11 Luglio 2017 / / diotti.com

Poco tempo fa vi ho presentato Sukhi, nuovo shop online dove trovare esclusivi tappeti artigianali.  La forza di questa impresa è il porre in primo piano non il profitto, ma la promozione di culture lontane, portando avanti una vera e propria missione sociale.
Adesso vorrei svelarvi qualcosa in più, che potrebbe essere molto utile da sapere se si vuole  aggiungere un tocco unico alla propria casa. Come promesso ho delle bellissime fotografie da farvi vedere, immagini che trasmettono tanta gioia, per i colori dei tappeti e per i sorrisi delle artigiane. 

sukhimatot-reilun-kaupan-matto
Tappeti Sukhi

Nel post precedente avevamo parlato dei Beni Ourain del Marocco e dei Tappeti Patchwork prodotti in Turchia. Ci spostiamo adesso verso India e Nepal, da dove provengono delle straordinarie creazioni in feltro e lana.
TAPPETI PER TUTTI I GUSTI DIRETTAMENTE DALL’INDIA

La materia prima arriva dalla Nuova Zelanda, ma è in India che viene lavorata a mano per dare vita a morbidissimi tappeti, uno più bello dell’altro. Ci sono quelli in lana intrecciata, quelli realizzati con la tecnica della lana annodata, o ancora quelli in feltro tagliato. Anche per i colori c’è ampia scelta, sia per chi ama le tinte vivaci sia per chi preferisce sfumature più neutre.




Stupendi i tappeti di pietre (in foto la lavorazione e il prodotto finito) realizzati in feltro naturale al quale viene dato questo piacevole effetto variegato che li fa assomigliare a dei ciottoli lavorati dall’acqua. Tra tutte queste collezioni sei sicuro di trovare quello che più si addice al tuo caso! Per vedere tutti i prodotti ti rimando al sito Sukhi, dove puoi ordinare comodamente il tappeto dei tuoi sogni.

Tappeti in feltro, India

I tappeti in feltro aggiungono un tocco davvero particolare ad ogni ambiente grazie alla forza della loro matericità. I tappeti a tessitura piatta sono più facili da collocare e da mantenere puliti, anche in ambienti frequentati da animali o bambini.
I TAPPETI DI PALLINE DEL NEPAL

Ogni giorno le artigiane del Nepal lavorano con abilità e pazienza per produrre palline in feltro perfette. Ogni tappeto prende forma assemblando tantissime palline colorate, la quantità dipende dalle dimensioni del tappeto. Potrebbero volercene migliaia! Le composizioni sono infinite, e puoi essere tu a scegliere come sarà fatto il tuo tappeto, avrai così un pezzo unico!



Sukhi ti dà anche la possibilità di prenotare un campionario per vedere in anteprima come sarà fatto il tuo tappeto!

Schermata sito Sukhi

La vivacità dei colori e l’effetto divertente delle palline in feltro suggerisce l’utilizzo nelle camerette dei bambini, ma questi eccezionali tappeti vanno benissimo per tutta la casa, ovunque tu voglia portare un tocco di brio.

v
Tappeto in palline di feltro, Nepal

COME SI EFFETTUA L’ACQUISTO

Kids-room-tappeto-bianco
Tappeto in palline di feltro, Nepal

Sul sito Sukhi puoi trovare l’intera collezione, organizzata per paesi di provenienza e per tipologie di tappeto. Sarà davvero semplicissimo trovare quello che stai cercando!

Per ottimizzare i costi, Sukhi raccoglie più ordini nell’arco di una finestra temporale per poi inviarli ai produttori (il tempo rimanente all’invio è sempre visibile sul sito). Per questo motivo, una volta completato l’ordine, questo sarà inoltrato al produttore solo quando la finestra temporale sarà chiusa. In questo modo non sono necessari intermediari e non ci sono costi di stoccaggio, soluzione che permette di avere tappeti di qualità a prezzi estremamente competitivi oltre al vantaggio di avere un prodotto personalizzato.

INFINITE POSSIBILITÀ DI PERSONALIZZAZIONE

Con Sukhi puoi avere un tappeto su misura, creato appositamente per te! Per i professionisti dell’interior design (ma anche per i dilettanti), Sukhi offre la possibilità di richiedere prodotti personalizzati. Hai quindi la possibilità di scegliere colori e dimensioni in modo che il tuo tappeto si inserisca perfettamente dove l’hai immaginato. Come fare? Basta mettersi in contatto con il team Sukhi, sempre disponibile a rispondere a tutte le esigenze e concordare tutti dettagli.

sukhimatot-maton-valmistus
Realizzazione tappeto di palline, Nepal

Per tenervi in contatto con Sukhi vi suggerisco di seguire la pagina Instagram, troverete tante bellissime immagini di ispirazione!

– In collaborazione con Sukhi –

11 Luglio 2017 / / Blogger Ospiti

Hai una casa piccola e vuoi sfruttare al meglio ogni suo spazio? Puoi farlo con questi piccoli accorgimenti che ti regaleranno maggiore comfort e vivibilità.
Iniziamo parlando della disposizione dei mobili. Se hai una casa piccola ma alta, l’ideale è sfruttare la verticalità delle stanze, con mobili che si proiettano verso l’altro. Utilizzare una libreria alta, ad esempio, ti permetterà di organizzare i tuoi oggetti e tenerli sempre a portata di mano: inoltre, grazie a una scala che potrai facilmente spostare da un piano all’altro, anche i ripiani più alti saranno facilmente raggiungibili.

Un altro modo per sfruttare gli spazi in verticale è utilizzare un soppalco. Puoi costruirne uno grazie ad un piccolo intervento edile, per creare una zona notte o studio e collegarli agli altri ambienti tramite delle scale: in questo modo sarà come avere due stanze in una. Inoltre, potrai utilizzare lo spazio sotto le scale per posizionare dei cassetti o una libreria salvaspazio.

Un ulteriore accorgimento utile per sfruttare al meglio gli spazi riguarda l’uso delle mensole. Posizionandole strategicamente sopra un divano o accanto al tavolo potrai sfruttarle per appoggiare utensili da cucina o altri oggetti. È anche importante utilizzare gli spazi nascosti come, per esempio, le profondità dei muri che creano nicchie dove possono essere posizionati scaffali o vani portaoggetti.

Anche l’uso di porte scorrevoli ti aiuterà ad organizzare meglio gli spazi. Questi infissi ti permetteranno di separare la zona notte da quella giorno e allo stesso tempo mantenere un’area aperta che darà un senso di maggior spazio e comfort. Un’altra opzione è affidarsi a un’impresa edile e abbattere i muri non portanti dell’abitazione. In questo modo potrai creare un open space che ti regalerà molto spazio e luce.

Un ultimo elemento su cui fare particolare attenzione sono i mobili. Se hai una casa piccola puoi optare per letti o divani di dimensioni modeste, altrimenti occuperanno troppo spazio all’interno delle stanze. Ideale sarebbe utilizzare soluzioni a scomparsa, o mobili polifunzionali. In questo modo avrai molto spazio in più da vivere insieme alla tua famiglia.

11 Luglio 2017 / / Design

David Hockney Peter Getting out of Nick's Pool

Nell’anno del suo ottantesimo compleanno l’artista contemporaneo David Hockney è celebrato in tutto il mondo per la sua pittura pop e il suo stile eclettico sempre al passo con la tecnologia

David Hockney è considerato uno degli artisti inglesi più influenti del ventesimo secolo, uno dei maggiori esponenti della pop art britannica. Nato nello Yorkshire nel 1937 ha mostrato un interesse per l’arte sin da piccolo. Nel 1959 ha iniziato a studiare al Royal College of Art di Londra e nel 1964 si è trasferito in California. Da allora vive fra Londra, lo Yorkshire e Los Angeles ed è ancora attivissimo sebbene da pochi giorni abbia compiuto 80 anni!

Nell’arco della sua carriera è passato attraverso stili e tecniche artistiche diverse, sperimentando con il disegno, la stampa, la fotografia, la pittura ad olio e il video, cercando di tenersi sempre al passo con le nuove tecnologie.
Dal 2009 ha iniziato ad appassionarsi alla pittura digitale realizzando le sue opere con l’iPhone o l’iPad, usando le dita al posto dei pennelli e una palette virtuale al posto dei colori. Con questa tecnica ha realizzato oltre 50 opere poi riprodotte in grande scala con speciali stampanti che utilizzano pigmenti veri.

Man mano che si invecchia diventa sempre più difficile conservare la spontaneità dentro di te, ma io ci provo.
-David Hockney

David Hockney - A Bigger Splash, 1967

A Bigger Splash, 1967 – Tate Britain – Spesso nei quadri ambientati in piscina sono presenti figure maschili ma in questo caso c’è solo lo spruzzo d’acqua a suggerire una presenza umana.

In California negli anni ’60 David Hockney ha realizzato i suoi quadri più famosi, quelli ambientati in piscina, in cui l’artista ha cercato di cogliere la trasparenza, lo scintillio dell’acqua in continuo movimento, i riflessi del sole.
La sua è una pittura figurativa semplice ed elementare fatta di elementi geometrici e colori vivaci che contiene al suo interno un certo minimalismo, un formalismo astratto che trasmette un senso di immobile fissità.

In quegli anni la Gran Bretagna e il resto del mondo emergevano dal grigiore degli anni post bellici, in un periodo effervescente di ottimismo e euforia, rispecchiato dai soggetti e dai colori accesi e vivaci della tavolozza di Hockney che in quel paese assoltato ha trovato il luogo ideale per esprimersi.
Poche opere incarnano questa sensazione meglio dei suoi quadri ambientati in piscina; immagini che evocano una vita edonistica, affascinante ed esotica sotto il caldo sole della California, attraverso le quali l’artista lasciava trasparire in modo discreto la sua omosessualità (che all’epoca in Gran Bretagna era ancora illegale).

David Hockney - Portrait of an artist (pool with two figures), 1971

Portrait of an artist (pool with two figures), 1972 – Acrilico su tela (214 x 305 cm)

Nel quadro Portrait of an Artist (Pool with Two Figures) vediamo un personaggio in giacca rossa che guarda l’uomo che nuota sott’acqua (probabilmente lo stesso artista). Si tratta del diciannovenne studente di arte Peter Schlesinger che diventerà uno dei modelli preferiti di Hockney comparendo in numerosi dei suoi quadri ambientati in piscina.

Negli anni’70 l’artista iniziò a dipingere i suoi soggetti in modo sempre più naturalistico, semplificando al massimo gli elementi del quadro e preferendo ritrarre parenti o amici, nei suoi famosi “ritratti doppi”.
Di questa fase il quadro più famoso è My Parents, dedicato ai suoi genitori.

David Hockney - My Parents, 1977

David Hockney – My Parents, 1977

A partire dal 1982, sempre curioso di sperimentare nuove tecniche visive, David Hockney si accostò alla fotografia. Il suo pensiero era che l’unico punto di vista consentito dalla fotocamera fosse troppo limitante e non potesse rendere la complessità e l’esperienza del mondo reale.
Così, ispirandosi alla teorie cubiste, iniziò a sperimentare con i collage fotografici, combinando insieme decine di Polaroid scattate in sequenza da diverse angolazioni per creare immagini complesse.

LEGGI ANCHE: Mosaici di foto di Maurizio Galimberti

David Hockney composite Polaroid - Sun on the Pool Los Angeles, 1982

Composite Polaroid – Sun on the Pool Los Angeles, 1982

Pur essendo famoso soprattutto per i suoi quadri di pop art degli anni ’60, David Hockney si è cimentato anche con la pittura di paesaggio. Nel 1990, tornato nel suo nativo Yorkshire si è lasciato ispirare dagli scorci rurali della sua regione.  Bellissimo il contrasto fra le riproduzioni dei paesaggi inglesi contrapposti ai quadri realizzati negli sconfinati paesaggi degli Stati Uniti con palette di colore opposte freddo/caldo.
La sua interpretazione del paesaggio è comunque vagamente naif, quasi alla maniera degli artisti di inizio ‘900, con accostamenti di colore e pennellate decise e definite che richiamano alla mente i quadri di Van Gogh o Matisse.

David Hockney - Garrowby Hill, 1998

David Hockney – Garrowby Hill, 1998 – Olio su tela (152.4 x 193 cm)

In occasione dei suoi 80 anni, numerose mostre celebrano il talento di David Hockney. Si è conclusa da poco la retrospettiva che gli ha dedicato la Tate Britain, in collaborazione con il Centre Pompidou e il Metropolitan Museum di New York. Una mostra che riassume ben 60 anni di lavori dell’artista in ordine cronologico, la più grande mai realizzata sull’artista che attualmente è allestita al Centre Pompidou di Parigi e poi si sposterà a New York.

La più grande retrospettiva su David Hockney alla Tate Britain

Contemporaneamente è in corso a Venezia la mostra “82 ritratti e 1 natura morta“.
Inaugurata il 24 giugno, si terrà a Ca’ Pesaro – Galleria internazionale d’arte moderna di Venezia, fino al 22 ottobre.
E’ la prima mostra italiana dedicata a questo pittore con una serie di ritratti realizzati fra il 2013 e il 2016 che raffigurano personaggi del mondo artistico internazionale così come familiari o amici.

Ma nonostante le retrospettive, che ne sottolineano l’età e la lunga carriera come artista, lo spirito di David Hockney è ancora giovane e pieno di entusiasmo:

“Come Picasso, quando lavoro mi sento un trentenne. Poi appena smetto sento che non è così. Per questo oggi lavoro più di ieri. Non mi piacciono i vernissage, aspetto che si spengano le luci per tornare qui nello studio. E ricominciare.”

Ritratti di David Hockney

Ritratti di David Hockney

11 Luglio 2017 / / Dettagli Home Decor

Mobili, complementi e accessori per una casa in stile naturale

Se avete scelto di arredare la vostra casa con materiali e colori naturali lasciatevi ispirare dai nostri consigli di stile.

Bastano pochi e semplici tocchi con i giusti elementi, per regalare alla vostra casa un look naturale e di tendenza.
Ecologico, caldo e moderno, il legno è il materiale per eccellenza che non può assolutamente mancare.  Optate per mobili in legno con finitura grezza o naturale, abbinando complementi e accessori in fibre naturali come vimini, rattan, bamboo, iuta, e il risultato sarà strepitoso. Tra le diverse fibre naturali in commercio, oggi è molto di tendenza la sisal, un materiale estremamente morbido e resistente, utilizzato prevalentemente per realizzare tappeti e cesti.

Mobili, complementi e accessori per una casa in stile naturale
Unitamente al legno e alle fibre naturali, altri materiali come il cotone o il lino dai colori neutri ispirati alla natura, sono la scelta ideale per donare alla casa un look naturale. 


Ecco la nostra selezione di mobili, complementi e accessori per una casa dal look naturale:


Mobili, complementi e accessori per una casa in stile naturale

Mobile contenitore della collezione Stockholm 2017 di Ikea realizzato in legno di frassino e rattan, due materiali naturali che conservano la loro bellezza nel tempo. Pratico e funzionale è perfetto per contenere ogni cosa in qualsiasi ambiente domestico.


Mobili, complementi e accessori per una casa in stile naturale

Una forma familiare eppure sempre emozionante: la poltrona sospesa Egg non smetterà mai di stupirti. Il design della poltrona pensile Egg è diventato un classico senza tempo. Ilrattan sta tornando di moda grazie alla crescente attenzione verso i materiali sostenibili. Sika Design risponde a questo trend con i prodotti in rattan che produce dal 1942. In vendita da Tanini home.


Mobili, complementi e accessori per una casa in stile naturale

Play di Ethimo è un tavolo dal carattere contemporaneo e dalle geometrie armoniose, è realizzato in alluminio con gambe in fusione, che assicurano una solida base d’appoggio, donando al tempo stesso slancio e leggerezza al disegno della struttura. La forza di Play sta nella possibilità di giocare con tutti gli aspetti che lo definiscono: le tante dimensioni che lo caratterizzano (100×100 cm; 150×150 cm, 100×200 cm; 100×274 cm) e la diversità dei materiali che compongono il piano: ’alluminio, il teak naturale o decapato e il gres effetto pietra.

Mobili, complementi e accessori per una casa in stile naturale
Poltrona dal look vintage realizzata in rattan, ideale per l’esterno ma anche per arredare gli spazi dentro casa. In vendita da Maison du Monde.


Mobili, complementi e accessori per una casa in stile naturale

Cosa ne dite di una lampada in rafia naturale e corda? Rigorosamente fatta a mano è in vendita su Etsy nello store La Casa de Cotò insieme a tanti altri complementi dal design originale.


Mobili, complementi e accessori per una casa in stile naturale


Perfetto per l’ingresso, il soggiorno o la camera da letto, ecco il tappeto Lohals di Ikea realizzato in iuta. La iuta è un materiale resistente e riciclabile, con variazioni di colore naturali.

Mobili, complementi e accessori per una casa in stile naturale
Per il vostro relax in giardino, nel patio o in terrazza, non può mancare una comoda chaise long in rattan. In vendita da Maison du Monde.


Mobili, complementi e accessori per una casa in stile naturale
Pratica scatola in bamboo intrecciato e decorata con motivi mandala. In vendita da Maison du Monde.





11 Luglio 2017 / / +deco

Crescere dei bambini è divertentissimo. Sono così aperti, puri, fantasiosi, teneri, a volte snervanti, a volte egoisti ed adorabili al tempo stesso.

Non devi avere figli per sperimentarlo (mi danno ai nervi quelli che fanno commenti del genere). Puoi diventare amica dei figli dei tuoi amici o fratelli. Richiedono tempo ma sono una ricchezza (quasi tutti e quando non lo sono quasi sempre è colpa degli adulti).

Se vuoi approfondire il discorso, leggi il mio post “I bambini non sono perfetti” e guarda le bellissime stampe calligrafiche di Maiko Nagao. 

Il marchio Castle è perfetto per i bambini perchè è un pò come loro, ai creatori Castle piace divertirsi. Puoi leggere sul sito “Amiamo il colore e la stravanganza. Ci piace fare dell’arte accessibile e della bella biancheria. Amiamo i pois e le cose fluo e rosa e gialle e arancio egrigio e amare cuori e fiori e pittura e feltro e tutto questo che salta all’occhio nel nostro studio”. Chi può negarlo, basta guardare ad esempio le collezioni di biancheria con le lettere e le banane! Frizzanti!

The post Kids just like to have fun (e Castle) appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

11 Luglio 2017 / / Dettagli Home Decor

Villa dal design moderno e lineare

Villa Olion è situata sull’isola greca di Thassos, immersa tra bellissimi ulivi piantati all’inizio del XVI secolo.

La villa a forma di L, si sviluppa su due livelli ed è scandita da un design moderno e lineare.  Il piano terra ospita la zona giorno con living e cucina open space, un bagno e due camere da letto. Al primo piano si trova una terza camera da letto con bagno privato.

Il colore bianco, il legno, le grandi aperture e la grande piscina sono state pensate per migliorare il concetto architettonico, creando superfici pulite e un ambiente che incarna un lusso bohemien.

Esternamente sono stati progettati diversi spazi semi-esterni, zone di passaggio e non, che costituiscono un’importante spazio vitale e regalano una piacevole sensazione di continuità con l’interno.

Internamente, le tonalità della terra, i materiali naturali, le superfici pulite e gli oggetti in stile etnico contribuiscono a dare personalità alla casa, mantenendo intatta la purezza estetica.


Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Villa dal design moderno e lineare
Fotografia di N. Vavdinoudis, Ch. Dimitriou

Ark4lab Architettura di Matt Watts


11 Luglio 2017 / / La Gatta Sul Tetto

Un trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domestiche

Scegliere il colore per le pareti di casa può rivelarsi un compito arduo, tanto che, per paura di sbagliare, la maggior parte delle persone di affida ai rassicuranti tono neutri, al bianco o alle tinte pastello.

Del resto, questo timore è comprensibile: molti hanno paura di stancarsi di una tinta decisa, oppure non sanno se il nuovo colore si abbina correttamente ai mobili, o se l’ambiente può sembrare opprimente. Eppure i colori hanno un’influenza importante sul nostro umore e, se ben utilizzati, contribuiscono al nostro benessere, come dimostra la cromoterapia, che utilizza le proprietà dei colori per curare alcune patologie. Chissà quante volte, guardando le immagini dei bellissimi interni con le pareti dipinte nei colori di tendenza, avete desiderato utilizzare il vostro colore preferito per dare un tocco di freschezza e originalità alla vostra casa ma non avete osato passare all’azione; oppure siete solo indecisi nella scelta tra diversi colori perché vi piacciono tutti ugualmente.

Per questo, quando ho scoperto il programma Color Trainer mi sono entusiasmata e ho deciso di parlarvene, nella speranza di fornirvi un utile strumento per scegliere il colore giusto. Vediamo di cosa si tratta: Color Trainer è un programma di consulenza colore realizzato da Chrèon in collaborazione con Francesca Valan, designer del colore e consulente per materiali e finiture. Color trainer è composto da quattro moduli: interni, nuove decorazioni, young casa e young scuole. Per ogni modulo Chrèon ha creato una guida utile per individuare il colore adatto ad ogni esigenza specifica. Le guide si possono richiedere gratuitamente compilando il modulo on line, oppure presso il Color Corner nei punti vendita Chréon.

Un trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domestiche

Tutte le colorazioni proposte dal Color Trainer sono disponibili nella gamma Confort Line della Chréon, un’idropittura di altissima qualità che punta su tre fattori importanti per il benessere: un colore vibrante grazie all’utilizzo di pigmenti pregiati , la consistenza tattile particolarmente gradevole nelle linee Framaton effetto seta e Ambiente, e le sensazioni olfattive che ricordano la freschezza dell’aria aperta.

Un trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domesticheUn trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domesticheUn trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domestiche

Se siete interessati a cambiare il colore delle vostre pareti, seguitemi nei prossimi post dedicati all’argomento: di volta in volta vi spiegherò come funzionano nello specifico le fantastiche guide del programma, dalla cameretta dei bimbi alle altre stanze, fino alla guida speciale sulle tante decorazioni che si possono creare sulle pareti per dare un tocco unico e contemporaneo alla vostra casa. Inoltre farò un esperimento on line per verificare l’effetto del colore in una stanza della casa, con l’aiuto del simulatore che potete trovare sul sito.

 

 

 

The post Un trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domestiche #1 appeared first on La gatta sul tetto.

11 Luglio 2017 / / Decor

Un trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domestiche

Scegliere il colore per le pareti di casa può rivelarsi un compito arduo, tanto che, per paura di sbagliare, la maggior parte delle persone di affida ai rassicuranti tono neutri, al bianco o alle tinte pastello.

Del resto, questo timore è comprensibile: molti hanno paura di stancarsi di una tinta decisa, oppure non sanno se il nuovo colore si abbina correttamente ai mobili, o se l’ambiente può sembrare opprimente. Eppure i colori hanno un’influenza importante sul nostro umore e, se ben utilizzati, contribuiscono al nostro benessere, come dimostra la cromoterapia, che utilizza le proprietà dei colori per curare alcune patologie. Chissà quante volte, guardando le immagini dei bellissimi interni con le pareti dipinte nei colori di tendenza, avete desiderato utilizzare il vostro colore preferito per dare un tocco di freschezza e originalità alla vostra casa ma non avete osato passare all’azione; oppure siete solo indecisi nella scelta tra diversi colori perché vi piacciono tutti ugualmente.

Per questo, quando ho scoperto il programma Color Trainer mi sono entusiasmata e ho deciso di parlarvene, nella speranza di fornirvi un utile strumento per scegliere il colore giusto. Vediamo di cosa si tratta: Color Trainer è un programma di consulenza colore realizzato da Chrèon in collaborazione con Francesca Valan, designer del colore e consulente per materiali e finiture. Color trainer è composto da quattro moduli: interni, nuove decorazioni, young casa e young scuole. Per ogni modulo Chrèon ha creato una guida utile per individuare il colore adatto ad ogni esigenza specifica. Le guide si possono richiedere gratuitamente compilando il modulo on line, oppure presso il Color Corner nei punti vendita Chréon.

Un trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domestiche

Tutte le colorazioni proposte dal Color Trainer sono disponibili nella gamma Confort Line della Chréon, un’idropittura di altissima qualità che punta su tre fattori importanti per il benessere: un colore vibrante grazie all’utilizzo di pigmenti pregiati , la consistenza tattile particolarmente gradevole nelle linee Framaton effetto seta e Ambiente, e le sensazioni olfattive che ricordano la freschezza dell’aria aperta.

Un trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domesticheUn trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domesticheUn trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domestiche

Se siete interessati a cambiare il colore delle vostre pareti, seguitemi nei prossimi post dedicati all’argomento: di volta in volta vi spiegherò come funzionano nello specifico le fantastiche guide del programma, dalla cameretta dei bimbi alle altre stanze, fino alla guida speciale sulle tante decorazioni che si possono creare sulle pareti per dare un tocco unico e contemporaneo alla vostra casa. Inoltre farò un esperimento on line per verificare l’effetto del colore in una stanza della casa, con l’aiuto del simulatore che potete trovare sul sito.

 

 

 

The post Un trainer per scegliere il colore giusto per le pareti domestiche appeared first on La gatta sul tetto.