Lavorare a maglia: 6° lezione. Chiusura del lavoro {bind off} e Campione {gauce}

Se fossimo a una delle mie lezioni dal vivo, saremmo seduti intorno a un tavolo in silenzio, con una musica rilassante in sottofondo, concentrati nel fare le textures. Dopo qualche minuto, certamente qualcuno farebbe la domanda: “E adesso come chiudo?”

Infatti arrivati a questo punto delle lezioni, per poter terminare lo scampolo delle textures che abbiamo iniziato nella precedente lezione, è necessario “chiudere il lavoro”. La chiusura dei punti è un passaggio tecnico obbligatorio per terminare un lavoro a maglia: consiglio ai principianti di prestare particolare attenzione ad esso, soprattutto durante le prime esperienze.

Chiusura del lavoro {bind off} e Campione {gauce}

Come per l’avvio dei punti, esistono diversi tipi di chiusure che determinano diversi tipi di bordi: ad esempio, per terminare un lavoro può essere necessaria una chiusura che generi un bordo elastico, o decorativo, o tubolare…

Quello delle chiusure e degli avvivi dei punti è un argomento molto vasto e si possono trovare in commercio libri di maglia dedicati esclusivamente a queste due tecniche.

Nonostante ciò, posso garantire, che sarà sufficiente imparare una sola chiusura (la Chiusura Semplice descritta in questo video) per riuscire a terminare qualsiasi tipo di lavoro, rendendola più duttile attraverso alcuni semplici consigli, come descritto nelle dispense.

A questo punto, quindi, potete chiudere il lavoro e il nostro scampolo delle tessiture è terminato.

lavorare a maglia

Come avviene nei miei corsi, da questo momento in poi inizieremo la produzione di un manufatto su misura, un collo/cappello, senza seguire uno schema predefinito, partendo dalla lavorazione del campione.

lavorare a maglia

Il campione è uno scampolo di maglia che si usa come calibro del manufatto da realizzare; si produce seguendo le istruzioni date dallo schema {pattern} del progetto che abbiamo scelto di realizzare, oppure, per realizzare un capo su misura senza seguire uno schema predefinito, si deve lavorare uno scampolo di maglia con lo stesso calibro di ferri e lo stesso filato scelti per il manufatto, avendo l’accortezza di farlo abbastanza grande. Generalmente il campione {gauge} si misura contando quante maglie e quanti ferri entrano in 10 cm, quindi più sarà grande il campione, più sarà agevole la sua misurazione.

Dopo aver stabilito che il nostro campione produce per 10 cm, in orizzontale, un certo numero di punti, e per 10 cm, in verticale, un certo numero di giri/ferri, sarà necessaria una semplice equazione per stabilire quanti punti e quanti giri/ferri siano necessari per la costruzione del manufatto.

Affinché la misurazione sia efficace, lo scampolo deve essere bloccato, cioè lavato: l’acqua distende le fibre dei filati e l’asciugatura le porta al loro aspetto definitivo, quindi il campione dovrà essere misurato, lavato e misurato di nuovo.

Fare il lavaggio del campione è molto importante, perché quello che succede al campione accadrà poi, in scala, al manufatto finito. Alcuni campioni, dopo essere stati lavati, possono crescere o diminuire di diversi centimetri, mentre altri restano pressoché invariati; tutto ciò può dipendere sia dal tipo di filato usato ma, anche, dal tipo di texture lavorata.

Con l’esperienza ho capito, mio malgrado, che fare il campione non è mai una perdita di tempo, anzi è fondamentale per riuscire a lavorare in maniera autonoma e serena, e che non bisogna mai lesinare sul numero di punti da avviare per un campione.

Nota bene: Il lavaggio dei campioni deve corrispondere al lavaggio che poi si applicherà al manufatto.

Consiglio di lavare il capo a mano, in acqua a temperatura ambiente, con poco di detersivo per lana, sciacquare e togliere l’acqua in eccesso senza MAI torcere il manufatto. Per strizzarlo avvolgerlo a in un asciugamano di spugna a “salsicciotto”. Stendere orizzontalmente, possibilmente su superficie piana e lontano da fonti di calore dirette.

Per prima cosa avviare 30 punti. Scegliere la texture preferita dallo scampolo appena terminato e lavorarla per 20 cm di lunghezza circa, quindi chiudere i punti, misurare come descritto sopra e annotare la misurazione; lavare il campione e, quando sarà asciutto, ripetere e annotare di nuovo la misurazione.

Nella prossima lezione inizieremo Il collo/cappello e “Chiudiamo il Cerchio”.

Troverete file più esaustivi su questo argomento nel gruppo chiuso di Facebook Riprendiamo il Filo; le lettrici di Benedetta saranno le benvenute inviando una richiesta d’iscrizione e rispondendo alla domanda per l’ammissione con la frase: “Leggo Artigianamente”

Oppure, per approfondimenti, lezioni dal vero o in Chat, contattatemi privatamente annagreco@me.com


DISPENSE

 

 

The post Lavorare a maglia: 6° lezione. Chiusura del lavoro {bind off} e Campione {gauce} appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Written by: