Curtains, mon amour – Arredare con le tende

Quanto ci avete messo per avere la casa che avete sempre sognato? E quanto tempo serve per modificare una casa o un appartamento prima di sentirlo proprio e quindi prima di creare quell’intimo e confortevole spazio che chiamiamo casa? Beh, dopo due anni, non credo ancora di poter dire che i lavori nel mio appartamento sono terminati. E’ praticamente un work in progress e in particolar modo per gente come me (e come molti dii quelli che mi leggono) che non possono stare fermi e sentono come un bisogno innato di risistemare le cose, spostare gli oggetti, aggiungere o rimuovere l’inutile. Oggi è giorno di confessioni: Dopo due anni non avevo ancora messo le tende nella stanza da letto. Questo per due motivi: uno dovuto un po’ alla pigrizia e alla praticità e il secondo dovuto al fatto che vivendo in un attico, non soffro di sguardi indiscreti di fronte. L’altra sera, mi sono decisa, perché sul terrazzo verdissimo del palazzo di fronte al mio un gruppo di ragazzi hanno dato una festa. Ecco qua il momento in cui decidersi di mettere le tende. Non saranno necessarie, ma la privacy è sacra. E sono felicissima di averlo fatto. Con le tende beige in un tessuto che riprende un po’ lo shantung, la stanza ha acquisito carattere, è cambiata in un istante. Non vedo l’ora di condividere qualche foto, ma nel frattempo vi lascio con qualche bellissima immagine dove le tende costituiscono dei veri e propri elementi décor.

Written by: