23 Aprile 2017 / / Design d' Ingegno

Quando arrivano ospiti l’appendiabiti si riempie velocemente e a volte non è nemmeno sufficiente. Tra indumenti e accessori vari, questo complemento d’arredo è più utile ed importante di quanto si pensi. Per questa ragione, a meno che non sia tarda primavera oppure estate, abbiamo bisogno di trovare un posto temporaneo a giacche, sciarpe, cappotti, borse, cappelli, giubbini e soprabiti. Quante volte vi è capitato?

Bisogna anzitutto calcolare l’ingombro, valutare la tipologia di appendiabiti, lo spazio a disposizione, trovare la giusta collocazione e poi naturalmente considerare l’estetica dell’ambiente in cui è inserito. È una delle prime cose che ci accoglie all’ingresso di un‘abitazione e solo prestando la giusta attenzione nello scegliere il modello adatto a noi avremo la possibilità di rendere da subito la nostra casa bella ed accogliente per tutte le occasioni.

Questo complemento non è solo pensato per essere decorativo come può accadere ad esempio per una lampada da tavolo che magari usiamo poco, ma è invece un nostro piccolo alleato tutti i giorni per tenere in ordine la casa.

Orientarsi tra stili e design

Quando si valuta un design se ne valuta non solo la bellezza, ma pure il valore aggiunto che una linea, una forma e una decorazione possono dare ad un oggetto per renderlo più comodo e funzionale.

Nel caso di un appendiabiti valutiamo anzitutto la sua funzione in base agli spazi: abbiamo un ingresso che rimane ben separato dalle altre stanze? Non abbiamo un vero ingresso e la porta di entrata si apre direttamente (o quasi) sul salotto? Abbiamo una stanza o un’area che funge da disimpegno?
Se l’appendiabiti è costantemente a vista, è chiaro che l’importanza della sua qualità estetica e del suo ingombro (anche se solo a parete) è direttamente proporzionale allo stile dell’arredamento in cui viene inserito, mentre se si trova in una zona che sia in un certo modo separata, può essere più carico di opzioni e scomparti funzionali.

Appendiabiti DIY

Qui di seguito trovate diverse idee che possono aiutarvi a scegliere il genere di appendiabiti più adatto alle vostre necessità:

Upcycle Fetish

Questo genere di appendiabiti è per ciclisti incalliti o per chi ama circondarsi di uno stile stravagante. Ideato dall’artista Andreas Scheiger, questo progetto è nato ispirandosi al quadro di Picasso intitolato “Testa di Toro”. Tutte le parti sono state recuperate da vecchie biciclette il cui sellino e manubrio è stato montato su un ovale di legno.

Questo tipo di riciclo è sicuramente ottimo per l’ambiente e creativo, ma il suo design è molto particolare e la sua funzionalità scarsa. L’ingombro di ogni appendiabito è minimo (avendo solo due ganci-manubrio), per cui le opzioni d’uso sono due: potete utilizzarlo per una seconda casa, in cui non andate spesso e in cui l’appendiabiti è poco usato; oppure potete usarlo come decoro ed impegnare buona parte della parete con ironia, ma è necessario essere dei “fieri cacciatori ecologisti” per apprezzarlo.

Upcycle fetish di Glandis

Leaf Hooks

I designer Meike Langer ed Hiroshi Kawano hanno collaborato nella realizzazione di queste “foglie-gancio” che non sono solo un appendiabiti da parete, ma anche un grazioso e delicato decoro.
Le foglie, dal design essenziale e pulito, sono state create per l’azienda italiana EX.T e si ispirano ai movimenti leggeri delle foglie di un albero. Si tratta di singole foglie da disporre liberamente a parete e fatte con sottili fogli di metallo.

Le Leaf Hooks sono quindi una presenza discreta e si armonizzano perfettamente con ambienti moderni e minimal grazie alle loro colorazioni tenui che le rendono estremamente decorative e poco ingombranti. Potete scegliere voi come distribuire le foglie e quante installarne, perciò questa soluzione è molto versatile ed ottima per qualunque tipo di collocazione (a vista o meno).

Leaf Hooks di Ex.T

Yokohama

Alla stessa categoria ornamentale appartengono gli appendiabiti dell’azienda Ferrovivo. La linea Yokohama, infatti, ha una particolare eleganza di forme legata a motivi floreali e naturali, ripresi e proposti come fossero degli stencil da parete.

Esistono diverse soluzioni disponibili, ognuno con dettagli, grandezze e tonalità diverse (si chiamano Antigua, Milano, New York, Boston, Vienna.. solo per citarne alcune, ma l’azienda produce un totale di 28 modelli, tutti molto graziosi). Ogni modello è sviluppato per inserirsi con stile e fantasia senza ingombrare.

Pur trattandosi di appendiabiti pensati per essere installati in verticale, sono in realtà modelli a parete che si sviluppano dal basso verso l’alto e per alcuni modelli è possibile il posizionamento orizzontale.
In questo modo potete organizzare liberamente la parete secondo lo spazio a disposizione e potete combinarlo con altri complementi anche in camera. Il suo stile con un carattere in parte urban e in parte liberty si adatta a molti tipi di arredamento, accordandosi con arredi che vanno dall’antico al moderno grazie alle numerose scelte di colore.

Realizzati in metallo con rivestimento a pittura epossidica, sono una scelta dalle linee fresche e moderne, che arreda senza occupare molto spazio in casa.

Yokohama di Ferrovivo

Coat Frame

Questo appendiabiti semplice ed elegante è realizzato in bamboo e in acciaio, richiamando le strutture classiche come un’eco, ma rivelando invece uno stile povero e delicato. Con la sua essenzialità di forme si avvicina molto ai canoni di bellezza estetica orientale, soprattutto Giapponese, dove “meno è meglio”.

Il suo design minimal si sposa con ambienti contemporanei semplici e non solo moderni, ma nel complesso sembra un complemento d’arredo fatto artigianalmente. Prodotto dall’azienda WeDoWood, consiste in tre file di appendini – disposte due in alto e una in basso – incorniciati da un riquadro in bamboo che ne definisce lo spazio.

I singoli pioli di Coat Frame possono essere orientati fuori dal riquadro per appendere gli abiti e reindirizzati verso la parete per evitare inutili sporgenze quando non in uso, garantendo sempre un aspetto ordinato.

Coat Frame di WeDoWood

Kadou

Se cerchiamo invece fra i tradizionali appendiabiti da terra, uno dei più originali è probabilmente quello realizzato da Rysuke Fukusada per Bonaldo. Il risultato di questa collaborazione è un complemento d’arredo che racchiude qualità e funzioni che di norma non vediamo in questo genere di elementi.

Kadou è un affascinante ibrido, una chimera del design che con linee semplici ed eleganti riesce ad essere quasi una pianta d’arredamento, ma può diventare una fonte di luce con la sua base illuminata (nella versione chiamata Kadou Light) e – non da ultimo – è anche un moderno appendiabiti da collocare praticamente ovunque.
Questa soluzione colpisce davvero per la sua grande versatilità: il nome giapponese Kadou significa “arte dei fiori” e come una composizione arreda la casa con classe, con una qualità estetica che è propria solo dei soprammobili più raffinati.

La base di questo appendiabiti è realizzata in polietilene colorato ed è disponibile nelle tonalità bianco, grigio antracite, tortora e bronzo. I cinque rami sono invece fatti di metallo verniciato e li potete scegliere in diversi toni.
Le sue qualità cambiano con la sua destinazione d’uso, ma certamente non è un elemento della casa da tenere discretamente in corridoio o nell’ingresso.

Kadou di Bonaldo

Ponoq

Estremamente semplice e modulare, l’appendiabiti realizzato da Karl Andersson & Söner è di certo una proposta diversa dal solito e dal design molto moderno. Così minimal da risultare quasi meccanico, l’aspetto di questo appendiabiti possiede una qualità insolita: la capacità di scomparsa.

Quando non è in uso sembra un motivo decorativo in un lungo pannello rettangolare e quando è in uso i supporti sporgono per potervi appendere gli abiti. Discreto e dal design pulito, questa soluzione è fatta per consentire ad un gran numero di possibili ganci di essere presenti senza ingombrare.
Ottima per gli spazi piccoli in casa, per una casa al mare, all’entrata come nella camera dei bambini e via di seguito. Insomma, è fatto per essere utile senza ingombrare.

Ponoq esiste in tre colorazioni (bianco, nero e rosso) e in due versioni: una a parete e una verticale da terra, con piantana. Probabilmente, la versione migliore per il rapporto estetico funzionale del prodotto è quella a muro ed è un appendiabiti fatto di metallo che, grazie alle sue linee morbide e piene, aiuta ad evitare che gli indumenti si sformino.

Ponoq di Karl Andersson

Espansiva

Infine, scopriamo come il classico possa rinnovarsi per ottimizzare le risorse. È il caso dell’appendiabiti proposto da Foppapedretti: un design semplice, con forme tradizionali, con un asse centrale e i ganci nella parte alta.

Ci ricorda subito l’appendiabiti così come lo abbiamo visto nelle nostre case per anni, anche se oggi ha linee più morbide, maggiore corposità e naturalezza anche grazie all’uso del legno.
I pomelli a cui attaccare gli abiti sono tondi, per non sformare il tessuto nel tempo, e sono in metallo per dare luminosità al prodotto. Eppure anche le cose più familiari possono stupire e la particolarità di questa soluzione sta nell’essere in grado di adattarsi senza stravolgere gli spazi.

Dotata di una rella a scomparsa, Espansiva ha una barra porta ometti che scompare all’interno della piantana quando non è in uso mentre se necessario si estende fino ad 80 cm. Questo design ci insegna che la versatilità a volte sta nei dettagli e che una grande soluzione può venire a volte dalle cose semplici.

Espansiva di Foppapedretti

23 Aprile 2017 / / Coffee Break

La Donaira è un rifugio elegante dal carattere eco friendly nel cuore della campagna andalusa, in Spagna. La tenuta una volta era una vera e propria fattoria, mentre ora l’antico casale e le scuderie sono state trasformate in un centro benessere con una zona reception, ristorante e vari saloni. L’atmosfera è davvero bohemien chic, per ora ci sono otto suite e quest’anno saranno aggiunte cinque yurte.

A bohemien retreat in Andalusia

La Donaira, an old farm, is now a stylish eco friendly retreat in the Andalusian country side, in Spain.
The atmosphere is bohemian chic, with beauty centers and restaurants. Next year, t complete the luxury resort, five yurts will be added.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura
23 Aprile 2017 / / Dettagli Home Decor

Il potere emozionale del colore

WILSON & MORRIS è una realtà italiana di pitture decorativecon sede a Forlì, nel cuore della Romagna. Una storia di colore e di passione che si tramanda di generazione in generazione, partendo dal 1969 fino ad oggi. Nel 2010 la seconda generazione della famiglia Prati, Maurizio e Raffaella, insieme ad Enrica Cicognani decide di lanciare sul mercato un nuovo progetto di pitture decorative. In Italia WILSON & MORRIS rappresenta infatti una realtà unica nel suo genere. Un’innovazione nel settore che si ispira al mondo decorativo anglosassone, da cui il nome in inglese, con un legame saldo alla tradizione italiana. Il colore viene vissuto come elemento in grado di emozionare, di dare anima agli ambienti, di trasformarli e personalizzarli. La pittura viene così interpretata più come complemento oggetto che come materiale edilizio.


IL POTERE EMOZIONALE DEL COLORE” è il concetto su cui si basa l’intera filosofia di WILSON & MORRIS.


Nel 2016 il team decide di affidare la Direzione Artistica del brand a Simona Leoni, designer e stylist d’interni, che affianca nelle decisioni di strategia il Direttore Creativo Maurizio Prati. Dal 2017 la realtà si presenta sul mercato con un look rinnovato a partire dal logo fino ad un ampliamento delle cartelle colore che rispondono alle tendenze sempre più mutevoli del mondo dell’interior design e della decorazione.


La collezione consiste in tre linee prodotto: Le Pitture con smalti e soluzioni a base acqua in diverse varianti, Le Calcine a base di grassello stagionato, rinforzi acrilici e colorato con terre e ossidi naturali e il rivestimento continuo cementizio per pareti e pavimenti della serie Petra. Ogni linea ha un’ampia cartella colore che permette di personalizzare le superfici scegliendo tra una varietà di sfumature e di finiture opache, vellutate al tatto, semicoprenti o con effetti materici. 


Il potere emozionale del colore
    
    EMULSION MATT di Wilson & Morris è una pittura a base acqua con finitura di aspetto opaco e vellutato al tatto; di alta qualità, adatta alla decorazione di pareti e soffitti interni. Può essere applicata su tutte le superfici quali: intonaci vecchi e nuovi, sia a base calce che cementizi, cartongesso e legno, previa opportuna preparazione dei supporti.


Il potere emozionale del colore
   EMULSION EGGSHELL di Wilson & Morris è uno smalto con finitura a guscio d’uovo, opaca, liscia, estremamente robusta e di alta qualità. E’ lavabile ed adatta per la decorazione di pareti e supporti in legno e metallo, incluso i radiatori. 



Il potere emozionale del colore

OSMOS di Wilson & Morris è una pittura a base acqua con finitura opaca e semicoprente. Grazie ad OSMOS si possono ottenere effetti di trasparenza e patinature uniche. Può essere applicata su tutte le superfici, previa stesura di opportuno PRIMER VM.


Il potere emozionale del colore

STUCCO di Wilson & Morris è un prodotto naturale costituito da grassello di calce, rinforzi acrilici e colorato con terre e ossidi naturali. Può lasciare un effetto liscio o materico in base alla lavorazione tipica della finitura di calce. Eventuali deformità sulla superfice non sono da considerarsi come difetti del prodotto, ma elementi tipici e non soggetti a contestazioni.


Il potere emozionale del colore

PETRA è un rivestimento per pareti e pavimenti, utilizzabile in spazi interni. Grazie al minimo spessore 3,5 mm e all’elevata aderenza nei confronti della maggior parte dei supporti nuovi o già esistenti, trova largo impiego non solo nelle nuove costruzioni ma anche nelle ristrutturazioni. Disponibile in differenti tonalità ed effetti decorativi si adatta a qualsiasi tipo di ambiente e stile. 

WILSON & MORRIS rappresenta un brand che va oltre agli schemi delle pitture, alla ricerca della perfezione stilistica e funzionale per un prodotto di alta qualità, sicuro e affidabile. 

Per maggiori informazioni www.wilsonmorris.it