25 Gennaio 2017 / / Design

Loving Vincent il film su Van Gogh

Loving Vincent, l’attesissimo film su Van Gogh, è il primo film al mondo completamente dipinto a mano imitando lo stile del pittore

Loving Vincent è il film su Van Gogh che racconta la vita del pittore olandese attraverso le sue opere più famose. Van Gogh ebbe una vita travagliata e morì misteriosamente a soli 37 anni nel 1890. Geniale e incompreso in vita, costantemente afflitto da disturbi mentali, morì per una ferita da arma da fuoco, probabilmente autoinflitta. Dopo la sua morte la sua fama è cresciuta costantemente e oggi è considerato uno dei pittori più influenti e originali di tutti i tempi tanto che le sue opere sono le più costose al mondo superando i 100 milioni di dollari!

Loving Vincent – Il trailer del film su Van Gogh

 L’idea del film su Van Gogh

Questo insolito progetto cinematografico è nato nel 2012 da un’idea del regista Hugh Wekchman (Premio Oscar per il miglior cortometraggio di animazione nel 2008 con Pierino e il lupo) e di sua moglie, la pittrice Dorota Kobiela.
Il film ha richiesto oltre 5 anni di lavoro ed è costato 5 milioni di euro, parte dei quali sono stati raccolti sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter. La pellicola, ormai completata, dura 80 minuti ed è stata realizzata dalla casa di produzione polacca Break-thru Films.

La trama del film è basata su oltre 800 lettere personali che Vincent Van Gogh scrisse ad amici e parenti nel corso della sua vita e si ispira a 120 dipinti del grande pittore, incorporando nella storia i personaggi ritratti nei suoi quadri, che diventano così i protagonisti della pellicola. Anche le ambientazioni non potevano che ispirarsi ad alcuni dei suoi quadri più famosi, trasformati nelle location delle varie scene: da Notte stellata (1889) a Campo di grano con corvi (1890) a La camera ad Arles (1888).

Film su Van Gogh Cast

Dietro le quinte di Loving Vincent

Il film su Van Gogh è un’occasione unica per immergersi letteralmente nelle sue opere. Questo è il primo film al mondo ad essere completamente dipinto su tela, senza l’impiego di effetti speciali.

Ben 124 pittori da tutto il mondo hanno trascorso cinque anni a dipingere uno per uno i 65.000 fotogrammi che compongono la pellicola! Ognuno dei 65.000 fotogrammi è un vero quadro ad olio su tela, dipinto a mano con la stessa tecnica utilizzata dal grande pittore olandese. Le scene con i personaggi sono state girate su green screen con un cast appositamente selezionato per assomigliare il più possibile ai ritratti realizzati da Van Gogh. Le parti girate sono state proiettate fotogramma dopo fotogramma sugli sfondi già dipinti in modo che le decine di pittori ingaggiati, potessero aggiungere i protagonisti. I quadri così completati sono stati successivamente fotografati e montati insieme a 12 frame al secondo, portando in vita le opere di Van Gogh!

Il making of del film su Van Gogh: Loving Vincent è il primo lungometraggio dipinto interamente su tela imitando la tecnica e lo stile del pittore olandese

Un motivo in più per andarlo a vedere è costituito dalle musiche originali di Clint Mansell, autore delle colonne sonore di film come Il cigno nero, Moon, e del film cult di Darren Aronofsky π – Il teorema del delirio.

In Italia Loving Vincent sarà distribuito da Adler e Nexo Digital ma non ha ancora una data di uscita ufficiale.
Ci sono voci secondo le quali dovrebbe essere presentato in occasione di San Valentino, il 13, 14 e 15 Febbraio 2017 ma è tutto da vedere… Noi comunque lo attendiamo con ansia!

Film su Van Gogh screenshot

Film su Van Gogh Loving Vincent

Film su Van Gogh 2017

Loving Vincent - Film su Van Gogh - Movie poster

25 Gennaio 2017 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor


Consigli e soluzioni per una casa a prova di furto: dagli interventi sugli infissi ai sistemi d’allarme di ultima generazione

Negli ultimi anni i furti nelle case sono diventati un fenomeno all’ordine del giorno e questo comporta spiacevoli problemi anche dal punto di vista psicologico.  Per proteggere le nostre case e tutto ciò che contengono è necessario innanzitutto valutare quelle che sono le possibili vie di accesso all’abitazione al fine di garantire un buon livello di protezione. Porte d’ingresso, finestre e portefinestre di case o appartamenti situati ai piani inferiori, possono infatti rappresentare una falla nella sicurezza. Per ovviare a questo problema è importante innanzitutto valutare il tipo di apertura che occorre proteggere e scegliere le classi di resistenza più appropriate, considerando che maggiore sarà la classe di resistenza e maggiore sarà la difficoltà per il ladro di poter accedere alla nostra casa.
Per una casa a prova di furto meglio optare per una porta blindata con scocca in doppia lamiera di acciaio con serratura di ultima generazione, appositamente studiate per proteggere l’ingresso di casa. Anche i serramenti giocano un ruolo importante, meglio optare per finestre a prova di scasso. Che siano in alluminio, PVC o legno, il profilo deve avere delle ottime caratteristiche di resistenza certificate allo scardinamento dell’anta del telaio, dotate di una ferramenta installata lungo tutto il perimetro dell’anta proprio con funzione di anti-effrazione. Il vetro dovrà essere temperato o stratificato al fine di rendere maggiormente difficoltosa la sua rottura. Per aumentare la sicurezza di finestre e portefinestre si possono inoltre installare delle tapparelle blindate, oppure delle grate di metallo.
Una volta adottate tutte queste soluzioni anti-effrazione, per completare la sicurezza della nostra casa, non resta che affidarsi ad una società specializzata in allarmi casa e scegliere un valido antifurto perimetrale per la nostra abitazione.

dettagli home decor

Verisure è la soluzione giusta a questo problema, il miglior sistema di allarme per proteggere la casa. Verisure, con oltre 25 anni di esperienza alle spalle e sempre in continua crescita, è presente in 15 paesi (Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia, Belgio, Olanda, Regno Unito, Spagna, Francia, Andorra, Portogallo, Italia, Cile, Brasile e Perù) con oltre 8000 dipendenti nel mondo di cui 400 in Italia, ed è il numero uno in Europa.  Verisure offre un sistema di sicurezza di ultima generazione che si avvale di una tecnologia innovativa. Creato e assemblato in Israele, paese primo al mondo in fatto di sicurezza e tecnologia, Verisure non è un semplice allarme anti intrusione, ma offre servizi e prodotti innovativi al fine di garantire una totale protezione della casa. 

dettagli home decor

Verisure è l’unico sistema che vede, ascolta e interviene.
Con il sistema di allarme Verisure, saremo sempre collegati alla centrale operativa con esperti della sicurezza a nostra disposizione 24 ore al giorno e 365 giorni l’anno. Basta premere il pulsante SOS della centralina, o pannello di controllo, per contattare in qualsiasi momento la centrale operativa, anche quando l’allarme è disattivo. Grazie al microfono ad alta sensibilità e la connessione 3G, la centrale operativa sarà in contatto vocale con noi in caso di emergenza, oppure saranno loro a contattarci se l’allarme dovesse scattare. La centrale operativa è in grado di gestire e verificare anche eventuali falsi allarmi.

dettagli home decor

L’antifurto perimetrale Verisure è la soluzione giusta per proteggere gli spazi esterni delle nostre case. Che si tratti di un giardino, un cortile o la terrazza, il sensore perimetrale anticipa l’azione dell’intruso, in quanto lo rileva all’istante facendo scattare l’allarme prima che si possa avvicinare alla nostra abitazione. Questo dispositivo di sicurezza è nato per proteggerci quando siamo fuori o dentro la casa. Grazie alla sua tecnologia di microonde e infrarossi è in grado di distinguere se si tratta di movimenti di animali o persone. In caso di effrazione, il sistema di allarme Verisure invia, in meno di un secondo, le immagini alla centrale operativa, che dopo aver verificato la presenza di un intruso, comunica direttamente alle Forze dell’Ordine il reato in corso inviando loro anche le immagini. Grazie ad un accordo con i maggiori istituti nazionali di vigilanza, Verisure offre anche l’invio tempestivo delle guardie giurate. Nell’eventualità di un falso allarme invece, la centrale operativa chiamerà per avvisarci del falso allarme, disattiverà la sirena e ripristinerà il sistema di allarme come precedentemente impostato.

dettagli home decor


L’allarme Verisure è un sistema di sicurezza efficiente, semplice e facile da utilizzare. Verisure garantisce la manutenzione completa dell’intero sistema, batterie, malfunzionamenti o guasti dei componenti, la garanzia a vita e l’aggiornamento del sistema nel tempo senza ulteriori costi aggiuntivi.
Verisure è una garanzia di sicurezza per noi e la nostra casa, entra nel sito per richiedere un preventivo senza impegno, ci vorrà meno di un minuto!


25 Gennaio 2017 / / +deco

Un pomeriggio di pioggia in Dominica, io ed uno dei migliori amici al mondo, Tom, ci siamo ritrovati quasi per caso in un posto magico: Indigo Tree Cottages.

Sfogliando una rivista gratuita locale, quella mattina avevamo letto un’intervista ad un’artista francese che vive nell’isola dal 1984 e, visto il tempo monsonico, abbiamo deciso di andare a vedere il suo studio, chiamato Indigo. Dopo aver lasciato la macchina ad un incrocio fra due stradine in terra battuta (vedi qui sotto la foto con le pietre pitturate con le indicazioni per Indigo), ci siamo incamminati fra piante dai colori esplosivi e casupole in legno, fino a che, alla nostra sinistra, abbiamo visto, arrampicata su una collina, la casa che puoi vedere nella foto qui sotto. Due cani molto affettuosi ci sono venuti incontro e ci hanno mostrato la via.

La cucina e la parte living dell’abitazione di  Marie Frederick, l’artista e proprietaria di Indigo Tree Cottages, sono su una piattaforma di legno sopraelevata, una sorta di terrazzo nella giungla con solo pochi muri in legno e rami a balaustra nei lati affacciati sul paradiso.

La zona letto e lo studio si trovano in una casa limitrofa composta da un grande spazio, sull’unico pezzo di terra un pò piatto che sembra esserci nelle vicinanze.

All’interno tutto è di stile e in stile: i suoi quadri, i lavori in legno di suo marito, gli oggetti vintage un pò ovunque, i tessuti africani e indiani usati come tende e tovaglie. Più ci guardavamo intorno, più io e Tom sentivamo di aver scoperto una pietra preziosa.

Mentre curiosavamo in giro, è apparsa una signora sui 50 anni con gli occhiali rossi ed in un indiscutibile allure francese.

Marie Fredrick, dopo aver viaggiato in giro per il mondo, si è fermata a Dominica dove ha costruito con Clem, questa incantevole casa dove per anni si sono dedicati alla loro arte e a ricevere gli ospiti che soggiornavano nel loro cottage.

Tuttora puoi affittare un cottage separato da quello in cui vive ma ugualmente affascinante su Airbnb.

Va da sè, che un soggiorno ad Indigo Tree Cottages è slittato dritto dritto alle prime posizioni della mia lista desideri.

Abbracciata dalla giungla, con la vista sul paradiso e in buona compagnia.

+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_20+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_19+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_21+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_13+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_8+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_7+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_26+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_5+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_30+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_29+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_24+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_25+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_23+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_2+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_1+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_6+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_9+deco_indigo_cottage_dominica_marie_frederick_15

25 Gennaio 2017 / / Idee

Le case mansardate, i sottotetti ristrutturati o i meravigliosi attici hanno un fascino particolare sia per la vista che hanno sul mondo che per la particolarità degli spazi. Tetti spioventi che ricreano particolari nicchie e spazi molto suggestivi ma altrettanto difficoltosi da arredare.  Proprio ciò che li rende unici, i muri inclinati, diventano una limitazione una volta che si inizia a pensare a dove sistemare gli arredi e come vivere questi spazi. Bisogna seguire poche regole base:

  • sfruttare ogni spazio non abitabile in altezza per mobilio su misura che possa contenere e risolvere la problematica di scarsa armadiatura
  • posizionare la zona giorno e cucina, la più vissuta, nell’area in cui le altezze ci permettono di abitarla senza dover portare un elmetto.
  • usare le nicchie con altezza media per zone dalla fruizione limitata o saltuaria come ad esempio un angolo studio oppure il letto, che può essere posizionato in modo tale da permetterci di stare seduti senza sbattere la testa quando ci svegliamo la mattina.
  • isolare bene gli spazi utilizzando serramenti efficienti come VELUX che permettono di mantenere il caldo dentro d’inverno e fuori d’estate.

Contestualmente agli arredi e ancora prima dei complementi che andranno a personalizzare la vostra casa è bene occuparci subito di tende e oscuranti, fondamentali con un appartamento mansardato e non acquistabili ovunque vista la particolarità delle finestre inclinate. VELUX Blinds offre un’ampia scelta per soddisfare ogni esigenza acquistabili anche on-line su www.veluxshop.it :

  • VELUX tende a doppio uso: giorno e notte, proteggi e oscura, proteggi e filtra
  • diversi gradi di oscuramento in base all’uso della stanza
  • protezione dal calore riducendo il caldo d’estate

Ora dopo aver pensato alle cose serie possiamo divertirci e personalizzare il nostro nido come vogliamo, vi lascio alcuni spunti tra camera da letto, soggiorno, bagno, cucina tutti rigorosamente con finestre rivolte verso il cielo.

salotto-sottotetto-nordicoattico-progettocamera-da-letto-mansarda
mansarda-bagnosoggiorno-mansardasototetto-bagno
studio-sottotettocameracucina-mansarda

Fonte immagini: VELUX, Pinterest
25 Gennaio 2017 / / Arredamento Perfetto

Su Arredamento Perfetto abbiamo più volte parlato dei pavimenti e delle pareti della casa perché rappresentano l’impalcatura essenziale e fondamentale per valorizzare l’arredamento.

Oggi arricchiremo l’argomento consigliandovi in maniera pratica come scegliere i pavimenti in funzione dello stile del vostro arredamento per dare personalità allo spazio abitativo.

Come scegliere il pavimento giusto per valorizzare l’intero ambiente abitativo

La scelta del pavimento perfetto nel total white

Molti affermano che “il pavimento bianco mette tutti daccordo”. Infatti, spesso le imprese edili, per non sbagliare, utilizzano, come pavimentazione da cantiere, pavimenti 30×30 (cm) o 45×45 in gres porcellanato bianco più o meno uniforme; chi invece deve ristrutturare, e non vuole affidarsi ad un consulente d’interni, ritiene che sostituire al bianco un pavimento in gres porcellanato rovere sbiancato o con tonalità simili, sia la scelta migliore. Ma è realmente così?
Cerchiamo di capire le motivazioni che portano a scegliere, come standard, un pavimento di colore bianco o rovere chiaro.

Perché scegliere un pavimento di colore bianco o rovere chiaro

La scelta di utilizzare il bianco ed il rovere come standard è dettata da due convinzioni:

  1.  il bianco ed il rovere sono colori neutri, quindi stanno bene su tutto
  2. il bianco ed il rovere sono colori chiari, quindi rendono gli ambienti piccoli più grandi e danno luminosità

In una visione generalista le due convinzioni sono perfettamente corrette, ma sono necessarie anche un paio di osservazioni.

  1. se è vero che i colori neutri vanno bene su tutto, è anche vero che ogni ambiente, classico, moderno, contemporaneo, shabby o provenzale, sarà privo di personalità e mancherà di quel quid che lo renderà accattivante
  2. è vero che i colori chiari ingannano la vista facendo percepire più spaziosi gli ambienti piccoli, ma questo è valido soltanto quando  la stanza è vuota; poi sarà la scelta degli arredi e dei complementi a migliorarne o peggiorarne la percezione. Mentre, la convinzione che i pavimenti chiari diano più luce all’ambiente è vera a metà perché tale affermazione potrebbe essere corretta per i piani bassi che ricevono meno luce naturale diretta rispetto ai piani intermedi e alti. Anche in questo caso, comunque esistono soluzioni alternative ai pavimenti chiari per avere la sensazione di un ambiente più illuminato!

A questo punto vediamo come scegliere i pavimenti in funzione dello stile dell’arredamento per valorizzare e rendere più accattivante la casa.

La scelta dei pavimenti nello stile moderno e contemporaneo

Se amate le linee pulite ed essenziali dello stile moderno, i dislivelli dei piani d’appoggio e il total white, l’ideale è un pavimento che valorizzi il bianco facendolo diventare il protagonista assoluto. Un ottimo risultato estetico si raggiunge scegliendo un pavimento effetto resina rettificato di colore grigio. Per questo tipo di pavimentazione si scelgono grandi formati come il 75×75 o il 60×60.

Il pavimento in gres porcellanato rettificato effetto resina ideale per ambienti in stile moderno contemporaneo industrial urban chic

Per chi non ama i contrasti e desidera realizzare il total white assoluto, può scegliere un pavimento in gres porcellanato effetto marmo, quindi grande formato, colore di fondo bianco lucido con le tipiche venature del marmo.

Pavimento in gres porcellanato rettificato effetto marmo per interni moderni

Al contrario, se amate i forti contrasti, se vi piace il pavimento lucido effetto marmo e se l’ambiente è molto spazioso, potete scegliere un pavimento nero con venature appena accennate grigie e bianche.

Pavimento in gres porcellanato effetto marmo nero per ambieni contemporanei

Se agli arredi bianchi e laccati piace inserire elementi in essenza e quindi piani o ante in legno, è bene che il pavimento faccia da unione tra le due finiture e quindi la scelta indicata è un pavimento in gres porcellanato effetto legno con venature più o meno scavate secondo il gusto personale.

Il pavimento effetto legno ideale per legare arredi bianchi con dettagli in legno

I pavimenti in gres porcellanato effetto parquet sono ideali per chi ama i colori e le finiture materiche. È ovvio che occorre indirizzare la scelta su un effetto legno multicolore come questo

Il gres porcellanato effetto legno multicolore per interni dai colori materici

La scelta dei pavimenti nell’arredamento classico

L’arredamento classico è caratterizzato da mobili in legno dalle essenze più o meno scure.
I pavimenti che meglio si abbinano allo stile classico sono quelli che rievocano i colori della terra e del legno. Quindi si possono scegliere pavimenti in cotto dal tipico colore arancio, pavimenti in gres porcellanato nocciola o avorio oppure effetto marmo con tonalità mielate e oro.

Rivestmenti vintage per uno stile classico senza tempo

Resta ovviamente un must l’uso del parquet o del gres porcellato effetto legno.
Per chi ama le atmosfere retrò ed è nostalgico delle epoche passate può imprezziosire lo stile classico del suo arredamento e dei suoi interni con le cementine: pavimenti di forma quadrata o esagonale di diverso colore e decorazione. Nello stile classico è preferibile utilizzare il monocolore o decori che richiamano le forme geometriche. Le dimensioni possono essere piccole o grandi, quindi quadrati o esagoni con il lato che misura 10 cm oppure che misura 30 o più cemtrimetri

Impreziosire lo stile classico con un pavimento in cementine decorate con forme geometriche

La scelta dei pavimenti nell’arredamento in stile provenzale e shabby chic

Lo stile provenzale richiama i colori pastello e i profumi della Provenza. L’uso del legno, delle cristalliere, degli scaffali e dei temi floreali sono tutti caratteri distinti di questo stile che quindi deve essere valorizzato da un pavimento altrettanto caratteristico.
Il pavimento ideale da scegliere è quello realizzato con cementine di piccoli formati con decorativi floreali di colore pastello su fondo chiaro.

Le piastrelle con decori floreali e colori pastello per valorizzare lo stile provenzale

Al contrario nello stile shabby, uno stile elegantemente trasandato, logoro, le cui tinte principali sono il bianco o il pastello, il pavimento in cementine deve rispecchiare questo stile logoro che evoca vecchi arredi recuperati, ma che portano i segni del passato. Quindi i formati consigliati sono piccoli, i colori di fondo sono i bianchi o i grigi chiari e i decori con effetto scolorito, testimoni dell’usura, devono riprendere i toni degli arredi: tonalità di grigio se gli arredi sono bianchi; tonalità pastello se gli arredi sono color pastello molto chiaro.

Pavimenti e rivestimenti in colore pastello sbiadito per lo stile shabby chic

Se queste ispirazioni per arricchire i vostri ambienti e valorizzare la vostra casa vi sono piaciute, collegandovi a questa pagina potete trovare tante altre ispirazioni , ma soprattutto potete contattare la pagina per chiedere consigli e aiuto per le vostre scelte!

25 Gennaio 2017 / / Coffee Break

Conoscete Duzzle? Se la risposta è ancora no, Duzzle è il nuovo e-commerce dedicato alla  vendita arredamento, che coniuga l’amore e la passione per il design al divertimento e la spensieratezza di un Puzzle!

Su Duzzle si possono trovare tanti prodotti di arredo e design per la casa e per l’ufficio, divisi in comode categorie che aiutano nello shopping; infatti, non ci sono solo prodotti di arredo per interni o complementi di design, ma su Duzzle è possibile acquistare illuminazione e prodotti per i vostri spazi esterni.
La scelta è davvero ampia: si passa da piatti e bicchieri, letti, tavoli e sedie, caminetti…insomma, Duzzle è un vero e proprio showroom online dove fare un giro e con pochi click trovare il prodotto dei desideri!

La vasta scelta dei prodotti, naturalmente, è dedicata non solo agli utenti appassionati di design, in cerca di soluzioni di arredo per i propri spazi, ma anche a professionisti e tecnici del settore, con soluzioni di illuminazione e suggerimenti di lifestyle.

Infine, ma non per questo meno interessante, Duzzle offre una sezione interamente dedicata ai nostri amici a quattro zampe; i cuscini proposti sono morbidi, accoglienti e avvolgenti, isolano i nostri amici cani e gatti dal freddo del pavimento, inoltre sono facilmente lavabili in lavatrice per garantire un alto il livello di igiene. Le fantasie dei tappetini poi, sono disponibili in tanti colori diversi, ispirate al mondo dei cartoni animati, simpatiche e colorate.

Insomma, vi siete incuriositi abbastanza per andare subito a esplorare il portale di vendita arredamento Duzzle?
Buona navigazione, e soprattutto, buono shopping!

DUZZLE.IT


_________________________

CAFElab | studio di architettura


24 Gennaio 2017 / / Design

La Serie UP, disegnata nel 1969 dall’eclettico Gaetano Pesce, creatore di fama internazionale, è composta da sette pezzi, ma la poltrona e relativo pouf, si sono affermati nel corso degli anni come emblema della serie stessa.

516ba4324c38404e20b59de9f0be2718

Diventati uno dei simboli più utilizzati del design italiano e icone intramontabili a livello mondiale devono la loro forma alla visione personale del progettista della donna. La poltrona infatti ha caratteristiche anatomiche e inequivocabili riferite alla figura femminile che è sempre prigioniera e quindi rappresentata con il pouf, emblema della palla al piede.

0910-CM-DESI-05-2000

Archiexpo

271909bf605f6fec769607dc37ecace1

Elegante e più sobria in nero o sbarazzina ed eccentica nei colori più vivaci o nelle fantasie rigate, trova largo impiego in ogni ambientazione.

b46cfdd496f5fa7504efe6af2f4ae0c2

big-17-BEB_ITALIA-SERIE_UP_2000-HOME_10_UP_01

big-19-BEB_ITALIA-SERIE_UP_2000-HOME_11_UP_02

c891264a50016daf26a2821cbeed9e5f