28 Febbraio 2017 / / diotti.com

Il ritorno ad un gusto rustico attraverso l’utilizzo di materiali grezzi nella loro essenza materica è una delle tendenze per gli interni. Queste 3 splendide ville umbre sono accomunate da uno stile rustico contemporaneo,  reso tale attraverso tocchi di colore e pezzi di design.

1.Tradizione rivisitata

Il calore del soffitto con travi a vista e il pavimento in pietra sono un ricordo del passato che rende accogliente questa villa. Le pareti bianche danno luminosità, mentre la scelta di un colore forte come il rosso, presenza fissa negli accessori di ogni ambiente, rappresenta una scelta vincente per dare uniformità. Una tonalità difficile, ma qui usata a piccole dosi e abbinata a tonalità neutre come il grigio o al suo colore complementare, il verde.

via homeadore

 

2. Un casolare in pietra ravvivato da colori brillanti

Il carattere delle pareti in pietra è innegabile all’interno di questo casolare completamente ristrutturato. Elementi come il camino e la cucina sono stati interpretati in forme attuali in favore della praticità. Arredi moderni e colorati sono una nota vivace e piacevole e non mancano elementi di recupero come i tavolini del salotto ricavati da due vecchie ante in legno o i divanetti esterni realizzati con dei pallet. Ogni dettaglio è curato con massima attenzione per una risultato giovane e fresco.

via  home info

3. Dettagli etnici

Di questa coloratissima villa stupisce la perfezione con cui ogni ambiente è stato reinterpretato e valorizzato. Richiami etnici come le stampe dei cuscini, i tappeti e l’utilizzo di ceste in paglia e cappelli come elementi decor sono  in perfetta armonia con l’involucro rustico.

via Adela Parvu

 

28 Febbraio 2017 / / Design

CESAR sarà presente a Palazzo Litta con il progetto Fra(m)menti by Garcìa Cumini

In occasione della Milano Design Week CESAR sarà presente a Palazzo Litta per la collettiva “A matter of Perception” con il progetto Fra(m)menti by Garcìa Cumini dal 4 al 9 Aprile 2017 

Come suggerisce il gioco di parole, Fra(m)mentisvela un’invisibile unione di menti: collega, separa e unisce, evidente metafora della molteplicità di connessioni tra due o più persone e tra le persone e gli oggetti.  
Un solo punto fermo, a centro sala: la cucina UNIT di Cesar firmata da Garcìa Cumini.
Tutt’intorno un gioco di specchi mette in relazione prodotto e osservatore, invitandolo ad uno scatto fotografico, da condividere in una o più  interazioni social.
Attraverso le sue infinite emanazioni, ogni specchio dà vita ad una connessione esclusiva, perché unico è il punto di vista dell’osservatore, il riflesso, il modo di interagire.

CESAR sarà presente a Palazzo Litta con il progetto Fra(m)menti by Garcìa Cumini

UNIT, sistema progettuale dinamico e leggero, libero dai vincoli delle pareti, è il perfetto interprete di una messa in scena che coinvolge il pubblico in un’esperienza a tutto tondo. Il design, connotato dall’assenza di spigolosità, le linee archetipe che richiamano una estetica della memoria, catturano l’attenzione del pubblico, invitandolo all’interazione. 
Gli specchi creano tra loro una rete, una catena immaginaria simile ad una formula alchemica che, a sua volta, riflette se stessa infinite volte, permettendo allo spettatore di perdersi nello spazio, fino a farsi “attore” di una personalissima visione.
CESAR sarà presente a Palazzo Litta con il progetto Fra(m)menti by Garcìa Cumini
CESAR sarà presente a Palazzo Litta con il progetto Fra(m)menti by Garcìa Cumini
CESAR sarà presente a Palazzo Litta con il progetto Fra(m)menti by Garcìa Cumini



28 Febbraio 2017 / / Coffee Break

In questa mansarda progettato interamente nei toni del grigio, l’unico colore che spicca è il verde.
Non solo le numerose piante che la popolano, ma le particolarissime piastrelle della cucina, in verde anch’esse, ne contribuiscono a spezzare il tono monocromatico.

Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura