5 Aprile 2017 / / GiCiArch

Se state pensando di rinnovare il look della vostra casa ecco alcune idee e trucchi per un ottimo restyling giocando con colori e accessori.
Basterà cambiare il colore delle tende, magari qualche tappeto, ed i cuscini dei divani per modificare l’aspetto della vostra sala living o della vostra camera.
Ma quali colori usare?

Ogni anno porta con sé nuove tendenze, sopratutto in fatto di colori, e le direttive per la primavera 2017 arrivano da Pantone, azienda americana che individua e cataloga le svariate sfumature di colore esistenti.

Schermata 2017-04-05 a 20.14.10

Il colore della primavera 2017 secondo Pantone è il Greenery, una sorta di verde con tendenze al giallo, il colore corrispondente al codice 15-043 è il colore della rigenerazione.

Trasformerà la vostra abitazione in una piccola oasi di pace, portando però anche un tocco di freschezza.

Schermata 2017-04-05 a 20.28.45

Sedia Tria Simple Wood di Colè


Candela e cero profumati Sinnlig di IKEA

Schermata 2017-04-05 a 20.33.04

Divano Normann Copenhagen

Il verde è il colore della natura, dell’energia, della vita.

E’ abbinabile a qualunque tipologia di arredi, è perfetto combinato con tinte neutre, ed è accostabile a tutta la linea di colori pastello.

Schermata 2017-04-05 a 20.37.32

Lampada sospensione Bloom di Kartell

Schermata 2017-04-05 a 20.40.46

Vaso Urban, Maison du Monde

Si tratta di una tinta decisa, il mio cosiglio è quello di non esagerare, si può giocare con i tessuti e i complementi d’arredo, anche con la pittura delle pareti, magari colorando solo una piccola parte o rivestendola con una delle tantissime carte da parati effetto jungla disponibili in commercio, che riprendono proprio questa tonalità particolare di verde.

Un’idea originale è quella di inserire alcune sedie di questo colore, magari alternandole con altre di colori neutri, anche in finitura legno.

Vi suggerisco questa palette per i vari abbinamenti di tessuti e complementi.

Schermata 2017-04-05 a 20.43.37

foto:

http://www.ikea.com

http://www.designmag.it

http://www.verdentro.it

http://www.maisondumonde.com

http://www.pantone.com

5 Aprile 2017 / / +deco

It is that time of year again, the Salone del Mobile has opened and from tomorrow I will be in Milan, ready to spot the news in the world of design and furniture!

The mission this year will be finding what is really original at the Salone del Mobile, not an easy task in this year sharing era!

I will post some images in the next few days. Do not miss the future posts!

Below there are some photos of +deco business cards, painted by me with splashes of colors (black, pink, forest green and red).

The post I biglietti da visita +deco pronti per Milano! appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

5 Aprile 2017 / / Design

Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali

Affacciato sulla baia di Porto Vecchio, questo rifugio con accenti contemporanei che mescola sapientemente legno, pietra e cemento, si sviluppa in perfetta armonia tra la montagna e il mare. 
Dalla terrazza, attrezzata con un grande tavolo per pranzare e cenare all’aperto, così come nella zona piscina, si gode di un panorama mozzafiato. Un bellissimo giardino con piante, alberi e cespugli, circonda l’intera casa.
Internamente la bella combinazione di legno e cemento uniti ai tessuti morbidi e naturali come il lino, contribuiscono a creare una piacevole atmosfera di relax. 
In ogni stagione, la vita si svolge dentro e fuori casa, nella massima libertà.
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali
Villa contemporanea al mare caratterizzata dall'uso di materiali naturali

Il progetto è stato realizzato dall’architetto Gilles Terrazzoni.

5 Aprile 2017 / / Home Lacò

  Spledida la vetrina del Salone  del Mobile a Milano, si corre tutto il giorno per fotografare location e oggetti meravigliosi… con il classico mordi e fuggi di un evento come questo e poi incontri Ivano e Kyre di Pretziada e sfrutti magari un’ora del tuo prezioso girovagare per Milano ascoltando il loro lavoro… io mi sono letteralmente innamorata…

Il lavoro di Ivano e Kyre è prezioso come il significato del loro nome “Pretziada” perchè è lento e fatto di ricerca e di tradizione, avendo scelto di lasciare Milano (città di Ivano) e New York (città di Kyre) per un territorio come quello della Sardegna per amore della loro ricerca, un percorso letteralmente opposto a quello della maggior parte dei giovani oggi.

Nel loro lavoro ancor prima dell’oggetto arriva il contesto, al contrario di quello che spesso accade nel modo del design e dell’architettura attraverso di loro è l’immaginario ad arrivare prima e non l’immagine.

La domanda è : come si può tramandare la conoscenza di saperi antichi restando con i piedi nel presente? e se questa tradizione  si trova arroccata a chilometri di distanza fra le montagne della Sardegna? come si fa?

Questo è quello che fanno Ivano e Kyre, conoscono la materia prima (la Tradizione), conoscono quel tipo di artigianato che è anche l’arte dell’uomo e costruiscono ponti fra i designer locali e stranieri per realizzare oggetti che parlano di scenari sardi e di oggetti non convenzionali…  il loro motto è “we seek out confusion and in it find he world” e cioè scavare a mani nude nella confusione per trovare il mondo.

Il senso dei questa  frase me lo hanno poeticamente raccontato ed esprime il loro mondo e la loro ispirazione, artisti e creativi devono mescolarsi con personalità diverse ed imparare dal contadino, dalla casalinga, dalla produttrice di tappeti, dal calzolaio per poter attingere ispirazione e per permettere al processo creativo di fare emergere i contrasti di cui oggi c’è bisogno.

Ogni oggetto che propongono è frutto di una storia e della tradizione sarda e così troviamo il classico stivale Pastore e imparo che quello era una volta l’unica scarpa indossata nel sud della Sardegna. Donne, uomini e bambini avevano tutti una coppia delle stesse scarpe, una per il paese e uno per la città, oppure i vasi sardi come il vaso cerchio fatto dall’ artigiano Walter Usai, un vasaio di quarta generazione dalla città di Assemini. Un vaso che richiama le mense romani originali, quando i soldati facevano scivolare le braccia attraverso il foro centrale e l’usavano appoggiandolo alla spalla.

Ecco credo che molti oggetti prodotti oggi potrebbero stare in qualsiasi luogo del mondo senza portare con se valore aggiunto , non che questo sia negativo di per sè, ma quello che piace a me oltre a soddisfare un gusto estetico, è sapere che c’è dell’altro e che se mai riuscirò a “possedere” quell’oggetto, sarà perchè ho conquistato molto di più …

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

L’articolo 03 | News dalla Milano Design week 2017 | Pretziada, la Sardegna e lo spazio Rossana Orlandi proviene da .

5 Aprile 2017 / / Design d' Ingegno

A tutti noi piace l’idea di poter contare su un pizzico di fortuna in più nella vita e come avevamo già visto nel nostro blog, il Feng Shui ha per scopo principale proprio quello di accrescere il benessere in casa favorendo il fluire della buona sorte.
Ricordiamoci, ovviamente, che queste non sono tradizioni e filosofie che fanno miracoli, ma possono invece diventare uno spunto interessante per rinnovare gli ambienti guidandoci nella riorganizzazione degli spazi.

Il Feng Shui fornisce le linee guida per disporre gli elementi in modo tale da rievocare le forze della natura e della mitologia cinese dei quattro animali celesti. Esso prende infatti dal mondo animale la sua simbologia delle forze naturali e così, attraverso la Teoria dei Quattro Animali, vengono interpretate e gestite le quattro direzioni, le quattro stagioni, i quattro elementi base della natura e così via.

Come propiziare la fortuna?

Per attirare la fortuna è necessario quindi rispettare i parametri indicati nel Feng Shui e le relazioni tra le forme, i colori, i materiali e l’orientamento degli arredi. Immaginiamo allora che questo sia possibile e vediamo come può cambiare l’aspetto di una stanza se cambiamo il modo in cui concepirla.
Le relazioni tra gli elementi naturali implicano una comunicazione energetica tra gli elementi all’interno di un’abitazione, poiché secondo la disciplina del Feng Shui è nel flusso continuo di energie positive che si muove la prosperità.

Come attirare le energie positive? Ecco i 5 step

Le energie positive si attirano “risvegliando” la forza di ogni elemento dell’arredo (siano essi in legno, metallo, ceramica, tessuto, pietra ecc..) e grazie alla risonanza che questa forza ha in rapporto agli elementi della natura.

In un certo senso, quindi, le energie positive vengono “attivate” in base alla loro collocazione e alla loro essenza materiale. Per ottenere questo sono necessari 5 passaggi da affrontare nell’organizzazione di un ambiente domestico.

1. Eliminare le negatività

La negatività può risiedere in diverse variabili di un arredo, inclusa la sua collocazione. Vanno quindi evitate le disposizioni a “L” perché creano simbolicamente una “freccia negativa” nella stanza. Dove non sia possibile mutare la disposizione si può sempre neutralizzare la negatività di questa forma posizionando una pianta alla fine della “freccia” o anche appendendo un lampadario sferico o con sfere in cristallo per dissipare la carica negativa.

Secondo quest’arte millenaria, i quadri che rappresentano mari in tempesta o burrascosi sono di cattivo auspicio, perciò è meglio sostituirli con paesaggi che offrono un’immagine serena e romantica dell’acqua.
Se avete dipinti o modellini e soprammobili a forma di barca, ricordate che vanno sempre posizionati come se le navi stessero entrando e non uscendo dalla stanza. Questo perché nel Feng Shui la barca rappresenta le opportunità che quindi non devono sfuggirci!

Non dovrebbero nemmeno esserci troppe porte e finestre nella stanza, poiché generano un flusso caotico dell’energia Ch’i (nota anche come “energia vitale”) che nel tempo diventa dannoso e di cattivo auspicio.

Dipinto tema mare per studio

2. Rispettare la natura delle cose

Ogni elemento dell’arredo deve poter attivare le sue potenzialità energetiche in rapporto con la stanza stessa e questo accade rispettando la sua essenza e l’ambiente in cui viene inserito, proprio come accade in natura.
Ad ogni punto cardinale corrisponde uno dei quattro elementi della natura: al Nord corrisponde l’acqua, al Sud corrisponde il fuoco, ad Est e Sud-Est si associano il legno e le piante, ad Ovest e Nord-Ovest si abbinano i metalli e a Nord-Est e Sud-Est, infine, corrisponde l’elemento terra.

Se volete attenervi più strettamente a questa scienza antica, secondo il Feng Shui alcuni elementi attirano il benessere, ma sono soprattutto I Quattro Animali Celesti a necessitare di una specifica collocazione nella casa:

Dragone

Tartaruga

Elefante

Cane Leone o Cane Fu

La Tartaruga dovrebbe essere posizionata nell’angolo a Sud-Est di una stanza e il Dragone sul lato Est. L’Elefante, invece, non ha una collocazione precisa (purché la sua proboscide non venga mai rivolta verso un uscio), mentre i Cani-Leone cinesi hanno un ruolo protettivo ed andrebbero quindi messi ai lati della porta d’ingresso di una stanza.

Lo specchio è invece l’elemento per eccellenza, usato ovunque per dare una sensazione di spazi più ampi del reale e, secondo il Feng Shui, utilizzare uno specchio che rifletta il tavolo da pranzo raddoppierà simbolicamente il cibo e sarà beneaugurante per propiziare abbondanza e fortuna. Questo ovviamente vale anche per aumentare la luminosità di una stanza ed aiuta pure nel guidare l’attenzione verso ciò che vi è riflesso, contribuendo a mettere in evidenza qualcosa che volete mettere in risalto.

Specchi nella sala da pranzo

3. Trovare la giusta collocazione

È fondamentale rispettare il rapporto tra gli elementi e l’orientamento in base alle direzioni in cui si trovano. Ogni direzione ha poi un suo elemento di rinforzo che la rappresenta: a Nord è consigliata la presenza di acqua anche sotto varie forme quali dipinti, acquari, soprammobili e così via; a Sud invece dovrebbe essere collocato il caminetto (se ne avete uno) oppure un qualsiasi altro elemento che può richiamarlo, come le candele, il legno e altri decori. Ad Est e Sud-Est vanno posti gli oggetti in legno e le piante, inclusi i libri da esse ricavati, mentre ad Ovest e Nord-Ovest dovreste posizionare tutto ciò che è fatto di metallo: statue, porta candele, cornici e così via.
A Nord-Est e Sud-Ovest, infine, risuona maggiormente l’energia della terra, per cui in queste aree vanno collocati gli elementi in vetro, ceramica, cristallo e altri minerali.

Inoltre, lo schema dei Quattro Animali Celesti (il dragone, la tartaruga, l’elefante e il cane Fu o cane-leone) e dei quattro elementi va ripetuto il più possibile. Se avete sufficiente spazio, ad esempio, l’ideale sarebbe organizzare il salotto in modo da avere un sofà, una poltrona a due sedute e una poltrona singola per creare un ampio spazio per sedersi e comunicare oltre a ricavare anche uno posto centrale per il tavolino da té.

Ottomana in pelle trapuntata

4. Scegliere le forme della serenità

Le forme dovrebbero richiamare il numero 4 oppure la sfericità. Nel primo caso si evocano i quattro animali celesti, i quattro elementi della natura e così via, mentre nel secondo caso, le forme sferiche aiutano a dissipare le energie negative, facendole scorrere via.
Ad esempio, sempre nel caso del salotto, il tavolino da té potrebbe avere una forma quadrata o rettangolare per richiamare il prezioso numero 4 che ricorre nella simbologia dei quattro animali celesti.

In generale, non è necessario focalizzarsi su un solo tipo di sagoma da ripetere ovunque, poiché se lo spazio è ridotto potrebbe rivelarsi scomodo e rischioso disporre troppi angoli in giro. Per ovviare al problema, nel caso del tavolino da té è sufficiente sostituirlo con un’ottomana dalla forma rettangolare che renderebbe l’ambiente più “soft”.
Ricordiamoci comunque che mescolare le forme è per il Feng Shui altrettanto importante, poiché il quadrato rappresenta la terra, il rettangolo simboleggia il legno, i triangoli incarnano il fuoco e le forme ovali rappresentano il metallo.

Luce in una cucina luminosa

5. Armonizzare i colori

Anche i colori si armonizzano con i quattro punti cardinali e quindi ad ogni direzione corrisponde un colore in grado di accrescerne le energie positive.

  • A Nord vanno scelti i toni del blu e del nero, ma anche i metalli o le colorazioni metalliche sono beneauguranti perché in grado di attivare l’essenza dell’acqua.
  • A Sud le tonalità da rispettare sono quelle calde del rosso, il rosa, l’arancione, ma anche le sfumature di verde che si collegano alle piante e quindi al legno, con cui si fa tradizionalmente il fuoco.
  • Ad Est e Sud-Est vi è ancora una forte presenza dell’energia della natura e quindi i colori da preferire sono quelli del verde e del marrone, che richiamano la terra.
  • Ad Ovest e Nord-Ovest utilizzate invece ancora il blu, il grigio, il bronzo e l’oro perché ricordano i colori dei metalli.
  • A Nord-Est e Sud-Ovest destinate tutte le sfumature del marrone, un leggero dorato, i colori ruggine e senape.

In generale, i colori dalle tonalità ricche ed intense sono ottime per le aree comuni della casa ed il rosso in particolare è rinvigorente ed energizzante secondo il Feng Shui. La stessa cosa vale anche per il blu e il viola scuro, molto forti ma utilizzabili con parsimonia e sapienza.

Non dimentichiamo inoltre l’importanza della luce, un elemento centrale anche nelle disposizioni e nel design d’interni prettamente occidentale. Nel Feng Shui l’illuminazione attiva le energie positive, perciò avere più fonti di luce accresce le possibilità a nostro favore e le buone vibrazioni.

Parete in blue scuro per il soggiorno

Consiglio extra

Va benissimo rispettare queste indicazioni per propiziare la fortuna, ma non dimenticate che si tratta della vostra casa e come tale necessita del vostro tocco personale. A volte basta solo mettere un elemento che amiamo in una posizione di rilievo, in bella vista. In questo modo, entrando in una stanza, noteremo subito quel qualcosa che ci piace molto e questo ci predisporrà verso sensazioni positive ogni volta che ci troviamo a passare lì.

Scegliete pure gli arredi e i decori che preferite, poiché non è obbligatorio inserire oggetti e simboli portafortuna cinesi, ma se volete attirare la prosperità e il benessere in casa con il Feng Shui, quello che conta davvero è rispettare i principi della forma e del posizionamento. Quindi buona fortuna a tutti!

5 Aprile 2017 / / Design

Da un po’ di tempo a questa parte stiamo prendendo spunto da delle composizioni a tema e spesso monomarca, proponendo gruppi di complementi di arredo in grado di risultare originali, di carattere e sempre ispiratissimi proprio per la loro comune provenienza.
Il merito è sempre da attribuire alla scuola italiana del mobile, il cui approccio progettuale ha saputo adattarsi ai tempi senza mai venir meno ad una radicatissima tradizione artigianale: simili parametri sono alla base della tecnologia produttiva Rimadesio, il cui metodo rigoroso viene anche messo a disposizione delle grandi forniture per l’arredo contract con la possibilità di customizzare i progetti.

Il tavolo Manta appartiene in pieno a questa filosofia, perché si presenta con una struttura modulare in alluminio pressofuso resa più stabile e robusta da un tirante centrale in lega di alluminio temperato: i profili, per quanto abbiamo uno spessore contenuto, si rivelano affidabili e durevoli nel tempo, mentre per il piano d’appoggio sono previste sia la versione rotonda che quella, ben più elegante e ricca di personalità, in stile “boat shape“, con una vastissima scelta tra finiture e materiali che spazia dal rovere al vetro laccato o trasparente fino all’acrilico.
Accanto ed attorno a Manta i posti per i commensali o convenuti ci sembrano dover essere obbligatoriamente assegnati a sedute che sappiano rifletterne l’austerità, il rigore delle linee e l’originalità estetica, ma vogliamo concentrarci su un altro complemento di arredo che sta vivendo un’autentica age d’or come la madia.

È il modello di madia Self quello che affianca in modo più impeccabile Manta in questa zona living, un progetto di totale libertà compositiva che in questo specifico caso vediamo come un contenitore personalizzato basso e che sappia adeguarsi alle esigenze funzionali.
È la composizione in vetro laccato lucido trattato a piombo, con top in vetro laccato opaco, la nostra protagonista: la riuscite di certo ad intravedere nello scatto che vi proponiamo, proprio lì, nell’ambiente separato dalle porte scorrevoli Soho, un vero gioiello di design ispirato all’arredo tradizionale giapponese ma in questo caso del tutto trasparente e quasi “etereo”, che assolve alla funzione di dividere ma al tempo stesso unire gli spazi.

Le sofisticate nervature che ne compongono i profili sono in essenza di noce che riveste l’alluminio, e sono loro a dialogare nell’elitaria lingua dell’interior design con tutti gli altri elementi.
Il gusto sofisticato dei suoi vetri riflettenti è in grado di arredare passando quasi inosservato, ma l’atmosfera che riescono a ricreare è impareggiabile.

Tutti questi complementi di arredo portano la firma della “star” del catalogo Rimadesio, l’italiano Giuseppe Bavuso, sempre in grado di esprimere uno stile iconico nei suoi progetti.

 

ShareThis

5 Aprile 2017 / / Home Lacò

Oggi come ieri…La Fornace Brioni espone la nuova collezione di argille realizzate in collaborazione con Cristina Celestino.

Parlare con uno dei fratelli, titolare dell’impresa, è stato interessantissimo, perchè la Fornace Brioni, impresa familiare alla terza generzione, nasceva principalmente come fornace che operava nel campo del restauro, eseguendo copie esatte di pavimentazioni per chiese o palazzi antichi.

La collaborazione con la designer Cristina Celestino apre nuove frontiere alla Fornace che si lancia nel buisness dell’interior con una collezione poetica e contemporanea.

E’ stato interessante scoprire che il  miglior materiale per realizzare le forme di argilla è ancora oggi come ieri il legno… sì sì  proprio quelle della foto. Inoltre mi è stato raccontato che i colori delle forme di argilla sono realizzati attraverso tecniche antiche di cottura, come nel caso del colore nero che attraverso più fasi di cottura da rossa diventa nera senza quindi l’utilizzo di ossidi e attraverso procedimenti naturali.

Salva

Salva

Salva

L’articolo 02 | News dalla Milano Design week 2017 | Fornace Brioni in collaborazione con Cristina Celestino proviene da .

5 Aprile 2017 / / Idee

Innovazioni per il bagno - Ceramica Flaminia

Tecnologiche o di design, le innovazioni per il bagno contribuiscono a trasformare una semplice stanza di servizio in un’ambiente rilassante e accogliente in ogni casa

La stanza da bagno è un ambiente sempre più importante nelle case contemporanee, una stanza del benessere dove dedicarsi del tempo lasciando fuori il mondo esterno. Un luogo in cui si incontrano relax e design e dove l’evoluzione delle tecnologie gioca un ruolo di primo piano nelle innovazioni per il bagno.

Ceramica Flaminia, l’azienda italiana leader nella produzione di sanitari in ceramica, è da sempre in prima linea nello sviluppo di tecnologie innovative che uniscono praticità, risparmio idrico e soprattutto valore estetico. L’innovazione del bagno infatti passa anche attraverso piccole rivoluzioni di design.

Ed è proprio una piccola rivoluzione l’esclusivo sistema GoClean che prevede l’eliminazione della brida nel vaso e un innovativo flusso di risciacquo. In questo modo i sanitari Flaminia diventano oggi ancora più essenziali ed eleganti. Sono più facili da pulire e permettono di risparmiare in detergenti e consumo di acqua, nel rispetto dell’ambiente. Una rivoluzione non solo estetica, quindi, che dimostra la volontà di unire estetica e funzionalità.
Il sistema GoClean è stato applicato per ora alle collezioni  App, Pinch, Bonola e Link, la ormai classica linea di sanitari per il bagno progettata da Giulio Cappelini e Roberto Palomba nel 1999.

Innovazioni per il bagno - Link senza brida con sistema GoClean

Innovazioni per il bagno – Collezione “Link” senza brida con sistema GoClean

Innovazioni nel design e nei colori

Dal 1955 ad oggi Ceramica Flaminia è leader nella produzione di sanitari, sempre aperta alle innovazioni per il bagno, sia tecnologiche sia di design, grazie a collaborazioni presigiose con diversi designer di fama internazionale come Giulio Cappellini, Alessandro Mendini o Jasper Morrison.
I sanitari di Ceramica Flaminia si integrano perfettamente in ogni contesto adeguandosi ad ogni stile anche grazie alle loro forme fluide e stondate e ai tanti colori moda.
La collezione Link, per esempio viene presentata nell’elegante versione bicolor, nera all’esterno e bianca all’interno, che reinterpreta l’estetica dell’art deco. Ma non solo: accanto al tradizionale bianco e ai colori neutri come grigio lava, latte e nero, Flaminia propone anche la particolarissima finitura Metal nelle varianti Platino e Oro, che strizza l’occhio alle nuove tendenze dell’interior design contemporaneo.

Alcuni consigli per l’arredo bagno dell’architetto e designer Giulio Cappellini

Innovazioni per il bagno - Link con finitura Metal Platino

Innovazioni per il bagno – Collezione “Link” con finitura Metal Platino

Sanitari "Pinch" senza brida grazie all'innovativo sistema GoClean

Sanitari “Pinch” senza brida grazie all’innovativo sistema GoClean

Sanitari "App" nella versione color Fango

Sanitari “App” nella versione color Fango

5 Aprile 2017 / / Arredamento Perfetto

Negli ultimi anni sempre più giovani escono molto presto dalle case dei propri genitori per andare a studiare all’estero, in altre parti d’Italia oppure semplicemente per ottenere la propria indipendenza.
Dato che non si parla di case definitive, i budget messi a disposizione per comprare o affittare casa diminuiscono notevolmente, tanto che spesso si scelgono soluzioni di convivenza oppure ci si accontenta di abitazioni appartenti alla famiglia o appartamenti da ristrutturare.
Bagno ristrutturato con disposizione innovativa
Il numero di locali a disposizione è stato molto ridimensionato e da un po’ di anni a questa parte la stanza più penalizzata è sicuramente la sala da bagno. La ristrutturazione bagno è una delle operazioni che maggiormente viene eseguita quando si entra in una casa nuova, per via delle piastrelle obsolete, per il malfunzionamento delle tubature o semplicemente per rendere più fruibile lo spazio interno.

Proprio questultimo punto è spesso preso in esame dalla maggior parte delle ragazze che vorrebbero avere una stanza tutta per loro dove rilassarsi e dedicarsi alla cura della propria persona dimenticandosi le brutte giornate. Esperti del settore hanno preso in esame questo bisogno e insieme a designer e archite& hanno pensato ad un modo originale ed innovativo per provvedere alla ristrutturazione bagno.

Affdandovi sempre a professionisti, potete pensare di suddividere il vostro unico bagno, in due distinti ambienti, diminuendo così gli spazi, ma aumentando il benessere. La suddivisione avviene ponendo al centro della stanza la doccia e successivamente chiudendo il tutto con due pareti in cartongesso. In questo modo si creeranno due stanze comunicanti.
Affnché questa ristrutturazione bagno possa dare i risultati sperati, bisogna che le dimensioni siano medio-grandi, ma soprattutto deve esserci la possibilità di creare due porte dalle quali entrare. Questo è un nuovo modo di utilizzare gli spazi tra coinquilini e in famiglia, dove tutti i componenti vogliono ritagliarsi qualche momento tutto per se tra benessere e relax.
Affidatevi a professionisti seri che partendo dai lavori di muratura, possano accompagnarvi in tutto questo percorso di ristrutturazione bagno, aiutandovi a scegliere sanitari, piastrelle, box e piatto doccia che più fa al caso vostro data la particolarità degli interventi. 

5 Aprile 2017 / / Decor

Buongiorno a tutti, è la settimana del salone del mobile ed io, per impegni lavorativi e familiari, non sono potuta andare (lacrimuccia), per lo stesso motivo ho saltato anche il mondo creativo a Bologna che si è svolto dal 31 marzo al 2 aprile, ma non mancheranno occasioni, e spero un giorno di riuscire a portarvi con me, ovviamente attraverso il blog 😉
Comunque oggi volevo presentarvi un’artista che, con i suoi “disegni”, mi sta facendo venire una voglia matta di RICAMARE… si chiama Sarah K. Benning, se non la conoscete andate subito sul suo profilo instagram @sarahkbenning!!
Ecco alcuni dei suoi lavori…e poi non ditemi che non sono pazzeschi.
via



Potrei continuare ad inserire i suoi lavori all’infinito, per quanti ne sono, ma invece vi invito a visitare il suo sito https://sarahkbenning.com/  o il suo negozio su Etsy shop. Buon proseguimento di settimana e per chi è al salone, buon lavoro e buon divertimento!