26 Aprile 2017 / / Idee

Il coworking è una parola che si sente più spesso nominare, ma non sono sicura che tutti sappiamo cosa vuol dire. Scopriamolo insieme, andando ad Istanbul.

……….

Siate sinceri: lo sapete cos’è il coworking? Non c’è bisogno di far finta di saperlo e scuotere la testa in segno di assenso. Non è un’interrogazione, anzi… siamo qui per imparare insieme, quindi bando alla timidezza.

Coworking sta per “lavorare insieme”: non necessariamente tra persone della stessa azienda o conoscenti. Mettiamo che abbiate una piccola attività per cavoli vostri, ma per motivi economici non vi sia possibile avere un ufficio.

Esistono questi spazi che mettono a disposizione di tutti degli ambienti di lavoro che possano essere utilizzati da tutti quelli che ne hanno bisogno.

Non è fantastico? Moltissimi costi in meno e tantissime opportunità in più di socializzazione e incontro.

Volete vedere in pratica un progetto di questo tipo? Allora andiamo a Istanbul, nel progetto Habita Coworking dello studio PAB.

UNO SPAZIO PER IL COWORKING CREATIVO, INNOVATIVO E RILASSATO

Gli architetti dello studio PAB hanno progettato questo spazio per uffici in modo assolutamente innovativo. Dimenticatevi i soliti uffici grigi, dove non ci si può rilassare perché se no sembra che si passi il tempo su Facebook a cazzeggiare.

Non il solito ufficio dove lo spazio della cucina è nascosto, quasi fosse un peccato mortale. Eppure lo sappiamo tutti: ok lavorare, ma con le dovute pause. E poi basta con il solito schema lavorativo: le care vecchie 8 ore lavorative, modello signorina Silvani, sono un po’ superate.

Ormai il mondo del lavoro sta cambiando, orientadosi verso il lavoro da casa, gli orari flessibili e un modello di networking sempre più diffuso.

Proprio da queste idee parte la progettazione di questi spazi: produttività creativa, in cui ci si aiuta vicendevolmente.


Accelerazione produttiva in un habitat lavorativo condiviso.
Condividi il Tweet


coworking

Design: PAB Architects
Client: Habita Coworking Offices

coworking

Design: PAB Architects
Client: Habita Coworking Offices

coworking

Design: PAB Architects
Client: Habita Coworking Offices

Uno spazio lavorativo fluido e flessibile, in cui ognuno può scegliere la configurazione migliore con cui lavorare. Diverse postazioni private o pubbliche, differenti sedie, svariati location.

Volete sdraiarvi, per trovare la giusta ispirazione per la vostra prossima strabiliante idea creativa? Qui potete. Avete bisogno di un ufficio riservato? Ce ne sono 12, che variano dai 10 ai 18 mq.

Ma ci sono anche uffici aperti con otto tavoli da sei posti, ma anche unità di lavoro flessibili per chi è incostante e non ha bisogno di questi spazi in modo continuativo.

coworking

Design: PAB Architects
Client: Habita Coworking Offices

coworking

Design: PAB Architects
Client: Habita Coworking Offices

coworking

Design: PAB Architects
Client: Habita Coworking Offices

coworking

Design: PAB Architects
Client: Habita Coworking Offices

Date un’occhio alle foto: per me questo spazio uffici è meraviglioso. Non so spiegarvi quanto tempo ci perdo a sognare di poter lavorare in un ambiente così piacevole e che invogli la produttività. Non so voi, ma io soffro molto ad essere legata ad una scrivania a lavorare.

Siccome le ore lavorative sono tante, qual è il problema se si ha bisogno di cambiare postazione e posizione? Se invece di star seduti si ha voglia di sdraiarsi o magari sedersi al bancone del bar?

Nello spazio Habita tutto quello che ho scritto si può fare. Non è bellissimo il bar? E lo spazio con i divani?

Ma il cuore pulsante dell’ufficio è lo spazio dedicato alle presentazioni e ai workshop: elementi modulari e fissi si alternano, per creare uno spazio accogliente che possa dar spazio a tutto quello di cui avete bisogno.

coworking

Design: PAB Architects
Client: Habita Coworking Offices

L’articolo Uno spazio per il coworking in cui lavorare, creare e rilassarsi sembra essere il primo su VHD.

26 Aprile 2017 / / Design

Bruno Catalano Les Voyageurs - sculture di bronzo

Les voyageurs, le inconfondibili sculture di Bruno Catalano dai corpi incompleti, sono anime perse nella vastità del mondo, sradicate dalla loro terra, alla ricerca di un’identità

Les voyageurs” di Bruno Catalano sono sculture davvero uniche!
Si possono amare o odiare ma non possono lasciare indifferenti: queste sculture in bronzo sono quasi delle illusioni ottiche sospese nel vuoto, affascinano e spiazzano l’osservatore, lo incuriosiscono portandolo a chiedersi come possano reggersi in piedi…
L’artista trova ispirazione nella sua storia personale: Bruno Catalano è nato in Marocco nel 1960 da genitori Franco/Italiani. Con la sua famiglia, nel 1975, è costretto all’esilio e si trasferisce a Marsiglia con la speranza di una nuova vita. Dopo aver lavorato come marinaio per un lungo periodo, quando ormai ha già 30 anni si avvicina alla scultura, spinto dall’amore per le opere di Rodin, di Giacometti e di César.

Bruno Catalano "Les Voyageurs" a Marsiglia

Bruno Catalano “Les Voyageurs” a Marsiglia

I temi della migrazione e del viaggio sono molto cari a Bruno Catalano

Les voyageurs“, viaggiatori o migranti, sono più che mai attuali ai nostri giorni e incarnano il dramma di tutte quelle persone costrette a emigrare dalla propria terra. Nelle sue sculture in bronzo dipinto, l’artista trasferisce la condizione e la sofferenza di essere sradicati dalla propria terra.
I suoi personaggi sono letteralmente a pezzi, alcune parti mancanti, e i loro corpi incompleti e lacerati sono una metafora della loro condizione interiore. Hanno la nostaglia negli occhi e una valigia fra le mani. Viaggiano da soli o in coppia, vanno di fretta o meditano su una panchina alla ricerca di qualcosa, con l’espressione pensierosa.
Dove vanno? Cosa portano in valigia? Non lo sappiamo, non conosciamo il loro destino. Ma l’artista dichiara:

Nel mio lavoro, sono alla ricerca del movimento e dell’espressione dei sentimenti; faccio emergere dall’inerzia nuove forme e riesco a levigarle fino a dare loro nuova vita. Proveniente dal Marocco anche io ho viaggiato con valigie piene di ricordi che rappresento cosi spesso nei miei lavori. Non contengono solo immagini ma anche vissuto, i miei desideri: le mie origini in movimento.

Queste figure sembrano dissolversi nel vento e svanire nell’aria mentre si allontanano, lasciando intravedere quello che si lasciano alle loro spalle. La bellezza di queste opere, è nell’indurre lo spettatore a farsi delle domande, a cercare di riflettere sulle parti mancanti, a usare l’immaginazione per “completare il quadro“.

VIDEO: Bruno Catalano ci mostra il suo laboratorio e la sua tecnica come scultore

Queste originali opere d’arte vengono prima plasmate in argilla e poi realizzate con una fusione in bronzo. Il tocco finale è la verniciatura a colori che le rende ancora più realistiche nella loro “assurdità”.
Bruno Catalano ha decisamente trovato la sua personalissima forma d’espressione nel panorama della scultura contemporanea. Le sue sculture di bronzo sono richiestissime anche da gallerie e collezioni private di tutto il mondo e sono esposte in Francia, Inghilterra, Cina, Belgio, Svizzera e Stati Uniti.

Bruno Catalano sculture in bronzo dipinto

Bruno Catalano sculture di bronzo dipinto

Bruno Catalano Marsiglia "Les Voyageurs" sculture in bronzo dipinto

 

Bruno Catalano "Les Voyageurs" sculture in bronzo dipinto

26 Aprile 2017 / / Coffee Break

Lo studio di architettura spagnolo Fran Silvestre ha progettato questa iconica abitazione che sembra galleggiare su una ripida scogliera che domina il Mediterraneo,
Per rispettare l’ambiente naturale della collina, molto ripida, la struttura è a sbalzo con un effetto molto suggestivo
La finitura in stucco bianco richiama lo stile tradizionale ed i materiali locali.

Gli architetti spiegano di aver voluto costruire “una casa in aria, camminando sull’acqua”

the house on the cliff

Spanish architecture studio Fran Silvestre has designed this iconic home that seems to float on a steep cliff overlooking the Mediterranean sea,
to respect the natural environment of the hill, very steep, the structure is embossed with a very impressive effect
The white stucco finish recalls the traditional style and local material

Architects explain that they wanted to build “a house in the air, walking on the water”

immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura
26 Aprile 2017 / / Il Sottomarino a Pois

Buongiorno carissimi, eccomi finalmente sono tornata! oggi volevo proporvi una mia personale top 6 dei profili instagram più belli ( escludendo quelli a cui ho già dedicato un articolo: @sarahkbenning, @liliarnoldstudios, @100drine_instaofficiel, @lisacongdon ); profili di artisti e di interior design.  Li inserisco in modo casuale e non per importanza o bellezza…sono tutti splendidi.
1. @sloppopnl

Liesbeth è la fondatrice del marchio sloppop yeah, cliccate qui se volete vedere il suo sito , crea ghirlande, cuscini, e vestiti ma oltre alle sue creazioni ha una bellissima casa nel bosco in Olanda che ci mostra giornalmente sul suo profilo.
via
via
via

2.@daria_solak_illustrations

Le illustrazioni di Daria sono semplici, a volte sembrano dei disegni fatti distrattamente su un quaderno, le sue fashion illustration sono una più bella dell’altra, date un’occhiata anche al suo sito

via
via
3. @littlebigbell

Che dire di lei..è una delle blogger che si occupa di interni più seguite su instagram: si chiama Geraldine vive a Londra e questo è il link del suo blog clicca qui. Tante ispirazioni, novità e interviste.
via
4. @mamoesjka.nl

Profilo di Ilona, una mamma a tempo pieno, che si diverte a modificare la sua casa, riempiendola di colore e oggetti vintage. Per chi ama questo stile consiglio vivamente di seguirla per avere tante ispirazioni ogni giorno.
via

via
via

5. @sproetinhuis

Maaike è un’interior stylist, fotografa, collabora con Ikea e vivie in Olanda. Un profilo interessante per cogliere i particolari più sfiziosi del suo modo di vivere la casa.
via
via
via
6. @monann_illustration

Un’altra olandese..nemmeno a farlo a posta 🙂 lei è un’illustratrice che amo molto, recentemente ho anche comprato un suo disegno! andate a sbirciare su instagram i suoi lavori e se volete la trovate anche su etsy o sul sito clicca qui.

via
via
In realtà da top ten è diventata una top six, magie che si fanno quando, purtroppo, non si ha molto tempo da dedicare al blog 😉  però vi cito lo stesso i profili che avevo selezionato…a voi scoprirli su instagram:
7. @camillaathena
8. @cleoscheulderman
9. @rachel_grant_art
10. @perolavsolvberg

A presto con nuovi post!  





26 Aprile 2017 / / Dettagli Home Decor

fiori da balcone colorati

Con le loro fioriture luminose e abbondanti trasformano balconi, terrazze e giardini, in fantastiche macchie di colore


Il Geranio, il cui nome botanico è per l’esattezza Pelargonium, è da tutti conosciuto come il ‘fiore da balcone’ per eccellenza. Una definizione però che non fa abbastanza onore a questa pianta perché non riesce ad esprimere appieno tutta la sua ricchezza: a partire dalla impressionante gamma di colori, foglie, fiori e tipologie esistenti, per arrivare alla straordinaria varietà di dimensioni e forme di crescita attualmente in commercio.

fiori da balcone colorati

Una ricca gamma di varietà

La maggior parte delle persone identifica i Gerani con quelli rossi o bianchi, molto spesso esposti sui balconi. In realtà ne esistono moltissime varietà. Il Geranio è, infatti, incredibilmente versatile con la sua ampia gamma di colori, forme di foglie e fiori, dimensioni e differenti fioriture. Non solo il rosso, il bianco e il rosa, ma anche le sfumature più originali e contemporanee come rosa, viola, lilla, pesca, arancio e giallo. Senza contare l’ampia gamma di varianti bicolore.


fiori da balcone colorati
fiori da balcone colorati

Repellente naturale contro gli insetti
I Gerani dalle foglie profumate possono realmente tenere lontani gli insetti, grazie agli oli essenziali contenuti nelle loro foglie. Alla minima brezza o al più leggero tocco, queste piante rilasciano il loro profumo, per gli umani molto piacevole, che serve a tener lontane zanzare, vespe e altri insetti fastidiosi. I migliori repellenti per insetti sono i Gerani con aromi di limone e arancia.


fiori da balcone colorati
fiori da balcone colorati
Stupende fioriture anche senza il pollice verde

I Gerani sono la pianta perfetta anche per chi non può o non vuole investire troppo tempo nella cura delle piante. Quasi nessun’altra pianta è tanto resistente e facile da curare. Con minimo sforzo e poco impiego di tempo i Gerani assicurano grandi soddisfazioni anche a coloro che non hanno il pollice verde


fiori da balcone colorati
fiori da balcone colorati

26 Aprile 2017 / / Room by Room

1934 Mix
l’emozione di dirigere la propria personale sinfonia
Xilo1934 nasce dal gruppo Basso Legnami, storico distributore di legnami. Dalla solida esperienza nell’ambito dell’approvvigionamento di legno, nasce l’idea di ampliare il ciclo produttivo al fine di fornire una risposta più completa alla crescente domanda nel settore deipavimenti in legno, in particolare quelli di grande formato. Da oltre 80 anni è leader nella produzione diparquetdi design dal gusto ricercato. Ogni prodotto è concepito da uno staff di professionisti e viene realizzato attraverso l’impiego di macchinari e tecnologie all’avanguardia, nel rispetto di normative e tradizioni produttive collaudate. Italianità non è solo tecnologia ma anche e soprattutto eleganza e raffinatezza. Prerogative imprescindibili nel contraddistinguere un fascino tipicamente ed esclusivamente italiano.
Room by Room è andata alla scoperta di una linea colorata e dalle sfumature uniche, 1934 Mix.Pa

vimenti in legnoche prendono forma attraverso diversi linguaggi per dar vita ad un parquet dal gusto elegante e raffinato, ecologico e versatile. Le sfumature uniche, presenti già nella paletta del programma base, si articolano e si sviluppano in un nuovo progetto colorato a tutto tondo. Sei basi con diversi colori, volutamente su doghe larghe 10 cm per enfatizzare al meglio l’aspetto cromatico. Sei varianti concepite per incontrare altrettanti mood differenti all’interno di ambienti sempre più mix match di stili. Un nuovo modo di pensare lo spazio, in un dialogo continuo fra design, moda,decor e talvolta persino arte, che reinventa il senso del colore. Contaminazione intesa come capacità di attingere da universi differenti, di adattare il sapore di mondi distanti alla singola sensibilità e al proprio modo di vivere. I nomi stessi delle varianti suggeriscono lo stile e l’effetto che questi parquet restituiranno. Ecco una galleria fotografica scelta appositamente per voi.
Modern Luxury

Urban Classic

Etnic Chic

Warm Minimalist

Country Bohemien

Natural Fusion

La linea di pavimenti in legno Mix rappresenta un nuovo modo di pensare lo spazio, in un dialogo continuo fra design, moda, decor e talvolta persino arte, che reinventa il senso del colore. Ora non rimane che a voi la scelta! Fate entrare nelle vostre stanze Mix!
26 Aprile 2017 / / Picsilli

I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni.

(Pablo Picasso)

I colori nel mondo dell’ interior design hanno un peso fondamentale, quasi quanto le forme e le proporzioni.

Tutti i giorni percepiamo colori che interpretiamo sotto forma  di emozioni, reazioni, atmosfere, luci, ombre e materiali. Ad ogni colore abbiniamo uno stato d’animo e magari leghiamo uno stimolo personale.

All’interno delle nostre mura domestiche i colori hanno un valore ed un’ importanza fondamentale perché esprimono il nostro stile e si abbinano agli arredi e agli accessori.

Quindi la scelta deve essere quella giusta!

La tendenza ormai da tempo è quella di dipingere soltanto una parete oppure una porzione di parete. E il più delle volte in maniera non regolare.

La COLOR BLOCKING è quella tecnica di abbinare colori diversi o contrastanti tra loro uniti in forme geometriche.

Il risultato? Una parete in movimento che non ha bisogno di ulteriori decorazioni!

Ti propongo qui sotto alcuni collage di immagini e colori. Sono solo un esempio tra mille variabili.

TONO SU TONO

Mobili e arredi dello stesso colore e stessa tonalità.

Usalo se sei amante di un colore in particolare o ti piace dare armonia a tutta la casa.

tavolo,  libreria

PASTELLO

Essenze di legni chiari (betilla, rovere sbiancato…) e colori chiari, impalpabili

Usali se vuoi illuminare gli ambienti e creare un’atmosfera rilassata.

lampadatavoloquadro

COLORI IN CONTRASTO

Colori decisi, contrastanti tra loro.

Usali se vuoi dare carattere alle pareti e non hai paura di usare tonalità non usuali.

lampadatavolo

Puoi realizzare queste pareti anche da sola, se opti per le linee in diagonale non occorre avere la precisione della geometria e il risultato ti sorprenderà. 

Per cominciare pensa ad un colore che ti piace, che si abbina con i colori e i materiali che già sono presenti in casa tua e prova ad abbinarne altri della stessa tonalità o contrastanti tra loro.

E tu a quale proposta preferisci? Fammelo sapere nei commenti!

L’articolo COLOR BLOCKING | COLORI GEOMETRICI ALLE PARETI proviene da serena barison.

26 Aprile 2017 / / Dettagli Home Decor

lampade di design per il giardino

Nel corso del Salone del Mobile di Milano si è svolto Euroluce, il Salone dell’illuminazione che ha messo in segna nuove forme e colori di lampade dal design unico e in grado di personalizzare le nostre case.


Sempre più spesso molti designer prendono spunto per le loro creazioni dai tanti oggetti di uso quotidiano, proprio come ha fatto Matteo Ugolini per le  lampade outdoor Tobia di Karman.  Con questo nuovo progetto Matteo Ugolini reinterpreta i tradizionali strumenti utilizzati dai contadini, la vanga, il forcone e il rastrello, trasformandoli in originali lampade da giardino.
lampade di design per il giardino

Le lampade Tobia di Karman sono realizzate in tecnopolimero bianco, lungo il manico, nella parte posteriore, corre una striscia a led, che illumina direttamente la superficie su cui poggia la lampada. Possono essere utilizzate sospese con un gancio a muro, semplicemente appoggiate oppure con cavalletto autoportante.
lampade di design per il giardino

Le lampade Tobia di Karman sono il giusto elemento decorativo per illuminare il giardino con ironia, tradizione e modernità.
Per maggiori informazioni www.karmanitalia.it