10 Gennaio 2017 / / Design

Linking the residential districts of Sants and La Bordeta, Jardins de la Rambla de Sants is Barcelona’s version of the New York High Line.

jardins-de-la-rambla-de-sants-barcelona-high-line-nook-twelve-3

In the late 1980s, Barcelona’s City Hall decided to tear down defunct industrial buildings in the district of Sants and create public parks. This has resulted in some of city’s more unusual landscapes, such as the Parc de l’Espanya Industrial with its postmodernist lighthouses and lake. and the Parc de l’Excorxador – once the site of an abattoir, now filled with palm trees and a surreal sculpture by Joan Miró. Now, a new High Line-type project completes the set.

Named the Jardins de la Rambla de Sants, the scheme encloses a corridor of six railway lines, deemed too costly to move underground. It provides a plant-filled urban space in a congested area next to the city’s main train station. The 800m long promenade takes shape with prefabricated concrete boxes in the form of Warren beams, which recall classic railway bridges. The triangles of the boxes are filled with glass, which cuts down on noise, while still affording views of the passing trains from ground level.

The top level is covered with stylised gardens of Mediterranean bushes and herbs, and miniature forests of rosewood and flowering Koelreuteria trees. With time, creepers will take over the triangular supports of the ‘beams’, filling the air with the scent of jasmine. Also the futuristic pergolas and sleek wooden benches will provide places to gather.

jardins-de-la-rambla-de-sants-barcelona-high-line-nook-twelve-1

Sergi Godia and Ana Molino are the architects behind Jardins de la Rambla de Sants.

Godia has a strong portfolio of striking civic buildings and public spaces. He says that the principal challenge with this one was creating a structure of large dimensions that was light, transparent and compatible with its surroundings.

At a cost of 120 million euros the solution didn’t come particularly cheap. Further criticism has been directed at the close proximity of the rooftop promenade to the balconies of surrounding apartment buildings. However, like some of Barcelona’s other daring public spaces, Jardins de la Rambla de Sants will probably just take a bit of getting used to. If there is one thing Barcelona excels at, it’s having the confidence to repurpose its public domains.

jardins-de-la-rambla-de-sants-barcelona-high-line-nook-twelve-4

jardins-de-la-rambla-de-sants-barcelona-high-line-nook-twelve-2

Info: Wallpaper Magazine

The post Jardins de la Rambla de Sants, Barcelona’s High Line appeared first on Nook Twelve.

10 Gennaio 2017 / / Lorenzo Magi

vastanhem.se

Ogni stile ha le sue caratteristiche chiave composte da elementi, materiali, principi specifici. Oggi vorrei condurvi alla scoperta dello Stile Scandinavo, uno stile accogliente, che racchiude in sé semplicità e praticità, inglobando caratteristiche sia del minimalismo svedese che del romanticismo danese.

Provate a immaginare il calore del legno, la luce riflessa dalle bianche pareti, l’atmosfera accogliente data dalla cura dei dettagli. Ecco, avete appena assaggiato alcuni tratti di questo stile, che riprende le principali particolarità del design scandinavo e danese.

Quali i colori principali? E perché?

Il bianco è predominante nella scelta della paletta colori; questo è dovuto non solo ad una scelta stilistica, ma ad un bisogno vero e proprio: i paesi scandinavi dispongono infatti di pochissime ore di luce durante l’arco della giornata e l’uso del bianco, capace di restituire la maggior parte della luce che riceve, aiuta a donare agli spazi una maggiore luminosità e apertura anche quando cala il buio.

La necessità di luce è manifestata anche dalle ampie finestre, sempre accompagnate da tende in cotone o lino.

Il colore è solitamente affidato ai vari accessori, oppure, da tradizione Finlandese, si può giocare molto sul contrasto di elementi neri con il bianco predominante nell’ambiente.

3

Il protagonista principale però è lui: il legno.

Utilizziamo proprio il legno per donare sostanza all’abitazione. Viene utilizzato sia per i pavimenti, solitamente in grandi assi in legno chiaro non trattato o addirittura dipinte di bianco, che per i mobili e i complementi di arredo.

L’accostamento del legno a colori chiari contribuisce a restituire un’atmosfera calda ed accogliente, trasmettendo la sensazione di vivere in un ambiente rustico. Tra tipi di legno utilizzati troviamo: il teak, la betulla, l’acero, il pino e la quercia chiara.

4

Il legno, però, non è il solo materiale predominante in questo stile. Molto utilizzato è anche il ferro battuto, specialmente per i complementi d’arredo. Inoltre questo materiale è spesso accoppiato a morbidi tessuti. Pensiamolo accostato alla lana, a tappeti, tovaglie, coperte: questa unione andrà a conferire alla nostra casa un’atmosfera intima, rendendo caldo e ospitale l’ambiente che ci circonda.

Minimalismo accogliente.

Giunti a questo livello non ci può sfuggire una caratteristica essenziale di questo stile, ovvero il minimalismo.

L’impostazione scandinava, infatti, è prettamente minimalista (tipica del design svedese) con la presenza di pochi elementi dalla forma semplice e lineare e un’impressione generale di pulizia. Una domanda, però, ci sorge spontanea: possiamo dire che minimalismo è sinonimo di freddo? Eccoci allora ad un punto centrale. Le case in stile scandinavo sono tutt’altro che fredde e spoglie: l’utilizzo di materiali naturali, la cura maniacale dei dettagli e dei complementi, la scelta di tessuti grezzi, rendono le case molto accoglienti e piene di vita. Osserviamo, per esempio, queste immagini…

5

 

6

 

7

 

8

 

9

Lo stile Nordico Scandinavo in Europa centrale.

Lo stile Nordico Scandinavo si è prestato bene ad essere esportato. Le abitazioni scandinave vengono infatti impostate solitamente in spazi molto ampi, dove poter accogliere molte persone e vivere meglio possibile nella convivialità.

Importando questo stile in centro e sud Europa è stato adattato anche ad abitazioni con dimensioni relativamente piccole e in molti casi anche a monolocali: l’effetto è sicuramente riuscito, in quanto il bianco e la luce vanno ad allargare la percezione degli spazi, mentre lo studio dei dettagli come quadri, illuminazione e tappezzeria, rendono questi piccoli ambienti veramente ospitali e di impatto per gli ospiti.

Per concludere, vi lascio con un piccolo tratto psicologico di questo stile. 

Un elemento sempre presente in queste abitazioni è un mini angolo relax vicino ad una finestra:

poltrona,

luce da lettura,

coperte in cotone grezzo o lana,

risultano fondamentali per godersi momenti di puro relax e per abbandonare le preoccupazioni di ogni giorno (magari con un libro e una gustosa cioccolata calda tra le mani).


 

Immagine di copertina:vastanhem.se

Fonti: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]

10 Gennaio 2017 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Da questa settimana in edicola un numero speciale con 70 pagine dedicate alla casa ideale


CasaFacile compie 20 anni, tutti ben spesi tra idee creative, prima&dopo, ispirazioni, soluzioni e approfondimenti smart che hanno fatto di questo magazine un vero e proprio “giornale-community” che è cresciuto insieme ai suoi lettori, on e off line.
“Sono già passati 20 anni da quando il nostro CasaFacile è comparso per la prima volta in edicola: in vent’anni ne abbiamo fatte di case!”, dichiara Giusi Silighini, direttore di CasaFacile. “Da quando sono arrivata alla direzione di questo mensile non ho avuto che un pensiero: non solo mostrare angoli da sogno e soluzioni iperfunzionali, ma rendere i lettori capaci di cambiare le loro case, prenderli per mano e spiegare i perché delle scelte d’arredo e degli abbinamenti di materiali e colori. Metterli in grado, insomma, di riprodurre quello che ogni mese vedono (e apprezzano) sfogliando CasaFacile. Siamo un mensile aspirazionale, ma accessibile e con un tocco anticonformista!”, conclude il direttore.
Tutto il 2017 sarà un anno ‘celebr-attivo’: CasaFacile organizzerà corsi ad hoc, nuovi workshop e laboratori creativi. Ci saranno tante occasioni di incontroper condividere la passione che unisce redazione e lettori: quella per le case e le loro storie. Il team di CasaFacile in questi anni si è arricchito: 24 giovani blogger creative, oltre 100 professionisti CF style(tra architetti e interior stylist) in tutta Italia che hanno superato un casting per mettersi poi a disposizione di chi richiede consulenze personalizzate: tutti a servizio dei lettori che ogni mese acquistano il mensile, degli oltre 245.000 fan attivi ogni giorno su Facebook e dei 75.000 follower su Instagram, per una total audience (stampa e digital) di 1.486.422 contatti al mese (Fonte: elaborazione MCube su dati Audipress 2016/II – Audiweb View ottobre 2016),
Le iniziative speciali partono questa settimana con un numero da collezione: le stylist di CasaFacile hanno progettato e realizzato la casa ideale, quella che risponde a tutti i sogni e bisogni di oggi, in cui ciascuno vorrebbe vivere. Oltre 70 pagine sono dedicate alla descrizione di questa “casa delle case” che riprenderà vita anche durante il Fuorisalone 2017, in una location d’eccezione nel cuore di Milano e della Design Week.
Non mancheranno, poi, allegati sempre più ricchi e consulenze on e off lineper trovare soluzioni pratiche per creare il proprio stile in modo fruibile, smart e divertente. Novità anche sul sito casafacile.it, con le nuove video-pillole, a cura del giornalista e conduttore televisivo Giorgio Tartaro, che raccontano e spiegano in perfetto ‘CF style’ le icone del design.
CasaFacile è in edicola da oggi, martedì 10 gennaio, al prezzo di 1,50 euro.
Per seguire tutti gli eventi dell’anniversario anche sui social network: #casafacile20anni


10 Gennaio 2017 / / Idee

Siete pronti ad affrontare questi giorni di gelo? tanti maglioni ma soprattutto è importante tenere il freddo fuori dalla casa, ecco perché sono estremante importanti i serramenti, voi avete quelli giusti? Ecco qualche consiglio per scegliere quelli adatti a voi.

Migliore l’efficienza energetica ed il comfort della propria abitazione, a volte richiede investimenti cospicui, altre volte no. La sostituzione dei propri vecchi serramenti, rientra sicuramente tra gli interventi che, con una spesa tutto sommato contenuta, consente di migliorare sensibilmente le condizioni della propria casa.

Insieme all’azienda Gioma srl che si occupa della vendita di serramenti in pvc a Udine e provincia, vedremo alcune idee che vi aiuteranno nella scelta dei vostri nuovi infissi.

Chi attraverso l’installazione di nuovi serramenti vuole migliorare l’isolamento termico della propria casa, sceglierà i serramenti in pvc a taglio termico, che garantiscono attualmente le migliori prestazioni in fatto di coibentazione. Questo tipo di serramenti non solo scherma dalle infiltrazioni di umidità e spifferi, ma grazie alla ridottissima trasmittanza termica evita le dispersioni di calore attraverso la struttura del serramento.

La trasmittanza termica è un fattore chiave, in quanto consente di avere diritto alle detrazioni fiscali del 65% previste per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici. Per accedere alla detrazione infatti, è necessario che la trasmittanza termica degli infissi che andiamo ad installare sia inferiore a quella indicata come valore di riferimento per la zona climatica in cui ci troviamo.

L’isolamento termico garantito dai serramenti in pvc a taglio termico, può essere ulteriormente migliorato attraverso la scelta di vetri basso emissivi, che consentono di elevare ancora di più i livelli di coibentazione. Allo stesso modo la scelta di vetri con alto fattore di rifrazione esterna consente di non surriscaldare gli ambienti delle case poste nell’area mediterranea per esempio, dove la calura dovuta dal sole può essere molto alta.

Da valutare poi la tipologia di apertura a seconda della funzionalità di una determinata finestra ed in considerazione di quello che è lo spazio a nostra disposizione. Per esempio se non sussistono particolari necessità e lo spazio non manca, la soluzione più comune è l’apertura mista a battente o a ribalta. Per le porte finestra invece molto popolari, per risparmiare spazio soprattutto, le aperture a bilico o a libro. Per le finestre disposte su ambienti con poco spazio invece la soluzione migliore, è l’apertura a scorrimento.

Quanto all’estetica se i serramenti in legno sono quelli che riescono a garantire ad una casa il feeling più caldo ed accogliente, i serramenti in pvc invece, riescono a simulare trattandosi di un materiale plastico, qualsiasi tipo di finitura compresa quella con effetto del legno, ma a costi più contenuti. Inoltre c’è da ricordare che il pvc è un materiale estremamente facile da pulire e che non scolorisce anche se esposto a sole o intemperie.

Archiviato in:consigli arredamento, personal shopper arredamento Tagged: casa, consigli arredamento, finestre, isolamento termico, serramenti

10 Gennaio 2017 / / Coffee Break

Questa casa, di dimensioni molto contenute, è stata realizzata recuperando un rudere sulle Alpi Orobie, dall’architetto Alfredo Vanotti.

Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura


10 Gennaio 2017 / / Decor

dettagli home decor

I quadri moderni sono veri e propri elementi d’arredo in grado di personalizzare al meglio ogni ambiente della nostra casa.

Quando si arreda casa anche la scelta dei quadri gioca un ruolo importante in quanto contribuisce a creare la specifica atmosfera dell’ambiente aggiungendo quel giusto tocco di colore allo spazio. I quadri moderni e di design sono in grado di conferire un valore aggiunto a qualsiasi stanza, dal soggiorno alla cucina, così come l’ingresso, le camere da letto e anche il bagno. Naturalmente scegliere il quadro giusto non è sempre facile, ma prestando attenzione a piccoli accorgimenti, il risultato è davvero sorprendente.
Oggi per chi ama l’arte, esistono in commercio diversi tipi di quadri dal design contemporaneo realizzati su tela oppure montati su pannelli di legno o mdf, sia di piccole che di grandi dimensioni. I soggetti spaziano da motivi floreali, astratti, etnici, stampe fotografiche, in bianco e nero, fumetti e molto altro ancora.
I quadri moderni sono facilmente acquistabili anche online e se ne trovano a prezzi accessibili, in diverse misure forme e colori per adattarsi al meglio a ogni spazio di casa e su ogni tipo di parete.
I quadri proposti in questo articolo li potete acquistare nello shop on line di Mazzolaluce, un noto store di Palermo che offre un ricco assortimento di quadri moderni tutti rigorosamente Made in Italy, realizzati con stampa su tela, ecopelle o realizzati in forex spesso 1 cm, personalizzabili su richiesta, con cornice o pronti da appendere grazie al telaio
dettagli home decor
I quadri di grande dimensione sono perfetti per completare l’arredo di una stanza molto ampia, garantendo un impatto maggiore dal punto di vista visivo. I quadri di queste fattezze possono essere inseriti come pezzi unici e qualsiasi sia l’ambiente da arredare, soggiorno, cucina o camera, l’effetto visivo sarà lo stesso. 
dettagli home decor
Per una casa scandita dai colori neutri e soft, meglio scegliere dei quadri che abbiano colori sobri in modo tale da creare un perfetto equilibrio fra arredamento e parete. Lo stesso discorso vale se la casa è caratterizzata da tonalità più vivaci e accesi, meglio optare per quadri che abbiano colori e disegni sobri e lineari per non cadere nel kitsch. 
dettagli home decor
Se invece siete alla ricerca di qualcosa di più particolare, potreste anche valutare l’acquisto di quadri composti da diversi pannelli o quadri-scultura, in grado di “movimentare” la parete apportando un tocco unico e originale alla stanza. Si tratta di quadri moderni che offrono la possibilità di scegliere diversi tipi di disegni e colori tanto da poterli collocare in ogni stanza della vostra casa.
dettagli home decor
dettagli home decor
I quadri moderni sono la scelta giusta per una casa caratterizzata da un arredamento contemporaneo e minimal che da grande rilievo ed importanza ai dettagli.
Dunque cosa state aspettando a scegliere il quadro giusto per la vostra casa?


10 Gennaio 2017 / / Idee

Design per i più piccoli…

Siamo sempre alla ricerca di nuove soluzioni per rendere speciali e frizzanti le camere dei nostri figli. Tuttavia, quando lo spazio è ristretto o si vogliono prediligere attività quali il gioco e il divertimento, l’impresa diventa ardua.

Ecco allora che può giungere in aiuto il tanto adorato “letto a castello“.

letto-a-castello5

Utilizzato da moltissimi per risolvere situazioni di piccole metrature e abbinato ad armadi incorporati, trova oggi largo impiego con progettazioni contemporanee e originali.

letto-a-castello3

letto-a-castello4 Solitamente, nella parte inferiore, viene inserito l’angolo studio, anche se la parte dedicata al gioco e allo svago è sempre presente. Il grande e classico armadione non viene quasi più preso in considerazione. E’ vero, i vestiti e la biancheria devono essere riposti ma le opzioni utilizzate sono altre. Piccole cassettiere da utilizzare come piani d’appoggio, armadi a muro chiusi da tendaggi o soluzioni di ante proprio sotto al letto.

letto-castello 719c8ccf2be7bc7697a31aa37e07e682

Salva

Salva

Salva

Salva