16 Marzo 2017 / / Dettagli Home Decor

Il cartone sarà protagonista dell’allestimento per l’evento espositivo Din - Design In 2017
Il cartone sarà protagonista dell’allestimento per l’evento espositivo Din – Design In 2017, ma il concept che si sviluppa da questo tipo di materiale si evolve ulteriormente assecondando linee più eleganti e un’offerta rivolta principalmente all’allestimento di spazi commerciali o shop di qualunque tipo.

Se in passato vi siete fatti convincere da chi sosteneva che il cartone non potesse diventare un elemento fondamentale per creare complementi d’arredo, se neanche le sperimentazioni più creative di chi dal cartone ha creato credenze e librerie vi hanno convinto, allora preparatevi, al Din – Design In 2017, ad accogliere una prospettiva diversa perché gli arredi di Carton Factory  offrono una gamma di prodotti dal design elegante e pensato proprio per dare nuova vita agli spazi vuoti. E non solo, presente sul campo anche Be Different con la fornitura di parte dell’allestimento esterno realizzato con l’innovativo polymass.

Be Different si presenta in contemporanea al Salone del Mobile di Milano, in occasione della Design Week 2017, esponendo al centro dello spazio Din – Design In 2017, per il Fuorisalone in zona Lambrate, le nuove collezioni caratterizzate dai propri materiali denominati e certificati come PolyMass (polistirene espanso con rivestimento polimerico) e CoolCard (fibra di cartone con copertura colorata).


Il cartone sarà protagonista dell’allestimento per l’evento espositivo Din - Design In 2017
Sarà proprio “Carton Factory by Be Different” che con i propri materiali e prodotti caratterizzerà l’allestimento del padiglione espositivo del particolare spazio milanese. Materiali innovativi che permettono la realizzazione anche in serialità personalizzate di prodotti da interno ed esterno, leggeri, eco-friendly, sicuri, indeformabili ed economicamente convenienti.


Be Different realizzerà in questa occasione parte dell’allestimento esterno dedicato al Food fornendo tavoli e sedute in polymass per Weating, l’edizione zero dell’evento by Din – Design In 2017  dedicato al food truck d’eccellenza che si svolge nei due spazi  adiacenti alla location, allestiti come una vera e propria area ristoro.


EPS High Density, è la molecola che una volta rivestita con resine poliuretaniche, genera il nuovo ed esclusivo materiale  denominato Polymass; un prodotto che si caratterizza per la grande duttilità essendo lavorabile senza vincoli di stampi e personalizzabile con diverse finiture; la sue straordinarie caratteristiche quali: leggerezza, galleggiamento, impermeabilità, autoestinguenza fonoassorbenza, termicità, ecosostenibilità, permettono la realizzazione di tutto ciò che prima non era nemmeno pensabile.


Il cartone sarà protagonista dell’allestimento per l’evento espositivo Din - Design In 2017

Carton Factory è un brand di eco design italiano che progetta e realizza scatole da imballaggio industriale. Con lo scopo di elevare il cartone al design ed all’architettura dando vita a vere e proprie creazioni artistiche ed ecologiche. Includendo l’uso di materiali riciclati e riciclabili e una lavorazione a basso impatto ambientale, risponde efficacemente all’evoluzione del mercato ed alle esigenze dei consumatori, sempre più interessati ad arredare la casa in modo ecologico, senza rinunciare allo stile e al design.


Il cartone sarà protagonista dell’allestimento per l’evento espositivo Din - Design In 2017

Riconfermato quest’anno come sponsor tecnico all’allestimento di Din – Design In 2017, parteciperà realizzando dei cubi espositivi bianchi testati per reggere fino a 50 kg e delle vetrine espositive, rigorosamente in cartone, per il Temporary dedicato al gioiello di design. Tutti i prodotti forniti sono costituiti da elementi modulari facili da montare e si presentano come veri e propri espositori dedicati a spazi commerciali fortemente caratterizzanti per le aree da allestire.


La location scelta da Din – Design In 2017 offre un’atmosfera industriale ritenutaancora una volta perfetta per fare da sfondo ai prodotti di design esposti. L’area rispecchia infatti i trend più attuali rispettando allo stesso tempo i criteri espositivi scelti fino a questo momento da Promotedesign.it: risaltare senza farsi notare. A riempire gli spazi, oltre i progetti di design selezionati, supporti di cartone dalle linee essenziali e colori tenui. Materiali, forme e colori sono stati sviluppati in maniera coerente, in modo tale da creare un contesto che sappia accogliere e mettere a proprio agio. 

La scelta di Carton Factory by Be Differentribadisce a gran voce i valori di Promotedesign.it, quelli legati alla sperimentazione e l’originalità per un allestimento che va oltre il consueto e l’aspettato. Se voi siete pronti quindi, anche Din – Design In 2017 lo è.  Dal 4 al 9 Aprile non c’è impegno che tenga: il buon design vi aspetta in zona Lambrate, precisamente in via Sbodio, 6/ via Massimiano,9 e dove altrimenti?


Din – Design In

Dal 4 al 9 aprile 2017

Via Massimiano 6 / via Sbodio 9 (Zona Lambrate)

Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 20

mercoledì 5 fino alle 24

Ingresso libero

Website: promotedesign.it

Facebook: facebook.com/Promotedesign

Twitter: @Promote_design

YouTube: youtube.com/user/PromoteDesign

Instagram: instagram.com/promotedesign.it

Pinterest: pinterest.com/promodesign





16 Marzo 2017 / / Paz Garden

Ma quanto è bella la Primavera? Lo so non è ancora ufficialmente arrivata ma ormai la sentite anche voi questa incredibile energia e questa voglia frizzante di fare vero?

Oggi per la serie di post dedicati al nostro amore per gli Styling ho intervistato la bravissima Mimmi Staaf…vi dice niente il fatto che lavori per la famosissima agenzia immobiliare Fantastik Frank?
Di lei amo lo stile giocoso (come lo definisce lei), la semplicità con cui riesce a far risplendere gli oggetti riuscendo a regalare loro lo Spazio di cui hanno bisogno per vivere di luce propria. E’ insieme minimalista e poetica ma anche allegra e divertente nelle combinazioni di colori.
Il suo primo amore è ridare nuova vita ai mobili e ai complementi di arredo rivestendoli con tappezzerie meravigliose, ma il suo è un mondo creativo in continua evoluzione, ricco di possibilità e aperto ad eventi creativi come workshops o allestimenti, per non parlare della selezione sempre più ricercata che riguarda l’esposizione del suo Concept store di base a Stoccolma.
Curiosi di conoscere i suoi trucchi del mestiere? 😉

ps. le foto dei suoi Styling per Fantastic Frank sono del bravissimo fotografo (e suo compagno) Joakim Johansson.

Come sei diventata Interior Stylist?

Ho aperto un laboratorio/negozio di tappezzeria circa 4 anni fa, è stato pubblicato su alcune riviste e sono quindi stata invitata da un’agenzia (molto di tendenza) immobiliare di Stoccolma, Fantastic Frank, a essere la loro Stylist ospite per creare lo styling di un appartamento seguendo il mio stile (loro sono soliti invitare artisti, designer e persone che ritengono interessanti, a fare proprio questo, in modo che possano aggiungere il loro tocco personale all’interno di un appartamento messo da loro in vendita).
Dopo di che ho iniziato a lavorare con alcuni dei loro oggetti e da li’ è cominciato tutto.
E’ davvero “una grande scuola”, si visita un appartamento per un giorno intero insieme ad un fotografo e si ha un tempo limitato e poca roba per rendere questo luogo il migliore possibile riuscendo ad essere creativi aggiungendo poche cose, ma soprattutto bisogna usare e riorganizzare quanto già esiste nell’ appartamento. E ovviamente ogni casa cambia ogni volta!
Questo è un bell’allenamento mentre studi tutto per far si che l’immagine creata sia perfetta.
Lavoro ancora con Fantastic Frank, ma lavoro anche un po’ per conto mio, prendendo ciò che viene e che sembra divertente 🙂

Come descriveresti il ​​tuo stile e cosa consideri davvero di tendenza nella tua vita?
Oh .. non mi piace la parola tendenza! Suona così insostenibile, come se spingesse a consumare velocemente, cambiando ogni volta tutto e sostituendo sempre qualcosa.
Ma naturalmente io sono una parte delle tendenze e ne risente anche il mio business.
Il mio stile è abbastanza nordico credo, un po’ minimalista ma con un tocco giocoso, colori soft, una base morbida, il legno chiaro, e poi insieme all’influenza delle tendenze cambiano i dettagli, i colori.

Qual è la prima cosa che fai quando cominci un nuovo progetto?
Cerco di catturare quel sentimento su cui il progetto deve essere fondato. Forse una combinazione di colori, materiali, mi chiedo qual è o potrebbe essere la caratteristica di questo progetto? E poi raccolgo ispirazione intorno a questo.
Quali sono i tuoi consigli per mantenere in perfetto equilibrio decorazione e semplicità?
Cercare di ottenere una base tranquilla e piacevole che non ci stanca di, allora è possibile modificare i dettagli con il passare del temp o delle tendenze. Sforzarsi di avere spazio per lo stoccaggio, si ha sempre un sacco di cose non belle, ma necessarie. Assicurarsi di non vederle tutto il tempo, cercando di avere sempre un posto per ognuna delle tue cose, in modo da mantenere la vostra casa e le aree più facilmente pulite.

Una bella casa è fatta di… ?
Impegno, Tempo e Amore 🙂

Qual è il genere di progetto a cui preferisci lavorare?

Voglio costruire la mia casa e decorarla, riuscire a lavorare in base alle limitazioni che si hanno, fare quasi tutto da sola e provare prima o poi tutte le idee migliori che ho!

photos Mimmi boutique by Marta Vargas 

Ti va di condividere con noi alcuni dei link o delle risorse che trovi particolarmente utili per te e il tuo lavoro?

Oh, penso che PINTEREST è il miglior strumento! Sul mio profilo, raccolgo quello che mi ispiramia ispirazione da tutti i tipi di siti web e blog, è molto soddisfacente riuscire a raccogliere in un unico luogo tutto quello che ti piace.

How you came to be an stylist?

I started a shop/upholstery workshop about 4 years ago, It was published in some magazines and I got invited to ”hip” real-estate agent in Stockholm, Fantastic Frank, to be their guest stylist, styling an apartment in my style (they invited artist, designers and people they thought were interesting, to do this, to set their touch on a home). After that I started working with some of their objects and thats really how it started.

It is a great ”school”, you go to an apartment for one day together with a photographer and you have limited time and stuff to make this look as good as possible and be creative with adding some stuff, but mostly use and rearranging the already existing stuff in the apartment. And its really different homes you go to! So you get a lot of training to solve and get things looking good for the picture.

I still work with Fantastic Frank, but also do a a bit of own work on the side, whatever comes up and sounds like fun 🙂

How would you describe your style and what is really trend in your life?
Oh.. I don’t like the word trend! It feels so unsustainable, like it urges to fast comsumption, to change all the time and replace your stuff all the time.
But of course I am a part of trends and get affected to be in the business. My style is quite nordic I think, a bit minimalistic with a playful touch, calm colors, a soft base, light wood, and then with the time and influence of trends and so on the details, colors and more changes.
What is the first thing you do when you start a new design project?
Try to capture a feeling of where the project should be founded in. Maybe a colour scheme, materials, what is or could be the characteristic with this project? And then gather inspiration around this.

What are your top tips for a perfect balance in decorating and remaining simple?
Try to get a calm and nice base that you don’t get tired of, then you can change the details as time and influence goes on. Give much effort to storage, you always have a lot of not so nice looking, but necessary, stuff, ensure you don’t have to see them all the time, and try to get a place for each one of your stuff, that makes it easier to keep your home and areas clean. 

A beautiful house is made of…?
commitment, time and love 🙂

Do you have a favourite type of design project you like to be involved with?
I want to build my own house and decorate it, to get to work from the limitations you got, do much by your selfe and try out all the best idéas I got! 

Do you want to share with us some of the web links or resources you find really inspiring for you?
Oh, I think PINTEREST is the best tool! On my account Mimmi Staaf, I save my inspiration from all sorts of websites and blogs, it so satisfying collecting everything in one place and create you own palette.

SalvaSalvaSalvaSalva

16 Marzo 2017 / / Dettagli Home Decor

Idee e ispirazioni per progettare il giardino perfetto per i bambini

Una piccola giungla urbana ricreata nel giardino di casa per la gioia e il divertimento dei più piccoli.

Vivere in città in una casa che dispone di uno spazio verde privato è certamente un grande vantaggio ma occorre progettarlo con attenzione. 
In giardino, grande o piccolo che sia, i bambini possono giocare, correre, divertirsi con i propri amici stando a contatto con la natura e in tutta sicurezza. 

Se i vostri bambini amano giocare all’aperto, arrampicarsi sugli alberi, e non possono fare a meno di disegnare, allora prendete spunti e idee da questo fantastico giardino progettato a misura di bambini!

Uno spazio ricco di soluzioni fai da te e dove la natura è la protagonista.

Idee e ispirazioni per progettare il giardino perfetto per i bambini
Idee e ispirazioni per progettare il giardino perfetto per i bambini
Idee e ispirazioni per progettare il giardino perfetto per i bambini
Idee e ispirazioni per progettare il giardino perfetto per i bambini
Idee e ispirazioni per progettare il giardino perfetto per i bambini
Idee e ispirazioni per progettare il giardino perfetto per i bambini
Idee e ispirazioni per progettare il giardino perfetto per i bambini
Idee e ispirazioni per progettare il giardino perfetto per i bambini
Idee e ispirazioni per progettare il giardino perfetto per i bambini


16 Marzo 2017 / / Idee

NORD PIUMINI, sbarca anche in cucina con il tessile dedicato a uno dei luoghi più vissuti della casa.

Presenta oggi dei kitchen towels colorati e versatili. I canovacci Gardenland, utili nelle più svariate modalità come asciugapiatti o tovaglietta da tavolo e da thè.

16838144_10208257399023574_322919829_n16901460_10208264854089946_1194412901_n

www.nordpiumini.it

16 Marzo 2017 / / Idee

laoliva.es

Ci sono le dune di sabbia bianca, le immense spiagge lambite da acque cristalline, gli incredibili colori, e poi c’è il vento, talmente impetuoso da averle donato il nome: sto parlando di Fuerteventura
la seconda isola più grande dell’arcipelago delle Canarie. Soprannominata “La Isla Tranquila”, Fuerteventura è la meta perfetta per chi ama la natura selvaggia, lo sport, il relax, la fotografia paesaggistica: dei suoi 326 km di costa, 77 km sono spiagge caratterizzate per la sua finissima sabbia bianca, anche se non mancano suggestive spiagge nere di origine vulcanica, come quella di Ajuy. 

Isoladiforteventura.com
enjoyfuerteventura.net
Grazie al vento costante, Fuerteventura è il paradiso degli amanti di Wind e Kitesurf, ma non mancano insenature in cui fare il bagno riparati dalle grandi onde dell’Oceano, come le calette chiamate “le lagune” a El Cotillo.

news.fidelityhouse.eu
Tra le spiagge più belle, da non mancare quella del Parque Natural Las Dunas de Corralejo, distante solo un centinaio di chilometri dal deserto del Sahara, da cui il vento trasporta la sabbia che forma le dune.
Nella penisola di Jandia, a sud dell’isola, si trova la rinomata spiaggia di Playa de Sotavento, un’incontaminata ed immensa distesa di sabbia bianca dove, al calare della marea, si formano suggestive dune e bacini di acque trasparenti.

‘el cotillo beach in fuerteventura island on sunset’ – Ramon grosso dolarea
Ma l’isola non offre solo paesaggi marini: vale la pena di noleggiare una macchina e dedicare un paio di giorni alla scoperta dell’entroterra, caratterizzato da un paesaggio decisamente brullo ma non per questo monotono. Formato da colline, di cui la più alta raggiunge i 1000 metri, offre paesaggi emozionanti dai colori che variano dal rosso al nero, dal marrone al bianco, sotto un cielo blu cobalto. Per ammirare un panorama mozzafiato che abbraccia tutta l’isola, bisogna salire al belvedere di Mirador Morro Velosa, presso Antigua, la zona dei mulini a vento.

Voglioviverecosi.com
Per quanto riguarda i centri abitati, caratterizzati dalle basse costruzioni in mattoni dipinte a calce, vale la pena di visitare Betancuria, l’antica capitale fondata dal francese Jean de Béthencourt, primo esploratore a sbarcare alle isole Canarie a inizio del 1400.
Puerto del Rosario, la capitale di Fuerteventura, è famosa oltre che per le sue spiagge , per il Parque Escultorico, un bellissimo museo all’aria aperta comprendente una cinquantina di sculture.
Infine, una delle zone più belle di tutta Fuerteventura è quella della municipalità di La Oliva, ricca di attrazioni, come le già citate spiagge di dune, l’isolotto di Los Lobos, e Corralejo, un antico villaggio di pescatori con il suo porto caratteristico affollato di locali.
Sempre a La Oliva si trova inoltre l’esempio più importante di architettura delle Canarie dell’intero arcipelago: il Palazzo del Municipio, conosciuto anche con il nome di Casa de los Coroneles (Casa dei Colonnelli). 

Casa dei Colonnelli La OLIVA
Viagallica.com
Fuerteventura è indubbiamente un paradiso, grazie alle meravigliose attrazioni naturali e al clima mite che la caratterizza lungo tutto l’arco dell’anno: inoltre è anche facile da raggiungere, grazie ai voli per Fuerteventura che in sole quattro ore vi portano a destinazione, come per esempio quelli di Neos Air che partono da ben quattro città: oltre Roma e Milano, infatti, è possibile partire da Verona e Bologna, senza scali e a prezzi molto convenienti.