥ Punte da trapano Forstner (sono fatte apposta per forare il legno)
♥ Viti
♥ Cacciavite

Procedimento
  • Vi consiglio di comprare il pezzo di legno o compensato già della misura che volete, in alternativa potete tagliarlo con la sega circolare o col seghetto alternativo (non fatelo assolutamente da soli se non siete esperti). Tenete presente che se vorrete anche le mensoline da appoggiare sui pioli ci sarà bisogno di ulteriore legno; magari procuratevi un’altra lastra di compensato anche più piccola della prima.
  • Segnate i punti in cui verranno fatti i buchi per inserire i pioli (un modo è suddividere la superficie in parti uguali tramite linee orizzontali e verticali e prendere i punti di intersezione, oppure potete farlo con le diagonali) e forateli utilizzando il trapano con la punta Forstner. Il foro deve avere lo stesso diametro del piolo, se no ovviamente cade, quindi prestate particolare attenzione. Se riuscite a recuperare un trapano a pressione sarebbe meglio.
  • Prendete i tasselli di legno, misurate la lunghezza che desiderate (direi non più di 9-10 cm, tenete presente la proporzione con lo spessore del supporto) e tagliate col seghetto manuale.
  • Decidete le misure delle mensole e tagliatele con sega/seghetto alternativo.
  • Scartavetrate tutto fino a rendere le superfici lisce come il culo di un bambino.
  • Inserite i pioli, appoggiate le mensole e voilà!
Foto ©The Merrythought

Comunque seriamente: la parola “bricolage” non è meglio di DIY? Pensiamoci.

23 Marzo 2016 / / Decor

http://skonahem.com/
Il mood forse oggi non è dei migliori ed ho trovato difficile ripartire con il blog in questi giorni. Il momento storico attuale è piuttosto cupo; c’è guerra, odio, terrore e tanta sofferenza. Non ci sentiamo al sicuro, vediamo che i diritti umani vengono calpestati. 
In un momento del genere è difficile parlare di cose futili come la decorazione ed è invece piuttosto auspicabile cercare di ritagliarsi la propria fetta di tranquillità passando queste feste con le persone a noi più care, sperando ed agendo nel concreto per un futuro pacifico.
Solitamente non decoro la mia casa per Pasqua, normalmente per me questo è un periodo di transizione dove cerco di regalare un tocco di freschezza alle stanze per prepararle all’arrivo della stagione calda, e credo che questo sia il  momento giusto per privarsi del superfluo.
Quindi il proposito è piuttosto quello di alleggerire anziché aggiungere, sebbene, vedendo queste uova su Pinterest, mi è venuta una irresistibile voglia di passare un pomeriggio tranquillo con il mio pulcino a pasticciare un po’ con pennarelli e glitter e coinvolgerlo nella decorazione. La cosa che mi piace è che sono abbastanza semplici ma di effetto e perfette per una Pasqua un po’ minimal e sobria come questa dovrebbe essere.
http://theglitterguide.com/
http://thegirlinspired.com/
http://elisabethheier.no

http://style-files.com/
http://thelifbissue.com/

23 Marzo 2016 / / Coffee Break

Less is more” è la frase che descrive appieno l’essenza dello stile minimal, ovvero “meno è più”, cioè nel dubbio togli…ma cosa davvero togliere, o aggiungere, nel progettare uno spazio che vuole essere minimal?

1. La prima regola è imparare a fare a meno di mettere in mostra tutto, ma proprio tutto, ciò che si possiede, compiendo una cernita mirata agli oggetti e agli arredi più interessanti, che caratterizzano un ambiente. Quindi, è bene inserire arredi che svolgano la propria funzione, ne più, ne meno, senza indulgere in oggetti non necessari alla funzionalità di uno spazio.
E’ quasi sottinteso che i mobili debbano avere linee diritte e pulite, senza decori o fronzoli, disposti preferibilmente in regolare ma asimmetrica, secondo una precisa geometria.
2. Passando al colore, ebbene nello stile minimal c’è ne è davvero molto poco, e forse meno; bianco e nero sono infatti le due tonalità fondamentali, accompagnate da qualche sfumatura di grigio.
3. Infine la decorazione: non sovraccaricare ogni piano è la regola fondamentale, quindi per ottenere un effetto piacevole scegliere gli oggetti da esporre in maniera razionale raggruppandoli in gruppi di tre.
Seguendo questi semplici accorgimenti, il risultato finale sarà un ambiente pulito e sofisticato, caratterizzato da un’armonia intrinseca.

 

Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura