20 Febbraio 2017 / / Decor


arredi rame TAVOLO RAME

Molto bello il tavolino da soggiorno in metallo ramato e Vetro, dal design vintage anni 70, con piano rotondo (85X85X49cm),lo trovate QUI

arredi rame sgabello ramecomplementi rame cesto

Complemnti d’arredo in rame: a sinistra, dal sapore industriale, reso prezioso dal metallo ramato, lo sgabello di Maison Du Monde “Sean”. a destra cesto in metallo ramato H&M home 19.99€

arredi rame attaccapanni

Appendiabit in rame di Zieta prozessdesign

Molto belli i cuscini 45x45cm dai toni ramati entrambi distribuiti da Dutch decor li trovate QUI e QUI

  complementi rame

Piccoli contenitori ramati very cool! A sinistra vaso dorato/ramato di Svenska Maklarhuset, un piccolo lusso per un grande effetto. A destra un semplice barattolo…ed è già decòr!

arredi rame sgabello

Due originali complementi: a sinistra Shoe tool di Opinion Ciatti, trattato in foglia di rame, è uno sgabello di servizio con  piano d’appoggio per attrezzi lucida scarpe e tubolare per appoggiare la scarpa…eleganza di altri tempi. A destra Scultorea e dall’aspetto artigianale la nanocrystalline Copper Chair di Max Lamb.

arredamento rame camino 

Il fascino del fuoco esaltato da elementi in rame. A sinistra la parete del camino viene rivestita con lastre di rame per enfatizzare ancora di più il calore della fiamma. A destra la canna fumaria della stufa è rivestita in rame ed è subito fashion.

complementi rame vasi design

Vasi “Sister clare” in ceramica, design by Pepa Reverter per Bosa , in bianco opaco e rame .

pentole di rame

Le vecchie pentole di rame hanno sempre il loro fascino.

Incredibile il pavimento realizzato con migliaia di penny di rame

affascinanti soluzioni realizzate con tubi di rame

Se un tempo si parlava di rame si pensava solo alle vecchie pentole della nonna, che poi sono tornate di moda anche quelle!

Se negli anni 80/90 e parte dei duemila hanno imperversato i metalli lucenti e freddi, l’acciaio lucido e tutte le superfici lisce, con il passare del tempo la moda ha virato verso mood più caldi e dunque anche i metalli hanno cominciato ad assumere toni dorati e ramati.

Il rame è sempre stato utilizzato per gli interni, ma un tempo più per funzionalità che per stile, ultimamente è tornato di moda ed è diventato molto cool, sia nella versione lucida che opaca.

Utilizzato moltissimo anche in architettura per realizzazioni scenografiche e affascinanti sia in interno che in esterno.

Negli esterni può mutare il proprio colore con l’esposizione agli agenti atmosferici, per quanto ci siano numerose tecniche per fissare la gradazione prescelta, la sua lucentezza e il colore più o meno dorato gioca con i raggi del sole avvolgendo le architetture di un manto mitico ed è anche per questo che lo studio Wave, per il suo piccolo rifugio ispirato alla leggenda nordica di Freya e Robin, ha scelto di rivestire la piccola capanna con lastre performate di una lega rame alluminio, scelte per il calore e la durevole finitura dorata, che ricorda le lacrime doro che ricoprono la capanna del mito.

architettura di rame

Nella contea di Northumberland nel Regno Unito, sulle rive del lago artificiale Kieder Water sorge la piccola architettura dello studio Wave che regala un punto di sosta a quanti visitano il lungolago.
archittetura di rame

St.Croix Chapel. In questo progetto il rame è stato scelto per la sua rappresentazione simbolica della vita. All’ inizio è luminoso e contiene tutte le promesse che la vita ha da offrire. In questa fase iniziale è facilmente influenzato da elementi esterni e riflette i colori del cielo. Subito dopo l’esposizione alla natura, il rame comincia a maturare, successivamente si trasforma , il risultato di una vita produttiva e stimolante.
architettura di rame

Murray O’Laoire Architects ha realizzato l’ istituto di tecnologia Mayo a Galway in Irlanda architettura di rame

Great James Street by Emrys Architects a Londra, un’affascinante estensione per uffici con tetto in rame.

archittettura di rame

Il nuovo centro servizi Theresienwiese a Monaco richiama alla forma di un’immensa ed unica barra di rame dello studio Volker Staab Architetti di Berlino.

La scultorea scala in rame TECU® Classic forato dall’elegante design è il fulcro di Villa Mallorca, una residenza privata nelle Isole Baleari, progettata dall’architetto di San Pietroburgo PietrSergey Mishin.
architettura di rame

Gli architetti giapponesi di Archivision Hirotani Studio  hanno realizzato questo edificio rivestito di rame, si tratta di un salone di bellezza la scelta del rame rappresenta il passare del tempo.L’edificio ha tre aperture sul tetto lucernario che forniscono la luce naturale verso l’interno del salone di bellezza.

Il rame è amato dagli architetti e dai designer oltre che per il suo colore, per le sue speciali caratteristiche: molto resistente alla corrosione è facilmente lavorabile, estremamente duttile e malleabile, può essere facilmente riciclato, è un ottimo conduttore termico, con un elevato potere antibatterico ed è facilmente assimilabile con altri metalli.

Il rame unito ad altri metalli come l’ottone o il bronzo crea, infatti, leghe altrettanto apprezzate come lo stagno e lo zinco.

Insomma questo materiale ha parecchio da dire non a caso a lui è stata dedicata una delle età preistoriche ma senza fare troppo la maestrina posso semplicemente dire che a me il rame piace moltissimo per il suo fascino vintage, le sue tonalità calde e preziose, senza essere sfacciate come quelle dell’oro.

architettura di rame

Il restauro di un cottage in Lussemburgo realizzato con il rame.

architettura di rame

Looptecture F l’edificio a prova d’onda anomala in acciaio cor-ten e rame è il centro di monitoraggio e prevenzione degli tzunami progettato dallo Shuhei Endo Architect Institute a Minamiawaji, nella baia di Osaka.

architettura di rame

Showroom milanese di Kme  lo storico marchio fiorentino, che produce semilavorati in rame. arhitettura di rame

Parete esterna

architettura di rame

Riverberi oro per i rivestimenti in marmo

La Garconniere-Marais è un appartamento di Parigi progettato dall’architetto d’interni Tatiana Nicol, reso prezioso da dettagli in rame.

Il rame ha molte qualità che lo rendono il materiale ideale per l’interior design, ha un aspetto caldo, elegante e lussuoso che si armonizza particolarmente bene con il legno, la pietra naturale e il vetro.

Se volete impreziosire, decorare e donare un complemento speciale alla vostra casa scegliete il rame che, grazie al suo potere antibatterico e le sue caratteristiche, sarà perfetto per essere utilizzato in ambienti come bagno e cucina, in cui è presente già da secoli ma non solo: ogni altro ambiente della casa potrà essere valorizzato da questo metallo.

Belissime le vasche free standing in rame che trovate su http://www.vintagetub.com

interior design rame

cucina scultorea moderna in rame.

interior design rame

mobile lavabo di Birex  cucina in rame

Cucina in stile edoardiano, mooolto affascinante!interior design rame

Modello “Cesar” di Caleido il termoarredo con  finitura rame.interior design rame

Stile etnico per questo bagno dal grande carattere.
ionterior design rame

Anche gli accessori rame rendono la cucina cool.

Rubinetti in rame in vari stili. A sinistra rubinetto monoforo modello fontana retrò che trovate QUI, al centro un modello dallo stile più contemporaneo QUI, a destra rubinetto a tre fori con manopole a stella che trovate QUI.

interior design rame

Non solo i rubinetti ma anche i lavabi possono essere realizzati in rame. QUI
catino da incasso rotondo.

 

Affascinanti e vintage i tubi in ramein bagno e cucina…e non solo

Le lampade realizzate in questo materiale creeranno un riverbero ed effetti di luce speciali, mentre l’applicazione del materiale per la realizzazione di altri arredi avrà un effetto sorprendente come nel caso della libreria realizzata dal designer Ferruccio Laviani per KME, completamente realizzata ixsn rame o la versione rame dello storico pezzo di design della serie “componibile”progettato da Achille Castiglioni nel 1977.

arredare con il rame

La storica serie “componibile” di Kartell anche in versione rame, disponibile nella versione 2 Elementi o tre elementi.

Lampade da tavolo e da soffitto di design declinate nelle sfumature del rame. A sinistra il famoso modello Bourgie di Kartell che trovate QUI. A destra la lampada tonda bicolore a sospensione di MiniSun in vetro che trovate QUI.

arredare con il rame

Se vi piace la lampada Pandoro di Lightbox il rame potete sceglierlo all’interno o all’esterno! La trovate QUI a 39.99€

Due originali tavolini entrambi caratterizzati dal rame. A sinistra copper table by Richard Ostell da New York e a destra cabinet di rame del danese David Derksen arredare con il rame

La società londinese Andrea Felice Design realizza mobili su misura come questa originale cassetteria in rame
arredare con il rame

Il designer Ferruccio Laviani ha realizzato per KME una libreria completamente realizzata in rame. E’ disponibile sia nella versione orizzontale che in quella verticale.

arredare con il rame Affascinanti e scultoree le sedute in rame: Le prime due in alto a sinistra, sedia e sgabelli, appartengono Zieta prozessdesign; di seguito Real Good Chair by Blu Dot. In basso a destra il famoso modello tolix in versione rame, di seguito la sedia TLF01 in compensato e rame di Tobias labarque e in fine coppia di sedie di TJ Volonis, artista designer specializzatonelle realizzazioni in rame.

   

Le lampade di rame creano preziosi giochi di luce. In alto a sinistra la lampada Etch, creata da Tom Dixon. Quando è accesa, la lampada Etch riflette il bellissimo motivo in maniera unica; di seguito la bellissima versione in ramedella PH Artichoke di Louis Poulsen. In alto a destra Mr. Cooper le lampade in rame di Coco Flip disegnate da Kate Stokes, che si ispirano ai primi telefoni di latta rendendo omaggio agli anni ‘ 20. In basso a destra di Metal Lux la Collezione Aria in foglia di rame e per concludere ancora Tom Dixon con le sue ormai riconoscibili sospensioni a sfara di rame.

arredare con il rame

Versione metal della lampada “Bird” disegnata da L+R Palomba per Foscarini

  arredare con il rame

Ogni ambiente può essere valorazzato da un elemento illuminante con finitura rame, angoli in salotto, il bancone della cucina o il tavolo da pranzo.

nto per le pareti? Questa è la soluzione che la designer d’interni Cynthia Prizant propone per aggiungere luce e profondità ad una stanza, rivestendo con un pannello di rame ondulato una parte di parete. Una parete di rame non richiede alcuna trattamento, non emette alcun gas tossico o nocivo, dura per un tempo molto lungo, richiede poca o nessuna manutenzione, migliora la qualità dell’aria, è riciclabile al 100% e per sempre riutilizzabile. Un muro di rame è una superficie molto igienica grazie alla esclusiva capacità naturale del rame di uccidere germi, virus, muffe e agenti patogeni, nessun altro materiale possiede questo potere unico beneficio per la salute così come il rame puro. I pannelli di rame montati a a parete possono anche aiutare a mantenere più uniforme la temperatura interna. Il rame è anche uno dei migliori materiali disponibili per il blocco o la schermatura contro le radiazioni elettroniche e interferenze.

arredare con il rame

Un bellissimo volume rame in un appartamento dagli accenni vintage.

 

Una parete rivestita in lamine di rame diventa certamente la protagonista dell’arredamento, in qualsiasi stanza si trovi.

arredare con il rame

Il rame scalda anche l’interno più freddo.

arredare con il rame

Una parete divisoria brillante e speciale. arredare con il rame

un’affascinante griglia ramata dagli accenti etnici.
arredare con il rame

Parete color rame, simile al color marsala, colore pantone del 2015arredare con il rame

Pareti di rame in bagno.

Insomma lui rame è un materiale molto antico ma continua ad essere sulla cresta dell’Onda per le sue caratteristiche fisiche e per la sua modernità.

Da qualche anno la tendenza VUOLE che il rame sia protagonista dei nostri interni ed anche nel 2017 vediamo la conferma dello splendore di questo materiale che saprà impreziosire e rendere affascinante qualsiasi interno.

arredare con il rame

arredare con il rame 

Coffee table in rame

Bellissime le maiglie che trovate su  www.ashardware.co.uk  

arredare on il rame

Meravigliosi accessori in rame per il nostro ufficio.

arredare con il rame

Gli affascinanti vasi della collezione Gaia & Gino del mitico jaime Hayon, ispirati alle maglie degli antichi cavalieri templari.arredare con il rame

Tavolino Habibi con vassoio di Philipp Mainzer

Un semplice cubo diventa un comodino speciale con il giusto rivestimento..

L’articolo Arredare con il rame: The copper is the new gold! proviene da Architettura e design a Roma.

20 Febbraio 2017 / / +deco

Questi servizi e queste tavole così apparecchiate sono bellissime!

Tutte le stoviglie, bicchieri, posate e accessori sono di Casa De Perrin, un brand americano, di base a Los Angeles.

Casa de  Perrin è stato creato da una giovane coppia dopo aver collezionato per 13 mesi stoviglie antiche in argento per adornare i tavoli al proprio matrimonio. Vari venditori da cui avevano comprato questi pezzi gli hanno chiesto se potevano acquistare la collezione finita, per cui hanno pensato bene di ideare una proprio marchio con arredi per la tavola da vendere ed affittare, traendo spunto dal passato.

Le foto sul loro sito che presentano le varie linee sono molto carine e sono sicura che torneranno utili come ispirazione per noi e per voi, soprattutto se abbiamo dei pezzi vintage nell’armadio da mostrare.

 

The post Le bellissime apparecchiate di Casa de Perrin appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

20 Febbraio 2017 / / Design

GIF Animate di Nancy Liang

Le gif animate di Nancy Liang sono piccole illustrazioni fuori dal comune, storie notturne poetiche e delicate che trasmettono allo stesso tempo un senso di solitudine e di attesa

Nancy Liang è un’artista che vive e lavora a Sidney come illustratrice ed è diventata famosa in rete per le sue bellissime gif animate, così diverse dal solito. A differenza delle comuni gif animate, colorate e chiassose, le animazioni di Nancy Liang colpiscono per la quiete e l’atmosfera ovattata in cui sono immerse.
Nancy si ispira alla sua città Sidney e i suoi soggetti preferiti sono scorci urbani, periferie e case abbandonate, quasi sempre in ambientazioni notturne con cieli stellati e atmosfere rarefatte e surreali, magiche e nostalgiche.

Per realizzarle combina illustrazioni e ritagli di carta da pacchi, assemblati come fossero dei diorami tridimensionali. Le sue gif animate sono realizzate completamente a mano, tutto quello che si vede è stato realmente disegnato o ritagliato e successivamente scannerizzato e animato in Photoshop.

Nancy Lian GIF animate

Come sono fatte le gif animate di Nancy Liam?

Tutto il processo è molto simile all’animazione tradizionale. La prima fase riguarda la pianificazione dell’immagine che avviene attraverso una serie di schizzi, fino al disegno finale. Dopo aver realizzato l’illustrazione definitiva e aver ritagliato tutti gli elementi di carta, inizia la paziente fase di scannerizzazione che avviene fotogramma per fotogramma. Infine Nancy assembla tutti gli elementi in Photoshop, su livelli diversi, per realizzare l’animazione in loop. Per ottenere animazioni il più possibile fluide, l’artista lavora a 10 frame per secondo e si capisce quindi come questa fase sia pittosto laboriosa. Ad esempio la falena che sbatte le ali in “The Forgotten Sydney” è composta da 10 fotogrammi e quindi anche le sue ali sono state ritagliate 10 volte nelle 10 posizioni diverse.

GIF animate di Nancy Lian

Nancy Liang ha sempre avuto una grande passione per l’illustrazione e fin da piccola ha frequentato corsi d’arte. Ama disegnare a mano e ha iniziato a utilizzare Photoshop solo per pulirle le sue illustrazioni ed esaltarne i colori. Ma apprezzando ogni giorno di più le possibilità offerte dai software di grafica, ha sentito il desiderio di portare le sue immagini al di fuori della pagina bidimensionale, dando loro una nuova dimensione temporale e creando queste deliziose gif animate, unendo le tecniche tradizionali e quelle digitali.
In una bella intervista Nancy Liang racconta come è nato il suo interesse per le gif animate e spiega il suo processo creativo:

Sono sempre stata interessata all’animazione: ha la capacità di portare in vita le storie attraverso il movimento. […] Volevo che il mio lavoro avesse il senso del tempo ma anche che raccontasse un’idea o una storia velocemente. Le gif animate fanno entrambe le cose il che le rende un mezzo fantastico con cui lavorare!

Le gif animate suggestive e poetiche di Nancy Liang si possono ammirare sul suo blog Over the Moon.

Nancy Lian GIF animate notturne

Gif animate notturne di Nancy Liang

Nancy Lian GIF animate poetiche

Nancy Lian GIF animate ritagliate a mano

20 Febbraio 2017 / / Design

Siete alla ricerca di letture un po’ impegnate per questo mese? Tutorial, guide pratiche o manuali alla scoperta del mondo del design? Qui la mia top 3 del mese.

English version >> http://bit.ly/2kWBjnr

……….

Di libri e letture ne è pieno il mondo, il punto è trovare quelle che ci piacciono e che finiremo di leggere. Altrimenti il destino di questi libri è quello di venire messi in libreria a prendere polvere.

In questo post come sempre vi parlo di tre letture a tema design / architettura (quindi per gli addicted ai temi), che io per prima ho messo nella lista dei #daleggere.

In attesa di avere quei 10 secondi da dedicare ad un libro, vi parlo un po’ delle scoperte del mese.

VIVERE CON I LIBRI di Giuseppe Molteni e Roberta Motta

letture

editore: Mondadori Electa


Vivere con i libri è un piacere che si rinnova di giorno in giorno.
Condividi il Tweet


Questo libro è una chicca e arriverà in soccorso di tutti i bibliofili che sono sommersi dai loro tomi, ma che nonostante tutto non smettono di comprarli.

I libri sono un amore senza fine, anche se sappiamo benissimo che ad certo punto si tratterà di noi o loro, non possiamo farne a meno.

Gli anni passano e i libri aumentano: dove li mettiamo? Come li sistemiamo?

In questo libro, attraverso foto di librerie frutto di anni di collezionismo, vengono presentate soluzioni su misura per ogni appassionato.

DESIGN (FARSI UN’IDEA) di Alberto Bassi

letture

Editore: Società editrice il Mulino

In tutti gli oggetti e servizi materiali e immateriali che ci circondano, il design ha avuto una parte fondamentale.

Nel processo progettuale convergono molte fasi:  ideazione, produzione, comunicazione, utilizzo, consumo e riuso; tutte insieme formano quello che noi chiamiamo design.

In questo libro le varie fasi vengono spiegate e applicate al campo internazionale e italiano, dove ormai il design si è sviluppato al punto da divenire creatore di icone mondiali.

Un occhio viene dato anche al futuro del design.

SMALLNESS. ABITARE AL MINIMO di Giardiello Paolo 

letture

Editore: Clean

In quest’ultimo libro il tema è l’abitare minimo. Tema di assoluta attualità, ci fa riflettere sulla progettazione architettonica stessa, in riferimento ai bisogni reali connessi al vivere quotidiano.

