2 Febbraio 2017 / / Dettagli Home Decor

Abimis arreda un loft a Parigi

Festen Architecture ha scelto la cucina Ego di Abimis per esaltare il perfetto mix tra lo stile industriale e l’atmosfera vintage di un particolare loft situato nel cuore di Parigi.

Il progetto di interior design ha tutto il sapore di un loft newyorkese: gli spazi sono fluidi, le funzioni separate solo dove necessario, i soffitti alti arricchiti dagli elementi strutturali in acciaio preesistenti. Le ampie finestre rettangolari, infine, sono scandite dai serramenti in ferro tipici delle fabbriche di inizio novecento.  Tutto parla di una casa in cui il tema dell’abitare è mescolato a una dimensione dai toni ‘lavorativi’ e gli elementi specifici di entrambi i settori generano una piacevole armonia. La cucina dell’appartamento rispecchia proprio questa volontà di unire due poli antitetici: la funzionalità comune alla ristorazione professionale è infatti associata ad una distribuzione dei blocchi che asseconda le esigenze di un utente privato. 

Abimis arreda un loft a Parigi
Abimis arreda un loft a Parigi

Festen Architecture ha infatti esaltato la filosofia di dualità dell’intervento grazie al modello Ego di Abimis: connubio di eleganza, innovazione ed ergonomia, ha una forma pulita grazie all’anta raggiata a filo battente completamente integrata nella struttura e ad una cerniera cardine di nuova concezione, brevetto della stessa Abimis.             

Abimis arreda un loft a Parigi
Abimis arreda un loft a Parigi

Una grande isola, attrezzata con una piastra ad induzione e il forno, si affaccia sulla zona del living senza generare alcuna discontinuità: è un comodo piano dove poter lavorare o gustare un aperitivo con gli amici. Al di sotto della lunga finestra, un secondo blocco contiene invece il lavabo mentre appoggiata alla parete, la dispensa completa infine il layout della cucina, che rievoca con le sue vibranti sfumature metalliche il fascino degli spazi professionali con una preziosità inedita. 

Abimis arreda un loft a Parigi
Abimis arreda un loft a Parigi
Abimis arreda un loft a Parigi
Abimis arreda un loft a Parigi



2 Febbraio 2017 / / Paz Garden

La filosofia orientale come già vi avevo accennato qui, fa da sempre parte della mia vita, con i suoi profondi insegnamenti, la sua estetica semplice ma allo stesso tempo densa di valori e significati.
Tanti anni fa una nostra cliente di ritorno dal Giappone ci chiese di progettare un giardino che non fosse una brutta copia dei magnifici giardini giapponesi, ma uno spazio che avesse dentro di sé un’armonia profonda e tutta sua in relazione al luogo dove si trovava (in Salento, Puglia precisamente).

Mi ricordo ore passate a parlare del Wabi Sabi, di come dovevo assolutamente conoscerlo perché “vedrai è proprio quello che piace a te” mi diceva. E così ho letto, approfondito, cercato di cogliere il vero senso di tutto quello che nella mia vita Wabi Sabi poteva essere o diventare.
Oggi il Wabi Sabi è diventato uno stile trendy e ricercato un po’ ovunque. In America rientra tra i filoni estetici preferiti dai VIP, in Europa inizia a comparire negli styling e nell’ arredamento d’interni grazie all’inserimento di textures naturali, materiali grezzi (detti anche raw) e oggetti vintage o artigianali.

photo link


WABI è la semplicità, il silenzio contemplativo e benefico della riflessione, la maestosità della Natura. SABI è il Tempo che scorre, il sapore che lascia sulle cose e dentro di noi, la malinconica estasi dei ricordi.
Piccoli gesti o rituali alla base di un vivere più consapevole, occhi nuovi per riscoprire la bellezza di stagioni come l’inverno o l’autunno che sembrano povere ed invece son così silenziosamente speciali… e ancora il non ricercare la perfezione nelle cose o nelle persone, che invece sono assolutamente belle così, con le loro imprecisioni e a volte giornate storte da dover ripensare.

photos via 1. 2.
photos via 12.
photo link 
photo link

Un’attenzione rivolta all’ essenziale che si trasforma anche in Minimalismo, che non è fatto di povertà di oggetti ma che sceglie consapevolmente priorità e valori, idee e una diversa lettura di cosa davvero necessitiamo per sentirci liberi (dal materialismo e dalla tendenza ad accumulare cose inutili) e più felici (possedendo solo ciò che è meglio per noi).
Il post di oggi è un omaggio a questa antica Estetica fatta di cose vere, di materiali intrisi di ricordi e Tempo passato che ritornerà in altre forme. E’ Ispirazione ma vuol essere anche qualcosa di più, il mio personale promemoria perché quello che vivo e faccio (anche qui sul Blog) sia sempre autentico, poetico, emozionante, riempito di sogni e piccole cose ogni giorno più belle.
Buona Ispirazione di cuore!!!

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
SalvaSalva

2 Febbraio 2017 / / Things I Like Today

Come un UFO appena atterrato, la forma circolare e l’astratto biancore del cemento armato fanno del Museo di Arte Contemporanea di Rio de Janeiro uno degli edifici più singolari al mondo!

Ha da poco festeggiato i suoi primi 20 anni il MAC (Museo di Arte Contemporanea) di Niterói, inaugurato nel 1996. Il Museo sorge su uno sperone di roccia a picco sul mare, e da lì gode della magnifica vista sulla baia di Guanabara. E’ una delle principali attrazioni di Rio de Janeiro.

MAC Museo di Arte Contemporanea

L’architetto brasiliano Oscar Niemeyer progettò questo edificio modernista all’età di 84 anni, realizzando probabilmente il suo capolavoro. I progetti di Niemeyer sono spesso considerati più delle sculture monumentali in grande scala che vere opere di architettura e il MAC è la perfetta espressione del suo stile. Si staglia sulla cima del promontorio come una magnifica scultura, con la sua forma circolare e la vistosa passerella rosso rubino dalle forme dinamiche e sensuali.

“Non è l’angolo retto che mi attrae, né la linea diritta, dura, inflessibile, creata dall’uomo. Quello che mi affascina è la curva libera e sensuale: la curva che trovo sulle montagne del mio paese, nel corso sinuoso dei suoi fiumi, nelle onde dell’oceano, nelle nuvole del cielo e nel corpo della donna preferita.”

L’architetto aveva in mente un fiore come ispirazione per il suo progetto ma l’associazione con un UFO è inevitabile e immediata. Addirittura nel docufilm “Oscar Niemeyer, an architect committed to his century” si vede una scena piuttosto surreale: l’edificio come un UFO sorvola la città di Rio e una volta atterrato ecco uscirne lo stesso architetto in una nuvola di fumo!

Un Museo di Arte Contemporanea unico al mondo

Sono stati necessari cinque anni di lavoro per costruire questo edificio di quattro piani. Strutturalmente il MAC è molto complesso, a causa della sua forma circolare sospesa in aria con un unico supporto centrale.
La base cilindrica, che sostiene il disco dell’edificio, ha un diametro di 9 metri mentre l’intera struttura è alta 16 e la cupola ha un diametro di 50 metri. Alla base della struttura, una piscina a specchio conferisce leggerezza alla costruzione. All’interno dell’edificio sono ospitati anche un auditorium con 60 posti e un ristorante.

Alla forma circolare dell’edificio, perfetta e chiusa in se stessa, si contrappone la vivacità della rampa esterna, l’altro elemento caratterizzante del Museo. La lunga rampa d’accesso si sviluppa per 200 metri in una serie di curve libere nello spazio e, con la sua superficie dipinta di rosso rubino, è un richiamo irresistibile che invoglia i visitatori a salire agli ingressi dei piani superiori.

MAC Museo di Arte Contemporanea Niemeyer

La sala espositiva centrale ha una superficie di mille metri quadrati ed è circondata da una vetrata circolare continua che inonda di luce naturale l’interno del museo e offre una vista spettacolare sulla baia di Guanabara.

Uno degli aspetti fondamentali del progetto infatti, è l’intergrazione con il paesaggio, sia dall’esterno che dall’interno. La sua posizione a picco sul mare fa sì che questo non sia un semplice Museo di Arte Contemporanea ma anche un luogo di osservazione privilegiata per godere del magnifico panorama a 360° e allo stesso tempo un’attrazione turistica. Il MAC di Niemeyer è ormai diventato il simbolo di Niterói.

Il MAC di Niemayer è il simbolo di Niterói

Oscar Niemeyer MAC Museo di Arte Contemporanea

Oscar Niemeyer Museo di Arte Contemporanea Niteroi

Oscar Niemeyer - Museo di Arte Contemporanea Niteroi

2 Febbraio 2017 / / Blogger Ospiti

Quando si parla di materassi gonfiabili, Intex è senz’altro considerato leader nel settore, non solo per i tanti anni di esperienza sul mercato ma per le numerose migliorie apportare ai materassi nel tempo, rendendo ogni singolo materasso gonfiabile Intex un prodotto affidabile e duraturo nel tempo.

Con oltre mezzo secolo di esperienza, Intex è riuscita a mettere a punto un materasso gonfiabile con un ottimo rapporto prezzo qualità, questo anche grazie ai numerosi investimenti in ambito tecnologico che hanno consentito la messa a punto di materassi comodi, pratici e anche belli da un punto di vista estetico.

materasso-gonfiabile-elettrico

Numerosi i passi avanti fatti negli anni, di seguito le principali migliorie introdotte sui materassi ad aria:

1 – Sistema di gonfiaggio: mentre una volta avveniva attraverso una pompa manuale azionata con il piede oggi quasi tutti i materassi gonfiabili sono dotati di pompa elettrica che consente di gonfiare il materasso in pochissimi minuti (3 o 4 al massimo). Non solo, ma i materassi più moderni dispongono di pompe automatiche integrate (che funzionano con batterie o con la corrente), dove basta ruotare l’interruttore su On e aspettare qualche minuto per avere un materasso perfettamente gonfiato e pronto all’utilizzo ( ci sono anche dei materassini auto-gonfianti ovvero quei materassi più sottili spesso utilizzati in ambienti esterni come i campeggi).

2 – I materiali di cui sono composti: questi letti gonfiabili sono sempre più fatti di materiali tecnologici, una combinazione di gomme resistenti e tessuto, nella maggior parte dei casi una tipologia di velluto rende questi materassi comodi e durevoli.
L’ultima frontiera dello studio e della sperimentazione si chiama Intex Fiber Tech, si tratta di una nuovissima tecnologia dove il materasso è completamente composto da filamenti in poliestere che conferiscono al materasso maggior resistenza e leggerezza.

I principali vantaggi del materiale all’avanguardia Intex Fiber Tech:

  • Estrema leggerezza, che rende il materasso molto più leggero (circa un 20% in meno rispetto ai materassi in PVC)
  • Maggior sostegno a chi lo utilizza garantendogli una sensazione di benessere
  • Fibra molto resistente ed elastica

3 – Nel tempo è migliorata anche la superficie degli “air bed”, sempre più spesso si sente infatti parlare di “superficie floccata in vinile con una struttura ad alveoli orizzontali” ma cosa indica di preciso?
Intanto una superficie che ha subito una floccatura, significa che ha avuto un trattamento per renderla simile al velluto, quindi più comoda e calda, mentre la struttura ad alveoli orizzontali permette una perfetta areazione del materasso.

4 – L’ultimo punto relativo alle migliorie dei materassi ad aria, è senz’altro legato allo stile e al design. Infatti oggi possiamo trovare sul mercato materassi gonfiabili singoli o matrimoniali con colori, design e accessori moderni ed eleganti, che rendono questi materassi ideali per arredare con economicità e praticità ambienti familiari e stanze degli ospiti.
Per esempio, ci sono dei letti gonfiabili che hanno già il guanciale integrato, un’ottima idea sia pratica che economica oppure dei cuscini gonfiabili da abbinare al letto che più soddisfa le vostre esigenze.

Oggi più che mai acquistare un materasso gonfiabile è una scelta vincente, grazie alle numerose migliorie si tratta di un prodotto valido che ha un rapporto qualità/prezzo imbattibile ed il vostro sarà un sonno confortevole assicurato!

materasso-gonfiabile-matrimoniale

2 Febbraio 2017 / / Dettagli Home Decor

dettagli home decor

La mansarda grazie alla sua particolare e affascinante conformazione architettonica, è uno spazio davvero unico che gode di una luce particolare e la scelta delle tende è importante, non solo per decorare l’ambiente ma anche per controllare la luce che filtra dai lucernari.

Considerando la conformazione dei lucernari, la soluzione ottimale ricade sulle tende a vetro in grado di ricoprire interamente la superficie delle finestre alle quali, naturalmente si possono abbinare delle zanzarie, tende parasole e delle tapparelle esterne in grado di assicurare una maggior privacy e sicurezza.
In commercio si trovano molte tende per i lucernari della mansarda, caratterizzate da un design moderno e proposte in diverse varianti di colori e tessuti, in grado di rispondere alle diverse esigenze di stile e spazio.  Qualche idea?
Per chi vuole mantenere la vista verso l’esterno ma desidera una protezione dai raggi del sole, le tende parasole esterne sono la scelta ottimale.

dettagli home decor

Le tende parasole esterne VELUX filtrano i raggi solari riducendo il calore interno fino al 74%, creando un piacevole effetto ombreggiante senza compromettere la vista verso l’esterno. Realizzate in fibra di vetro rivestita di PVC sono particolarmente resistenti all’usura del sole.

Per la zona notte in mansarda, il discorso cambia. Nella camera da letto, infatti, spesso si ha la necessità di dover avere il buio totale anche durante il giorno e per questo è meglio optare per delle tende oscuranti.
Possiamo ad esempio combinare le tende parasole per esterno a delle belle tende a rullo colorate da inserire all’interno del lucernario, così facendo possiamo decidere in qualsiasi momento quando illuminare la stanza con tanta luce naturale o quando renderla completamente buia per dormire sonni tranquilli.

dettagli home decor
dettagli home decor

Le tende a rullo sono perfette per oscurare e proteggere un determinato ambiente, che si tratti di uno spazio abitativo o di un ufficio, e sono disponibili in due versioni: con avvolgimento automatico oppure con avvolgimento manuale. Anche la scelta di tessuti e colori è molto ampia. Le tende a rullo VELUX sono disponibili in ben 40 colori e fantasie.

Per chi invece è alla ricerca di qualcosa di più particolare ed elegante, la nostra scelta ricade sulle tende a pacchetto.

dettagli home decor
dettagli home decor

Le tende a pacchetto VELUX, perfette per ogni ambiente della mansarda dalla zona giorno alla zona notte, filtrano la luce e decorano al tempo stesso diffondendo una piacevole luce soffusa e calda. Disponibili in 4 diversi tessuti: filtrantesemi-filtrantesemi-filtrante opaco, semioscurante.  

dettagli home decor

Facili da applicare, così come da rimuovere, le tende a pacchetto sono completamente lavabili. Grazie alle 20 varianti di colore disponibile, oltre alle 6 fantasie della Colour Collection by Scholten & Baijings, sono in grado di soddisfare ogni esigenza di stile e gusto.

Per quanto riguarda gli ambienti più umidi, come la cucina e il bagno, il nostro consiglio è quello di scegliere tende alla veneziana. Resistenti all’acqua, estremamente facili da pulire, sono la scelta ottimale, inoltre consentono di regolare a piacere l’intensità della luce e la direzione, caratteristica questa che le rende perfette anche per la zona studio o ufficio. Tra l’altro anche lo stile più “tecnico” delle tende alla veneziana è più indicato per decorare ambienti come la cucina, il bagno o la stanza dedicata all’ufficio.

dettagli home decor
dettagli home decor

Le tende alla veneziana VELUX sono realizzate con lamelle in alluminio, di facile installazione e disponibili nella versione manuale ma anche elettrica.
Pratiche e funzionali, le tende per lucernari sono il giusto dettaglio per decorare con stile qualsiasi ambiente della mansarda, inoltre, grazie alle molteplici soluzioni è davvero facile trovare la tenda più indicata allo stile d’arredo della casa. 

1 Febbraio 2017 / / Architettarte

Oggi parliamo di lampade e apparecchi di illuminazione della nuova linea chiamata “Vintage Edition 1906” di Ledvance, divisione del brand Osram, che ho avuto il piacere di provare grazie a dei campioni che mi hanno inviato. Nel kit ho ricevuto una lampada alogena (dimmerabile) Globo da 20 W e un apparecchio di illuminazione a sospensione chiamato Pendulum che rende omaggio al design industriale del  primo Novecento.

Immagine via architettarte

Questi prodotti dal look retrò, ispirati allo stile tipico dell’anno di registrazione del marchio, il 1906, coniugano una linea semplice e un’ottima fattura, distinguendosi non solo per il design minimale ma anche per la straordinaria funzionalità.
La gamma Vintage Edition è perfetta per tutti i tipi di ambienti come abitazioni private, attività commerciali, hotel e ristoranti.
Le lampade di questa linea sono disponibili in quattro diverse forme classiche (Globe, Edison, Tubolare Globe) e in due differenti tecnologie (Led e Alogene).  
Le efficienti lampade Led si contraddistinguono per il tono ambrato del vetro, che regala una luce calda e d’atmosfera; le lampade alogene combinano un design intramontabile ad una resa di colore impeccabile grazie alla brillantezza tipica di questa tecnologia.

La novità più grande è rappresentata dall’apparecchio di illuminazione PenduLum, il compagno ideale di queste lampade. Disponibile nella versione oro o nera, si tratta di un apparecchio a sospensione, costituito da un portalampada in alluminio con un cavo rivestito in tessuto nero,  che può essere combinato e posizionato in modo molto flessibile nella stanza grazie ad un sistema a tirante intelligente, consentendo così, un’emissione luminosa precisa laddove serve. Oltre ad essere un apparecchio accattivante ed efficiente è soprattutto molto funzionale! Il cavo nero in tessuto è molto lungo e grazie agli accessori -inclusi- consente la massima flessibilità di installazione, come dimostrano alcune delle possibilità mostrate nella grafica qui sotto.

                                               Immagine via web                                                        

Sono rimasta piacevolmente colpita dalla qualità dei materiali di questi prodotti che coniugano un prezzo popolare a delle ottime finiture. Le molteplici possibilità d’installazione e l’adattabilità agli ambienti più disparati ne fanno una soluzione perfetta per chiunque abbia necessità di arredare la propria casa senza spendere troppo.
Questi apparecchi possono essere installati da soli o in combinazione con più elementi per creare effetti di luce più scenografici. 
In ambito domestico, una bella idea è quella di utilizzare queste lampade  al posto delle classiche abat jour in camera da letto, inserendole come elementi sospesi sopra i comodini, decorando in questo modo anche la parete di fondo. 
                            Immagine via web – Immagine via web
Sono soddisfatta dei prodotti provati e mi sento di consigliarli per l’illuminazione di ogni ambiente in cui si voglia creare uno stile retrò, molto gradevole e con costi contenuti. 
Un inconveniente di queste lampade montate sull’apparecchio Pendulum ed esposte direttamente all’aria, è che necessitano di essere maneggiate con cura e pulite molto spesso per evitare sgradevoli segni di impronte o polvere.