5 Luglio 2017 / / Design

come rinnovare un appartamento di famiglia

Una casa di famiglia che i genitori lasciano alla figlia e al suo nuovo nucleo familiare.

Il desiderio legittimo di personalizzare e alleggerire gli spazi, pur mantenendo gli arredi principali come divani e tavolo con sedie.

Si è scelto, d’accordo con i gusti della committente, di rivolgersi ad una palette di colori chiara e neura, molto bianco, un po’ di grigio ed una punta di azzurro polvere.

rinnovare un appartamento

Tessili e complementi per rinnovare la zona giorno di un appartamento dall’aria un pò “stantia”.

La richiesta era quella di personalizzare soprattutto le pareti e valorizzare il camino, oltre a completare l’arredamento con qualche complemento, in quanto lo spazio risultava abbastanza spoglio.

Per la zona dei divani-camino-tv si è scelto di delimitare l’area con un bellissimo tappeto che riproduce, nei toni del grigio e dell’azzurro, il disegno delle vecchie cementine, disegno molto attuale e di stile.

Sul divano diversi cuscini di vari colori e dimensioni, declinati nella palette cromatica con una punta di giallo che fa da contrasto, arredano e decorano il grande divano bianco rendendolo meno freddo e più accogliente.

Una lampada da terra posta tra i due divani crea un ulteriore punto luce oltre a quelli del controsoffitto, per la lettura o la visione della tv.

Sotto la televisione, posta a parete, abbiamo scelto di posizionare un mobile bianco con piedini di legno dalle linee vintage nordiche, molto bello e anche questo perfettamente in linea con le tendenze del momento.

L’area relax era completamente sprovvista di punti d’appoggio e dunque il mobile diventa comodo come contenitore e per appoggiare telecomandi od altro.

Al centro del tappeto tra i due divani può essere posizionato anche un tavolino di servizio come ulteriore punto d’appoggio per servire la zona living.

Sulla parete dietro al divano uno specchio particolare d’arredo amplifica lo spazio e la luce della finestra davanti.

Il camino in pietra grigia viene addolcito e rifinito sui piani con delle tavole in gres porcellanato effetto legno che riprendono il parquet del pavimento.

Tappeto con motivi a mattonelle in cemento 160x230cm “Provence” di Maison Du Monde,

Mobile dalle linee vintage bianco in legno L150cm “Artic” di Maison Du Monde.

Specchio in metallo h85cm (posizionabile sia in verticale che orizzontale “Collision” di Maison Du Monde.

Mix di cuscini colorati e fantasia per ravvivare il divano bianco 

Piantana in legno e cotono, anch’essa dalle linee nordiche,h180cm “Taiga” di Maison Du Monde.

Tavolo contenitore Basket in metallo grigio con piano in legno di varie finiture e in varie dimensioni e colori by ferm living

L’area dell’ingresso è caratterizzata da un patchwork di cornici alla parete, una composizione creativa accomunata dal bianco e nero, che riunisce diverse immagini, fotografie e piccole stampe.

Alla parete vicino alla finestra troviamo un orologio in tubolare sottile di metallo che va a realizzare un design 3D che ritroviamo anche nel lampadario sopra al tavolo da pranzo.

Nell’angolo tra parete e finestra un piccolo angolo green con pianta decorativa e mensole di legno, con fondo dipinto sempre in azzurro polvere-grigiastro, contenenti una collezione di piantine grasse.

Un altro tappeto, questa volta tinta unita, arreda l’ampio spazio  vuoto della sala prima dei divani. Le tende eleganti e declinate in un colore neutro hanno però un tessuto e una trama ricercata: stampa coccodrillo su velluto greige, un colore misto tra grigio e beige.

Per renderle maggiormente decorative possiamo dipigere il fondo di semplici mensole a forma di cubo, che potete trovare QUI e QUI, del colore che preferiamo e che si abbina meglio alla palette cromatica che abbiamo scelto.

Scegliamo un tema, delle cornici uguali ma di diverse dimesnioni e la parete protagonista è pronta.

Orologio da parete nero in metallo d80cm “origami” di Maison Du Monde.

Tenda color greige con occhielli 140x250cm “Croco” di Maison Du Monde.

Un angolo completamente morto e spoglio si ravviva con la presenza del verde e della parete con le cornici, carica di creatività e di dettagli.

Tappeti neutri: A sinistra tappeto color greige 40×200 cm 100% cotone che trovate QUI a destra modello Shaggy  beige a pelo lungo 140×200, disponibile Tappeto Shaggy / A Pelo Alto / A Pelo Lungo / Tappeto A Tinta Unita In Beige, Dimensione:140×200 cm

Nella sala da pranzo un nuovo lampadario e un runner colorato nei toni della palette completano l’arredamento preesistente.

Una classica casa di famiglia, grazie a  poche modifiche, la scelta di una palette cromatica moderna, fresca e glamour, pochi pezzi d’arredamento funzionali e in linea con il design contemporaneo, cambia volto, si rinfresca e si prepara ad accogliere il nuovo nucleo famigliare giovane e dinamico. I nuovi inquilini apprezzeranno i tocchi di colori, le linee moderne dei mobili e alcuni elementi decorativi briosi come la scritta in metallo smile o le casette di legno in stile scandinavo, da disporre sopra al camino o al nuovo mobile sotto alla tv.

In una casa non deve mai mancare il sorriso! Scritta decorativa

Si abbina all’orologio in tondino di metallo il paralume nero “Brunsta” di ikea che ringiovanisce la zona pranzo

 

Runner per la tavola: A sinistra, a righe, “Mittbit” di Ikeae a destra runner da tavola in puro %lino Stonewashed (43x130cm) color blu uovo d’ anatra! Lo trovate QUI a 24.99€

Decorazione da poszionare sopra al camino  in legno di paulonia 90x22cm beach huts di Maison Du Monde

L’articolo Progetto per rinnovare un appartamento di famiglia con piccoli accorgimenti di design proviene da Architettura e design a Roma.

5 Luglio 2017 / / Decor

Copriforno in stoffa: sono anni che vanno di moda, ora non puoi non averne uno in casa! In questo post ti mostro alcune varianti country realizzate nel 2017 come se fosse un riassunto perché ne sono in arrivo dei nuovi per il 2018.

Ma cos’è un copriforno?

Il copriforno è un complemento d’arredo che permette di personalizzare la cucina secondo il propio stile e gusto d’arredo. Questo accessorio oggi  sempre più ricercato dona un aspetto curato e ordinato alla nostra cucina. Permette di coprire un forno malconcio, o di nascondere la cena in preparazione oltre che creare un’atmosfera particolare in casa.

Copriforno in stoffa

Un copriforno in stile country chic è l’ideale se ami questo stile o se desideri cambiare il look della tua cucina.

Realizzare da sole un copriforno non è un’impresa impossibile, ho pubblicato la procedura su alcune riviste di settore e presto pubblicherò un tutorial sul mio canale Youtube. Ho solo bisogno di un po di tempo per assemblarlo, ed il tempo non è mai abbastanza.

Il tutorial che realizzerò su youtube sarà gratuito e ti permetterà di realizzare un accessorio così utile e tanto di moda oggi. Nel caso ti interessa essere aggiornata in tempo reale puoi iscriverti alla mia newsletter  oppure al mio  canale youtube. 

Ho anche pubblicato dei tutorial sui copriforno in alcune riviste di settore che trovi nella sezione “pubblicazioni su riviste”!

I miei copriforno e la loro storia

I miei copriforno sono composti da stoffe italiane in puro cotone. le scelgo con cura e mi assicuro della resa testandole a più livelli. Ciò significa che le lavo accuratamente e controllo la resa del colore ed il restringimento.

Le stoffe sono molto importanti per la buona riuscita di un’articolo che ci accompagnerà per molto tempo e che dovrà rispecchiare i nostri gusti.

Per saperne di piu sulla qualità dei tessuti vai nella sezione dedicata!

Copriforno in stoffa color Nocciola e l’imbottitura perfetta

Copri Forno Country Nell'Essenziale

Primo CopriForno Country di Nell’Essenziale

Questo modello è il primo da me realizzato. E’ un modello di copriforno in stoffa in stile country cucito per mia sorella. In realtà quello della foto è una replica perché il nel primo in assoluto ho sbagliato le imbottiture… mi si sono sciolte sotto il ferro da stiro… si capita a tutte prima o poi di fare qualche danno! Ma proprio grazie a questo spiacevole evento mi sono messa alla ricerca dell’imbottitura perfette e l’ho trovata! L’imbottitura perfetta è in fibra di silicone termico resistente alle alte temperature. Il costo è più alto rispetto alle classiche imbottiture ma la resa per morbidezza e resistenza è ineguagliabile.

Mi raccomando a non scegliere MAI l’imbottitura dei filtri delle cappe perchè oltre che di bassa qualità non resistono al ferro da stiro.

I miei copriforno in stoffa

Copriforno in stoffa modello con cuori pendenti.

Dopo il modello semplicissimo è nato il modello con i cuori pendenti che ha spopolato nel web. Molte creative lo hanno riprodotto in modo creativo e cio mi ha reso felice! Altre pseudo creative invece hanno utilizzato le mie foto per divulgare finti tutorial. Purtroppo il mondo della creatività è vasto e spesso include anche persone poco oneste.

I miei copriforno in stoffa in stile country

Copriforno in stoffa in stile country, modello cuori pendenti in tessuto Adige nocciola.

Il modello con i cuori pendenti ha spopolato davvero. I colori piu richiesti sono stati il nocciola, il rosso ed il verde. Ma sono arrivate altre richieste per altri modelli di forno.

Modello a campana per forni con maniglia molto stretta

Questo copriforno è nato dalla necessità di alcune clienti che avevano un forno con maniglia molto stretta. La maniglia misurava 20 cm e 3 fascette proprio non ci stavano. Ho pensato quindi di inserirne una sola fascia personalizzabile nelle misure. Che dire, è andato a ruba, ma ancora di piu il modello seguente, per ora realizzato solo in verde.

CopriForno in stoffa a campana

Copriforno in stoffa a campana color Verde

Anche questo modello è stato tra i più richiesti del 2017. Meno riprodotto per via della difficoltà nel realizzare la cornice a campana. Ma molto richiesto per via della sua raffinatezza.

copriforno in stoffa in stile countryCopriforno in stoffa in stile country, modello a campana con cornice impunturata.

Copriforno in stoffa color Ocra

copriforno

Il copriforno a righe ocra l’ho realizzato per la prima volta per mia madre. Lei ama questo colore e lo inserisce dappertutto. La sua cucina è tutta coordinata. In realtà la sua cucina è proprio quella che vedete nelle mie foto perché la mia non è ancora pronta.

Copriforno in stoffa color rosso

Il copriforno in stoffa in rosso è un classico sempre di moda. Vi anticipo solo che la nuova collezione ha un tocco in Rosso Bolsena!

copri forno cuori rossi 2

copriforno cuori rossi 5

I Copriforno in stoffa color grigio

Il grigio non è stato  richiesto nel 2017. Io credo che il 2018 sarà invece l’anno del grigio! Di seguito ci sono due abbinamenti di copriforno in stoffa, uno con l’avorio ed uno con il bianco. Sono bellissimi entrambi, ma per il 2018 io punto sul grigio ed avorio.

Copriforno e runner grigio ed avorio stile country

Copriforno in stoffa grigio

Copriforno grigio

Ed infine ti faccio un breve accenno allo stile country, uno stile che adoro ma che sto personalizzando per renderlo più essenziale.

Vuoi rimanere sempre aggiornata con la pubblicazione dei miei nuovi copriforno in stoffa??  iscriviti alla mia newsletter! riceverai una sola mail al mese contenete tutti gli aggiornamenti del blog, le nuove proposte e tutti i tutorial pubblicati nel mese precedente!

Per oggi vi ho raccontato tutto! e rimanete sintonizzate per il tutorial che presto metterò su youtube e nella sezione Tutoria Creativi!

Se vuoi ordinare un mio copriforno visita lo pagina dedicata allo shop online oppure scrivimi nella sezione contatti.

Ciao

Rosa

L’articolo Copriforno in stoffa in stile country sembra essere il primo su Nell’Essenziale.

5 Luglio 2017 / / Dettagli Home Decor

Nuovi corsi di formazione gratuiti Hotel Labos

Gli spazi per l’ospitalità e i locali per i consumi fuoricasa sono in continua evoluzione dal punto di vista degli stili progettuali, delle funzioni e delle proposte al pubblico. 

Questo il tema a cui sono dedicati i nuovi corsi di formazione gratuiti Hotel Labos, organizzati a Milano e riservati a 35 partecipanti.


Nuovi corsi di formazione gratuiti Hotel Labos

Sabato 15 luglio a Milano
Progettare gli spazi per l’ospitalità: dal Masterplan all’architettura d’interni. Rapporto con il mercato e con i diversi interlocutori professionali.

Con Armando Bruno, architetto, AD Studio Marco Piva e docente master internazionali HoReCa Workshop – Architettura & Marketing

  
Programma e iscrizioni:
www.hotel-labos.it


5 Luglio 2017 / / Case e Interni

5 Luglio 2017 / / +deco

Uno dei posti a cui sono più affezzionata a Roma e che non molti conoscono o hanno visitato è la Centrale Montemartini, nel trendy quartiere Ostiense, a due passi da Garbatella.

La Centrale Montemartini è una vecchia centrale elettrica pubblica inaugurata nel 1912 e trasformata successivamente in un museo di arte classica.

Nel 1995 alcuni settori dei Musei Capitolini sono stati ristrutturati per questo molti pezzi di arte Romani sono stati momentaneamente spostati nella centrale elettrica per una mostra temporanea. Il contrasto far le scure, cupe, potenti macchine industriali e le sinuosi figure in marmo bianco era così straordinario che la Città di Roma ha deciso di lasciarle lì e rendere questo spazio un museo permanente.

Non ci sono mai stata per un motivo o per un altro, ma so che organizzano a volte concerti jazz qui e cene all’interno di questa struttura.

Fuori dai sentieri turistici più battuti, puoi unire la visita alla Centrale Montemartini con una visita alla Basilica San Paolo (una delle più popolari chiese a Roma secondo Trip Advisor), una passeggiata attorno a Via del Porto Fluviale per vedere dei bellissimi graffiti e un pranzo o cena a Testaccio. La fermata della metro S.Paolo o Piramide sono ugualmente distanti dal museo, dieci minuti a piedi.

Le belle foto sono di Susana Porteiro, una giovane fotografa e post-produttrice portoghese. Tenete gli occhi aperti perchè la rivedrete.

The post Centrale Montemartini: macchine industriali e arte classica appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

5 Luglio 2017 / / Coffee Break

Siamo davvero orgogliosi ed entusiasti di annunciare che Bloomingdale’s ha selezionato uno dei nostri design: Marble Geometry prodotto da DenyDesigns, per venderlo sul proprio sito di e-commerce!

“Quando ho iniziato nel 2014 a produrre design per prodotti di home decor, tech e fashion ispirandomi alla geometria ed alle texture di materiali come marmo e cemento, non avrei mai immaginato di raggiungere questo successo con cafelab; perciò, grazie a tutti coloro che scelgono di acquistare i miei design, ai nostri lettori e followers per averci aiutato a crescere anche in questo settore.”
Emanuela Carratoni, cafelab architetti

cafelab goes to Bloomingdale’s!


We are really proud and excited to announce that Bloomingdale’s has chosen one of our design: Marble Geometry , produced by DenyDesigns, to sell it on its e-commerce!

“When I started designing home decor, tech and fashion products in 2014, inspired by the geometry and textures of materials such as marble and cement, I could never imagine achieving this success with cafelab, so thanks to all those who choose to buy my designs, to our readers and to our followers for helping us grow in this area. At the last but not least, a big thank you to Denydesigns Staff for your precious support! “
Emanuela Carratoni, cafelab architects

_________________________
CAFElab | studio di architettura

5 Luglio 2017 / / Picsilli

Sono vanitosa! ci sono donne che vestono elegante o si truccano ed amano apparire seducenti, per me così è la mia casa, un aspetto molto importante che curo e che racconta di me” 

Oggi ti porto nella città di Cesena, città che amo e che conosco non benissimo ma di certo è una tappa fissa di andata e ritorno durante i viaggi che mi capita di fare al sud.

La piadina da quelle parti è una favola, e la tappa è d’obbligo!

Comincia così, parlando della sua città, la lunga chiacchierata che ho avuto qualche sera fa con Cristina che con fare rilassante e pieno di passione per ciò che mi diceva, mi ha parlato del suo quotidiano.

La storia di questa casa, mi è stata raccontata si, dalla voce della proprietaria ma è come se Lei, la casa, si fosse raccontata da sola.

“La casa ti parla, ascoltala!” è il consiglio che si è sentita dare Cristina da una sua cara amica nei momenti più critici di scelta, dai colori da usare e dallo stile da seguire, alla scelta di coprire o meno i pavimenti esistenti. Già i pavimenti, quei pavimenti così diversi da una stanza all’altra, ma così unici che poi sono rimasti e hanno dato inizio alla passione per l’arredamento, per i pezzi d’arredo di una volta e hanno caratterizzato la sua casa valorizzando  quel “contrasto che rafforza”.



E così “Nina”, la casa nella quale Cristina vive e che ha battezzato con questo nome, si descriveva tramite la sua voce.

Insieme mi hanno raccontato di come l’amore per queste case sia travolgente e ti faccia sentire veramente a casa, specialmente d’inverno quando la luce invade le stanze

“la caratteristica migliore di questa casa è la luce che entra dalle finestre ed io ho voluto valorizzare questo elemento modificando parzialmente il muro che divideva soggiorno e cucina dal corridoio, senza però snaturare quelli che erano gli ambienti originari, permettendo così alla luce naturale di estendersi anche in ingresso”

Cercare di unire gli ambienti quindi, senza crearne uno unico, perché siamo d’accordo sul fatto che queste case di una volta hanno spazi bellissimi, separati uno dall’altro, che poi, è una delle caratteristiche che amiamo di più delle “vintage modern home”.

La casa era di sua nonna ed è stata costruita nel 1962 e Cristina, oltre a questo intervento, ha voluto isolare alcune pareti internamente perché la casa è un po’ fredda; certo, le case di una volta hanno bisogno di cure e questa è una di quelle!

La ricerca quindi, costante, non sfrenata, fatta di visite a mercatini e negozietti, fatta di professioni riscoperte e di rapporti consolidati come quello con il corniciaio di fiducia, le amiche restauratrici e rigattieri.

La maggior parte dei pezzi che arredano Nina arrivano da storie, storie di persone che li custodivano accatastati o esposti oppure storie di recuperi fatti dal sapiente lavoro di artigiani e dal gusto di Cristina.

Lo spazio del soggiorno quindi ospita come pezzi fondamentali il divano e una libreria con una storia bellissima:

“dopo aver pensato a varie soluzioni per posizionare una libreria in soggiorno, durante la visita ad un amico restauratore per vedere dei mobili, noto due porte di inizio Novecento laccate bianche accatastate e coperte. “belle queste porte” dico, “sarebbe bello farci una libreria” mi risponde!”

Le porte sono state riportate al colore naturale del legno e sono state poi ricavate le mensole e i pezzi di rifinitura arrotondati per i bordi delle stesse.

La cucina invece, è lineare e bianca e davanti a lei ospita un tavolo rotondo Ikea e sedie bellissime:

“ Ho avuto fortuna, queste sedie in legno e paglia di Vienna le trovate da uno svuota cantine l’inverno scorso. Erano stranamente intatte, pagate poco, ho dovuto solamente trattarle e pulirle!
Non riuscivo a capire che sedie usare e quelle che mi piacevano costavano troppo, poi ho visto queste e le ho immaginate vicino alla credenza, color miele caldo. Erano mie!“

Cristina racconta che portavano con loro un intenso odore di fumo e paglia. Probabiolmente sono state tenute chiuse da qualche parte, chissà quale storia potrebbero raccontare!

Sopra al tavolo domina la stanza un lampadario di vetro colorato, trovato quasi per caso un giorno e scelto nonostante la poca simpatia di Cristina per la luce dei lampadari:

“ amo molto i lampadari come oggetti, non amo la luce che emettono! Ho dei faretti sopra il piano di lavoro della cucina, ma non bastavano, la stanza è molto grande e mi serviva un punto luce.”

Non la convinceva nulla di quello che vedeva in giro ma poi l’anno scorso durante la visita ad un rigattiere della zona, che accatasta mobili (in un ex pollaio recuperato dove ora ci sono anche studi professionali)trova lui, quello giusto:

“ero dal rigattiere dove ho trovato in precedenza la libreria sospesa anni ’50, era una giornata grigia a livello di meteo ma poi arriva la luce e lo illumina. Lo vedo e chiedo “cos’è?”, mi sono accertata che fosse vetro e me lo sono immaginato in cucina. Preso! Trovo che addolcisca molto la mia cucina!”

Poi in cucina un altro pezzo si fa notare. La credenza che è appoggiata al muro, contornata da piante e orchidee e decorata con soprammobili presi qua e la. I pumi in ceramica arrivano dalla Puglia e sono bellissimi. Cristina se ne è innamorata ancora quando non abitava da Nina ed era in vacanza in Puglia, ne ha acquiastato uno da regalare come souvenir a sua mamma. L’acquisto dei suoi è avvenuto l’anno dopo, li hanno acquistatati per lei alcuni amici in vacanza in zona.

 Nello studio invece, Cristina immaginava una libreria bassa ma poi ha trovato lei:

“ho avuto anche in questo caso molta fortuna mentre ero ad una fiera! E’ bellissima e perfetta. Anche qui ricerca e scelta del pezzo giusto! E’ bello cambiare idea ed accorgersi delle sorprese stupende”

 

In camera da letto, dalle pareti rosa, la ricerca è ancora a perta, senza fretta. Manca la scelta delle lampade e della testiera. La sua idea sarebbe di far scendere dal soffitto, ai lati del letto, due lampade oppure posizionare due applique a muro.

Ma una certezza c’è, il piccolo mobile a lato del letto:

“questo mobile l’ho trovato in un mercatino vicino a Rimini, mi piace lo zoccolo a righe, mi piace il colore e lo specchio grande attaccato ai cassetti.”

 

Il bagno, piccolo e personale, ai muri ha molte stampe (come in soggiorno del resto) che Cristina ha voluto appendere per enfatizzare la stanza piccola

“ho voluto un rivestimento di piastrelle basso per lasciare libero il muro e poi giocare con le pareti e magari cambiare stampe.”

Stampe che ama tantissimo, come la storia dell’arte. Gira per mercatini e qualcosa trova sempre, anche stampe importanti molto difficili da trovare ad un prezzo accessibile.

Non sono ancora tutte esposte, anche qui, l’attesa è lenta ma costante per il risultato che si vuole avere

“Ho aspettato ad incorniciare le mie stampe per i tempi e per i costi perché non compro cornici standard ma le commissiono ad un corniciaio.”

Una casa accogliente (si, te lo dico anch’io!) che emana luce e felicità. Nina è fortunata ad avere trovato le cure e le attenzioni di Cristina che vive molto la sua casa e si deve sentire bene ogni volta che torna da lei.

“ è una ricerca continua e faticosa ma che poi lascia una soddisfazione immensa, a volte vince la praticità, per me non è così…e poi, è bello quando le persone entrano in casa mia e mi dicono che è accogliente, è il complimento più bello che possano farmi”

Grazie Cristina, per avermi trasmesso la passione che metti nelle cose, nelle scelte mirate e mai casuali.

Per avermi dato la possibilità di presentare agli appassionati come noi la tua Nina!

(foto Cristina Severi)

L’articolo Cristina e “Nina” | ALLA RICERCA DELLA FELICITA’ (e di arredi vintage) proviene da Picsilli.

5 Luglio 2017 / / Dettagli Home Decor

accessori casa di design e low cost

Il noto marchio danese di accessori casa di design e low cost è sbarcato anche nella città di Amsterdam e noi lo abbiamo visitato.

Søstrene Grenes è una catena di negozi nati in Danimarca nel 1973, il concept è stato da subito un grande successo e oggi è possibile trovare negozi in diversi paesi europei come la Scandinavia, la Francia e anche in Olanda.

Ideatrici di Søstrene Grenes due sorelle, Anna e Clara,  le quali desideravano condividere la bellezza e la spensieratezza che è possibile trovare nelle piccole cose e nei piccoli oggetti di design.


Lo store offre infatti un ricco assortimento di accessori per la casa, complementi d’arredo, tessili, decorazioni, originali articoli di cancelleria, giochi per i bambini oltre ai tanti utili accessori per realizzare fantastici progetti fai da te, il tutto proposto a prezzi davvero low cost!
accessori casa di design e low cost
accessori casa di design e low cost
accessori casa di design e low cost
accessori casa di design e low cost
accessori casa di design e low cost
accessori casa di design e low cost
accessori casa di design e low cost
accessori casa di design e low cost

L’assortimento, in tutti gli stores Søstrene Grenes,  è composto da prodotti continuativi ai quali si aggiungono le collezioni stagionali, inoltre, ogni settimana i negozi ricevono una grande quantità di novità, alcune delle quali vendute in edizione limitata per un breve periodo.
Insomma, è impossibile uscire a mani vuote!

Søstrene Grenes
Nieuwendijk 219, 
1012 MH Amsterdam