6 Dicembre 2016 / / Architettura

Fabulous, simple, hippie-chic with earth tones Ibiza house created by interior designer Annabell Kutucu.

ibiza house

Warm, paradise-style ibiza house.

This island getaway in Ibiza has me dreaming about my first visit there . Natural and earthy, rustic and raw, textured and tranquil. Designed and styled by Berlin-based Annabell Kutucu. There wasn’t information availabe about the owner or the house’s history. However, there is something magical.
I will use the blank space between the photos the share some personal things. Soon there will be an article about another balearic island or two. To follow also Berlin, Amsterdam, Rotterdam guides. I hope to sqeeze in my personal work as an interior designer also. But for now, enjoy this amazing spanish drem house.

ibiza house 4-min

earth-tones-ibiza-house-nook-twelve-9-min

earth-tones-ibiza-house-nook-twelve-5-min

earth-tones-ibiza-house-nook-twelve-10-min

earth-tones-ibiza-house-nook-twelve-1-min

earth-tones-ibiza-house-nook-twelve-8-min

earth-tones-ibiza-house-nook-twelve-6-min

earth-tones-ibiza-house-nook-twelve-2-min

Photography Steve Herud

The post Eart tones Ibiza house by Annabel Kutucu appeared first on Nook Twelve.

6 Dicembre 2016 / / Creative & Ordinette

Sono decisamente entrata nello spirito natalizio. Vedo dappertutto gli addobbi, vedo le luci che risplendono e illuminano la città e soprattutto vedo lo spirito predisposto a festeggiare e ad accogliere le feste di fine anno in tutti coloro che mi circondano. E’ per tutta questa serie di fattori che sento nell’aria il Natale ormai alle porte. A differenza di molti che in questo fine settimana prepareranno l’albero, io mi sono già anticipata il lavoro. Il bambino non vedeva l’ora di fare il presepe e l’albero e l’ho dovuto accontentare. Ha un metodo infallibile: la richiesta fino allo sfinimento…. Eccovi intanto alcune immagini di alberi natalizi nordici che mi hanno ispirato. L’albero di quest’anno l’ho decorato con palline bianche, dorate e argentee. Le pigne raccolte durante i fine settimana al parco, hanno aggiunto un tocco di natura. Manca solo qualche pallina nera per dare quel tocco di drammaticità e di eleganza. Buona decorazione a tutti!

I definitely am in a Christmas mood. Maybe it’s because of the decorations all over the place, light lit in every corner of the city…… I feel it in the air and I already did my Christmas tree and the nativity. My son couldn’t be more impatient about the whole excitement that accompanies the Christams festivities. And I had to make him happy by anticipating the decoration of the Christmas tree. This year it is gold, White with touches of silver, but I want to add some black decoration also. It is full of little pinecones that I collected during my park strollings with my family in the week-ends. Here are some pictures of Nordic style Christmas trees that I got inspired from. Happy decoration to all of you!

6 Dicembre 2016 / / BlogArredamento Aziende

Hai una casa piccola, un monolocale davvero mini, un appartamento con corridoio praticamente inesistente o già occupato da armadi e contenitori vari… dove metti tutte le tue scarpe? La risposta è più semplice di quanto ti aspetti: in una scarpiera, a patto che sia una scarpiera sottile e poco profonda.

I segreti per arredare ambienti di ridotte dimensioni sono ormai triti e ritriti: scegliere arredi salvaspazio o meglio ancora arredi trasformabili, puntare su oggetti dal duplice utilizzo, sfruttare al massimo tutti i centimetri, impiegare le pareti in altezza, acquistare contenitori capienti nei quali ammucchiare più oggetti possibili. Nonostante i buoni consigli e le numerose proposte d’arredo è spesso difficile riuscire a far stare tutto in casa, soprattutto le scarpe. A volte vengono ammucchiate all’ingresso, altre volte lasciate in bagno, nascoste sotto il letto o addirittura dentro al box contenitore, vengono abbandonate in giro per la casa e si ritrovano spaiate, un po’ come i calzini che “si perdono” in lavatrice.
Ma allora dove riporre le scarpe per essere sicuri di ritrovarle tutte e facilmente? La risposta è più semplice di quanto ti aspetti (e già l’abbiamo nominata): in una scarpiera sottile e poco profonda.

Ma poco profonda quanto di preciso? Questo devi dirlo tu.
Procurati metro ripiegabile, foglio, penna… pazienza, precisione e fantasia. Gira la casa in cerca di angoli inutilizzati facilmente accessibili. In particolare valuta lo spazio dietro le porte, la larghezza e la profondità di nicchie e corridoio, l’area calpestabile dell’ingresso e di tutte le altre stanze. Ti assicuro che per una scarpiera bastano pochi centimetri liberi; meno della lunghezza di un comune righello da scrivania e astuccio.

Scarpiera profonda meno di 20 cm

1. Bubble
Scarpiera profonda 17 cm Bubble
Scarpiera profonda 17 cm.
Disponibile a 2, 3, 4 o 5 ante con capacità stimata da un minimo di 6 paia di scarpe ad un massimo di 15. Questi numeri sono puramente indicativi e potrebbero cambiare a seconda della taglia e del modello di calzatura.

2. Atlantic
Scarpiera profonda 20,8 cm Atlantic
Scarpiera profonda 20,8 cm.
Disponibile a 2 o 3 ante a ribalta. Capacità stimata da un minimo di 4 paia di scarpe ad un massimo di 9. Questi numeri sono puramente indicativi e potrebbero cambiare a seconda della taglia e del modello di calzatura.

Scarpiera con profondità compresa tra 21 e 29 cm

1. Dama
Scarpiera profonda 26 cm Dama
Scarpiera profonda 26 cm.
Disponibile a 2, 3 o 5 ante, con o senza piano d’appoggio superiore. Capacità stimata da un minimo di 8 paia di scarpe ad un massimo di 30. Questi numeri sono puramente indicativi e potrebbero cambiare a seconda della taglia e del modello di calzatura.

2. Wayne
Scarpiera profonda 27 cm Wayne
Scarpiera profonda 27 cm
Contenitore sospeso con anta a specchio che nasconde 2 ripiani e 3 vani scarpiera cm 48,8 h.37,7 profondità interna cm 18.

3. Sipario
Scarpiera profonda 29 cm Sipario
Scarpiera profonda 29 cm.
Apertura a serrandina con tenda bianca o colorata. Capacità stimata da un minimo di 18 paia di scarpe ad un massimo di 50. Questi numeri sono puramente indicativi e potrebbero cambiare a seconda della taglia e del modello di calzatura.
Questa scarpiera è disponibile anche con profondità 17 cm e capacità che varia da 17 a 22 paia di scarpe circa.

Scarpiera profonda più di 30 cm

1.Cambridge
Scarpiera profonda 30 cm Cambridge
Scarpiera profonda 30 cm.
Disponibile ad 1 anta battente o scorrevole, con ripiani portascarpe in numero a scelta, da un minimo di 1 ad un massimo di 9. Ogni ripiano può ospitare indicativamente 3 paia di scarpe, numero variabile a seconda del modello e della taglia delle calzatura. È possibile dotare la scarpiera di un kit di 12 ripiani.

Scarpiera poco profonda, free standing, girevole

1.Fluida
Scarpiera profonda 25,5 cm Fluida
Questa scarpiera è profonda solo 25,5 cm ed è dotata di 6 o 10 cassetti che ruotano intorno ad una struttura a perno portante. I cassetti sono girevoli, con apertura pratica ed intuitiva. La particolarità di questa scarpiera sottile è l’essere free standing, facilmente spostabile a seconda delle esigenze e degli spazi. Alternativa da valutare nel caso in cui l’appartamento è piccolo e non vi è lo spazio per inserire una comune scarpiera fissata al muro.

Contatta il nostro Servizio Clienti per maggiori informazioni sui prodotti e il calcolo del preventivo. Clicca sull’immagine qui sotto…

6 Dicembre 2016 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Il calendario dell’avvento è una tradizione che non può mancare durante le feste di Natale, e se non avete ancora realizzato il vostro, è arrivato il momento!

Oggi vi proponiamo un nuovo progetto DIY per realizzare un bellissimo calendario dell’Avvento d’appendere al soffitto, una soluzione originale e particolare che potrete naturalmente personalizzare a vostro piacimento.

Materiale:
  • 1 cerchio di metallo – il diametro a vostra scelta, noi consigliamo almeno un cerchio di 40cm di diametro
  • carta da regalo e della carta bianca
  • piccole decorazioni da appendere
  • Spago, forbici e colla
  • Stampini con i numeri, in alternativa potete scrivere i numeri con un  pennarello o stamparli con il vostro PC
  • Rosmarino e altri rametti di piante a vostra scelta
dettagli home decor

TutorialSi tratta di un progetto DIY molto semplice da realizzare. Innanzitutto preparate il cerchio con la corda e il gancio per essere appeso al soffitto. Realizzate dei piccoli sacchetti regalo nel quale andrete ad inserire delle sorprese. Ritagliate i numeri e applicateli su ogni sacchetto regalo. Aggiungete delle ulteriori decorazioni a vostra scelta e appendete il tutto al cerchio. Per dare un tocco naturale a questo calendario sono stati inseriti dei rametti di rosmarino ma naturalmente potete utilizzare altre piante! Fatto ciò il vostro calendario dell’Avvento è pronto in attesa del Natale.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

6 Dicembre 2016 / / Architettura

Questo mini appartamento di soli 41 mq, situato ad Istambul (Turchia) è stato progettato al cm dallo studio Escapefromsofa, con soluzioni su misura, come il mobile che racchiude l’intera cucina, e una palette di colori neutra, per ampliare visivamente gli spazi.
 


_________________________

CAFElab | studio di architettura


6 Dicembre 2016 / / Decor

VogliaCasa.it – CHRISTMAS SPECIAL EDITION –

Idee per incartare i regali di NATALE!

Wrapping, elementi naturali, semplici colori. Tante e nuove soluzioni da utilizzare e migliorare per i propri doni.

VISUALIZZA GUEST POST!

6 Dicembre 2016 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Una mostra curiosa organizzata nello spazio Del Tongo in via Solferino 22 a Milano dal 1° dicembre al 14 gennaio 2017.


Fanno parte della collezione di Paolo Stefanato, giornalista, che nell’arco di trent’anni le ha raccolte in tutto il mondo. Provengono da tutto il mondo, hanno protetto e custodito cibi di ogni tipo: sardine, tonno, pomodori, verdure, frutta, pesce e carni. Non portano etichetta, ma sono litografate sul metallo, e questo le rende brillanti. Hanno grafiche inusuali e bizzarre, sono colorate e decorate con le immagini più diverse: fiori, pescatori, fabbriche, barche, figure e volti. Persino il ritratto della Gioconda. Vengono, dicevamo, da tutto il mondo, dall’Europa all’Argentina, dall’Italia alla Corea, passando dall’Africa e dall’Australia. Un racconto per ridare dignità a un oggetto dalla vita breve, che nasce per un tempo effimero al servizio del prodotto che contiene. La loro storia, come ha ricostruito Paolo Stefanato, ha più di 200 anni. “Le scatole di latta – avverte Stefanato – appartengono a due grandi famiglie. Quelle con il coperchio, quindi riutilizzabili, che hanno sempre alimentato un collezionismo fiorente e molto decorativo. E quelle sigillate, che invece vengono gettate dopo aver protetto il loro contenuto. Più umili, poco considerate, pronte a diventare un semplice rifiuto. Questa collezione vuol essere un po’ il loro riscatto: se nessuno le conservasse, di esse non rimarrebbe traccia”. 

dettagli home decor

Tra tutte quelle esposte nella mostra, due spiccano in modo particolare. Una fabbricata in Francia di marchio “Le dieux” su cui è disegnato un banchetto in cui Giove, Nettuno, Marte e Mercurio mangiano sardine: l’immagine è accompagnata da un falso verso dell’Iliade. L’altra, fabbricata in Italia, è quella delle “Alici in salsa piccante vera marca Rizzoli, Parma” in cui tre gnomi con barba e cappello tricolore sono sovrastati dal motto latino “Ante Lucrum Nomen”, prima il prestigio del nome e poi il guadagno. Valori solenni che sorprende trovare impressi su una semplice scatoletta di acciughe, fabbricata per essere distrutta.

dettagli home decor

Fa da cornice alle 442 scatolette il monomarca Del Tongo di Milano, uno spazio vivo di circa 300mq apparentemente allo stato grezzo, dove le cucine trovano rappresentazione per qualità, design, e tecnologia. Una visione espositiva aperta, un collage di emozioni racchiuse in immagini reali per ridefinire gli spazi tradizionali in zone funzionali, non sono visioni di abitazioni ma scorci reali di cucine con idee diverse.
Questo da scoprire da Del Tongo dal 1° dicembre al 14 gennaio 2017, in Via Solferino 22 a Milano. Il lunedì dalle 15.00 alle 19.00 e dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00.