Cambiare stile di casa senza comprare nuovi arredi: vediamo come

Come si può cambiare lo stile di casa, mantenendo gli stessi arredi? Cambiandone la disposizione e studiando nuovi schemi. Vediamo insieme come.

……….

Ci avete mai pensato che se non siete convinti dello stile di casa vostra, potrebbe essere che sia il modo in cui avete disposto i mobili che non va bene?

Mi spiego: molte volte ci si stufa dello stile di casa perché si pensa che quello che abbiamo sia datato e noioso. Ma non sempre è detto che sia così. Magari avete degli arredi che possono ancora passare l’esame, semplicemente è il modo in cui sono disposti che non va bene.

Potreste avere l’arredamento perfetto, però se organizzato in modo poco coerente, tutto l’insieme perde di stile e funzione. Avete mai provato a mettere in discussione le vostre idee e credenze?

Non è detto che quello che avete fatto fin’ora sia giusto. Vediamo insieme come rivoluzionare casa, mantenendo gli stessi arredi.

RINNOVARE TENENDO GLI STESSI ARREDI: I TRUCCHI

Prima di cominciare ad alzare e spostare, provate su pc o su carta. Ci sono un paio di programmi gratis che possono fare al caso vostro: Sketchup e Sweet Home 3d.

Diciamo che se proprio siete a zero con disegno e modellazione 3d, entrambi potrebbero non essere facilissimi a primo impatto. Se però fate un po’ di pratica, sono sicura che vi abituerete e non potrete più farne a meno.

Sweet Home 3d sicuramente è più immediato e consente una più veloce resa della vostra casa. Disegnate le piante in 2d e poi passate al 3d. Inserite i blocchi degli arredi e sbizzarritevi a trovare la giusta composizione.

arredi

Image credits: Avocado Concepts

arredi

Uno dei primi spunti a cui fare attenzione è la dimensione degli arredi: state attenti a scegliere pezzi coordinati alla dimensione dei vostri spazi. Elementi fuori scala contribuiscono a far sembrare gli spazi minuscoli e claustrofobici. Lo so che vi piace il divano con la penisola: però se abitate in un monolocale non ci sta…

Un secondo punto che può sembrare strano è quello di disporre gli arredi lontani dai muri e raggruppati (in numeri dispari). Tenendo i vari pezzi lontani dai muri, creerete spazi di passaggio e la sensazione di stanze più grandi.

Quando vi trovate a sistemare una stanza, pensate alle varie attività che ci svolgerete. Create diverse zone in base alle attività e diversificate i vari pezzi di conseguenza. In un soggiorno ad esempio, potrebbe esserci la zona lettura, la zona relax, la zona pranzo…

arredi

Image credits: Camille Hermand Architecture – Lauriston

arredi

Image credits: I am home – Freedom

Provate a disporre i vari pezzi in diagonale, magari sfruttando gli angoli della stanza: non è necessario disporre tutto in diagonale, solo qualche pezzo. Questo trucco aiuterà l’occhio a notare più agevolmente tutti i dettagli e ad avere la percezione di uno spazio più grande.

Non coprite le finestre con credenze o madie troppo alte, o mobili che coprono l’entrata della luce. Le fonti di luce e aerazione devono rimanere sempre libere, per fornire alla stanza aria e luce in modo corretto.

Uscite dalle vostre solite idee e pensate ai vostri pezzi d’arredo in modo diverso: una poltrona che avete in soggiorno potrebbe diventare la protagonista di una zona lettura in camera, così come una libreria del corridoio potrebbe diventare la protagonista del soggiorno.

Pensate fuori dagli schemi e reinventate casa: il portafoglio e la creatività ringraziano.

 

 

L’articolo Cambiare stile di casa senza comprare nuovi arredi: vediamo come sembra essere il primo su VHD.

Written by: