Ristrutturare casa: come scegliere l’impresa giusta

Ristrutturare casa è considerata da molti un’impresa difficile, dispendiosa e molto stressante. Ecco allora qualche consiglio su tutte le informazioni da prendere prima di affidarsi ad un’impresa per la ristrutturazione di casa.

Le considerazioni da fare nella scelta di un’impresa sono tante, e soprattutto quando si tratta di ristrutturazioni più impegnative, che prevedono quindi demolizioni e interventi più radicali, è importante guardare non solo l’affidabilità dell’impresa e ai costi, ma anche a tutto il lato burocratico relativo a permessi e concessioni da richiedere al comune.

Ristrutturare casa: autorizzazioni comunali e leggi da rispettare

Non mancano purtroppo le imprese che pur definendosi tali, forniscono un lavoro di scarso valore poiché si affidano a operai non qualificati, non si occupano dello smaltimento dei rifiuti di cantiere come dovrebbero e magari sono troppo “leggere” nel depositare le documentazioni.
Questo aspetto, che da un lato vi comporterà sicuramente un risparmio in preventivo, potrebbe procurarvi successivamente non pochi problemi, per cui il nostro consiglio è prima di ogni cosa, di valutare la serietà dell’impresa cui decidete di rivolgervi. Come potete farlo?
Informandovi preventivamente e chiedendo per ognuno di questi punti i chiarimenti e le garanzie necessarie.

Progettare la ristrutturazione di casa: come evitare brutte sorprese?

Una volta trovata un’impresa che vi fornisca la tranquillità necessaria per decidere di affidarvi per ristrutturare casa, dovrete sicuramente tener conto dell’aspetto economico in relazione al vostro budget. Quello che spesso capita, è che ci si trovi di fronte ad un preventivo iniziale che a fine lavori risulti maggiorato a causa di tanti “extra” non previsti in partenza. Quello che un’impresa seria di ristrutturazione fa è fornirvi un progetto mostrandovi quello che sarà l’aspetto della casa al termine della ristrutturazione e che quindi presenti un preventivo sulla base di quegli interventi. In questo modo avrete una duplice garanzia: da un lato saprete prima di accettare un preventivo tutto quello che verrà fatto in casa, con la possibilità di aggiungere/eliminare/modificare il necessario; dall’altro avrete la tranquillità che è tutto già inserito in preventivo e non avrete brutte sorprese a fine lavori.
In alcuni casi, ci sono addirittura imprese che vi offrono la possibilità, in maniera gratuita, di vedere il progetto della vostra casa in 3d con stereografia e di “camminare” in maniera virtuale nel vostro appartamento ristrutturato. A pensarci bene, non è cosa da poco, potrete evitare le brutte sorprese di vedere al termine dei lavori una cosa che avevate scelto, ma che poi realizzata vi ha deluso e a saperlo prima avreste cambiato. È chiaro che anche l’impresa che deve ristrutturare casa, avendo ben presente tutto quello che c’è da fare, potrà fornirvi anche dettagli sui tempi di consegna molto fedeli, così da evitare anche i purtroppo frequenti e noiosissimi ritardi nella consegna della casa.

Rifare gli impianti nella ristrutturazione di casa

Bene, giunti a questo punto, avrete un’impresa di cui vi fidate, un progetto dettagliato, un preventivo attendibile e tempi di consegna veritieri. È già un ottimo traguardo. Entriamo quindi nel vivo della ristrutturazione e vediamo di cosa è fondamentale tener conto nel rifacimento degli impianti.
Ovviamente, gli interventi saranno differenti in base a cosa si è scelto di fare in casa. Tenete ben presente che tutti gli impianti sono soggetti a norme di conformità, per cui abbiate cura di farvi rilasciare tutte le certificazioni di conformità, certificazioni energetiche che attestino che tutti i lavori siano stati eseguiti a regola d’arte.
Inoltre, alcune imprese, onde evitare problemi successivi quando intenderete o dovrete dopo tempo, forare muri o intervenire sugli impianti, rilasciano una documentazione fotografica completa di tutto il lavoro fatto. In questo modo saprete con certezza se nel muro su cui intendete appendere il quadro, c’è il tubo di un condizionatore oppure potete procedere e forare senza timore.

Trovarsi a rifare gli impianti, è sinonimo di una ristrutturazione radicale, il che vuol dire che potrete valutare la possibilità di dare alla vostra casa un plus non solo dal punto di vista dell’innovazione e del comfort ma anche e soprattutto del risparmio energetico.

Ristrutturazione casa e risparmio energetico: la domotica

Una scelta che fino a qualche anno fa poteva essere considerata di nicchia a causa dei suoi costi proibitivi è quella che riguarda la domotica casa. Ad oggi non è più così, grazie a nuovi sistemi e tecnologie come la domotica wireless è possibile installare un impianto domotico sia senza intervenire sulla muratura, sia sostenendo dei costi più bassi di circa il 50% rispetto ai classici impianti cablati. Sia la soluzione di domotica filare che wireless sono comunque molto valide, ognuna ha pregi differenti e nel caso di quella filare sicuramente i contro sono legati alla necessità di intervenire con lavori di muratura (che non sarà un problema se sarete alle prese con il rifacimento degli impianti) e alla poca versatilità nella gestione.

Qualunque sia la vostra scelta in merito, comunque, potete stare sicuri che scegliendo la domotica vi assicurerete un notevole risparmio in bolletta in quanto potrete gestire il tutto anche a distanza, evitare dimenticanze (luci o condizionatori accesi), ottimizzare l’utilizzo di riscaldamenti preparando gli ambienti prima del vostro rientro in casa e molto altro.

Vi abbiamo illustrato brevemente quelli che sono gli aspetti più importanti di cui tener conto nella scelta dell’impresa per la ristrutturazione di casa, a partire dai permessi e le garanzie, passano per tempi, costi, progetti, impianti. Tutto quello di cui avete bisogno adesso è tanto tempo da dedicare alla scelta dei materiali!

Written by: