Estate: pensieri a tinte pastello

Estate_Viaggiare o stare fermi. Il dilemma di ogni anno. Le vacanze estive sono spesso l’occasione per fare bilanci. Si fa un punto e si va a capo. Almeno per me. Agosto è un mese di riflessioni, si ha più tempo per pensare lontani dagli impegni quotidiani. Si fanno progetti, alcuni andranno a termine mentre altri rimarranno custoditi nel famoso cassetto dei segreti. Segreti non solo per gli altri ma “purtroppo” per se stessi. Spesso si ha paura di affrontare nuove sfide e così si preferisce rimanere saldi sul proprio posto.

Credit by Graphicstranslation.tumbrl.com

Immagino l’estate come un colore, precisamente a tinte pastello che può con estrema delicatezza trasmettere energia e vitalità. 

Credit by Behance.net

Un racconto di intrecci pensierosi, di attimi senza fine, di impeto e di quiete. Un agosto dove ogni giorno mi alzo con un’idea, con la voglia di organizzare e di creare. Perché non fermare il pensiero? Perché anche così mi rilasso, perché soffermandomi sui dettagli o mossa dalla curiosità mi distraggo dai “veri pensieri”.

Pensieri come nuvole all’orizzonte, ci saranno sempre anche quando non li cerchiamo… Non sfuggite da loro, fanno bene, sono stimoli e fanno sentire liberi.

Credit by Behance.net

Estate_Pensieri a tinte pastello.

Written by: