3 Febbraio 2017 / / Things I Like Today

Peter Demetz è uno dei maggiori interpreti della scultura figurativa contemporanea, autore di opere eleganti ed espressive al limite dell’iperrealismo

Peter Demetz è uno scultore italiano che vive e lavora ad Ortisei. Nella sua Val Gardena la tradizione della lavorazione del legno è antichissima, ma lui è riuscito a dare nuova vitalità alla scultura figurativa in legno portando una ventata di modernità.
Dimenticate quindi i tradizionali soggetti sacri o le scene pastorali tipiche della montagna. Questo originale artista realizza delle sculture di legno piccole e dettagliatissime, che potremmo quasi definire iperrealiste per precisione e accuratezza dei dettagli. A questo scopo utilizza legno di tiglio, un’essenza molto tenera ma compatta, di colore chiaro, particolarmente apprezzata per l’intaglio e la scultura.

Scultura figurativa iperrealista di Peter Demetz

Micro sculture figurative che sembrano veri esseri umani

Se non fosse per le dimensioni fuori scala, le sculture di legno di Peter Demetz potrebbero essere scambiate per veri esseri umani, tale è il livello di dettaglio nelle pieghe degli abiti, nelle ciocche dei capelli, nelle forme anatomiche.
Uomini, donne e bambini in miniatura sono rappresentati in momenti casuali, in atteggiamenti composti, spesso colti di spalle e spesso da soli. Quella di Peter Demetz è una scultura figurativa contemporanea che si manifesta in uno stile asciutto, sobrio e introspettivo.

Le sue sculture iperrealistiche tridimensionali e a tutto tondo, sono collocate in piccole teche con sfondi colorati e opportunamente illuminate allo scopo di esaltare la tinta neutra del legno. Come piccoli diorami minimalisti, quasi astratti, in questi teatrini viene messa in scena la realtà del quotidiano in una rappresentazione intima e solitaria. La presenza di queste piccole sculture figurative è modernissima e astratta, quasi fuori dal tempo.
Guardando queste piccole sculture in legno viene spontaneo chiederci: Cosa guardano? Cosa pensano?

Peter Demetz - Scultura figurativa

The Exhibition, una maxi scultura di legno a grandezza naturale

Le sue opere sono state esposte in tutto il mondo, come The Exhibition (2014), l’opera più grande mai realizzata da Peter Demetz attualmente in mostra alla Glade Gallery (The Woodlands, Texas).
Le figure, per una volta a grandezza reale, sono collocate in finto spazio espositivo. Alterando la percezione dello spazio, l’artista ha applicato le regole prospettiche per creare l’illusione ottica di una maggiore profondità dell’ambiente, inclinando il pavimento e scorciando le figure, ispirandosi forse alla finta prospettiva di Borromini nella Galleria di Palazzo Spada. Lo spazio sembra quindi molto più profondo di quanto sia in realtà.
Ma la vera singolarità è che è uno spazio totalmente vuoto, uno spazio espositivo senza esposizione, così che l’attenzione si focalizza sulla vera opera d’arte, le sculture iperrealistiche di Peter Demetz, portando l’osservatore a identificarsi con loro.

Se Peter Demetz si concentra sull’iperrealismo e l’introspezione, un altro artista suo omonimo, Aron Demetz è noto invece per le sue opere vagamente inquietanti, su cui sperimenta il concetto di metamorfosi, trasformando le sue sculture in legno a grandezza naturale con diverse texture, il fuoco o le resine, in modo profondamente espressivo.

Peter Demetz -The Exhibition, 2014- Scultura di legno (480x100cm – h300cm)

Scultura figurativa di Peter Demetz

Peter Demetz -The Exhibition, 2014 – Particolare

3 Febbraio 2017 / / Dettagli Home Decor

Arredare la lavanderia di casa con i mobili componibili

Consigli e soluzioni per rendere esteticamente bello e pratico l’ambiente di servizio della vostra abitazione.

La zona lavanderia è lo spazio della casa utilizzato per lavare, stendere, stirare i panni e per questo deve ospitare non solo la lavatrice e l’eventuale asciugatrice, ma anche lo stendibiancheria, l’asse da stiro, il ferro e, naturalmente, i detersivi. Molto spesso si tratta di un ambiente poco curato, ma per rendere più piacevoli i lavori domestici è meglio creare uno spazio piacevole, pratico e funzionale.

A seconda della superficie abitativa disponibile è possibile dedicare una stanza intera alla lavanderia, oppure si può ricavare lo spazio all’interno del bagno, magari quello di servizio se la dimensione lo permette, in alternativa è possibile sfruttare l’antibagno, il sottoscala, una nicchia oppure organizzarla in una parte del garage. In qualsiasi caso è importante scegliere dei mobili che in modo pratico possano racchiudere tutte le funzioni

Arredare la lavanderia di casa con i mobili componibili
Linea BOLLE composizione 26 di Arbi Arredobagno

Arredare la lavanderia di casa con i mobili componibili
Linea BOLLE composizione 29 di ARBI Bathroom

I mobili contenitori componibili in grado di adattarsi a qualsiasi spazio, facili da sovrapporre e completi di tanti utili accessori, sono la scelta giusta per arredare la zona lavanderia sfruttando ogni centimetro disponibile. In questo modo lavatrice ed eventuale asciugatrice possono essere incassate, è possibile aggiungere il lavatoio, utile soprattutto se la lavanderia è inserita nel garage, delle basi e dei pensili per riporre detersivi, biancheria da stirare, scope, aspirapolvere e molto altro.

Arredare la lavanderia di casa con i mobili componibili
IDROBOX mobile lavanderia sospeso di Birex

Arredare la lavanderia di casa con i mobili componibili
IDROBOX Mobile lavanderia a colonna di Birex

Arredare la lavanderia di casa con i mobili componibili
Specchio con stendino Acqua e Sapone di Birex

Lavatrice e asciugatrice possono essere disposte affiancate oppure sovrapposte, naturalmente la scelta dipende dai metri quadri che si hanno a disposizione. L’ideale è poterle posizionare affiancate sotto un piano di lavoro in modo da sfruttare la parete per appendere dei pensili, delle mensole, uno stendibiancheria estensibile. Vicino a lavatrice ed asciugatrice posizionate uno o più cesti dove riporre la biancheria sporca, ma se lo spazio è poco si può optare per una sacca da appendere a parete o sulla porta. I mobili componibili sono comunque dotati di basi al cui interno contengono delle comode ceste estraibili pensate proprio per riporre il bucato. 

Arredare la lavanderia di casa con i mobili componibili
Mobile lavanderia componibile con lavatoio SPAZIO TIME di IdeaGroup

Arredare la lavanderia di casa con i mobili componibili
STOK LAUNDRY Stendibiancheria di Morita Aluminum Industry

Arredare la lavanderia di casa con i mobili componibili
Linea BOLLE composizione 44 di ARBI Bathroom

Arredare la lavanderia di casa con i mobili componibili
Stendibiancheria in metallo ACQUA E SAPONE BATH di Birex


3 Febbraio 2017 / / Il Sottomarino a Pois

Buongiorno a tutti, scusate se mi faccio sentire di rado ma qui è un periodaccio…oltre agli impegni di sempre ora ci si è messa anche l’ansia da terremoto, inutile fare la super donna e dire che bisogna convicerci e bla bla bla.. quando scende la notte e metto i figli a letto ecco che parte la sensazione che la botta, quella forte, sta per arrivare…
Vabbè andiamo oltre, altrimenti diventa un altro post triste ahaha
Girando per la rete mi sono imbattuta in questo studio bellissimo: loro sono Julia e Niklas e hanno fondato lo studio di design Schneid, con sede a Lubecca (Germania). 
La scelta di questa città non è dovuta tanto dalla sua importanza sulla scena del design, quello che cercavano per il loro quartier generale, era un edificio abbastanza grande, con caratteristiche storiche e ben collegato ( dista solo 1 ora da Amburgo)  e Lubecca,città che nel periodo industriale aveva un porto di notevoli dimensioni (anche oggi è uno dei maggiori porti del mar Baltico tedesco), rispondeva alle loro esigenze, in più per la vicinancìza a Copenaghen possiamo dire che i designers sono influenzati dal mondo scandinavo.
Lo studio si trova in un edificio industriale del 1873 , e avendo ristrutturato circa 500 mq della vecchia fabbrica, adesso oltre l’ufficio, ci troviamo anche: un magazzino, il laboratorio, lo studio fotografico e lo showroom…quasi quasi gli mando il curriculum 🙂

Fonte: clicca qui

Se siete interessati ai loro prodotti o semplicemente volete conoscerli un po’ meglio andate sul sito http://schneid.org/, le loro lampade sono meravigliose  e c’è anche lo shop online.
A  presto e buona giornata a tutti;)

2 Febbraio 2017 / / Voglia Casa

Il metodo di apertura di una finestra è una scelta importante quando si sta progettando di costruire casa. Gli aspetti da valutare sono molteplici, come la sicurezza o la facilità di cura degli stessi.

97c4b272dfdfb8b146f7969cbf36a31e

Prima di decidere sarebbe bene considerare le caratteristiche di ciascuna tipologia offerta e capire quale meglio si adatta alle vostre esigenze, considerando comunque che entrambe le soluzioni sono ottime.

La finestra ad anta o battente, è quel tipo di apertura tradizionale verso l’interno. Un serramento che permette di dare maggior aerazione alla stanza ed essere pulito in tutta sicurezza in modo semplice e veloce.  Solitamente l’anta è collegata al telaio fisso tramite una cerniera. 

dscn0736-1200x1200-c
Questa soluzione è sicuramente una delle più economiche, pur garantendo robustezza, stabilità e protezione. Le finiture sono molpteplici, in legno, PVC, miste e le colorazioni rientrano nell’infinita gamma di colori Ral. Sono versatili con profili piatti, arrotondati e quant’altro in modo da offrire al cliente la quasi completa personalizzazione.

roma11-1200x1200-c

I sistemi scorrevoli corrono invece all’interno di un controtelaio in acciaio e diventano la soluzione ideale per superfici finestrate di elevate dimensioni che ricercano grande luminosità e un’estetica di design. La leggerezza è uno dei fattori a suo favore poichè basta azionare una maniglia per avere la massima facilità di apertura.

ondaf-1200x1200-c

Vengono anche utilizzate in ambienti contenuti dove ottimizzare gli spazi, e in particolar modo le pareti, è un bisogno primario. Inoltre questa tipologia permette di avere soglie ribassate e quindi superfici vetrate ancor più grandi e ante dalle dimensioni davvero notevoli.
scorrevole

Salva

2 Febbraio 2017 / / Voglia Casa

…anche NORD PIUMINI… propone le sue novità per la stagione 2017 e in particolare le trapuntine in fibra naturale.

Differenti temi e colori adattabili ad ogni stile di camera da letto.

GENTLE88

Scopri la collezione!

www.nordpiumini.it

Salva