30 Marzo 2016 / / Design

In questi giorni ho perso ore e ore alla ricerca disperata di un mobiletto con lavabo per il bagno di un progetto che insieme a Vanessa stiamo curando per Casafacile. 
Le caratteristiche???
–  stile nordico
–  parte chiusa per tenere trucchi …
–  dimensioni ridotte di profondità (al max 40 cm)

Sfido chiunque a trovare qualcosa facendo combaciare le caratteristiche estetiche con quelle tecniche!!!
Il lato positivo è che ho rispolverato tutto ciò che avevo immagazzinato durante tutte le fiere!

IDEA GROUP (http://www.ideagroup.it/)

Azienda superinteressante ,dalle infinite combinazioni di geometrie, forme e materiali, è capace soddisfare qualsiasi necessità accostando moduli di dimensioni variabili. Devo dire che i colori visti al Salone del mobile 2015, erano molto più intriganti rispetto a quelli che compaiono sul sito, ma è unicamente una scelta grafica, perchè scorrendo le finiture fioriscono sfumature di ogni colore …

MODELLO BASIC



“ATELIER”-MODELLO NYU’


“ATELIER”-MODELLO NYU’
“ATELIER”-MODELLO SENSE


THE.ARTCERAM (http://www.artceram.it/)

Mi hanno colpito le immagini del catalogo sfogliato dal sito: giovanile , semplice ma al contempo raffinato. 


MODELLO AZULEY”
MODELLO “AZULEY”


MODELLO “TEN”
1-IL CAVALLETTO 2-NACKED



Cerasa, azienda dalle idee giovani e dallo spirito fresco. Se solo questo modello “Free” avesse avuto delle dimensioni inferiori….

COLLEZIONE “FREE”


COLLEZIONE “FREE”


COLLEZIONE “MOVIDA”


FLAMINIA/DURAVIT


FLAMINIA  1-MODELLO MIAMI – 2 MODELLO SIMPLE



DURAVIT MODELLO CAPE COD






30 Marzo 2016 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Coltivare un piccolo orto domestico in giardino oppure sul balcone, è un’ottima soluzione in quanto ci permette di avere sempre a disposizione verdure fresche e ortaggi di qualità.

Per consentire una corretta crescita dei semi piantati occorre però seguire alcuni accorgimenti come la posizione, la scelta dei vasi e del terriccio da utilizzare.

Se avete deciso di realizzare l’orto domestico in giardino o sul balcone è importate che la coltivazione sia esposta al sole in modo da favorire una crescita rapida; dovrà inoltre essere al riparo da correnti d’aria, lontano da strade trafficate e zone industriali in quanto introducono nell’aria sostanze inquinanti che si potrebbero depositare sui prodotti del nostro orto. 

dettagli home decor

Anche il terriccio influisce sulla crescita di verdure e ortaggi. Utilizzate del terriccio fertile, non compatto e ben drenato, così facendo le piante si svilupperanno più velocemente. Se avete a disposizione del  terriccio universale potete comunque utilizzarlo, ma per renderlo perfetto per la coltivazione degli ortaggi, andrà mischiato con della sabbia per favorire il drenaggio del terreno.

Per quanto riguarda il giusto apporto di acqua occorre tenere presente che le piante in vaso hanno bisogno di essere annaffiate più frequentemente, inoltre più il vaso è piccolo più l’acqua evapora velocemente. Per capire se le piante hanno bisogno di essere annaffiate occorre sentire la terra con le dita, se questa è asciutta anche sotto la superficie è il momento di annaffiare il vostro orto domestico. 

dettagli home decor
dettagli home decor

Se avete deciso di realizzare il vostro orto domestico sul balcone ma le dimensioni sono estremamente ridotte, non è un problema perché potete sempre sfruttare lo spazio in altezza realizzando un delizioso orto verticale. In tal senso in commercio si trovano appositi contenitori da fissare a parete, realizzati in diverse forme e materiali, pensati per creare veri e propri giardini verticali dove si possono combinare piante verdi, fiori, coltivare verdure e ortaggi. 
Naturalmente in alternativa potete ingegnarvi creando una struttura fai da te per ospitare il vostro piccolo orto domestico.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
immagini via Pinterest



30 Marzo 2016 / / Creative & Ordinette

We certainly live in a time where quantity and abundance predominates over quality. It can be applied to the abundance of information we get every single moment of our lives, to our very contemporary mania of over cluttering our spaces, our wardrobes, our houses. Hence, this new wave of minimalism and the rediscovery of the milestone by Mies Van der Rohe “Less is more” has become the new “contemporary theory and the new philosophy” of our lives. That of course implies “Quality over quantity” and since this blog is about decorating our home with quality and beautiful pieces of furniture, I am very happy to introduce a new Italian Brand of wrought iron pieces of furniture. Today’s post is definitely about Quality, hand-made and Made in Italy artisanal quality. As promised in our previous post about wrought iron furniture, INFERRO910, whose designer is a friend of mine, produces and designs coffee tables, side tables, consoles for the entryway. Words can be redundant, because the pictures I am sharing give the exact idea of what I am talking. Here is a very special selection of some of the Inferro910 products. Should you need further info, let me know! 
  

30 Marzo 2016 / / ChiccaCasa

Il daybed, più conosciuto come chaise longue non è affatto un nuovo elemento d’arredo. Egizi ed antichi Romani ne facevano già uso secoli e secoli fa. La sua funzione è di supportare una postura tra il seduto e l’allungato. Ideale per i pisolini, è il posto perfetto in cui mancare la fine del film in tv, perchè ci siamo addormentati.

Possiamo scegliere se acquistarne uno di design o dilettarci con fai da te e riciclo.

DAYBED DI DESIGN
 
– Traveller by Porro
L’evoluzione della brandina da viaggio. Traveller di Porro poggia su due cavalletti in metallo, comodi per appendere coperte o abiti. Il cuoio che definisce gli schienali crea un piacevole contrasto con il ferro, conferendogli un taglio piuttosto maschile. I cuscini non possono mancare su un daybed che si rispetti. Quelli di Porro, hanno lo stesso rivestimento della seduta. Il design si presta molto bene ad un salotto in stile industriale o scandinavo.
 
 
 
Daybed by Plinio il Giovane
Plinio il Giovane ha pensato ad un daybed che prenda le sembianze di un divano, o viceversa. La struttura in legno è minimal e dinamica. Può assumere un mood easy o elegante a seconda del contesto arredativo e dei tessili con cui si sceglie di arricchirlo. 
 
 
 
 
 
DAYBED FAI DA TE 
– Bancali e futon
 
Bastano un materasso singolo o un futon per la seduta. Due bancali, uniti insieme saranno la base. A piacere, con delle viti, possono essere fissate delle ruote. Per quanto riguarda il rivestimento, potete farlo realizzare su misura dalla vostra sarta di fiducia (scegliendo così personalmente il tessuto che preferite) oppure utilizzare un semplice coprimaterasso colorato, da completare con cuscini in tinta o colori in contrasto.
– Materassi impilati;
 
 
 
L’unica difficoltà sta nell’esecuzione dello schienale, che tuttavia può essere sostituito con semplici cuscini, o con un terzo materasso disposto in verticale. I materassi per bambini di +Maisons du Monde sono perfetti per questo progetto. Li trovate qui.

Qual è il vostro preferito?
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
30 Marzo 2016 / / Idee

Dopo i pranzi pasquali e le grigliate di pasquetta non potevo che parlarvi di cucine. Nello specifico voglio farvi vedere cinque esempi di cucine realizzate in legno compensato lasciato al naturale, che nessuno ci pensa mai ma in effetti non è sempre necessario tinteggiare. 
L’effetto loft ipercontemporaneo è assicurato.
                                                                         
via Design Love Fest
via MADE architects
via Remodelista
via Dries Otten
via Decorator’s Notebook

30 Marzo 2016 / / Coffee Break

Questo grazioso appartamento,a dispetto dello stile prettamente nordico che lo contraddistingue, si trova nella calda Spagna e precisamente a Bilbao.
Progettato da Qdiseño, ha mantenuto dopo la ristrutturazione soltanto la struttura in legno originaria, che lo caratterizza.
Bianco e legno chiaro danno ad ogni ambiente un tocco nordico e minimalista, accentuato dagli arredi e dalle tonalità chiare scelte. Nonostante la metratura limitata (circa 65 mq), gli ambienti sono spaziosi e soprattutto luminosi.

Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura


30 Marzo 2016 / / Design

Nell’offerta di arredo, esistono soluzioni interessantissime per arredare la zona lavanderia: uno spazio che ritengo utilissimo!
Chi ha la fortuna di adibire un piccolo angolo o stanza a zona lavanderia, ha risolto gran parte dei suoi problemi in casa, perché la lavanderia si presta ad essere un luogo dove vale tutto: il disordine può regnare sovrano purché sia in ordine tutto il resto della casa! E‘ il luogo jolly insomma, dove puoi stendere, mettere il cesto della biancheria fino a ricavarti un posticino per il tuo hobby! È questo il caso di una cliente che, avendo una zona lavanderia spaziosa, mi ha chiesto anche di pensare a un angolino dove potesse lavorare indisturbata al suo hobby, cioè creazione di oggetti fatti a mano. Si tratta quindi di un mamma-crafter

Vediamo insieme le soluzioni proposte.

Arredare zona lavanderia

Gli elementi d‘arredo che non possono mancare in una zona lavanderia sono sicuramente:

  •  ampio lavatoio
  • lavatrice
  • asciugatrice

E‘ esteticamente bello prendere mobile lavabo coordinato con mobili in cui incassare lavatrice con sopra l’asciugatrice. Oltre che funzionale, perché si risparmia spazio nel mettere l’asciugatrice sopra la lavatrice!
Diversi produttori ormai propongono questo genere di soluzioni che a me piacciono molto e consiglio sempre perché danno senso di “tutto al loro posto”! 

La soluzione che ho proposto alla cliente infatti è stata proprio una di queste: qui sotto trovi la composizione RING di Gruppo Geromin che mi è piaciuta subito per la sua linearità.

Arredo zona lavanderia

Questa composizione invece è di un’altra azienda interessante che propone arredi anche per la zona lavanderia. Ha uno stile un po’ più industrial in questi colori e la lavatrice è nascosta nel mobile con le due ante. La stessa soluzione può essere scelta per l’asciugatrice. La composizione è della linea Acqua e Sapone della Birex.
Arredo zona lavanderia

Anche Arredaclick propone mobili lavanderia molto carini con ante pushpull dove nascondere lavatrice e asciugatrice. Utili soprattutto nel caso in cui dovessi inserire la lavatrice in bagno non avendo un locale lavanderia dedicato: si riesce a nasconderla e a creare una soluzione coordinata col mobile lavabo!
E’ il caso della serie Blizzard, abbinabile ai mobili della stessa serie, o della serie Atlantic
Arredare zona lavanderia

Serie Blizzard zona lavanderia – Arredaclick
Arredare zona lavanderia

Serie Atlantic zona lavanderia – ArredaClick
​Ma lo sai che EasyRelooking ha una partnership con Arredaclick? Progetta con me e potrai avere un consulente personale di ArredaClick che ti seguirà per i tuoi acquisti online, oltre ad inviarti foto dal vivo dei campioni di tessuti e colori! 
Nell’arredo della lavanderia, se c’è abbasta spazio, non può mancare un armadio porta scope con scarpiera e cesti porta biancheria! Se vuoi risparmiare qualcosina, il PAX dell’Ikea è una valida soluzione: componibile all’interno con diversi tipi di accessori. Consigliato! In particolare consiglio almeno due ante con:

  • anta libera con ripiano solo in alto per porta scope/secchi e altri accessori per la pulizia
  • anta con cestelli estribili porta biancheria e ripiani (per scarpe o asciugamani, a seconda delle necessità)
Arredare zona lavanderia

Armadio PAX – Ikea
Accompagna il Pax con un cesto portabiancheria: tra i più economici, consiglio quelli di Ikea e di H&M Home
Arredare zona lavanderia

Cesti biancheria Ikea e H&M

L’angolo dedicato alla mamma-crafter

​Come richiesta ulteriore, in questo caso ho dovuto pensare anche ad un angolo dedicato a una mamma crafter, cioè un angolo da creativi che al momento opportuno potesse essere sfruttato per dare sfogo alla creatività!
La soluzione è stata scovata su Arredaclick (mio fedele partner) e da Ikea:

  • il tavolo Spacebox appeso a parete di Calligaris con piano recrinabile, con inclusi piccoli vani a giorno dove sistemare tutto l’occorrente 
Arredare la zona lavanderia

Spacebox di Calligaris
  • lo scaffale Kallax di Ikea, con la possibilità di personalizzarlo con cassetti e ante. Perché lo spazio contenitivo serve sempre!
Arredare zona lavanderia

Scaffali Kallax – Ikea
Sempre per l’angolo craft, ma anche per il resto della lavanderia, è importante pensare all’illuminazione. 
Queste le proposte di EasyRelooking per l’illuminazione della zona lavanderia e della zona scrivania per la mamma-crafter.

L’illuminazione è sempre l’elemento che molti sottovalutano ma che è super importante, ricordatelo!

Arredare zona lavanderia

Cosa ne pensi dell’arredo di questa zona lavanderia? 
A me piacerebbe un sacco avere una stanza così attrezzata!! Cosa ne dici?