24 Gennaio 2017 / / Design

dettagli home decor

Un’edizione ad alto grado di innovazione per Klimahouse 2017, fiera di riferimento internazionale per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, a Fiera Bolzano dal 26 al 29 gennaio. La manifestazione fieristica mostra come nell’edilizia esistano alternative economiche e tecniche in grado di garantire un consistente risparmio energetico. L’articolato programma di Enertour offre una testimonianza concreta sulle più recenti applicazioni in Alto Adige, come il nuovo e avveniristico PARCO TECNOLOGICO TECHPARK NOI dell’Alto Adige.
Dagli edifici in fase di cantiere a condomini ad alta efficienza e massimo comfort, da esempi di risanamento in fabbricati residenziali a progetti di tradizione ed estetica rinnovata, da strutture in cui Legno e Design convivono a edifici CasaClima “10 anni dopo”, per un bilancio nel tempo, da strutture connubio di architettura, energia e design alla visita guidata che applica architettura e design in alta montagna.
Il programma di Enertour, messo a punto da Fiera Bolzano nell’ambito della dodicesima edizione di Klimahouse, propone un ampio ventaglio di visite tecniche guidate rivolte ad architetti e progettisti che intendono ‘toccare con mano’ i più recenti edifici virtuosi progettati secondo i criteri CasaClima. Il tutto con la possibilità di entrare nel vivo delle scelte costruttive.
Tra questi il condominio dell’Istituto per l’edilizia sociale (IPES) a Chiusa, il Condominio IPES a Bolzano e la Casa Messner allo Sciliar.

dettagli home decor

Il programma include anche lo School Buildings Tour focalizzato sui modelli virtuosi di stabili scolastici, in cui architettura, sicurezza e pedagogia dialogano insieme. Esempi virtuosi sono quelli della Scuola elementare e della scuola astronomica con planetario a San Valentino in Campo. 
Un tour ad alto tasso di innovazione è quello al PARCO TECNOLOGICO TECHPARK NOI, il parco tecnologico dell’Alto Adige che connette imprese, ricercatori e studenti. Nel luogo in cui negli anni Trenta e Quaranta si producevano circa i due terzi di tutto l’alluminio italiano si ospiterà a breve, su una superficie di oltre 120.000 m2, il primo quartiere certificato LEED in Italia e un nuovo centro d’innovazione dell’Alto Adige con consumo energetico quasi zero, con certificazione NZEB (Nearly Zero Energy Buildings) e CasaClima. Il progetto è firmato da Claudio Lucchin & Architetti Associati in collaborazione con lo studio milanese Chapman Taylor. Per questa visita guidata, è previsto un trasporto in autobus a cella a combustibile alimentato ad idrogeno.
La prenotazione dei tour è obbligatoria sul sito di Klimahouse:

24 Gennaio 2017 / / Design

Vivere nella città della moda per eccellenza non significa soltano essere aggiornati sulle ultime collezioni lanciate dai grandi stilisti, ma anche curare in ogni minimo dettaglio l’aspetto della vostra casa, specchio della vostra personalità: avere un arredamento di design a Milano è infatti fondamentale. Cavallini1920, con più di ottant’anni di storia, è una realtà internazionale che opera in tutto il mondo, da sempre al servizio di chi desidera circondarsi del meglio del design italiano e avere nella propria abitazione soluzioni di arredo eleganti e creative. Come? Interpretando i trand più attuali nel campo dell’arredamento di qualità, aggiornandosi costantemente ed elaborando progetti su misura, perfetti per ogni necessità.

Scegliere i migliori mobili di design a Milano, significa tuffarsi nell’universo dei grandi designer e lasciarsi ispirare dai migliori marchi di arredamento come B&B Italia, Maxalto, Valcucine, Poliform, Flexform, Rimadesio, Gallotti & Radice e Cattelan Italia a cui Cavallini1920 si affida. Librerie, sedie, chaise longue, tavoli, contenitori, lampade e poltrone: dalla zona living alla cucina, passando per lo studio e il bagno, i progetti abitativi firmati da Cavallini1920 esplorano differenti scelte compositive, con una varietà di soluzioni d’arredo coerenti e pieno rispetto dello spazio. In questo modo la vostra casa avrà un’atmosfera unica e ricercata, all’insegna del Made in Italy.

Idee originali, soluzioni innovative e sopratutto la capacità di saper ascoltare le esigenze di ogni cliente: trovare il giusto arredamento moderno a Milano, quello che aggiunge un tocco in più alla vostra casa, non sarà quindi più un problema, grazie ad un’azienda capace di esaltare l’estetica senza però tralasciare gli aspetti di ordine tecnico. Un montaggio a regola d’arte e una messa in opera precisa, fatta da specialisti altamente qualificati, sono i cardini della professionalità che contraddistingue Cavallini1920. Con una perfetta conoscenza di ogni prodotto le fasi di assemblaggio dei vostri mobili, infatti, si svolgeranno velocemente e in piena sicurezza, così da poter dire “home sweet home” nel minor tempo possibile. Ma non solo: Cavallini1920 sarà sempre a vostra disposizione, anche per problematiche future, contribuendo così a rendere sempre esclusiva e impareggiabile la vostra casa.

Per scegliere il miglior arredamedo di design a Milano non vi resta quindi che fare un salto nel capoluogo lombardo o a Varedo, in uno dei due showroom di Cavallini1920.

ShareThis

24 Gennaio 2017 / / Design

pittura figurativa contemporanea

La pittura figurativa ha un nuovo interprete capace di fondere l’arte barocca, l’impressionismo e un’attitudine assolutamente contemporanea

Costa Dvorezky è un artista molto prolifico che si muove nel campo della pittura figurativa contemporanea.
Nato in Russia nel 1968, Costa si è diplomato nel 1987 all’Art College e succesivamente si è laureato alla Stroganov Academy of Art di Mosca nel 1993, ambienti molto conservatori dal punto di vista dell’insegnamento, dove ha imparato i fondamenti dell’anatomia e della pittura tradizionale. Attualmente vive e lavora in Canada.

Costa Dvorezky si concentra principalmente sulla rappresentazione della figura umana, le sue pose e i suoi movimenti, rappresentando il corpo nella sua bellezza e nelle sue imperfezioni. Le sue composizioni dinamiche sprigionano un’enorme energia, mettendo in risalto le forme del corpo, la tensione dei muscoli, la bellezza dei gesti, la sensualità della pelle. Attraverso un fantastico uso del colore e dei chiaroscuri, il pittore sembra rievocare la pittura barocca dei grandi maestri, con una libertà espressiva assolutamente contemporanea.

Costa Dvorezky pittura figurativa

Pittura figurativa fra tradizione e contemporaneità

Impara le regole come un professionista, affinché tu possa infrangerle come un artista.” diceva Pablo Picasso.

La pittura figurativa di Costa Dvorezky richiama alla mente la pittura di epoche diverse del passato, dal barocco all’impressionismo, all’espressionismo. Come ammette lui stesso in una vecchia intervista, nei suoi quadri c’è un evidente richiamo alla tradizione (anni fa ha realizzato una serie di dipinti ispirati a Velasquez, Tribute to Velasquez, per omaggiare il pittore barocco la cui opera è stata di grande ispirazione anche per il movimento impressionista) ma sembra che l’artista si ispiri alla pittura del passato per poi liberarsi di ogni vincolo formale e dare sfogo alla propria creatività.

Acrobati, tuffatori, amanti avvinghiati, bambini sospesi nell’aria che sembrano angeli, nudi femminili forti e sensuali come figure mitologiche, personaggi cristallizzati nel tempo, nella sospensione di un’azione, proprio come nei quadri barocchi. E d’altra parte quello che colpisce in particolare modo è la dimensione gigante dei suoi dipinti realizzati con larghe pennellate di colore in grado di riprodurre tutte le variazioni di colore, di tono e di luce, come nella pittura impressionista.
L’artista dipinge alcuni elementi in maniera più dettagliata e accurata, altri in modo più veloce e meno definito, trasformando man mano le pennellate in pure macchie di colore negli sfondi astratti. Questo gioco di messa a fuoco, regala ai suoi quadri una grande profondità: su campiture di colore dalle palette evocative, si stagliano immagini espressive piene di vitalità.

