La camera dei ragazzi: organizzare studio, relax e divertimento

Prima o poi crescono, e quando crescono le esigenze cambiano: stiamo parlando dei figli e dei loro bisogni in fatto di spazi privati in cui poter studiare, rilassarsi e invitare gli amici. La cameretta perde quel suo infantile “-etta” e diventa la camera dei ragazzi, da organizzare al meglio per permettere loro di sfruttarne tutti gli spazi e di avere il giusto spazio per viverla quotidianamente.

Vediamo insieme come arredare e organizzare la camera dei ragazzi.

Il letto per la camera dei ragazzi più grandi

Ricordatevi che il letto dei ragazzi li ospiterà fino a ben dopo il liceo, un piccolo consiglio è quello di scegliere un materiale come il legno o il ferro battuto (evitando il rosa shocking o l’azzurro puffo) oppure un letto singolo imbottito con rivestimenti in colori non prettamente infantili.

Ecco tre alternative:

    • letto singolo con contenitore: o anche senza, ma volete davvero rinunciare alla comodità di un contenitore? Di spazi per riordinare non se ne hanno mai abbastanza, soprattutto nella stanza di ragazze e ragazzi. Il consiglio è inoltre quello di scegliere un letto che vi permetta di personalizzare rivestimenti e dimensioni: i ragazzi crescono in un batter d’occhio, meglio scegliere un letto singolo più profondo rispetto allo standard per non doverlo poi cambiare quando vostro figlio supererà in altezza anche il papà!
    •  

    • letto a una piazza e mezza: i vostri figli apprezzeranno sicuramente un letto più grande di un normale singolo. Complici le serie americane in cui le camere da letto dei ragazzi sono veri e propri monolocali attrezzati, i letti ad una piazza e mezza (larghezza 120 cm) sono comodi e segnano il definitivo distacco dal lettino singolo. Anche in questo caso sceglietelo con contenitore per recuperare spazio
    •  

    • divano letto singolo con seconda rete: un divano letto è la soluzione ideale per la camera dei ragazzi che durante il giorno potranno avere a disposizione un divano su cui leggere, guardare la tv o giocare con la loro consolle preferita. Inoltre, un divano fa sembrare la camera una vera e propria stanza da vivere con gli amici durante il giorno
    •  

Una camera con zona studio

A seconda della grandezza della camera la scrivania sarà più o meno piccola, a parete, ad angolo o a penisola, anche se ormai le soluzioni per aggirare la mancanza di spazio sono molteplici. Vediamo alcune scrivanie ideali per arredare le camere dei ragazzi, dalle più spaziose a quelle più piccole o in condivisione tra fratelli.

    • libreria con scrivania: la scelta perfetta per chi vuole creare in camera una vera e propria zona studio attrezzata. La libreria componibile permette di ideare composizioni flessibili, anche a ponte con scrivania parallela alla parete o a L. Una scrivania a penisola è la scelta giusta se la stanza è occupata da due o più fratelli che potranno disporsi uno di fronte all’altro e posizionare entrambi i loro pc sul piano scrittoio
    •  

    • scrivania sospesa a parete: una soluzione per camere di piccole dimensioni in cui sfruttare lo spazio in verticale senza ingombrare il pavimento diventa fondamentale (anche per facilitare le pulizie!)
    •  

    • scrittoio allungabile: ve l’avevo detto che ormai le soluzioni per le stanze più piccole spopolano! Uno scrittoio come Kosmos può essere allungato a seconda delle esigenze, per ospitare fino a 3 persone e permettere ai ragazzi di studiare insieme
    •  

L’armadio: capiente e multifunzionale

L’armadio per la camera dei ragazzi deve essere capiente e se le dimensioni della stanza lo richiedono, deve anche essere multifunzionale: armadi con libreria, vano tv o a ponte sotto cui mettere un divano o una scrivania, sono la soluzione perfetta per ottimizzare al massimo lo spazio occupato da questo importante arredo.

La camera da letto dei ragazzi si trasforma in un luogo sempre più personale, in cui è fondamentale per poter avere spazi da dedicare ai propri hobby, un angolo per studiare e un’area per chiacchierare con gli amici (sì, per un po’ non parleranno più in salotto sotto i vostri occhi e soprattutto vicino alle vostre orecchie!).

Written by: