4 Gennaio 2017 / / Coffee Break

Questa vecchia officina artigianale è stata recuperata per creare un appartamento. La grande altezza dell’ambiente ha permesso di inserire un soppalco, che, insieme con una vetrata in ferro e vetro che separa il piano notte dal piano giorno, caratterizza la casa.

Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura


4 Gennaio 2017 / / Interiors

Let’s begin the new year with something pretty, very pretty – Panache Hotel in Paris.

One of my billions new year’s resolutions is (again) to travel as often as possible. And what better inspiration than a beautiful art nouveu inspired hotel.

panache-hotel-paris-nook-twelve-8

The Panache Hotel, in the center of Paris’ arty Grands Boulevards neighborhood, is the second hotel owned by Adrien Gloaguen – he opened Le Paradis in 2012. It proves again how accurate his strong insights into the hospitality industry really are through collaborating with interior designer Dorothee Meilichzon.

The former Hôtel Opéra-Madrid is a corner building located at the crossroads of rue Faubourg Montmartre and rue Geoffroy Marie. It offers a unique structural shape that had to be considered in the overall interior design. As a result, geometric shapes have been highlighted and the nooks and crannies encouraged as main features.

panache-hotel-paris-nook-twelve-7

panache-hotel-paris-nook-twelve-6

panache-hotel-paris-nook-twelve-1

panache-hotel-paris-nook-twelve-9

The guest rooms may be in similar color scheme of white, gray, blue and green but that doesn’t mean that they are identical. Each has been appointed to suit its individual architectural characteristics. A few elements do make recurring appearances from room to room, such as the brass bar and glass globe light fixtures. Other retro touches are the replica Ericsson 1931 black telephones and the 1920’s ceramic light switches. There are also polygonal mirrors that are installed to fit the unexpected corners.

A similar décor of modern touches with Art Nouveau inspirations prevails in the Panache’s common areas as well. The reception is decorated with blown glass lamps, rusty-toned velvet sofas, paneled walls and mosaic flooring. Meanwhile, the restaurant features predominantly blue tones along with rusty orange velvet banquet seating and chairs. Almost nautically-inspired stripes appear inlayed on the rim of the counter and the edges of the tables. The two are separated by an Art Nouveau-inspired counter of darkened walnut wood, white marble and brass.

panache-hotel-paris-nook-twelve-3

panache-hotel-paris-nook-twelve-2

panache-hotel-paris-nook-twelve-4

panache-hotel-paris-nook-twelve-5

Photo by Romain Ricard, info Yatzer

The post Panache Hotel, Paris appeared first on Nook Twelve.

4 Gennaio 2017 / / Idee

4 Gennaio 2017 / / Design

English version >> http://bit.ly/2iW0VQ7

Continuiamo a salutare l’anno appena passato con il meglio del 2016 riguardante le micro-case.

È un argomento che non smette di piacervi, sarà per le idee geniali che architetti e designer riescono a trovare in così poco spazio; sarà per i progetti che sono bellissimi; sarà che tutti noi vorremmo vivere in una casa così piccola, ma non ne abbiamo il coraggio.

Sia come sia, ecco qui la top 3 delle micro case che abbiamo visto nel 2016.

Meglio del 2016 #1:  60 mq con vista sui Monti Sibillini

La casa che più vi è piaciuta in questo anno appena trascorso, è stata Casa Vitelli, situata nelle Marche.

La ristrutturazione è stata seguita da Giacomo Ortenzi, architetto dello Studio Ossigeno.

Un edificio dell’800 su due piani è stato diviso in due unità abitative indipendenti; la sfida: rendere i 60 m² vivibili e spaziosi per una giovane coppia.

Gli stessi proprietari sono stati resi parte attiva nella progettazione: in questo modo il tocco personale della coppia si può leggere in molti dettagli, il che rende l’atmosfera ancora più intima e accogliente.

Non mancano i particolari vintage e fai-da-te: dal tavolo con inserto in marmo, alle lampade della cucina, al letto in ferro battuto.

Meglio del 2016 #1 Casa Vitelli

Foto di Monica Sollini
Studio Ossigeno

Meglio del 2016 #1 Casa Vitelli

Foto di Monica Sollini
Studio Ossigeno

Meglio del 2016 #1 Casa Vitelli

Foto di Monica Sollini
Studio Ossigeno

Meglio del 2016 #2: Total-white per una casa vacanze postmoderna

Continuiamo e rimaniamo ancora in Italia, con una micro-casa di soli 40 m² a Santa Margherita Ligure. In realtà si tratta di una casa vacanze, ma che casa.

Allo studio Gosplan viene chiesto di ristrutturare la casa, dandole un aspetto elegante e alla moda. Il risultato è un total-white dal tocco “postmoderno”.

La cucina lineare a vista fronteggia il fulcro della casa: la parete diagonale, decorata con cornici in gesso. Facendo scorrere le due grandi porte scorrevoli si scopre il divano per gli ospiti e a fianco, la camera matrimoniale.

La domanda è lecita: quando si parte?

Meglio del 2016 #2 Gosplan

Gosplan

Meglio del 2016 #2 Gosplan

Gosplan

Meglio del 2016 #2 Gosplan

Gosplan

Meglio del 2016 #3: Idee sempre più belle in sempre meno spazio

Finiamo con la casa più micro di tutte, soli 35 m². La sfida è stata affrontata e decisamente vinta a Skopje (Macedonia) da Nikola Kunguloski dello studio Proxy

In un solo ambiente trovano posto cucina, soggiorno e camera da letto. Le idee-salvaspazio sono moltissime: la piccola zona lettura, ricavata nello spazio sotto la finestra; le armadiature a tutta altezza, per contenere e riporre; la piccola libreria a pavimento che fa anche da zoccolo portante al muretto divisorio.

Anche i materiali e i colori scelti contribuiscono a rendere accogliente e confortevole lo spazio, facendoci dimenticare per un pò quanto sia piccolo.

 

Meglio del 2016 #3 Proxy

weareproxy.com

Meglio del 2016 #3 Proxy

weareproxy.com

Meglio del 2016 #3 Proxy

weareproxy.com

 

L’articolo Meglio del 2016: si continua con le micro-case sembra essere il primo su VHD.


Se sei in cerca di una moderna alternativa ai tradizionali mobili bagno in appoggio o sospesi devi assolutamente valutare un mobile bagno a mensola ovvero un piano d’appoggio per il lavabo lungo e sottile, un top sospeso, una mensola per lavabo in pratica. Si tratta di un vero mobile bagno, dall’aspetto probabilmente molto differente da quello a cui siamo abituati ma pur sempre perfetto per l’arredo bagno.

N09 Atlantic è un mobile bagno con mensola per appoggiare il lavabo

 

Una mensola sospesa per lavabo da appoggio ha due difetti: spazio contenitivo ristretto se non addirittura inesistente e tubature a vista.

Chi è in cerca di un mobile contenitore da sfruttare per riporre i più svariati oggetti deve rinunciare ad avere un mobile bagno a mensola. In questo modello i vani contenitivi sono praticamente inesistenti e il piano non è mai abbastanza lungo per riporre tutti gli oggetti indispensabili in un bagno (soprattutto in quello di una donna!). È possibile guadagnare spazio contenitivo solo abbinando al mobile altri elementi singoli come colonne, pensili, basi e mensole. Questi elementi bagno sono modulari, personalizzabili e componibili: è possibile scegliere larghezza, altezza e profondità, materiale, colore, sistema e verso d’apertura delle ante, maniglie, dotazioni interne e altre caratteristiche. È facile intuire come tutti questi elementi possano rivelarsi utili (se non addirittura indispensabili) per un arredo bagno su misura funzionale ed efficiente.

Il mobile bagno N52 Atlantic è formato da un mensolone personalizzabile per dimensioni e finiture.

 

Chi è attento all’estetica e preferisce nascondere tubature, scarichi e sifoni è costretto a rinunciare ad un piano d’appoggio a mensola per lavabo. Il piano che sostiene il lavandino non nasconde infatti i tubi che fanno capolino al di sotto del mensolone. Nessun problema tecnico e nessun inconveniente, si tratta solo di un dettaglio che chi è perfezionista e attento all’estetica deve conoscere e considerare.

Siamo partiti ad elencare i difetti del mobile bagno con piano che sostiene il lavabo ma non dimentichiamoci che ha anche pregi, noi ne elenchiamo tre: dimensioni su misura, finiture a scelta, design semplice ed elegante.

Chi è in cerca di un mobile bagno personalizzabile può contare sul modello a mensolone perché il piano lavabo è su misura.
Il mobile bagno Atlantic per esempio può essere realizzato con larghezza praticamente su misura e profondità a scelta tra due dimensioni. Le finiture disponibili sono nobilitato, laccato opaco, laccato lucido e legno essenza, a loro volta realizzabili in numerosi colori e texture. La personalizzazione riguarda anche ulteriori dettagli come il posizionamento del lavabo e del foro miscelatore: centrale, a destra o a sinistra, è addirittura possibile scegliere i centimetri di distanza tra il centroforo del lavabo e il bordo del mensolone. Per non farsi mancare niente e per offrire tutte le alternative, è possibile scegliere anche il modello di sifone tra la sezione rotonda e quella quadrata.

Piano lavabo su misura N52 Atlantic con dimensioni e finiture a scelta

 

Mobile bagno con mensola per lavabo: dove?

Questo modello di mobile bagno può essere posizionato ovunque; se proprio volessimo trovare una collocazione ideale dovremmo considerare le caratteristiche elencate sopra e costatare che un mensolone per il lavabo è più adeguato in un bagno secondario e di servizio. Il bagno padronale è quello di gran lunga più utilizzato e per garantire il massimo della praticità e della funzionalità necessita di numerosi vani contenitore e, a nostro avviso, di una diversa organizzazione dello spazio.
Un piano lavabo a mensolone risulta perfetto anche in uffici e ambienti pubblici, in tutti quei luoghi che vedono il passaggio di più persone senza che nessuna necessiti di particolari spazi contenitivi. Ormai è chiaro che il mobile bagno a mensola punta sull’estetica a scapito del contenimento.

Piano lavabo a mensola: dubbi e idee

Per dubbi e ulteriori informazioni, per valutare delle alternative, per ricevere consigli d’arredo, per schemi e progetti personalizzati è possibile contattare gratuitamente il Servizio Clienti ArredaClick. Cliccare sul banner qui sotto.

4 Gennaio 2017 / / Idee

Un paio di giorni fa ero in treno di ritorno a Milano dopo una breve vacanza nella mia Ferrara e durante il viaggio, seppur breve, annoiandomi ho iniziato a guardare i video di Max Gazzè ed alcuni mi hanno fatto sorridere facendomi riflettere sul fatto che con un pò d’ironia e di sorrisi si vive decisamente meglio. Per deformazione professionale ho subito pensato ma perché non arrediamo anche le nostre case con un pizzico di ironia per farci sorridere vivendole?

Tra i vari video che ho ascoltato-guardato questo mi ha fatto davvero sorridere

“Ammazzo il tempo provando con l’auto meditazione canto un po’

Nella testa uhuhuhuhuhuhuhuhuhuhuhuh”

Vi state chiedendo “quindi? come arredo casa con ironia senza cadere nei soliti banali oggetti “spiritosi”?

Trovo che degli spunti interessanti ci arrivino da famosi designer alle volte dal design irriverente come Marcel Wanders, Patricia Urquiola, Giulio Iacchetti ma anche aziende come Lago, Essent’ial.

air-side_softswingcomp-15-16-1incipit

cybex_parents_collection_003_content_bg-wandersmoooi_charleston_chair_3_content_dvmoustache-doormat-door_grande
Flare,  This is a low stool made from semitransparent plastics, which is also an ottoman, a little table and a container. The little wheels on the bottom make it move from one place to another. Design: Marcel Wanders, 2003 Material: table legs – ABS; table top – HPL laminate Dimensions: Height: 76 cm; Length: 160 cm / 80 cm; Width 80 cm Production and distribution: Magis, Italy Photography: Occhiomagico Milan Magis (Italy) T +39 0422 862600 F +39 0422 766395 E info@magisdesign.com agent Benelux Quattro Benelux T +32 16765400tavolo-fatto-due-cassettiil-design-ironico-divertente-e-utile-di-marama-seletti
thabto-sunglasses-mirror2_grandemw_xo_babel_interior_497x365elledecorgh2083-urquiola

Perciò come buono proposito: più ironia per tutti nel 2017! BUON ANNO!

4 Gennaio 2017 / / Idee

Eccoci arrivati all’inizio di un nuovo anno…e come sempre, uno dei primi appuntamenti che tutti attendiamo, è quello relativo ai colori che Pantone ha decretato come i 10 che più saranno in voga nel corso del 2017. La palette racchiude tonalità di varie gradiazioni sia nei colori caldi che in quelli freddi.

pantone-color-swatches-fashion-color-report-fall-2017

Il colore che si è guadagnato il titolo di “COLOR OF THE YEAR” è Greenery, un particolare tono di verde fresco e brillante ispirato alla natura, che attraversa tutte le stagioni e che ben si abbina a molte altre colorazioni.

presentazione-standard1

Nel corso delle settimane vedremo insieme come utilizzarli nelle nostre case e non solo. Seguite i nostri futuri post per non perdere tutte le novità nel campo dell’ home decor!

4 Gennaio 2017 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Idee e spunti per un restyling fai da te e low cost.


Il sistema componibile IVAR di Ikea è certamente il più conosciuto e venduto nel mondo. Caratterizzato da un design semplice e pulito, il mobile IVAR può essere inserito in qualsiasi ambiente per contenere tutto ciò che desideriamo. A prima vista può risultare poco interessante e anonimo, ma in realtà è un elemento d’arredo estremamente versatile, pratico e funzionale che offre molteplici soluzioni compositive.
Con un po’ di manualità e la giusta dose di creatività possiamo facilmente personalizzare il mobile IVAR in base al nostro stile e gustoLe possibilità sono davvero infinite, si può lasciare in legno grezzo aggiungendo solo dei particolari piedini, si possono pitturare le ante mantenendo in legno grezzo la struttura, può essere decorato con i nastri washi tape, oppure lo si può interamente laccare…..

Se siete a corto di idee ecco per voi alcune immagini da cui prendere ispirazione!
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
immagini via Pinterest