Pittura figurativa contemporanea Costa Dvorezky

I suoi soggetti sembrano quasi sospesi nel vuoto: non c’è alcun riferimento all’ambientazione ma solo colore e materia pittorica. Un espediente che l’artista usa per portare il nostro sguardo dove vuole lui, ponendo un’attenzione particolare sui dettagli anatomici, sulle mani, sui piedi e altre parti del corpo, lavorando per il resto alla maniera impressionista per trasmettere le emozioni tramite pennellate di colore  puro.

I quadri qui presentati fanno quasi tutti parte delle due serie Jump e Zero Gravity. Attraverso composizioni fortemente dinamiche Costa Dvorezky trasmette il senso del gioco, del divertimento e dell’energia vitale che scorre.

Pittura figurativa di Costa Dvorezky

Costa Dvorezky - Pittura figurativa contemporanea

Pittura figurativa contemporanea fra barocco e impressionismo

Costa Dvorezky - Pittura figurativa fra barocco e impressionismo

Pittura figurativa fra barocco e impressionismo - Costa Dvorezky

Pittura figurativa fra barocco e impressionismo di Costa Dvorezky

24 Gennaio 2017 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Un progetto di ristrutturazione nato con lo scopo di donare fascino e carattere ad un appartamento anonimo.

Situato a Parigi nel quartiere di Batignolles , l’appartamento di soli 37 mq si trova al piano terra di un moderno edificio e dispone di un terrazzo privato.
L’architetto e interior designer Margaux Beja ne ha completamente  rivisto il lay out trasformandolo in un open space e ottimizzando al meglio lo spazio abitativo. Ora l’appartamento si presenta con una zona giorno in cui convivono in perfetta armonia il living la zona pranzo e la cucina.  Dove prima c’era il soggiorno è stata invece creata un’ampia camera da letto con il bagno.
Grande fan dei materiali grezzi e naturali, Margaux Beja ha mescolando con gusto legno e cemento lucidato. Nel soggiorno la parete che conduce all’ingresso è stata completamente rivestita in massello di rovere al cui interno si celano  dei piccoli ma capienti ripostigli.  Il living, caldo e raffinato,  è scandito da un piacevole mix di mobili e complementi dal design contemporaneo abbinati a dettagli dallo stile etnico. La cucina è stata completamente ridisegnata per essere più funzionale e capiente. La finitura bianca la rende molto “discreta” e la combinazione con il tavolo in legno e le sedie in stile Eames aggiungono un delicato tocco nordico all’ambiente. La camera da letto, luminosa e con affaccio sulla terrazza, è stata concepita come una vera e propria suite e mette in mostra un arredamento minimalista e chic. Una bella porta scorrevole di vetro separa la camera dal bagno, concepito come una piccola zona benessere.
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
Foto: Paul Bowyer


23 Gennaio 2017 / / Idee

Nelle abitazioni del nord Europa e degli USA, specialmente in quelle cittadine, è uso comune collocare la propria bicicletta nell’ingresso o in una stanza della casa.

Vuoi perché non si possiede un garage o uno scantinato in cui riporla, vuoi per motivi affettivi, di sicurezza e a volte praticità.

BICI

BICI2

In ogni caso, questo mezzo di trasporto molto utilizzato nei vari paesi, è diventato un vero e proprio elemento di arredo e decoro.

Biciclette d’epoca, ricordi di famiglia e anche ultimi modelli, appesi alle pareti, sui soffitti o appoggiati a finestre e lavabi offrono a chi piace, un nuovo modo di decorare e arricchire le proprie camere.

SFD4B69970FBAC44F5A8A0C8418AABDF4B1

BICI1

Industrial-powder-room-with-an-old-bicycle-turned-into-a-cool-vanity

Salva

Salva

23 Gennaio 2017 / / Idee

Tra i molteplici effetti che il brand FUNGHO propone per le sue placche interruttore c’è il legno.

Intramontabile e sempre in voga negli ambienti giusti può davvero fare la differenza inserire un accessorio a tema per completare un look perfetto!

EFFETTO LEGNO

www.placcheinterruttori.it

Salva

Salva