Case mobili, case automatizzate, container ristrutturati e adibiti ad abitazioni, la casa temporanea… insomma, tantissimi esempi di abitazioni minime che fanno riflettere sui principi stessi dell’abitare.

 

 

 

L’articolo Letture del mese: di libri, design e abitare minimo sembra essere il primo su VHD.

20 Febbraio 2017 / / Dettagli Home Decor

Un progetto di interior design realizzato dallo Studio Tenca & Associati

Un appartamento fuori dagli schemi, ricco di tante sorprese tutte da scoprire e da capire.

“Think outside the box”, ovvero, “pensa fuori dagli schemi”, questo il punto di partenza del progetto di interior design realizzato dallo Studio Tenca&AssociatiE nella parola “box” sta il fil rouge dello stesso: immaginate gli spazi come “scatole” che si intersecano, vengono sezionate e stirate. Il risultato: ambienti e nicchie visibili e invisibili, ampie ma delimitate, armadi che celano bagni, ante di cucina che nascondono accessi alle dispense. Sorprese e ancora sorprese, da scoprire, da capire, fuori dagli schemi, appunto. A tutto ciò si aggiungono superfici e finiture che sono linee guida per lo sguardo di coloro che accedono all’interno di questo particolare appartamento.

Fotografie di Riccardo Gasperoni


20 Febbraio 2017 / / Design

design e tendenze casa 2017 dal salone francese

Una panoramica delle tante novità presentate all’ultima edizione del salone francese dedicato alle tendenze casa.


Maison&Objet Paris è da sempre la fiera di riferimento dove scoprire il meglio del design d’Oltralpe e internazionale a cui, negli stessi giorni si affianca il percorso “fuorisalone” Paris Déco Off tra gli showroom più raffinati e in voga della capitale.
Quest’anno i trendsetter dell’Osservatorio di Maison&Objet Paris hanno scelto come tema della manifestazione il ‘silenzio’: «La bellezza si spoglia del superfluo e degli orpelli inutili, per concentrarsi sulla ricerca dell’essenziale. Materiali leggeri, geometrie pure, trasparenze, disegni eterei, strutture filiformi, bianco e nero sono i fondamenti del silenzio formale», spiegano. 
Ecco alcune immagini con le novità in arrivo da Maison&Objet Paris 2017

design e tendenze casa 2017 dal salone francese
design e tendenze casa 2017 dal salone francese
design e tendenze casa 2017 dal salone francese
design e tendenze casa 2017 dal salone francese
design e tendenze casa 2017 dal salone francese
design e tendenze casa 2017 dal salone francese
design e tendenze casa 2017 dal salone francese
design e tendenze casa 2017 dal salone francese
design e tendenze casa 2017 dal salone francese
design e tendenze casa 2017 dal salone francese



20 Febbraio 2017 / / English only

READ IN ITALIAN
Finally I find the time to tell you about Beija Flor vinyl rugs!

For the uninitiated, Beija Flor is an Israelian company, founded in 2007 by the designer Maya Kounievsky. I had already seen their carpets in the shop Raw, in Milan, in Via Palermo (it is one of the retailers here in Milan). But I had the opportunity to see many more models of vinyl doormats and carpets at Homi, the fair dedicated to lifestyle, that was in Milan at the end of January. Of course, you can also buy online on their website!

Beija Flor tappeti in vinile

In this post, however, no mention of vinyl carpets in general … but the vinyl Beija Flor rugs! Because their carpets are not like the others. Aesthetically, they are made really really well! Discover them with me, with pictures I took that day at the fair 🙂

Runners, placemats and rugs

Exact, the Beija Flor vinyl rugs are also available as placemats, runners or outdoor carpets! In the photos, under my feet there are runners depicting cement tiles. Very nice if you place them in the entrance or in the kitchen. In the kitchen, they can replace the classic fabric runners which, frankly, I do not love, or because you may often stumble or they get dirty very often. Instead, these are practical and aesthetically very beautiful!

