14 Giugno 2017 / / Design

scala per interni realizzata in legno, economica e personalizzabile

La nuova scala per interni salvaspazio SNAP di Fontanot è realizzata interamente in legno massello di Faggio, dello spessore di 2,5 cm che può essere tagliato su misura per poter realizzare qualsiasi progetto. Ogni gradino si completa del relativo sottogrado in legno che contribuisce a rendere questo prodotto solido e sicuro.


La larghezza dei gradini è di 54 cm, mentre l’ingombro in larghezza con ringhiera e cosciali laterali è di 64 cm. Il kit include un lato di ringhiera composto da 3 colonnine verticali e corrimano.


scala per interni realizzata in legno, economica e personalizzabile

Una scala che rielabora la bellezza del legno vivo secondo lo stile del design moderno nell’arredamento.

scala per interni realizzata in legno, economica e personalizzabile

La scala viene fornita grezza per poterla personalizzare nel colore che più si adatta allo stile della casa oppure la si può verniciare con fondo e finitura all’acqua trasparente.

Snap di Fontanot può essere ulteriormente personalizzata valorizzando la ringhiera con delle corde, reti o altro per renderla davvero unica.


scala per interni realizzata in legno, economica e personalizzabile
scala per interni realizzata in legno, economica e personalizzabile

La scala Snap è acquistabile direttamente nello shopFontanot ad un prezzo interessante.


14 Giugno 2017 / / Idee

Se possedete un Bed & Breakfast e vi state chiedendo come renderlo più appetibile alla clientela, siete nel posto giusto. Oggi affronterò questo tema per farvi vedere come con poche mosse e una spesa moderata potete trasformare un anonimo Bed & Breakfast in un luogo di design. La parola d’ordine è COLORE!!

L’obiettivo insieme al Lagostore Milano è stato quello di trasformare delle banali stanze in qualcosa di diverso, divertente e da raccontare. Come sappiamo un ricordo positivo dopo un soggiorno è il miglior biglietto da visita, per non parlare del mercato on line dove prima di ogni cosa parlano le immagini.

Gli ingredienti base di questo progetto sono il colore e pochi elementi d’arredo, diversi dal solito, per questo è stata fondamentale la collaborazione con il Lagostore Milano con cui insieme abbiamo pensato agli arredi da inserire.

Il progetto verte attorno all’utilizzo di due colori, chiaro e scuro, per decorare la stanza rendendola unica. Una prima versione la suddivide orizzontalmente e una seconda verticalmente. Il disegno e l’ispirazione nasce dalle mensole Lagolinea per poi continuare come linea di colore.

Un primo abbinamento cromatico è il rosa cipria e il blu pervinca, per ottenere un ambiente rilassante e sofisticato che va a ricordare uno skyline su di un tramonto rosa.

Il secondo progetto prevede una suddivisone cromatica verticale andando a creare due zone cromatiche fortemente contrastate, blu pervinca e giallo sole, idealmente i due ospiti decidono in quale colore vogliono stare.

La testata del letto è disegnata dalla libreria Lagolinea che mi ha permesso di adattarla al progetto come se stessi disegnando con la matita.

Voi in quale stanza vorreste passare il vostro soggiorno, nello skyline del tramonto o in quella del giorno e la notte? Personalmente sono parecchio indecisa 🙂

stanza-hotel-design

stanza SKYLINE AL TRAMONTO

testata-letto-design

stanza IL GIORNO E LA NOTTE

Ora vediamo da vicino cosa è stato inserito in questa stanza:

fluttua-lagostoremilano

LETTO FLUTTUA-LAGOSTORE MILANO

36e8-viola-panna-progetto

MODULI COMPONIBILI 36&8 -LAGOSTORE MILANO

libreria-laglinea-lagostore-milano

LIBRERIA LAGOLINEA-LAGOSTORE MILANO

tree-guardaroba-lagostore-milano

ARMADIO TREE/ET VOILA’-LAGOSTORE MILANO

Per progettare o rinnovare le vostre stanze scrivete a progetti@maydaycasa.it

BUONA PERMANENZA AL BED & BREAKFAST!

 

Archiviato in:interiors design, progettazione Tagged: bed&breakfast, blu pervinca, blu polvere, cirpia e blu, design, giallo sole, interior design, lagostore milano, pareti colorate, progetto camera hotel, progetto colore, progetto cromatico, progetto d’interni, progetto hotel, testata letto, trasformare camera

14 Giugno 2017 / / Design

Nel mondo dell’arredamento estetica e funzionalità non bastano più, servono anche impegno nel sociale e rispetto dell’ambiente. Sono sempre di più le aziende che promuovono un design etico, nel quale, oltre alla bellezza e alla praticità del prodotto, acquistano importanza anche altri valori come le condizioni di lavoro dei lavoratori, la trasparenza dell’informazione di ogni prodotto e la scelta sostenibile dei materiali utilizzati.

Sulla base di questi princìpi è nato Sukhi, il nuovo e-commerce che commercializza bellissimi tappeti fatti a mano e su misura da abili artigiani di Nepal, India, Marocco e Turchia, per arredare casa in modo consapevole a prezzi accessibili. Sì, perché proprio grazie alla mancanza di intermediari, Sukhi è in grado di proporre tappeti originali e di qualità ad un prezzo davvero imbattibile.


Ogni tappeto Sukhi è unico. Tutti sono realizzati con materiali naturali dalle abili mani di artigiani locali offrendo la possibilità di personalizzare il proprio tappeto scegliendone la dimensione, la forma e il colore. In questo modo si ha la certezza di acquistare un tappeto artigianale realizzato su misura per essere in armonia con lo stile della nostra casa. 
La collezione Sukhi si compone di tappeti lana e feltro provenienti dall’India, i tappeti Beni Ourain di lana tipici del Marcocco e molto di tendenza, i divertenti tappeti composti da tante palline di feltro  realizzati in Nepal e per finire, i tappeti patchwork dalla Turchia.


Sukhi – tappeto palline di feltro multicolor – Nepal

Sukhi – tappeto palline di feltro grigio – Nepal

Sukhi – tappeto Beni Ourain appena completato in Marocco


Acquistare un tappeto nel sito Sukhi.it è facile, inoltre, per qualsiasi dubbio o per un consiglio, è possibile contattare con un semplice click, il team di esperti a disposizione per aiutare il cliente nella scelta o nella progettazione di un tappeto artigianale su misura. Le possibilità sono molte, si possono infatti scegliere tra decine di colori, combinarli tra loro, scegliere la forma e la dimensione del tappeto che meglio si adatta all’ambiente che dovrà accoglierlo.



Non appena si acquista on line il tappeto, Sukhi invia l’ordinazione e gli artigiani iniziano così a creare un fantastico tappeto fatto a mano, che una volta completato verrà spedito direttamente al cliente finale. Ogni tappeto Sukhi arriva corredato da una targhetta che riporta il nome dell’artigiano che lo ha realizzato e attraverso il sito potrete anche contattarlo.


Sukhi – tappeto indiano in fase di lavorazione


Il marchio Sukhi ha un vero e proprio impatto sociale. Sukhi offre ai suoi artigiani in Nepal, India, Turchia e Marocco di guadagnare circa 2-3 volte in più rispetto al guadagno medio nella regione. In questo modo gli artigiani sono in grado di mandare a scuola i loro figli, inoltre possono lavorare anche da casa. Sukhi garantisce ai lavoratori un trattamento equo e condizioni di lavoro dignitose

Sukhi, che in nepalese significa felice”, con il suo lavoro porta felicità agli artigiani con i quali collabora e la qualità dei tappeti fatti a mano nelle case di tutto il mondo. 


14 Giugno 2017 / / Idee

I miei titoli a volte sono proprio demenziali…lo riconosco. Solitamente metto il primo che mi viene in mente, ovviamente inerente con l’argomento trattato ..almeno questo 😅 . Per il Post del Mercoledì, ho pensato di condividere con voi un po’ di ispirazioni sulle piastrelle della cucina, e sul colore del fugante. 
PIASTRELLE CHIARE CON FUGA A CONTRASTO
Parto subito con questo tipo di piastrelle perché sono quelle che sto usando per un progetto (con la speranza di potervelo mostrare appena finito ) 
VIA
VIA
l’effetto è sorprendente sia se le piastrelle sono lisce sia se sono diamantate

                                   PIASTRELLE BIANCHE CON FUGA BIANCA
VIA
VIA

Con il bianco si possono inserire piastrelle ti altro tipo, soprattutto se abbiamo un forno in muratura affiancato al piano di lavoro, come nel caso della foto qui sotto:


VIA
PIASTRELLE SCURE CON FUGA BIANCA
Questo tipo di soluzione l’ho usata anch’io a casa mia e devo dire che ne sono pienamente soddisfatta 🙂
VIA
PIASTRELLE SCURE CON FUGA TONO SU TONO
VIA
VIA
PIASTRELLE GEOMETRICHE FUGA TONO SU TONO
VIA
VIA
EFFETTO MOSAICO 
In questo caso il colore della fuga deve essere scelto caso per caso… anche se una regola c’è: se il mosaico è più o meno della stesso colore e quello che cambia è solo la geometria delle tesserine, possiamo mettere un fugante a contrasto, se invece è tutto colorato lo stucco deve essere il più possibile simile alle piastrelle
VIA

VIA
sicuramente mi sarò dimenticata qualche cosa, se avete domande dite pure, sono contenta quando riesco a sentire i vostri pareri e le vostre idee! un buon proseguimento di settimana a tutti 😘 e buon ascolto con – WILCO, how to fight loneliness






14 Giugno 2017 / / La Gatta Sul Tetto

Dormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice

Oggi per la rubrica Dormire nelle case più belle di Londra vi propongo una casa molto particolare: una casa galleggiante su uno dei romantici canali che attraversano il quartiere di Maida Vale, la Little Venice londinese.

Si tratta di una sistemazione davvero fuori dal comune, che richiede lo spirito di adattamento necessario per vivere in una barca, anche se Lila è dotata di tutti i confort, dalla cucina attrezzata alla vasca idromassaggio. 

Immagino la bellissima sensazione che si prova quando ci si addormenta cullati dall’acqua e la rilassata noncuranza della vita da campeggio, in un luogo straordinario come il Regent’s Canal, con i suoi scorci romantici dove il tempo sembra essersi fermato.

Dormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice

Come vi dicevo, Lila è dotata di tutti i confort, come il riscaldamento a pavimento, utile contro l’umidità, una stufa a legna e acqua calda.  La zona living è composta dalla cucina e dall’angolo soggiorno-pranzo, ed è illuminata, oltre che dalle finestre, anche da un suggestivo lucernario.

Dormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice living

La cucina non ha nulla da invidiare a quelle sulla terraferma, con il suo rivestimento in acciaio, il piano cottura a gas, i due forni elettrici, il forno a microonde, la macchinetta per il caffè, il comodo piano di appoggio, allungabile con una prolunga, se necessario, e il banco bar. Per ogni evenienza, il locale è dotato di uscite di sicurezza e di griglie d’areazione a norma, ben visibili nelle immagini.

Il salottino, delizioso e luminosissimo, occupa la poppa della barca, in cui si aprono grandi vetrate con vista sul canale, ed è composto da panche con comodi cuscini color panna e un tavolino rimovibile al centro, in perfetto stile marinaro.

Dormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice cucina

Dormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice banco bar

Dormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice salotto

Al centro si trova la cabina matrimoniale, con il suo bagno dotato di vasca idromassaggio e doccia, mentre la seconda cabina, con due letti a castello e bagno annesso, si trova a prua, dove è stato ricavato un piccolo ponte esterno, perfetto per prendere un aperitivo o fare colazione. 

Dormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice bagnoDormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice cabina

Dormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice vasca

Dormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice cabinaDormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice bagno

Ma non è finita qui: Lila ha anche uno spazio esterno privato, con barbecue, amaca, lettino…insomma tutto il confort per godersi la natura nel cuore di Londra.

Dormire nelle case più belle di Londra la casa galleggiante a Little Venice giardino

Cosa vedere nei dintorni

Il Regent’s Canal, a piedi oppure in canoa, per un’esperienza davvero unica.

Per gli amanti dei Beatles: percorrete la mitica Abbey Road alla ricerca del passaggio pedonale più famoso della storia.

Per gli amanti dello shopping, invece, poco lontano c’è Westbourne Grove.

From breakfast to dinner

Non perdetevi i locali affacciati sul canale, sono molto suggestivi, come per esempio il Cafe Laville, con l’ampia sala vetrata posta proprio a cavallo del canale, dove potete trovare specialità italiane, caffè compreso.

Per la colazione fate un salto al Waterside cafe, mentre per pranzo, se amate la carne e gli hamburger fatti come si deve, The Waterway, con la terrazza affacciata sul canale, è il posto ideale. 

Per cena, provate con il pesce, la specialità servita al The Summerhouse, location in perfetto coastal style e anche qui, immancabile terrazza sul canale.

E dopo cena…

p.p1 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 11.0px Helvetica; color: #000000; -webkit-text-stroke: #000000}
p.p2 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 11.0px Helvetica; color: #000000; -webkit-text-stroke: #000000; min-height: 13.0px}
span.s1 {font-kerning: none}
span.s2 {text-decoration: underline ; font-kerning: none}

Amate il teatro? Allora vale la pena concludere la serata al Canal Cafe Theatre .

Spero che Lila vi sia piaciuta. Se volete saperne di più fate un giro qui: The Plum Guide. Noi ci vediamo presto con un’altra bellissima casa londinese.

p.p1 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; text-align: justify; line-height: 17.0px; font: 15.4px Times; color: #555555; -webkit-text-stroke: #555555; background-color: #ffffff}
p.p2 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; text-align: justify; line-height: 17.0px; font: 15.4px Times; color: #555555; -webkit-text-stroke: #555555; background-color: #ffffff; min-height: 19.0px}
p.p3 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; text-align: center; line-height: 17.0px; font: 15.4px Times; color: #10ccd8; -webkit-text-stroke: #10ccd8; background-color: #ffffff}
span.s1 {font-kerning: none}
span.s2 {font-kerning: none; color: #10ccd8; -webkit-text-stroke: 0px #10ccd8}
span.s3 {text-decoration: underline ; font-kerning: none}

Scopri le atre case della rubrica Dormire nelle case più belle di Londra

The post Dormire nelle case più belle di Londra: la casa galleggiante a Little Venice appeared first on La gatta sul tetto.

14 Giugno 2017 / / Picsilli

Magari ci abiti già, oppure la stai cercando in qualche sito di agenzie immobiliari…ma cosa accomuna questa tipologia di case che tanto ci affascina e che cosa le accomuna?

Le “vintage modern home”, come le chiamo io,  sono quelle case, quegli appartamenti che si trovano prevalentemente all’interno dei palazzi storici che fanno da cornice ai viali principali delle grandi città. Sono quelle più belle, quelle che preferisco.

I palazzi hanno portoni di ingresso importanti, magari di legno con un porticati di ingresso. Un’ascensore per i piani alti di quelle che hanno la gabbia lavorata in ferro e la porticina d’ingresso che devi aprire manualmente.

Le puoi trovare anche all’interno di centri storici delle città e nella tipologia di casa a corte. Hanno stanze accoglienti e soffitti alti, finestre solitamente ampie.

Anche a te piacciono un sacco e sei alla ricerca di una casa da acquistare e stai proprio cercando un’abitazione di inizio secolo.

Ma sai quale scegliere e come sceglierla?

Come per ogni casa da scegliere considera prima di tutto le tue esigenze e la metratura, la posizione rispetto ai servizi (oppure la cerchi fuori dal centro abitato perché preferisci la tranquillità assoluta!)

Prima di tutto, devi sapere che le #vmh, la maggior parte delle volte, hanno bisogno di cure iniziali, quindi ti consiglio di prevedere quali lavori saranno necessari a conservare il loro splendore.

Quindi devi considerare che più presenta interventi da fare, più dovrai pensare al budget iniziale per ristrutturarla.

Gli elementi ai quali devi fare attenzione sono ad esempio i pavimenti. Cerca di capire come sono conservati, se i segni del tempo che presentano possono essere facilmente riparati con sostituzioni o levigature.

Dai un’occhiata ai muri, hanno crepe e/o macchie di umidità? Anche in questo caso bisogna capire la causa (magari una perdita vecchia dell’appartamento al piano sopra, oppure infiltrazioni!) e il tipo di danno.

Poi, per quanto riguarda finestre oppure porte interne, sarebbe un peccato non poterle recuperare! Falle valutare da un falegname o da qualcuno che si occupi di recupero di infissi.

FINESTRE-CASA-DI-UNA-VOLTA-PICSILLI-SERENA-BARISON-ARCHITETTO

Chiedi infine informazioni sugli impianti. Potrebbero essere stati rifatti recentemente oppure necessitare di interventi.

Riassumendo, se scegli di acquistare una casa di una volta

  • non avere fretta di scegliere, guardati attorno durante la visita all’appartamento

  • cerca di valutare quali interventi saranno indispensabili

  • considera il budget di spesa per eventuali lavori

  • scegli la casa in base alle tue reali esigenze.

E tu hai già scelto la tua casa? Fammelo sapere nei commenti e se hai domande scrivimi pure, sarò felice di aiutarti!

 

L’articolo comprare casa | COME SCEGLIERE UNA “VINTAGE MODERN HOME” proviene da Picsilli.

14 Giugno 2017 / / ArtigianaMente

Non sto vivendo molto la casa. Il giardino mi chiama. Troppo sole, troppa aria da inalare, troppo cielo azzurro da contemplare. Non so resistere. E’ così che sono rimasta indietro con i miei programmi, qui, nel blog. La voglia d’estate è fortissima, l’ho portata comunque a tavola. Una tavola estiva, fresca e semplice, in stile boho. Con poche, pochissime mosse. Bastano due elementi.

Tessuti di lino o cotone grosso e accessori in rafia: per una tavola estiva in stile boho non serve altro.

Se mi segui da un po’ ormai mi conosci, sai che mi piace apparecchiare la tavola. Una tavola semplice, di tutti i giorni. Uso quel che ho, cercando di abbinare bene i colori e conferendo uno stile preciso. Farlo a tavola è facile, perché bastano pochi dettagli. Cambiare stile a tutta la casa sarebbe un altro paio di maniche!

Così puoi decidere, se vuoi, di avere una tavola un giorno in stile boho, l’indomani in stile classico e ancora, il giorno successivo, in stile rustico. Con pochi accessori e una spesa minima.

Una decina di giorni fa sono andata al mercato del mio paese. Si tiene il giovedì mattina. Di solito arrivano il camioncino dei fiori, il banchetto dell’agricoltore con le prelibatezze locali e qualche altro banchetto che si alterna di giovedì in giovedì. Forse chiamarlo mercato è eccessivo, ma il senso è lo stesso. E a me piace molto.

Come ti dicevo, una decina di giorni fa ci sono andata e ho trovato un banchetto etnico. Africano. Erano esposti cestini e cappelli in rafia favolosi. Li avrei acquistati, ma ho preferito contenermi 🙁 limitandomi a un sottopentola e un cestino. Entrambi in rafia naturale.

Fanno molta estate e, visto il sole fuori, mi è venuta voglia di apparecchiare una tavola estiva in stile boho.

Eccola: ti piace?

tavola stile boho

Per conferire questo stile è fondamentale utilizzare tessuti grezzi e materiali naturali come la rafia, a cui ho aggiunto i mestoli di legno che ho preso in Puglia la scorsa estate.

stile boho

La tovaglia in cotone pesante credo che, in passato, fosse un lenzuolo su cui sono state ricamate a mano le iniziale di  un mio antenato. Vorrei saperne di più. Per immagine la sua vita. Per conoscere meglio da dove vengo.

Ho abbinato i tovaglioli in lino acquistati due anni fa in saldo in una merceria. L’azienda sudtirolese che li produceva è fallita. Un grande peccato, davvero, perché la manifattura dei tovaglioli è fantastica: nonostante i lavaggi le cuciture sono perfettamente intatte, la stoffa non è lisa e la forma rimasta quadrata {mi è successo più volte che si siano trasformati in rombi}.

tavola estiva

Il sottopentola in rafia naturale è proprio una chicca, non trovi? è l’acquisto al mercato del giovedì. Assieme al cesto che vedi qui sotto, usato come porta pane.

apparecchiare in stile bohemiene

Anche il canovaccio, come la tovaglia, proviene dalla dote che la nonna aveva preparato a mamma. Si tratta di un tessuto grezzo, naturale, un poco rustico.

In qualunque stile sia decorata la tua tavola, che sia estiva oppure invernale, non può mancare un mazzo di fiori freschi. Per dare colore e vita. Per rendere tutto più bello.

E’ una tavola semplice, la mia, frutto della quotidianità. Condita anche della fretta dei nostri giorni, perché le cose da fare sono tante e  i ritmi naturali appaiono come miraggio di un passato lontano. Tuttavia credo si possa dire che è una tavola apparecchiata con cura e amore.

Che ne dici?

 

The post Apparecchiare una tavola estiva in stile boho appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

14 Giugno 2017 / / ChiccaCasa

La Casetta è in crescita. Presto si riempirà di oggetti ed arredi che la renderanno abitabile in ogni sua stanza.
Ikea sarà una delle principali fornitrici di tutto ciò di cui abbiamo bisogno.
Ma come si fa per arredare tutta la casa (o quasi) senza fare mille volte il percorso casa-IKEA?

Ecco una mini-guida per arredare con IKEA recandosi solo una volta in store e finanziando i tuoi acquisti.

ATTENZIONE: questa guida NON è pensata per:
– chi possiede un super mega gigantesco furgone 
– chi abita a 30 m da IKEA (sono fortune!)


FASE 1 (A CASA)



1. Prendi le misure.

Devi essere sicuro che i mobili che sceglierai si adatteranno perfettamente alle tue stanze. Cosa succederebbe se per sbaglio acquistassi un armadio più grande della tua parete? Dovresti investire in un falegname oppure tornare al negozio, ma questo non è di certo uno dei tuoi più grandi desideri.

Misura scrupolosamente le tue pareti: ripeti la misurazione due volte e, prima di appuntare o comunicare le misure soffermati per un attimo a guardare attentamente il tuo metro. 
Hai letto bene?


2. Valuta gli spazi pieno-vuoto

Prepara una piantina delle tue stanze, tenendo presente ogni dettaglio. Puoi seguire come cambia il percorso del battiscopa per aiutarti.

Scegli tra:
disegnare a mano la piantina. Non deve essere necessariamente in scala, tuttavia le misure devono essere riportate correttamente. Ricorda anche di appuntare la posizione (misure + distanza da terra + distanza dall’incrocio delle pareti) dei caloriferi, degli agganci del gas, dei condizionatori, delle prese e di tutto ciò che vedi e che dai per scontato.
IKEA fornisce online le misure precise di ogni articolo. Visualizza la posizione dei mobili nella tua stanza e sul pavimento, traccia con del nastro adesivo il contorno che occuperebbero. Così puoi valutare se sono adatti al tuo spazio.

usare un’app e riportare le misure su di essa ottenendo un modello 3d. Puoi usare il planner IKEA o Sweet Home 3d (io mi ci trovo benissimo!). Devi comunque prendere tutti gli accorgimenti del punto precedente, e fare attenzione a realizzare un modello perfettamente corrispondente alla tua stanza.
Misura i mobili nel planning per renderti conto dell’effetto finale e dello spazio che occupano realmente). 

3. Crea una wishlist

Iscriviti al programma IKEA FAMILY o IKEA BUSINESS (se devi fare acquisti per la tua attività). In questo modo riceverai una tessera IKEA ed inoltre potrai accedere online alla tua area personale creando una wishlist. La wishlist o lista dei desideri, ti fornirà un preventivo del tuo arredamento.
Ricordati che ad esso vanno aggiunte le spese di trasporto (basta inserire il tuo cap nell’apposito spazio per calcolarle direttamente dalla lista dei desideri) e 25€ di servizio di preparazione.
Prenditi tutto il tempo che ti serve. La scelta dell’arredo e degli accessori non è semplice. Forse questo post potrà aiutarti. Realizza la tua lista della spesa. Gira stanza per stanza con carta e penna ed immagina di vivere nella casa che devi arredare. Cosa ti serve? 

Realizza la tua wishlist e stampala. 

4. Prepara le carte (un giorno prima di partire)

Ci sono alcuni pezzi che potrai trasportare in auto come sedie, sgabelli, lampade e decorazioni, scaffali bassi, tavolini e così via. Verifica online il volume dei pacchi che compongono ognuno di questi articoli e scegli quali portare in auto. 

Controlla la loro posizione negli scaffali del tuo negozio IKEA e annota tutto accuratamente, nel modo più chiaro possibile (fai questa operazione il giorno prima del tuo viaggio, in modo da verificare la disponibilità dei prodotti in negozio). 
Metti subito in borsa il foglio con i dati che hai annotato! Se lo dimentichi sarai perduto!

Prepara tutti i documenti per ottenere un finanziamento. Li trovi qui.
Metti subito in borsa anche quelli, non si sa mai!

Porta con te anche la tessera IKEA! 


FASE 2 (AD IKEA)


1. Prenota i tuoi prodotti

Comunica al personale gli articoli da finanziare.
Gira nello show room e rivolgiti al personale di ogni reparto per comunicare loro l’elenco degli articoli che vuoi pagare con un finanziamento.
In breve: ti serve un divano? Vai nell’apposito reparto. Il personale segnerà l’articolo che desideri e ti consegnerà un foglio contenente i tuoi dati e quelli del divano. Con quel foglio potrai recarti nel reparto successivo, in cui ti daranno un altro foglio con la tua lista di articoli aggiornata, e così via.

Puoi approfittarne per dare un’occhiata ai prodotti della tua wishlist dal vivo. Annota sul foglio su cui hai scritto i dati dei tuoi articoli gli oggetti fuori lista che vuoi portare a casa. 

2. Scegli la rata ed organizza la spedizione

Controlla la lista degli articoli da finanziare. Se c’è tutto, recati nel box dedicato alle rateizzazioni.
Scegli la tua rata (ci sono davvero tante opzioni!) e comunica  all’addetto i dati per la spedizione: quali oggetti è necessario ti vengano spediti e quali no e dove vuoi riceverli. 

3. Porta via i pacchi piccoli 

Scendi in magazzino e foglio (quello che avevi preparato a casa) alla mano, carica sugli appositi carrelli i pacchi da portare a casa.

Fine dei giochi! Ora devi lasciare IKEA! 
Torna a casa ed inizia a respirare aria di novità! Il corriere sarà da te prima di quanto immagini!

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss