5 Giugno 2017 / / Dettagli Home Decor

Novità e requisiti per usufruire delle detrazioni fiscali nel 2017

La Legge di Bilancio 2017 ha prorogato fino al 31 dicembre 2017 la detrazione del 50% delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia fino a un massimo di 96.000 euro di spese. Con lo stesso provvedimento è stata inoltre confermata, per gli immobili oggetto di ristrutturazione, anche la possibilità di detrarre le spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+.


Indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, la detrazione fiscale del 50% va calcolata su un importo massimo di 10.000 euro e va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo.

L’importo massimo riguarda la singola unità immobiliare, comprensiva delle pertinenze, o la parte comune dell’edificio oggetto della ristrutturazione per cui il contribuente che esegue i lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari potrà sfruttare più volte tale beneficio.

Novità e requisiti per usufruire delle detrazioni fiscali nel 2017


La detrazione spetta per le spese sostenute per l’acquisto entro il 31 dicembre 2017 di mobili nuovi – letti, materassi, armadi, cassettiere, comodini, librerie, tavoli, sedie, divani, poltrone, credenze, scrivanie, lampade; elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ – frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, piani cottura, forni a microonde, condizionatori, ventilatori elettrici, radiatori elettrici, ad eccezione del forno per il quale è richiesta la classe energetica A.


Il Fisco ha da poco chiarito che le suddette detrazioni sono valide anche per tutti i lavori di ristrutturazione edilizia che avranno inizio entro il 31 dicembre 2017.


Novità e requisiti per usufruire delle detrazioni fiscali nel 2017

Per quanto riguarda le modalità di pagamento, non occorre utilizzare il bonifico dedicato alle ristrutturazioni ma è necessario comunque utilizzare strumenti tracciabili come bonifici, carte di credito e bancomat. Non è consentito, invece, pagare con assegni bancari o contanti. In compenso la detrazione è ammessa anche nel caso di mobili e grandi elettrodomestici acquistati con il finanziamento a rate a condizione che la società che eroga il finanziamento paghi a sua volta la somma con strumenti tracciabili e consegni all’acquirente copia della ricevuta del pagamento effettuato per suo conto.



5 Giugno 2017 / / Idee

Lo so, lo so: pulire casa non piace a nessuno. Dite la verità: sapete con quale frequenza va pulito cosa? Vi aiuto con una semplice infografica.

……….

Donne e uomini, di casa e non, l’argomento pulizie è il più noioso e spinoso di tutti. A nessuno e dico proprio nessuno, piace pulire casa. Ci si stanca da matti, si perdono giornate intere a fare mestieri di cui molto spesso non vediamo l’utilità.

D’estate poi… un bagno di sudore per rendere la casa quantomeno decente. Diciamoci la verità però: una casa pulita e in ordine fa sempre la sua figura. Vuoi mettere accogliere gli amici in un salotto dove non ci sono coperta, ciabatte e giornali sparsi per il divano? Dove il telecomando si trova alla prima occhiata?

Come fare allora per non dover perdere giorni interi della settimana per le faccende domestiche?

Non è necessario fare tutto, tutti i giorni (anche perché soprattutto chi lavora, non ha tempo materialmente). Ho preparato una piccola infografica, che potete scaricare e stampare come promemoria.

PULIRE CASA IN MODO EFFICIENTE: COSA E QUANTO SPESSO

Come vi dicevo, ho pensato di prepararvi una velocissima infografica, che potete stampare e appendere dove più vi fa comodo. Se come me anche voi dimenticate anche come vi chiamate, allora vi sarà utilissima.

Io ogni volta che si tratta delle “grandi” pulizie, dimentico sempre quand’è stata l’ultima volta che le ho fatte. Le tende? Chissà. I lampadari? Mah.

È una faticaccia, perché magari finisce che nel dubbio pulisco due volte la stessa cosa. Che poi, già le pulizie sono uno stress, figuriamoci fare confusione e fare il lavoro doppio.


Pulirò la casa quando uscirà sul mercato un aspirapolvere che si può cavalcare – R. Barr
Condividi il Tweet


pulire

Ho pensato che potesse essere utile per tutte (e tutti) gli smemorati come me, per tenere il punto di quello che è già stato fatto e quello che ci sarà da fare.

È anche utile per rendersi effettivamente conto di quali siano le faccende domestiche che è bene fare tutti i giorni, per tenere la casa in ordine e per metterci meno quando si tratta delle pulizie settimanali.

Alla fine già tenere in ordine è metà del lavoro: il disordine (e ve lo dice una iper-disordinata) fa percepire trasandata anche una casa ultra pulita.

Che le casalinghe disperate siano con voi!

 

L’articolo Pulire casa: un’infografica per ottimizzare i tempi sembra essere il primo su VHD.

5 Giugno 2017 / / Easy Relooking

READ IN ENGLISH

La boiserie moderna è un rivestimento per le pareti utilizzata sin dal XVII secolo in Francia, è costituita da pannelli in legno riccamente lavorati oppure, come avviene attualmente, mantenuti con un aspetto naturale e semplice. Se desideri inserire questa tipologia di arredo devi prima di tutto valutare l’estensione dell’applicazione e, in particolare, individuare il design più consono per integrarsi con lo stile del mobilio e della casa.

boiserie moderna

L’installazione è piuttosto semplice, non richiede accorgimenti particolari e può essere realizzata anche con il fai da te se sei abile nell’utilizzo degli attrezzi. Consiglio però l’aiuto di interior designer, che saprà scegliere per te l’elemento idoneo a decorare le stanze della tua abitazione.

La scelta dello stile migliore

Il legno sta ritornando il protagonista nella cucina e nelle aree living delle abitazioni anche attraverso la boiserie moderna che non è relegata a mero accessorio decorativo ma diventa un vero punto focale della stanza.

La disponibilità di questi caratteristici pannelli è molto ampia e, ultimamente, sono stati introdotti dei modelli in 3D, ovvero i rivestimenti non si limitano ad una semplice superficie piana ma catturano con forte carattere lo spazio verticale attraverso geometrie e decorazioni in rilievo. Ecco quindi che un materiale semplice con il legno diventa il protagonista di una vera opera d’arte realizzata con interessanti accostamenti cromatici e pezzi di dimensioni variabili.

Il risultato finale della boiserie moderna è eccezionale: attraverso l’applicazione dei pannelli i locali assumono dei connotati completamente differenti. L’ambiente ne guadagna in piacevolezza alla vista, sensazione di calore per l’amabilità del materiale naturale e innovazione, infatti, la freschezza e l’essenzialità di questo rivestimento sono le proprietà predominanti. Per rinnovare gli interni della tua abitazione avrai a disposizione un’ampia scelta sulle essenze arboree, le tonalità, l’aspetto delle fibre e ovviamente la texture che i progettisti hanno pensato. Puoi realizzare applicazioni lungo tutto il perimetro della stanza oppure esclusivamente su una parete accostando lo stile, ad esempio, al nuovo mobile per la tv che hai appena acquistato.

I pannelli e le loro varietà

La versatilità della boiserie moderna è pressoché infinita, per questa ragione non avrai alcun problema ad adattare il rivestimento all’arredamento già presente in casa tua. Consultando i cataloghi dei migliori brand presenti in commercio avrai la possibilità di scegliere quella più adatta a te creando magari una soluzione di continuità tra i pensili della cucina e le pareti, valorizzando un open space richiamando lo stesso stile in diversi punti.

Esistono molteplici tonalità, dal bianco al castano scuro, senza considerare quelle trattate per assumere colorazioni differenti. Inoltre, ci sono boiserie realizzate con intarsi o rilievi incisi creando interessanti effetti artistici in perfetto stile moderno. In aggiunta, i pannelli possono essere impiegati per creare piccoli alloggiamenti e scomparti che vanno ad integrare gli spazi disponibili sulla parete, in questo modo avvolgono la muratura inglobando gli elementi per creare una continuazione tra arredo e rivestimento.

La posa

La posa della boiserie moderna è piuttosto facile e non altera la fruibilità delle pareti o del mobilio. Quando avrai selezionato i pannelli che più ti piacciono, basterà pulire la superficie della muratura e incollare il nuovo rivestimento facendo attenzione a lasciare delle aperture in prossimità delle prese elettriche. Oltre al fattore estetico di cui gioverà tutta la stanza, avrai un’opportunità in più per installare le nuove tecnologie come i controller per la domotica, un’innovazione intelligente per controllare anche da remoto la temperatura e gli impianti della tua abitazione.

boiserie moderna

Cosa ne pensi, ti piacerebbe poter installare una boiserie moderna a casa tua? 

L’articolo La boiserie moderna per rinfrescare gli ambienti proviene da easyrelooking.

5 Giugno 2017 / / Blogger Ospiti

Applicare carta da parati ai muri di casa è un’ottima soluzione per cambiare il look di un ambiente e conferire carattere e personalità a stanze dal gusto spesso anonimo.
Il dilemma “Aiuto, come faccio ad applicare la carta da parati da sola?” ha sempre avuto il sopravvento ma da quando mi sono imbattuta nelle istruzioni per l’applicazione della carta da parati scritte dal portale “Carta da Parati degli anni 70” non ho più avuto scuse (e dubbi). Si tratta di una guida completa che illustra passo dopo passo come posare la carta da parati. Dalla preparazione della superficie da tappezzare agli strumenti necessari per farlo, dai suggerimenti su come tagliare la carta ai passaggi da seguire per incollarla al soffitto e agli angoli, senza dimenticare consigli su come prevenire bolle e rigonfiamenti fastidiosi e antiestetici. Insomma, queste istruzioni sono una vera ancora di salvezza per chi, come me, non è particolarmente portato per questi lavori fai da te o non li ha mai fatti.

Impossibile e riduttivo riassumere qui tutti i consigli e i trucchi per la posa della carta da parati. Per conoscere tutti i suggerimenti vi consiglio di cliccare sul collegamento qui sopra e di visitare la pagina dedicata.

L’idea di tappezzare tutta una stanza non mi ha mai fatto impazzire e ho preferito personalizzare e mettere in risalto una sola parete. Ho scelto quella del soggiorno, forse una delle più complicate da tappezzare perché completa di calorifero, prese di corrente e attacchi per il televisore. Non mi sono fatta scoraggiare: la bellissima e completa guida illustrata nella quale mi sono imbattuta è organizzata in capitoli e due di questi spiegano in modo preciso e dettagliato come posare correttamente la carta da parati attorno a prese di corrente e interruttori, attorno alle porte, sotto le finestre e dietro ai caloriferi – sia caloriferi a colonna e tubolari sia radiatori a pannello e convettori fissi.
Se non è una “guida completa” questa non so davvero quale può esserlo.

È sufficiente seguire le istruzioni e il gioco è fatto. Applicare la carta da parati si rivelerà facile e più veloce del previsto. Parola mia – che di fai da te me ne intendo davvero poco.

Perché comprare la carta da parati online?
Lo ammetto, all’inizio anche io ero titubante, i negozi di bricolage e alcune famose catene dedicate ad arredo casa, edilizia, giardino, decorazioni e fai da te sono pieni di carta da parati. Tuttavia i vantaggi dell’online sono molti e il risparmio è evidente: catalogo ampio, scelta quasi illimitata, costi contenuti grazie all’assenza di intermediari, commessi e montatori. Vero, acquistando online l’acquirente deve fare tutto da sé ma, dal momento che la fase più problematica è quella del “montaggio” e che esistono istruzioni davvero ben fatte, non ci sono più dubbi e scuse. Molti e-commerce offrono inoltre assistenza pre e post vendita: non solo aiutano nella scelta della carta da parati migliore ma intervengono anche tempestivamente in caso di prodotto danneggiato o sbagliato.

Come faccio a sapere quanti rotoli di carta da parati mi servono per tappezzare la mia casa?
Dubbio legittimo di chi acquista carta da parati online e non è un esperto del mestiere. Anche questa volta l’e-commerce “Carta da parati degli anni 70” risolve ogni dubbio con uno strumento davvero formidabile: una calcolatrice preimpostata. È sufficiente scrivere l’altezza e la larghezza delle pareti da rivestire e il sistema suggerisce in automatico il numero di rotoli necessari. Più facile e veloce di così…

Come scegliere la carta da parati?
La carta da parati è un prodotto particolare e dal grande effetto scenografico e l’acquisto richiede un’accurata selezione. Gusti personali e necessità d’arredo hanno sempre la meglio ma prima di arrivare alla scelta definitiva è bene valutare diverse alternative e dare spazio e fantasia e creatività.
Sul portale “Carta da parati degli anni 70” ne ho contate più di 200, impossibile non trovare quella che fa al caso tuo. Per orientarsi con facilità all’interno della collezione è possibile utilizzare i filtri e scremare il catalogo. È possibile scegliere il colore di base, il colore del disegno, il tipo di superficie e l’effetto che si preferisce, il design, lo stile e anche caratteristiche più tecniche come resistenza alla luce, all’acqua, al fuoco.
Io mi sono innamorata di alcune carte da parati geometriche e dai colori pastello ma ti assicuro che ce ne è davvero per tutti i gusti. Dai un’occhiata alla galleria di immagini qui sotto, troverai motivi floreali, linee, righe e strisce, suggestioni psichedeliche, grafiche raffinate e glamour, disegni stilizzati e scherzosi per la cameretta dei bambini, e ancora carte da parati in colori tenui e delicati, tinte sgargianti o con contrasti appariscenti.

Hai ancora dubbi su dove acquistare e come applicare la carta da parati? Corri a leggere le istruzioni complete e contatta “Carta da parati degli anni 70” per qualsiasi dubbio. Io mi sono trovata benissimo.

5 Giugno 2017 / / Coffee Break

Quando un hotel è praticamente una casa privata, semplice ma affascinante, che permette di rilassarsi un un’isola meravigliosa come Maiorca (Spagna).

Relax time in Mallorca

When a hotel is practically a private, simple but charming home, it lets you relax on a marvelous island like Mallorca (Spain).

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

5 Giugno 2017 / / Design

Novello case prefabbricate in legno

Nel nostro paese il mercato dell’edilizia in legno, soprattutto nel settore residenziale, è in forte espansione e non solo nel Nord Italia ma anche al Centro e al Sud. Sono infatti sempre di più le persone che scelgono di realizzare una casa ecologica con soluzioni di qualità, personalizzate e sostenibili.

Chi sceglie una casa in legno pensa al proprio benessere e naturalmente a quello del pianeta, infatti il legno è una risorsa rinnovabile e completamente riciclabile, la sua lavorazione richiede una quantità minima di energia e offre un campo di utilizzo molto ampio. Vivere in una casa in legno significa scegliere un habitat assolutamente salutare in grado di garantire un notevole risparmio energetico e quindi sulle bollette. Il legno è un ottimo isolante termico naturalein grado di regolare la temperatura interna garantendo un clima piacevole sia in estate che in inverno.

Trattandosi di una tipologia di costruzione non tradizionale è fondamentale rivolgersi ad aziende specializzate nel settore e con una lunga esperienza alle spalle, proprio come Novello, l’azienda italiana che da tre generazioni lavora il legno e che oggi è tra le più innovative nel campo della bioedilizia per la costruzione di case in legno.
La filosofia aziendale traspare chiaramente in ogni sua realizzazione, dalle case prefabbricate 
ai grandi edifici ma prima di tutto dalla sua sede produttiva, una immensa superficie, in gran parte autocostruita, energeticamente autosufficiente. Costruito nel 2009 a Oggiona Santo Stefano, in provincia di Varese, l’edificio è uno dei più grandi costruiti interamente in legno di tutta Europa

Novello case prefabbricate in legno

Le tecniche costruttive proposte da Novello sono specifiche per la realizzazione di case prefabbricate in legno e si basano su due importanti tecnologie: il sistema a telaio e la tecnologia x-lam. Entrambi i sistemi, alla base della bioedilizia per case prefabbricate in legno, costituiscono un prodotto innovativo e di qualità, perfetto per garantire la sicurezza statica, le più elevate garanzie antisismiche, flessibilità dal punto di vista progettuale e processi in grado di dare sicurezza, velocità e certezza a livello di costi e tempi di cantiere. Rispetto all’edilizia tradizionale, associare l’utilizzo del legno alla costruzione prefabbricata permette non solo di realizzare edifici in tempi brevi con un materiale assolutamente ecosostenibile, ma di costruire una casa completamente su misura. Inoltre le tecniche di bioedilizia oggi a disposizione non conoscono limiti e possono adattarsi a qualsiasi stile architettonico e di design più ricercato.  

In campagna, in città, al mare, in montagna, la casa ecologica e personalizzata Novello si integra perfettamente e con eleganza in ogni contesto.

Un perfetto esempio è questo elegante complesso residenziale in bioedilizia che Novello ha costruito sul lago di Varese e a pochi minuti dal centro città.

Novello case prefabbricate in legno

Il Geometra Colombo Vittorio, che ha realizzato il progetto, ha optato per le costruzioni prefabbricate in legno per i ridotti tempi di cantiere e per la grande velocità di realizzazione permessa da questa tecnica costruttiva. Il progetto si sviluppa su una superficie complessiva di circa 560 mq. Le diverse unità abitative sono organizzate su due livelli, con due o tre camere nel piano mansarda, ampi porticati all’esterno e diversi terrazzi con vista sul paesaggio circostante.
Le case prefabbricate in legno realizzate in questo complesso sono dotate di un impianto geotermico comune, che le rende estremamente efficienti dal punto di vista energetico.

Novello case prefabbricate in legno
Novello case prefabbricate in legno
Novello case prefabbricate in legno
Novello case prefabbricate in legno

Il progetto che segue, invece, ha riguardato la realizzazione di un’abitazione unifamiliare, collocato nell’area urbana del Comune di Varese. Il committente, sensibile ai concetti di architettura ecosostenibile, ha optato per la realizzazione di una casa in legno prefabbricata. 

Case prefabbricate in legno

Lo studio ACDM architetti ha progettato una casa ecologica ricca di particolari elementi architettonici che caratterizzano l’edificio: l’elemento di copertura con geometria ricercata, finiture esterne di pregio che hanno visto l’utilizzo di elementi lignei. Una accurata fase di progettazione, condotta dall’azienda e dalla proprietà, ha consentito di valutare ogni aspetto nel dettaglio, al fine ridurre i tempi e conoscere l’esatto costo di realizzazione.


Novello case prefabbricate in legno
Novello case prefabbricate in legno
Novello case prefabbricate in legno
Novello case prefabbricate in legno

I consulenti Novello, specializzati in architettura sostenibile, lavorano con i professionisti e accompagnano i clienti fin dalla fase progettuale aiutandoli nella scelta della soluzione che meglio si adatta alle loro esigenze. A coadiuvare i consulenti c’è poi lo staff tecnico che ha reso Novello un punto di riferimento per le case ecologiche. Tecnici di produzione con macchinari all’avanguardia e falegnami esperti che realizzano artigianalmente ogni dettaglio su misura. Inoltre, lo staff tecnico affianca la clientela anche dopo la realizzazione degli edifici per garantire il miglior servizio possibile. 
Questa scelta operativa “di scala” permette di garantire al cliente prezzi di realizzazione competitivi e la certezza che la casa in legno sia realizzata con gli stessi standard tecnici che hanno reso Novello un marchio di garanzia e di qualità nel mondo della bioedilizia.



5 Giugno 2017 / / Design

doodle art 3D

L’artista della doodle art Visothkakvei crea disegni intricatissimi e tridimensionali che sembrano uscire dai bordi del foglio per interagire col mondo reale

Koy Visothkakvei, classe 1990 è un artista e graphic designer di origini cambogiane che vive nel Maine, USA. Visothkakvei è nato in una famiglia di agricoltori e questo gli ha dato l’opportunità di crescere vicino alla natura immerso in splendidi paesaggi. Attraverso la doodle art elabora questi ricordi e tutta la riserva di bellezza che ha immagazzinato, trasformandoli in qualcosa di più emozionante. Nel 2010 ha iniziato a lavorare come graphic designer ma sul suo profilo Instagram, seguito da migliaia di follower, ci mostra i disegni che ama fare per passione.

Le immagini che realizza sono i cosiddetti doodle, una parola che in inglese significa scarabocchio, a definire quei disegni figurativi o astratti o fatti di linee casuali che le persone fanno quando si annoiano o sono sovrappensiero;  lasciando che la mano segua in modo automatico il flusso della fantasia, l’artista dà vita a questi intricati disegni.
In realtà la doodle art non è nemmeno riconosciuta come una vera forma d’arte ma in alcuni casi può essere davvero sorprendente!

LEGGI ANCHE: Ana Strumpf copertine di moda in chiave pop

visotkakvei doodle art disegni 3d

Doodle Art tridimensionale grazie alle illusioni ottiche

Visothkakvei porta la doodle art a un livello superiore: con penne, pennarelli e in qualche occasione una buona dose di Photoshop, crea delle bellissime illusioni ottiche attraverso i suoi intricati disegni tridimensionali. Riempie pagine e pagine di elementi minuscoli e fittissimi tutti ispirati alla bellezza della natura: foglie, fiori, boccioli, tralci, che si moltiplicano su tutta la superficie del foglio affollandosi in modo quasi asfissiante.

Per realizzare ciascun disegno ci vogliono dalle 3 alle 6 ore di lavoro perchè le sue opere di doodle art sono fatte di una moltitudine di piccoli elementi naturalistici, incredibilmente fitti e intricati che creano labirinti impossibili. Già questo basterebbe a rendere strepitosi i suoi doodle ma Visothkakvei vuole stupirci ancora e riesce a darci l’illusione ottica di disegni 3D. Attraverso un uso attento di luci ed ombre e attraverso texture più o meno fitte, l’artista riesce a dare spessore e profondità ai suoi disegni creando una personale versione tridimensionale della doodle art che fa apparire queste opere come se cercassero di sfuggire dai confini del foglio.
Di più: i suoi disegni saltano fuori dal foglio per interagire con il mondo reale!

“Voglio che tutti vedano queste mie immagini sulla natura e la cultura perché ho davvero bisogno che le persone prestino maggiore attenzione al bellissimo pianeta in cui viviamo per prendersi cura di esso; lasciare che la gente sappia quanto sia sensazionale che la bellezza di questi mondi non rimane solo nell’opera.”

Doodle Art 3D di Visothkakvei

Visothkakvei …con un piccolo aiutino di Photoshop

Visothkakvei Doodle Art 3D

Disegni 3D che sembrano uscire dal foglio

Visothkakvei Doodle Art 3D

Visothkakvei Doodle Art 3D

Visothkakvei Doodle Art 3D

 

5 Giugno 2017 / / Decor

Buondì cari amici! Vi ricordate degli adesivi Evergreen Orange, di cui vi avevo parlato in questi post (clic)? Oggi torno a parlarvi di questi bellissimi stickers murali, nello specifico dei soggetti adatti per la decorazione delle pareti della cameretta. 

Sebbene gli adesivi siano adatti ad ogni ambiente della casa, le camere dei piccoli di casa sono perfette per sbizzarrirsi con la fantasia, anche perché, essendo facilissimi da applicare e rimuovere, potete cambiare i soggetti secondo le fasi di crescita del vostro frugoletto. Gli adesivi Evergreen, tra l’altro, sono realizzati con vinile autoadesivo di alta qualità, sono garantiti per 3-5 anni e si possono personalizzare a piacere, scegliendo la dimensione, il carattere e il colore preferiti. Qui trovate la selezione dedicata ai piccoli: camerette.

E’ arrivato il bebé

Quale modo migliore per dare il benvenuto al nuovo membro della famiglia, se non con una cameretta accogliente e colorata? Questa stanza sarà il primo spazio tutto suo, nel quale passerà molto tempo e in cui esprimerà la sua immaginazione. Applicare delle decorazioni colorate alle pareti, magari personalizzate con il nome del bambino, è importante per creare un ambiente allegro e confortevole che lo aiuti a identificare la sua camera come uno spazio protetto. Inoltre, il bimbo imparerà a riconoscere pian piano le forme e i colori dei decori: stelline, nuvole, alberi e altre sagome semplici saranno i suoi primi compagni di gioco immaginari.


Crescendo e imparando

Crescendo, i bambini hanno sempre bisogno di maggiori stimoli e cominciano a sviluppare preferenze per alcuni giochi, forme e colori: in questa fase amano fantasticare, inventando storie e personaggi, e apprendono operazioni complesse come la lettura e il disegno. Gli adesivi murali più adatti per questa età, che va dai quattro agli otto anni circa, sono quelli che aiutano il bambino ad imparare divertendosi, come numeri e lettere, animaletti e paesaggi.


La cameretta diventa il suo regno

Prima o poi arriva il momento in cui il tenero bebè per il quale avevate preparato la cameretta nove o dieci anni prima, decide che quelle decorazioni non gli piacciono più: ora ha i suoi gusti precisi, in fatto di colori e soggetti, ha i suoi giochi preferiti, i suoi super eroi e comincia a fantasticare su quello che vorrebbe diventare: astronauta, calciatore, musicista…Nessun problema, Evergreen Orange ha adesivi adatti anche a questo momento dello sviluppo.


Coinvolgete i vostri figli nella scelta dei temi, magari personalizzandoli direttamente on line nella sezione apposita del sito, naturalmente con la vostra presenza e il vostro sostegno: inoltre, per suggellare la nuova fase della loro crescita, applicate gli adesivi insieme a loro. Potete visionare insieme il video tutorial che trovate sul sito e passare un pomeriggio divertente da provetti decoratori: un’esperienza nuova tutta in famiglia che il vostro bebè di un tempo si ricorderà con piacere ed allegria.

e-mail: info@evergreenorange.com

5 Giugno 2017 / / ArtigianaMente

Gli infissi sono sempre di più una scelta di arredamento, perché possono cambiare totalmente lo stile di un ambiente e renderlo più accogliente e piacevole da vivere. Immagina un’intera stanza senza pareti, che connette gli interni con gli esterni permettendoti di godere della luce naturale del sole in qualsiasi momento.

Soprattutto ora. Con il sole, con il verde rigoglioso e la natura generosa di mille colori. Anche d’inverno. Quando la luce scarseggia e ogni piccolo bagliore è un regalo insperato.

La mia casa è piccola piccola, ma ha mille finestre che si affacciano su una natura imperdibile e che regalano tanta luminosità. Quella naturale è la migliore.

Avere delle finestre molto grandi, scorrevoli e non, comporta diversi vantaggi, come:

  • benefici alla salute
  • risparmio energetico
  • sensazione di avere più spazio in casa
  • isolamento termico

La luce naturale ha effetti positivi sul nostro benessere fisico e mentale. Per me è fondamentale. So bene che i lunghi mesi invernali sulle Dolomiti un pochino mi fanno soffrire.E per questo sono sicura che se il tuo infisso si affaccia su un giardino o su un’area verde, avrai la possibilità di ammirare la natura circostante comodamente dall’interno potrai godere di una piacevole sensazione di pace e serenità.

Solo finestre

Inoltre, grazie agli infissi potrai sfruttare al massimo l’illuminazione del sole. In questo modo potrai risparmiare sulla bolletta, perché la luce entrerà facilmente in casa, che a sua volta sembrerà più grande e spaziosa.

Ti preoccupi dell’eccessiva perdita di calore che delle finestre troppo grandi potrebbero causare? Se scegli il materiale adatto, gli infissi possono essere ottimi isolanti termici e acustici. Quelli più utilizzati sono:

  • il pvc
  • l’alluminio
  • il legno

Gli infissi in PVC sono resistenti e sono degli ottimi isolanti in qualsiasi stagione: anche questo contribuisce a ridurre notevolmente i costi energetici e protegge dagli agenti atmosferici. Per la ristrutturazione della nostra casa abbiamo scelto proprio questa soluzione.
Grazie all’ottimo rapporto qualità-prezzo e alla poca manutenzione richiesta, questa tipologia di infisso risulta la più usata. Se la tua finestra è collocata su un lato molto soleggiato, uno strato basso-emissivo di vetro le donerà ottime proprietà termiche e bloccherà i raggi del sole. E poi ci sono diverse colorazioni disponibili, quindi il pvc si adatta facilmente ad ogni stile di arredamento dando all’ambiente un tocco di modernità.

infissi

Con gli infissi in alluminio avrai non solo l’isolamento termico ma anche a quello acustico dell’abitazione. Rispetto a quelli in pvc, però, sono molto più costosi, però sono belli. Non c’é che dire! Conferiscono un aspetto elegante e moderno alla casa. Non necessitano di grande manutenzione o cure specifiche e, grazie alla loro resistenza, sono adatti per grandi vetrate.

Durante l’inverno, se la tua casa è fredda e si riscalda molto lentamente, scegli gli infissi in legno. Questo materiale naturale, che ha però bisogno di manutenzione costante, dona uno stile classico alla casa, regalando un ottimo comfort abitativo perché trattiene il calore all’interno delle stanze. Il costo varia a seconda della tipologia di legno usato, ma un materiale di ottima qualità garantirà dei risultati più duraturi.

Ora che hai tutte le informazioni necessarie, scegli il tipo di infisso che fa per te e trasforma la tua casa. Otterrai il massimo dalla luce naturale!

 

 

The post Niente pareti, niente quadri. Solo tante finestre. appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.