We can see the designs of cement tiles in size placemats! At Homi fair, Beija Floor had set up a wall with a high cabinet full of small drawers, from which sprouted many samples and vinyl placemats.

Beija Flor tappeti in vinile

Beija Flor tappeti in vinile

Next to the myriad of placemats and drawers, there were several vinyl rugs rolled up! but they were scattered throughout the stand, many were also open and lying on the ground. Admired in all their beauty!

Beija Flor tappeti in vinile

Beija Flor tappeti in vinile

Below, you can see the detail of a couple of rugs that are considered for outdoor. Touching it, you can notice that it is thicker than others. But nothing prevents you add in your own home!

As far as I could see, the Beija Flor vinyl carpets are currently the best around! I have no doubt to recommend them: it is a really high quality product!

What do you think about it? have I intrigued you with these photos, or you already knew this reality?

L'articolo Beija Flor vinyl rugs proviene da easyrelooking.

20 Febbraio 2017 / / Slider

READ IN ENGLISH
Finalmente trovo il tempo di raccontarvi dei tappeti in vinile di Beija Flor!

Per chi non lo sapesse, Beija Flor è un’azienda israeliana, nata nel 2007 dall’idea del designer Maya Kounievsky.

Avevo già visto i loro tappeti nel negozio Raw, a Milano, in Via Palermo (è uno dei rivenditori qui a Milano). Ho avuto però modo di vedere molti più modelli di zerbini e tappeti in vinile all’Homi, la fiera dedicata agli stili di vita, che c’è stata fine Gennaio a Milano.  Ovviamente, si possono acquistare anche online sui loro sito internet!

 

In questo post però non si parla di tappeti in vinile in generale… ma dei tappeti in vinile di Beija Flor! Perché i loro tappeti non sono come gli altri.

Esteticamente, sono  fatti davvero davvero bene! Scoprili insieme a me, con le foto che ho scattato quel giorno durante la fiera 🙂

Passatoie, tovagliette e tappeti

Esatto, i tappeti in vinile di Beija Flor in realtà sono anche disponibili come tovagliette, passatoie o tappeti da esterno!

Nelle foto, sotto ai miei piedi ci sono passatoie che raffigurano cementine. Molto belle se inserite in ingresso, oppure in cucina. In cucina, sostituiscono le più classiche passatoie in tessuto che sinceramente non amo molto, anche perché o si rischia spesso di inciampare oppure si sporcano molto spesso.  Queste invece sono pratiche e esteticamente molto belle!

Possiamo ritrovare i disegni delle cementine anche in formato tovagliette!  Alla fiera Homi, Beija Floor aveva allestito una parete con un alto mobile pieno di piccoli cassetti, da cui spuntavano moltissimi campioni in vinile e tovagliette.

Beija Flor tappeti in vinile

Beija Flor tappeti in vinile

Di fianco alla miriade di tovagliette e cassetti, c’erano diversi tappeti in vinile arrotolati! in realtà erano sparsi per tutto lo stand, molti anche aperti e stesi per terra. Ammirabili in tutta la loro bellezza!

Beija Flor tappeti in vinile

Beija Flor tappeti in vinile

Qui sotto, puoi vedere il dettaglio di un paio di tappeti che vengono considerati da esterno. Toccandolo infatti si può notare come sia più spesso di altri. Ma nulla vieta di inserirlo anche in casa!

Per quanto ho potuto vedere, i tappeti in vinile di Beija Flor sono al momento i migliori in circolazione! Non ho alcun dubbio a consigliarli: si tratta di un prodotto davvero di qualità!

Cosa ne pensi? Ti ho incuriosito con queste foto o conoscevi già questa realtà?

L'articolo I tappeti in vinile di Beija Flor proviene da easyrelooking.

20 Febbraio 2017 / / Coffee Break

Un piccolo rifugio in legno, secondo lo stile tradizionale scandinavo, per scappare dalla città.


Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura