19 Giugno 2017 / / Decor

E’ con una punta di soddisfazione che vi racconto della mia partecipazione a questo contest lanciato da Carta Da Parati Artistica,
Estate Artistica è un contest su invito ed è riservato a Blog selezionati in base alla loro attività online e alla tipologia di pubblicazioni. 
La finalità del concorso è la realizzazione, da parte dei creativi di Carta da Parati Artistica, di una nuova carta da parati ispirata all’estate.
Ogni Blogger è stata invitata  a comporre una MoodBoard , scegliendo uno tra i colori Pantone per l’estate 2017 , eccoli qui:
Dieci colori estivi tra i quali selezionare il proprio preferito. 
Una scelta che per me non è stata per niente facile, visto che ognuno di essi mi ricordava un paesaggio o una sensazione estiva che avrei voluto raccontare in immagini. 
Il Team di Carta da Parati Artistica ci ha dato una mano per la creazione della nostra MoodBoard con questo suggerimento che rappresenta la loro ispirazione per l’estate.

E questa che vedete nell’immagine sotto è la carta da parati, risultato dell’elaborazione dei creativi, a partire dalla MoodBoad Lapis Blue, freschissima, vero?
 Il colore che ho scelto e al quale vorrei fosse ispirata la mia carta da parati invece è….
No, non posso ancora dirvelo 🙂 !
Dovrete aspettare il 21 giugno (proprio il giorno in cui l’estate astronomica ha il suo inizio) per scoprire la mia scelta, la mia MoodBoard e quelle delle altre Blogger partecipanti.
Tra due giorni verranno pubblicate sui canali social di Carta da Parati Artistica e potrete scegliere la vostra preferita (spero la mia!) esprimendo il vostro voto.
La MoodBoard che avrà raccolto più preferenze sarà quella che i il team di creativi elaborerà fino a farla diventare la carta da parati dell’estate 2017.
La Blogger vincitrice del concorso riceverà 8 mq della carta da parati da lei ispirata.
Sono proprio curiosa di vedere tutte le MoodBoard e le interpretazioni che ne sono state date.
Non ci resta che aspettare un paio di giorni.
Enjoy Your Home!
19 Giugno 2017 / / Design

READ IN ENGLISH

Quest’anno l’effetto metallico e materico è il vero protagonista e io lo adoro! per questo ho sviluppato un nuovo e profondo interesse per i rivestimenti da interni effetto Corten! Vediamo insieme di cosa si tratta.

Cos’è il Corten?

Il corten, Cor.Ten, tecnicamente, è una lega metallica composta da acciaio ed altri materiali tra i quali il rame, caratterizzato da alti standard prestazionali.

effetto_corten

L’aspetto estetico del Corten è dovuto all’ossidazione a contatto con gli agenti atmosferici, che però non corrode il materiale ma si ferma, lasciando il caratteristico colore bruno-rossastro, tendente al color rame appunto.
La capacità di resistere intatto nel tempo e l’aspetto accattivante e moderno lo rendono perfetto per i rivestimenti delle pareti da interno.
In commercio si trovano anche piastrelle in gres di marchi prestigiosi come Marazzi ad esempio, pannelli sintetici e simili realizzati proprio con effetto corten, perfetti per rivestire gli ambienti interni domestici o commerciali, dando un aspetto molto apprezzato e versatile.
Non solo, esistono anche vernici e prodotti che riproducono il processo di ossidazione su svariati materiali, così da poter avere l’effetto Corten dove si voglia, creando miscellanee e sfumature davvero particolari ed irripetibili.
Questo effetto ruggine, specifico del Corten è già un vero must tra i decoratori, designer ed architetti ed addetti ai lavori! e infatti piace molto anche a me!

Pareti effetto Corten: come arredare gli interni domestici

Le pareti da interno effetto Corten sono perfette per qualsiasi ambiente domestico, ma anche commerciale. La loro grande versatilità le rende adottabili in diversi stili d’arredo ed assicurando un effetto senza tempo.

Il bagno in Corten

Per realizzare un bagno accattivante ad esempio, l’ideale è scegliere un gres porcellanato come il modello Storm di Marazzi, per rivestire il pavimento. Con questa nuance potrete abbinare, per rivestire l’interno della doccia, il modello Gala sempre di Marazzi, creando pendant e mettendo a contrasto il bianco dei sanitari, il bagno così potrà diventare in stile Vintage, Industrial o Etnico a scelta, in base al resto degli arredi e complementi.

La camera da letto in Corten

Per una camera da letto accogliente, da arredare in stile moderno o tradizionale, penso invece al modello Corten di Cotto d’Este per la pavimentazione, raffinato e che difficilmente stancherà.

 effetto corten

Il soggiorno in Corten

In soggiorno invece l’idea vincente può essere rivestire una sola parete. Immagino quella che accoglie un pratico e funzionale camino a bioetanolo, oppure quella che accoglie la TV e la parete attrezzata.

Per questo rivestimento sono perfette le piastrelle di Iperceramica, come il modello Oxide Corten, oppure la pittura Ironic di Novacolor.
In ogni caso si consiglia di realizzare una sola parete in stile Corten, lasciandola a contrasto con le altre. In questo modo si focalizza l’attenzione su questa, dando carattere all’ambiente e consentendo di giocare con i vari stili.

La cucina in corten

Una cucina Industrial ad esempio è perfetta in abbinamento a pavimento, o proprio a rivestimento dei pensili con effetto corten; altrettanto un ambiente etnico, come un salotto o una camera con letto a baldacchino.

 

Quali colori abbinarci?

Vanno benissimo i bianchi, i marroni e i grigi! Un ambiente moderno si presterà molto bene ad accogliere questo rivestimento.

Questa raffinata ed accattivante tinta “rugginosa” è idonea anche per dare nuova luce ad un arredo datato. Qui l’effetto corten darà luce e dinamismo.
Un’altra idea particolare è alternare una parete dipinta o rivestita con materiale Corten, con carta da parati anche fiorata. All’interno della trama della carta bisognerebbe avere nuance che si avvicinano al rame stesso della parete.
Le pareti da interno effetto Corten stupisco e permettono di creare ambienti accoglienti, eclettici, raffinati e molto scenografici.

L’articolo Pareti da interno effetto Corten proviene da easyrelooking.

19 Giugno 2017 / / Dettagli Home Decor

Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana

Completamente reinterpretata dall’architetto Arturo Montanelli, che con il suo progetto ha trasformato l’edificio in un’unica dimora, la masseria ha mantenuto la sua natura rustica e semplice, divenendo al contempo un laboratorio d’arte.


Situata in uno degli scenari più suggestivi della Sicilia, la Masseria “Le edicole” è immersa in un paesaggio tipicamente mediterraneo dell’altopiano ibleo, Ragusa.
L’edificio è stato sottoposto ad un accurato intervento di restauro volto al recupero conservativo e alla sua valorizzazione
In corso d’opera sono stati eseguiti lavori di consolidamento delle strutture, di ripristino delle tessiture murarie, di pulitura e levigatura di tutte quelle parti che manifestavano patine biologiche e degrado superficiale, inoltre sono state integrate alla casa nuove parti, realizzate con materiali come il corten, l’acciaio e il legno. 
Un progetto dove la materia è l’elemento dominante.


Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Restauro conservativo di un'antica masseria siciliana
Fotografo Mads Mogensen

19 Giugno 2017 / / Idee

Dieci ispirazioni per dieci camerette da sogno scrivania

Buondì cari amici. Cosa ne dite di cominciare la settimana con dieci camerette da sogno da cui prendere ispirazione?

Quelle che ho selezionato per questo post hanno tutte uno stile molto particolare, nato dalla reinterpretazione personale delle ultime tendenze nel campo dell’arredamento, dall’ormai intramontabile shabby chic al vintage, dallo scandinavo al bohémien. Cominciamo con le camerette dei bebé, tutte ispirate agli stili del passato con tocchi contemporanei. 
Ispirazione vintage per la prima nursery, con la culla in vimini anni ’70; la carta da parati con grossi fiori di anewall che la piccola Scarlett sembra gradire molto, è l’ultimissima tendenza anche per le camere dei bimbi.
Letto in ferro battuto bianco dei primi del Novecento contrapposto a carta da parati e cuscini attualissimi per la terza cameretta, realizzata da Estelle Williot, decoratrice specializzata proprio nelle camere dei piccoli.
Dieci ispirazioni per dieci camerette da sogno culla vimini
Dieci ispirazioni per dieci camerette da sogno  wallpaper
Aggiungi didascalia
Dieci ispirazioni per dieci camerette da sogno vintage
Estelle Williot

Per i più grandicelli, le camerette si evolvono in spazi multifunzionali, con l’angolo destinato al riposo spesso trasformato in struttura ludica durante il giorno: una soluzione perfetta per ottimizzare lo spazio. Lo stile scandinavo va per la maggiore, mentre le tendenze al top sono i letti a livello pavimento sormontati da una struttura a forma di casa, o i letti a diversi livelli con scalette e attrezzi vari, tra cui le altalene per interni, una chicca che da bambina avrei molto apprezzato. 

Dieci ispirazioni per dieci camerette giochi
Flat White
Dieci ispirazioni per dieci camerette letto casetta
Architectural Digest
Dieci ispirazioni per dieci camerette
Paulina Arcklin

Infine, ispirazioni romantiche dagli accenti shabby chic, retrò industrial e bohémien:

Dieci ispirazioni per dieci camerette shabby chic


Blonde and Bone

Dieci ispirazioni per dieci camerette bobemien

fourcheekymonkeys
Dieci ispirazioni per dieci camerette
PetiteSmall

Dieci ispirazioni per dieci camerette moodboard crediti foto copertina: heju studio

19 Giugno 2017 / / Dettagli Home Decor

lampade di design per giardini, terrazze, patii e balconi

Le sere d’estate sono straordinariamente lunghe, ed è bello stare all’aria aperta favoriti dalla dolcezza dell’aria mite alla sera. Con l’estate gli spazi esterni della casa diventano i protagonisti assoluti: terrazze con belle tavole imbandite per cenare al chiaro di luna, giardini dove fare festa con gli amici, patii dove godersi un buon aperitivo. 

Come illuminare queste sere speciali, all’insegna del relax e della compagnia? Le proposte per illuminare gli spazi esterni sono molte, noi abbiamo scelto per voi sei lampade di design per esterno proposte da ZAVA 


lampade di design per giardini, terrazze, patii e balconi

Lampada Cantiere di Alberto Ghirardello, come il nome suggerisce, è una lampada da terra orientabile che si rifà al mondo dell’illuminazione tecnica per siti di costruzione ma rivisitata in chiave contemporanea ed essenziale per un ambiente domestico. L’ampio corpo illuminante circolare garantisce una generosa illuminazione e la maniglia ne invita alla presa e all’orientamento, facilitando allo stesso tempo lo spostamento dell’apparecchio tra un ambiente e l’altro, mentre la griglia le dona carattere e un aspetto forte e deciso. Disponibile con o senza griglia ed in vari colori.


lampade di design per giardini, terrazze, patii e balconi

Di Giampaolo Allocco Delineodesign, la lampada Dadì nasce da un foglio metallico piegato per creare un volume monolitico, interrotto e ritmato dai tagli diagonali. Disponibile anche nella versione a sospensione e applique.
lampade di design per giardini, terrazze, patii e balconi

Spoglia di vezzi decorativi ed essenziale nelle finiture, Driyos, disegnata da Giampalo Allocco, ha un aspetto rigoroso caratterizzato da linee precise e geometriche. Esprime la sua forte personalità e sorprende anche grazie al singolare sistema di sospensione, che permette di avvolgere parte del cavo in modo da poter regolare l’altezza della lampada in modo semplice, a seconda delle esigenze.


lampade di design per giardini, terrazze, patii e balconi

La lampada Lady Cage, designer Massimo Rosato, prende la sua ispirazione dalle vecchie lampade da officina. La ruvida “cage lamp” veste il più classico dei paralumi e sogna di essere una vera Lady. 


lampade di design per giardini, terrazze, patii e balconi

Giselle, di Franco Zavarise, nasce per valorizzare gli spazi esterni, creando atmosfere surreali, poetiche, creative di design o angoli romantici. Il risultato è una lampada dalle linee “ruvide” ma evocative; ispirata ai vecchi portici delle locande ma pensata per tutti gli spazi vintage o shabby chic.         

lampade di design per giardini, terrazze, patii e balconi

La lampada Pils, di Enrico Azzimonti, è un sistema di illuminazione per esterni semplicemente rigoroso ed essenziale, in perfetta mimesi con l’ambiente esterno. 

Per maggiori informazioni www.zavaluce.it

19 Giugno 2017 / / ArtigianaMente

L’intonaco perfettamente dipinto ha un aspetto estetico facile e pulito. Sia nelle case sia nei monolocali. La sua versatilità permette di cambiare colore senza sforzo. Di solito il fascino e la personalità provengono dagli oggetti che riempiono lo spazio piuttosto che dalle pareti. Ma il mattone esposto è pieno di carattere, da solo. Che si tratti di una sezione di muro o di un’intera parete di mattoni, la sensazione di storia che il mattone a vista dà alla stanza è una dichiarazione forte di carattere. È un fattore “wow” che non ha bisogno di molto altro. 

Pier {mio marito} ha usato la parete di sassi in una delle sue ristrutturazione.

Il progetto, di cui si è occupato qualche anno fa, prevedeva il rinnovo di una casa in campagna. Abitata un tempo da contadini, la casa aveva tutte le caratteristiche architettoniche di una costruzione legata alle consuetudini della vita agricola e al lavoro dei vecchi proprietari. Annessa all’abitazione c’era la stalla.

Conservare e ammodernare erano gli obiettivi progettuali. Per farlo sono stati recuperati gli elementi architettonici originari dell’abitazione, come le piccoli finestre romboidali all’altezza della soffitta, le vecchie travi dell’interno e dell’esterno {fantastico il colmo del tetto, peccato non avere ora le foto}, i sassi a vista.

Per non appesantire l’ambiente, non grandissimo, Pier ha ritagliato piccole porzioni di pareti con i sassi. Testimonianza dei muri così come erano in passato.

pareti di mattoni

La sala da pranzo da cui si vede, sullo sfondo, la cucina.

Stessa operazione di ritaglio anche nello studio dove gli attuali proprietari espongono una collezione di statue etniche che provengono dai loro viaggi in Asia, Africa e America latina.

pareti di mattoni

L’idea di una parete di mattoni sembra essere più diffusa nelle case angloamericane che in quelle italiane. Eppure il risultato è affascinante, soprattutto quando il muro è legato a un’estetica eclettica e moderna degli spazi.

10 stanze con una parete di mattoni

Queste 10 stanze mostrano come il mattone può essere incorporato impeccabilmente bene in diversi stili di design.

decorazioni pareti

Semplice e pulito il design davanti al muro: in questo modo il soggiorno di Annie risulta fresco e coeso.

decorare casa con i mattoni a vista

Questa è la parete della scuola Chrysalis Preschool. Favolosa è dire poco.

Funzionalità e monocolore della cucina sono interrotti dalla parete scenografica di mattoni.
L’ambiente diventa più interessante.

pannelli decorazioni pareti

I mattoni richiamano anche lo stile vintage a cui si abbinano facilmente. In ambienti piccoli meglio optare per porzioni ridotte seguendo l’architettura della stanza.

muri di mattoni per interni

Spennellare la parete di bianco lasciando a vista qualche mattone è un’idea originale. Nella casa del graphic designer Jamie il risultato è rustico.

muri di mattoni

Interessante il mix and mach di Ebonie e Dave che mescolano elementi etnici e in stile mid-century. Il muro di mattoni dà ancora più grinta allo spazio.

muri id mattoni rossi

Nel caso di Lisa Dawson i mattoni sottolineano l’architettura della casa in un ambiente moderno dai toni naturali.

pareti in mattoni

Anthony D’Argenzio è tra i miei stylist preferiti. Nel suo soggiorno ha lasciato i mattoni a vista sulla parete più piccola dipingendoli di bianco. Per illuminare e ingrandire la piccola stanza.

Mattoni e stile bohemien è un altro felice connubio.

Architettura industriale, sottolineata dai mattoni, e pezzi di design. Questo loft di Los Angeles è elegante e confortevole.

E a te piacerebbe decorare una parete i mattoni a vista?

 

The post La parete di mattoni a vista: 10 stanze a cui ispirarsi appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

19 Giugno 2017 / / ChiccaCasa

L’estate è alle porte, e per inaugurarla ho pesato ad un DIY facile e fresco. 

Questo progetto fai da te è nato per la rivista finlandese Kotiblogit! Che emozione vedere il mio faccione su quelle pagine!



Come si fa?

Ecco cosa ti serve per realizzare il plant hanger:
– un foglio di sughero
– delle sfere di legno (ne trovi in tutte le dimensioni su Opitec)
– un bicchierino di vetro
– forbici
– pennarello
– colla a caldo
– ago da lana
– spago




Ho tagliato due cerchi di sughero di una taglia in più rispetto al bicchiere (una taglia = +5cm). Ho diviso in quattro parti uguali il cerchio (1), ed ho praticato quattro fori a (come in foto 3-4), ciascuno a 2,5cm di distanza dal bordo.
Ho tagliato due pezzi di spago di 60 cm ciascuno (puoi scegliere tu la lunghezza). Ho infilato le estremità di ognuno in due fori paralleli, a formare una X (4-5). Per questa operazione mi sono aiutata con un ago da lana. 
È importante assicurarsi che le estremità siano pari e che, sollevando il cerchio, questo resti in piano.
Ho sovrapposto il secondo cerchio e l’ho fissato con la colla a caldo (5).

La base è pronta!

Su ognuno dei quattro pezzi di spago che avanzano dalla base, ho infilato 8 palline di legno (6), chiudendo con un doppio nodo. Ho tagliato un altro pezzo di spago, un po’ più lungo della circonferenza del cerchio. Ho annodato la prima porzione di spago tra la quarta e la quinta sfera di un braccio, ho infilato quattro sfere (7) ed ho effettuato un altro nodo alla stessa altezza, sul braccio successivo. Ho ripetuto questa operazione fino a tornare al punto di partenza ed ho tagliato l’eccesso di spago.


Ho decorato le porzioni di spago vuote dei braccetti, inserendo altre sfere e fissandole con dei nodi.



Ho chiuso i quattro fili con un doppio cappio.


A questo punto ho inserito il bicchiere, che ho riempito con terra e piantina.



Il plant hanger è pronto!

Facilissimo ed originale. Ho impiegato solo mezz’ora per realizzarlo. I plant hangers permettono di utilizzare lo spazio verticale, creando un effetto bohemien!

Tip: Puoi accostarlo ad altri plant hanger per creare un mood jungle! Puoi trovarne anche nel mio shop online!

Se il DIY ti è piaciuto, consiglialo ad un’amica a cui piace decorare la sua casa! Magari potete realizzzarlo insieme in giardino o in balcone, così da portarvi avanti con l’abbronzatura!

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss