3 Aprile 2017 / / Design

Cominciamo la settimana carichi: inizia la Milano Design Week e bisogna programmare bene gli eventi. Oggi vi porto in zona Sant’Ambrogio.

English version >>http://bit.ly/2oNYOAE

………

Anche quest’anno ci siamo, la Milano Design Week sta per cominciare. È vero, quest’anno è un po’ in anticipo rispetto al solito, ma diciamo che Pasqua ha avuto la meglio.

Io però un mesetto fa vi avevo avvertito e avevo cominciato a raccontarvi qualcosa di questo Salone (e Fuorisalone) del Mobile 2017: va bè, se ve lo siete persi potete andare a questo link.

Diciamo che questo post era solo un assaggio, concentrato principalmente sulla Fiera. Se però come me non siete amanti del Salone (però non ditelo a nessuno), ma preferite girare a zonzo per Milano, i post di questa settimana sono per voi.

Ho scelto alcuni appuntamenti a cui spero proprio di andare, interessanti per gli spunti di riflessione proposti e per i pezzi in esposizione. Ma anche perché in questi luoghi si mangerà e berrà come si deve 🙂

Perché siamo sinceri: la settimana del Design è anche un’occasione per divertirsi e godersi la nostra amata Milano.


Il design è uno stato a sé. E Milano è la sua capitale. @iSaloniofficial
Condividi il Tweet


SI COMINCIA: 2 APPUNTAMENTI DA NON PERDERE IN ZONA SANT’AMBROGIO

Vi dirò la verità: tanti impazziscono per zona Tortona (che mi piace e di cui vi parlerò nei prossimi giorni), però il posto d’onore nel mio cuore ce l’ha zona Sant’Ambrogio.

Innanzitutto per tutti gli edifici storici meravigliosi che potrete vedere anche solo passeggiando per le strade del quartiere. Monumenti che testimoniano una Milano Romanica forse poco conosciuta.

Proprio in uno di questi splendidi luoghi c’è il quartier generale della zona: la corte dell’ex-convento di S. Vittore, numero 49.

Proprio qui avrà luogo per tutta la settimana DOUTDESIGN, giunto ormai al suo 5° anno. I protagonisti sono i designer under 35 e le startup innovative del settore.

Un occhio di riguardo come sempre a sostenibilità sociale ed ambientale: il ciclo di vita dei materiali e dei prodotti, l’impatto ambientale della produzione sono temi cari agli organizzatori.

I giovani designers sono i prescelti in quanto maggiormente in confidenza con le nuove tecnologie: una confidenza che si traduce in sperimentazione e immaginazione di un futuro sempre più iper-connesso e accessibile.

zona Sant'Ambrogio

http://zonasantambrogio.com | Caotè – food truck

zona Sant'Ambrogio

http://zonasantambrogio.com | DOUTDESign

Continuiamo con INHABITS – Milano Design Village, prima edizione di un’esposizione dedicata al design e all’architettura, che si svolgerà per tutta la settimana in Piazza del Cannone, in Parco Sempione.

I protagonisti dell’allestimento sono 5 moduli abitativi o Living Units (italiani e internazionali) realmente utilizzabili, smontabili e trasportabili; spazi urbani itineranti, progetti dedicati alla sostenibilità urbana e all’energia rinnovabile.

Il filo conduttore sono le abitudini che cambiano, così come l’attualità socio-politica; cambiamenti che richiedono una riflessione attenta sul modo di vivere e sulla percezione dello spazio pubblico cittadino.

INHABITS sarà un punto di incontro tra progettisti e istituzioni, per scoprire soluzioni e tecnologie che cambieranno i nostri modi di vivere.

zona Sant'Ambrogio

http://zonasantambrogio.com | INHABITS

VOGLIAMO PER CASO NON PARLARE DELLA TRIENNALE?

Immancabile l’esposizione annuale della Triennale di Milano, che ha aperto i battenti il primo aprile. Quest’anno la mostra è dedicata ai bambini e all’infanzia e conseguentemente al mondo del design e dell’architettura che hanno lavorato per loro.

Si comincia con un ouverture a cura di Stefano Giovannoni, che è anche Direttore Artistico della mostra; ouverture dedicata al design ludico con una forte anima figurativa e pop. Si continua con suggestioni visive e percettive che guidano i visitatori nelle sezioni tematiche della mostra: arredi, giochi, architetture, animazioni e strumenti.

Ogni sezione è intervallata da un approfondimento su un professionista della storia del design e dell’educazione: Bruno Munari e Riccardo Dalisi, per citarne alcuni.

1 APRILE 2017 – 18 FEBBRAIO 2018 

TRIENNALE DESIGN MUSEUM

zona Sant'Ambrogio

www.triennale.org | © Gianluca Di Ioia – La Triennale

L’articolo Milano Design Week: gli appuntamenti da non perdere in zona Sant’Ambrogio e in Triennale sembra essere il primo su VHD.

3 Aprile 2017 / / GiCiArch

La zona operativa della cucina è sicuramente la parte più soggetta a macchie e aloni. E’ possibile rivestirla in maniera elegante, moderna ed originale, senza tralasciare l’aspetto pratico e funzionale.

Fino a pochi anni fa le cucine venivano interamente rivestite, o quasi, di piastrelle, soluzione estetica di dubbio gusto e sicuramente poco adatta alle modene cucine e open space con zona living annessa.

La zona cottura-lavello, è una zona di lavoro, per questa ragione la scelta dei materiali oltre al gusto estetico deve tener conto della presenza di acqua, olio, calore, ecc. perciò il materiale scelto dovrà esser resistente a liquidi ed alte temperature.

Il rivestimento dovrà esser montato tra le basi e i pensili, in modo da preservare la parete da schizzi.
In commercio troviamo numerosi materiali che possono riscondere a questa esigenza, dalle classiche piastrelle, alla resina, materiale particolare e moderno. Inoltre si possono trovare verici a smalto, lavabili, pietre naturali e non, grès porcellanato, alluminio, carte da parati, plexiglass e vetro.

Ecco alcune proposte che si trovano in commercio, adatte a diversi stili di cucine,

Stone_Art di Marazzi

Schermata 2017-04-03 a 12.57.07

Si tratta di una collezione ispirata all’eleganza della pietra Limestone e si presta a svariate modalità di impiego. Molto attuale ed elgante, si adatta alle moderne cucine e zone living donando sensazioni di benessere.

Del Conca, co cor-ten, Wall

Schermata 2017-04-03 a 13.05.28

Decorazione ceramica di design, molto interessante la finitura ad angolo, sagomata grazie agli elementi speciali.

Biopietra- Firenza

Schermata 2017-04-03 a 13.09.16

Pietra bio disponibile in 4 colorazioni differenti. Adattabile ad ambienti moderni e classici.

Parete in vetro-Vetreriagbm

Schermata 2017-04-03 a 13.12.20

Soluzione di design personalizzabile nei colori e nelle misure. Per cucine eleganti e minimal.

Parete smalto-Delta decor

Schermata 2017-04-03 a 13.16.13

Parete colorata con vernice a smalto, soluzione semplice, di veloce realizzazione e di grande effetto.

Inkiostrobianco-carta da parati

Schermata 2017-04-03 a 13.19.17

Carta da parati in fibra di vetro, soluzione di design per moderne cucine e open space.

 

 

 

fonte:

http://www.cosedicasa.com

 

3 Aprile 2017 / / Dettagli Home Decor

I vantaggi di scegliere un pavimento in laminato

Quando si deve rinnovare il pavimento di casa ma si dispone di un budget limitato, la scelta ottimale è un bel pavimento in laminato, una soluzione economica e veloce.


Disponibili in diverse dimensioni, finiture e colori, i pavimenti in laminato hanno il grande vantaggio di poter essere subito calpestabili, inoltre nella maggior parte dei casi offrono una posa flottante, ovvero ad incastro, caratteristica che consente di poterli posare fai da te.



I pavimenti in laminato sono perfetti per chi desidera una soluzione estremamente pratica e funzionale, infatti sono molto resistenti ai graffi, al continuo calpestio, all’acqua e non richiedono una particolare manutenzione come invece accade con i pavimenti in legno. Grazie alla loro resistenza all’acqua i pavimenti in laminato possono essere posati anche nella stanza da bagno.

Oltre a queste caratteristiche tecniche, i pavimenti in laminato sono esteticamente belli in quanto riproducono le stesse caratteristiche di un vero e proprio pavimento in legno con tutte le sue venature, inoltre non sono soggetti al processo di ossidazione tipico del legno, per questo la tonalità di colore della pavimentazione non cambia con il passare del tempo.


I pavimenti in laminato disponibili in commercio sono di due tipologie: Dpl e Hpl. Il primo è decisamente più economico e meno resistente in quanto composto da una singola pressatura, mentre la versione Hpl è pressato ad alta temperatura e quindi più compatto e resistente. 


Molti laminati in commercio sono caratterizzati da uno spessore minimo che permette la posa sopra ad un pavimento esistente, pertanto si potranno evitare ulteriori costi per smantellare il vecchio pavimento. I pavimenti in laminato possono essere posati anche in ambienti dotati di riscaldamento a pavimento.

Rispetto ai tradizionali pavimenti in legno, per la pulizia giornaliera è sufficiente passare un panno in microfibra inumidito in acqua tiepida e ben strizzato. Una volta la settimana si può inoltre utilizzare un detergente neutro, evitando di stendere cere e qualsiasi altro prodotto indicato invece per il parquet.


I vantaggi di scegliere un pavimento in lamintao
pavimento in laminato Nordic Soul di TARKETT


I vantaggi di scegliere un pavimento in laminato
pavimento in laminato EMPIRE di Woodco


I vantaggi di scegliere un pavimento in laminato
pavimento in laminato Rovere Miele di NordHolz


I vantaggi di scegliere un pavimento in laminato
pavimento in laminato Noce Colorado di NordHolz


I vantaggi di scegliere un pavimento in laminato
pavimento in laminato Rovere Grigio Bruno di PERGO


I vantaggi di scegliere un pavimento in laminato
pavimento in laminato Pino Cottage di PERGO


I pavimenti in laminato sono in vendita nei punti vendita specializzati in rivestimenti ma si possono acquistare anche nei negozi di bricolage, così come da Ikea, tutto dipende dal budget a disposizione. I prezzi partono da circa 5,00 € al mq fino a superare i 100,00€ al mq, ai quali occorre aggiungere il costo della posa. 

Anche se è molto facile posare un pavimento in laminato, se non siete esperti di lavori fai da te vi suggeriamo di contattare un esperto. Andate su Fazland per trovare il preventivo più basso per la posa del vostro nuovo pavimento!



3 Aprile 2017 / / Design

©SalonedelMobile
Buon inizio settimana cari amici! Per gli amanti del design e per i professionisti del settore quella che inizia oggi non è una settimana qualsiasi: la Milano Design Week apre ufficialmente i battenti domani, martedì 4 aprile, per chiudere domenica 9 aprile.
Attorno al fulcro tradizionale del Salone del Mobile a Rho si sviluppa il Fuorisalone, una girandola di eventi, mostre, cocktail, feste, incontri che coinvolge tutta la città in una festa unica al mondo.
Visto che molti eventi prevedono una pre-iscrizione, vi consiglio di visitare uno per uno i siti dei distretti, per non avere sgradite sorprese.
Come promesso nel mio precedente articolo, ecco una veloce panoramica sui distretti del design:
BRERA DESIGN DISTRICT
Il tema di Brera Design District 2017 è una citazione di Bruno Munari: “progettare è un gioco, giocare un progetto”.  Tappa “obbligata” del tour, piacevole isola di palazzi vecchia Milano circondata ormai da grattacieli in vetro e acciaio, un po’ boho chic, è un fazzoletto di pochi isolati ad alta densità artistica.
Si comincia con la visita alla Pinacoteca, all’Accademia di Belle ARti e alla bellissima chiesa sconsacrata di San Carpoforo, per l’evento White in The City, con installazioni ed esposizioni sul tema del bianco proposte da architetti e designer di fama internazionale. Da non perdere!
La notte bianca del quartiere, la Brera Design Night si svolgerà venerdì 7 aprile con l’apertura prolungata degli showroom e una serie di eventi speciali che animeranno il distretto.
Progetti speciali:
The Visit è un appartamento in via Palermo 1 allestito da Studiopepe per celebrare il rito della visita, proponendo un’esperienza che narra storie, stili, e ricerche in una certa atmosfera milanese. Visitabile solo su appuntamento. Per info: welcome@thevisit.it
Brera Design District diventa una cartolina grazie all’app gratuita Artwalks. Camminando per Brera durante il Fuorisalone sarà possibile creare cartoline personalizzate da inviare e condividere sui canali social.
Sito ufficiale: breradesigndistrict
brera design district
©BreraDesignDistrict
LE 5 VIE
E’ il cuore antico di Milano, tra i reperti della città romana, le chiese e i chiostri medievali, architettura moderna e nuovi spazi in via di recupero. Un dedalo di vie strette e contorte tra Via Santa Marta, Via Santa Maria Podone, Via Santa Maria Fulcorina, Via Bocchetto e Via del Bollo.
Oltre agli eventi in programma, godetevi lo spettacolo del trompe l’oeil dipinto dal Bramante nella centralissima chiesa di Santa Maria presso San Satiro, opera unica e imperdibile. 
Sito ufficiale: 5vie
TORTONA DESIGN WEEK
Il logo rappresenta il profilo di una fabbrica, e non potrebbe essere altrimenti per un quartiere fatto di vecchie manifatture in disuso, oggi ambiti gioielli di archeologia industriale recuperati e riconvertiti in laboratori artigiani, show room, case di moda e ristoranti chic. A un passo dal Naviglio grande, questo distretto è uno dei più importanti, con oltre 180 eventi previsti, e merita una giornata intera, con sosta serale nella movida dei Navigli.
Da non perdere, in via Tortona 27, il Superdesign Show di Superstudio, il luogo iconico del design a Milano, 17.000 mq di spazi espositivi tra industrial design, art-design, artigianato d’autore, tecnologia, automotive, oggettistica per la casa il lavoro i viaggi l’intrattenimento, tessile, decorazione, stampa 3D e tutto ciò che il design propone al passo con i tempi.
Sito ufficiale con lista degli eventi: Tortona Design Week Milano
©Superstudio
VENTURA LAMBRATE E VENTURA CENTRALE
Nato nel 2010 su iniziativa di Ventura Project, l’organizzazione che promuove eventi temporanei nella zona di Lambrate, alla periferia est di Milano, questo distretto si propone come hub sperimentale, fucina di talenti creativi. Per il 2017 il tema centrale sono le nuove tecnologie che cambieranno il futuro.
A Ventura Lambrate sarà protagonista anche la Svezia con parte del programma Swedish Design Moves. Tra le tante partecipazioni rilevante quella di Ikea che organizza un festival Ikea, con la presentazione di 6 nuove collezioni.
La novità di quest’anno è il nuovo progetto Ventura Centrale, che aprirà al pubblico per la prima volta i locali degli ex magazzini Raccordati, collocati sotto i binari della stazione Centrale, con un’esposizione che presenterà una selezione di design di altissimo livello.
Sito ufficiale:venturaprojects
©VenturaProject
PORTA VENEZIA IN DESIGN
Questo è il mio quartiere del cuore, quello in cui sono cresciuta e dove ho vissuto per tanti anni. Tra bellissimi palazzi in stile Liberty, l’elegante corso Venezia e le sue facciate neoclassiche, i giardini pubblici e quelli nascosti, un percorso che valorizza negozi e aziende di design e, in contemporanea, i locali e i ristoranti del circuito food&wine, con la creazione di menu speciali e mostre legate al food design.
Sito ufficiale: portaveneziaindesign
©DoveViaggi
SANTAMBROGIO DESIGN DISTRICT
Uno dei distretti più recenti, giunge alla quinta edizione. La zona è centrale, tra piazza Sant’Ambrogio, dove sorge la basilica intitolata al patrono di Milano, e il Parco Sempione. 
In particolare presenta:
INHABITS Design Village, la prima edizione dell’evento dedicato ai moduli abitativi, al Parco Sempione.
DOUTDESign, la collettiva di giovani designer under 35, in via San Vittore 49.
EAT URBAN Street Food Festival, nell’affascinante giardino del quarter generale di Zona Santambrogio Design District, in via San Vittore 49: una selezione del miglior street food su ruote tra apecars e automezzi vintage, posizionati tra alberi e vialetti, che propongono pietanze gourmet italiane e internazionali. Ogni giorno sarà possibile far colazione, brunch, pranzo, aperitvo e cena. Eat Urban sarà il luogo ideale dove mangiare durante la settimana del Fuorisalone di Milano. 
Sito ufficiale: zonasantambrogio
©Zonasantambrogio
Muovendovi verso il parco Sempione, prevedete poi una sosta alla Triennale, nel bellissimo palazzo ai bordi del parco, fulcro culturale della città dal 1923. Tra le esposizioni in programma, ho scelto la mostra di ceramiche coreane presentata dalla Korea Craft & Design Foundation.
©Korea Craft & Design Foundation
Oltre a questi distretti storici, debuttano quest’anno l’Isola design district, sotto i nuovi grattacieli di Porta Nuova, Sarpi Bridge nel quartiere cinese con l’oriental Design Week e Design Cadorna.
LINK UTILI
Salone del Mobile Milano sito ufficiale
Gli espositori del Salone incontrano la città: appuntamenti dal salone alla città.