29 Luglio 2017 / / Design

Link all’articolo originale: Perchè il cielo appare rosso al tramonto
articolo scritto da: Giacomo

Quanti di voi si sono domandati perchè il cielo è blu e al tramonto è rosso? sicuramente molti, così come parecchie  sono state le teorie che nel tempo sono state formulate cercando di spiegare il fenomeno: particelle in sospensione, cristalli di ghiaccio, gocce di acqua sospese, ecc.

Solo nell’1985 gli studi condotti da Craig Bohren e Alistair Fraser  dell’università della Pensylvania , riuscirono confermare che, la causa principale  di questo fenomeno, risiede nelle teorie che lord  Rayleigh, fisico britannico, espose agli inizi del già alla fine del XIX secolo. L’articolo originale di  Bohren e Fraser intitolato Colors of Sky è stato pubblicato nel 1985 in Phisics Teacher. Ma vediamo più nel dettaglio

Scattering di Rayleigh

Nel 1871 Lord Rayleigh, all’età di  29 anni , pubblicò un primo documento intitolato “On the light from the sky, it’s polarization and colour.” e poi successivamente nel 1899 un altro testo “On the Transmission of Light through an Atmosphere Containing Small Particles in Suspension and on the Origin of the Blue of the Sky”, In cui veniva analizzato il colore del cielo e relazione con la diffusione (scattering) della luce attraverso particelle di dimensione inferiore alla lunghezza d’onda mininma della luce.

Si ricorda che il range del visibile varia da 380nm a 780 nm, ad ogni lunghezza d’onda corrisponde un colore.

La parte di spettro visibile

Egli studiò il fenomeno della diffusione (scattering) della luce incidente su una molecola avente dimensione minore di 0,1 μm – micrometri (corrispondenti a 100nm) ovvero una dimensione molto inferiore a quella della lunghezza d’onda più piccola della luce. Ovvero centinaia di  volte più piccolo della sezione media di un capello ( circa 70 μm).

Va fatto notare che, sebbene al fenomeno descritto da Rayleigh, sia associato in modo prevalente alla modalità con cui  appare il colore del cielo, a questo fenomeno partecipano, con un ruolo generalmente minore,  anche allo strato di Ozono che circonda la terra tra 10 e i 40 km di quota: lo strato di questo gas ha la banda di assorbimento nella parte rossa dello spettro. Inoltre, le particelle in sospensione nell’aria di dimensione maggiore, sia solide che liquide, che diffondono la luce secondo un meccanismo più complesso, noto come Effetto Mie (Mie Scattering). Descritto agli inizi del XX secolo dal fisico tedesco Gustav Mie.

Rayleigh scattering cielo blu 

Ma ritorniamo al principio esposto da Rayleigh. Si consideri un raggio di luce bianca policromatica, cioè composto dai vari colori spettrali, che incide su una molecola di diametro 0,1 μm o inferiore, ebbene la luce è diffusa in tutte le direzioni con intensità diverse a seconda della direzione, secondo la seguente espressione:

 
Rayleigh scattering cielo blu

 

rayleigh scattering

dove

I0= intensità del raggio incidente,

I= intensità della luce diffusa,

R = la distanza della particella,

θ = l’angolo di diffusione,

N =indice di rifrazione della particella

d =  diametro della particella

(1+cos2 θ) è un coefficiente simmetrico rispetto al piano normale alla direzione incidente della luce; pertanto la luce diffusa in avanti ha la stessa intensità della luce diffusa indietro.

Osservando la formula si può notare che il fattore “1/λ4″ ci dice che l’intensità è  inversamente proporzionale alla quarta potenza della lunghezza d’onda  (λ).

Dunque, ad esempio, la radiazione blu (circa 460nm) ha un’intensità di diffusione maggiore del rosso (circa 700nm).

Se il rapporto tra la lunghezza d’onda del rosso e del blu è circa 1,5 allora il blu è 1,54 volte più intenso del rosso nel processo di diffusione. Si può affermare che il colore riferito ad una lunghezza d’onda di 460nm (blu) ha 5 volte (da 5 a 8 volte per la precisione)  più probabilità di essere diffuso di una lunghezza d’onta di 700nm (rosso)

Questo è quanto accade quando osserviamo una porzione di cielo: ogni singola particella ha una diffusione prevalente blu, naturalmente il colore risultante non è blu puro a causa del contributo di altre lunghezze d’onda.

Rayleigh Scattering
Dipendenza della diffusione della luce attraverso molecole atmosferiche. Fonte C. F. Bohren and A. B. Fraser, “Color of the Sky 1985

Perchè il cielo è rosso al tramonto

Ma allora perchè il colore del cielo al tramonto ha dominante rossa? Ciò è dovuto al fatto che la componente blu è completemente diffusa, e la luce che viene rimessa in direzione di incidenza (in avanti) è prevalente rossa, che però non è percepibile a mezzogiorno in quanto la distanza che attraversa la luce del sole è relativamente ridotta, mentre quando il sole è all’orizzonte la distanza è tale che la componente di radiazione blu è completamente diffusa lungo il tragitto.

Rayleigh scattering cielo blu

Vediamo meglio: consideriamo un fascio di luce composto da 1000 fotoni di luce blu e 1000 di luce rossa. 

Quando sono diffusi da un gruppo di molecole i fotoni blu sono circa  cinque volte (1,54) più numerosi di quelli rossi. Supponiamo quindi tra gli 50 fotoni blu e i 10 rossi diffusi in ogni direzione 5  blu e 1 rosso lo sono in direzione di incidenza. Quindi il fascio di luce iniziale che si propaga in direzione incidente (verso chi osserva) sarebbe composto da 955  (1000-45) fotoni blu  e 991 (1000 – 9)  fotoni rossi quindi la dominante in direzione incidente è rossa.

Nel video qua sotto il o prof. Walter Lewin del MIT spiega il principio dello cattering di Raileigh. Il video è parte della lecture tenuta al MIT nel 2011.

Perchè il cielo non ci appare violetto?

Dunque il colore del cielo è blu proprio perchè la luce si diffonde con maggior intensità secondo l’inverso della quarta potenza della lunghezza d’onda (1/λ4), ma allora perche il cielo non ci appare violetto? Come si evince dall’immagine che ho inserito ad inizio articolo la lunghezza d’onda spettrale del colore viola è più piccola del blu.

Spettro solare Cielo blu

Bohren e  Fraser diedero una spiegazione anche a questo: dal punto di vista fisico infatti la componente violetta nello spettro solare è molto meno intensa di quella blu, quindi la componente violetta diffusa è comunque inferiore.

curva di visibilità

Inoltre, dal punto di vista punto di vista percettivo, l’occhio umano, in visione fotopica (vedi immagine sopra) è più  sensibile alle lunghezze d’onda dei blu che non su quelle dei violetti (tra 380 e 450nm).

 

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale: Perchè il cielo appare rosso al tramonto pubblicato su Luxemozione Luxemozione – News dal mondo della luce

Copyright © Giacomo Rossi.

29 Luglio 2017 / / Idee

Semplicità, unzione e bellezza con il cartongesso

 

Definire le aree con controsofitti e faretti nella zona giorno e notte

cucina in muratura

Chi è che dice che la cucina in muratura sia solo classica?

 

Elementi contenitivi e divisori

cucina in muratura

Quando si dice isola in muratura!

cucina in muratura

Cucinain muratura marinara…deliziosa!

Soppalco libreria in muratura, comodo e bello.

Il cartongesso permette la realizzazione di progetti sartoriali VIA

libreria in cartongesso

Anche ondulato

La muratura, o meglio ancora il cartongesso, possono essere un validissimo aiuto per progettare la nostra casa su misura, ottimizzando gli spazi nel migliore dei modi.

Dalla parete attrezzata in soggiorno, studiata appositamente per le abitudini della famiglia (grande libreria, spazio tv, spazio acquario, integrazione termosifone, finestre o porte) ad altri elementi d’arredo per tutta la casa.

Le strutture in cartongesso, soprattutto parlando di librerie, pareti attrezzate &co, oltre ad essere belle a vedersi e a rendere gli ambienti molto ordinati, sono molto utili poiché sfruttano tutto lo spazio che si ha a disposizione, anche angoli morti ed irregolari che sarebbe molto difficile arredare e sfruttare.

Possono essere dipinte dello stesso colore delle pareti per sparire all’interno di esse o essere pitturate a contrasto  per metterle in risalto .

Nelle strutture in cartongesso possono essere inseriti dei faretti, dei controsoffitti, sportelli, cassetti e tutto ciò che ci occorre.

Questo tipo di parete attrezzata può essere progettata su misura per gli oggetti che andrà ad ospitare; a noi è capitato di progettarne una che avrebbe dovuto funzionare da libreria, porta tv ed avrebbe dovuto accogliere una cassapanca di famiglia, l’abbiamo dunque studiata ad hoc inserendo anche un piccolo controsoffitto con faretti orientabili e abbiamo dipinto il fondo di alcuni riquadri a contrasto per rendere il disegno più movimentato e decorativo.

libreria in cartongessolibreria in cartongesso

Linee rette o curvelibreria in cartongesso

La parete attrezzata integra anche la finestralibreria in cartongesso

Angolare..

libreria in cartongesso

Nicchie a contrastolibreria in cartongesso

Colonna  e termoarredi integratilibreria in cartongesso

Bellissima la libreria in caryon gesso dalle aperture regolari e i forti spessorilibreria in cartongesso

Una curiosa libreria nell’imbotto della finestra, realizzabile se si hanno muri molto spessi o ricreabile con cartongesso

libreria in cartongesso libreria in cartongesso

Angoli di relax vissuti e da vivere e zona studio ben organizzata…in ogni caso non può mancare una libreria su misura.
libreria in cartongesso

Tono su tonolibreria in cartongesso

Con il cartongesso possiamo costruire su isura una livbreria ovunque occorra

Nella zona giorno il cartongesso ci può essere d’aiuto, oltre che per realizzare i controsoffitti, spesso utili a creare delle aree diversificate di illuminazione, anche a creare un bel camino (in questo caso si tratta di cartongesso speciale ignifugo.

Anche per chi non ha canna fumaria esiste la possibilità di avere un bel caminetto in casa grazie ai moderni focolari al bioetanolo, che spesso hanno un design molto moderno, ma ne esistono anche dei modelli semplicissimi che possono essere inseriti in una struttura in cartongesso, assumendo l’aspetto di un vero e proprio classico camino.

Con la muratura o il cartongesso c’è anche la possibilità di creare un intero  salotto in muratura e cioè la base dei divani che andranno poi rivestiti da morbidi cuscini.

libreria in cartongesso

libreria con stufa a pellet integrata

Un camino in salotto con il cartongesso ignifugo

Salotto in muratura all’interno…

…e all’esterno.

Divani in muratura dalle linee moderne od etniche

Base del divano e tavolino per un salottino minimal in muratura

Conbtrosoffitti per dividere gli ambienti o circoscriverli.

Perimetro di luce

In camera da letto si può realizzare una controparete dietro al letto che potrà accogliere mensole o librerie o un divisorio per realizzare una cabina armadio.

Inoltre si possono costruire vere strutture in muratura per letto, armadio e comodini come si fa nelle meravigliose case isolane interamente in muratura.

La nicchia illuminata dietro al letto.

Bellissima la camera da letto completamente in muratura del  b&b a Santorini “Villa Anemolia” ristrutturato dallo studio Mplusum che ha sapuito interpretare lo stile dell’isola

Comodino nella muratura di grande spessore

Guardaroba dietro alla testata con la parete in cartongesso.

Controparete/muretto come testata del letto e base d’appoggio

Comodini in muratura integrati nella testatalibreria in cartongesso

Controparete dietro alla testata del letto per mensole e nicchie

Anche un piccolo guardaroba n muratura può essere molto grazioso. 

Elemento divisorio guardaroba tra camera da letto e bagno privato

Il cartongesso ci permete di eseguire lavori su misura utili per ambienti particolari come le mansarde, in modo da poter sfruttare al massimo lo spazio

Bagni e cucine in muratura si fanno da sempre, è il metodo di costruzione più antico, ma siamo abituati ad associarli a qualcosa di estremamente rustico o addirittura demodé. Qui non vi parleremo dei classici bagni e cucine in muratura, la maggior parte delle volte piastrellati, che siete abituati a vedere, ma vi mostrerò l’interpretazione che piace a me…un’interpretazione molto più brutalista (w Le Corbusier) e spoglia, che plasma la muratura come se fosse una creta per trasformare cucine e i bagni in spazzi davvero affascinanti.

Con la muratura in questi casi si costruisce l’intero arredo dell’ambiente, in bagno: vasca, doccia, base per il lavabo a volte con vasca integrata, mensole, muretti, mobiletti. 

bagno in muraturabagno in muratura

Basi in muratura per il bagno, utilizzate anche come elemento divisorio.

bagno in muratura  bagno in muratura

Comodi muri e muretti in bagno per dividere e appoggiare

bagno in muratura

Un bagno in muratura come un vero hammambagno in muratura Lavabi in muratura con vasca integratabagno in muratura

Elemento divisorio contenitorebagno in muratura

Vasca in muratura

bagno in muraturabagno in muratura

Nicchie per contenerebagno in muratura

A tutto colore l’elemento in muratura rivestito di mosaico.bagno in muratura

Bellissimo e dal sapore mediterrano il bagno in muratura con lampadario chandelier

In cucina piani con sottopiani per mobili ed elettrodomestici, mensole, isole e penisole e chi più ne ha più ne metta.

cucina in muratura

Stravagante e molto originale la cucina in muratura con angoli stondati, moderna, eclettica e rustica allo stesso tempo.

cucina in muratura

cucina in muratura industrial stylecucina in muratura

Semplicità ed eleganza, il pavimento…un tocco di classe

cucina in muraturacucina in muratura

Elegante e minimale la cucina in muratura scaldta dagli sportelli in legno.cucina in muratura

Sapore antico per un eleganza moderna

cucina in muratura

Cucina in muratura con penisola e lavabo integrato

cucina in muraturaCucina in muratura tra il classico e il moderno.cucina in muratura

Collezione di tazze in cucinacucina in muratura

Sapore etno chic

Progettare in questo modo permette di disegnare al millimetro lo spazio secondo le vostre esigenze non sprecando nemmeno un cm e donando agli ambienti un’immagine pulita e spesso minimalista, ma pur sempre calda e non estremamente ultramoderna.

La muratura, soprattutto bianco calce o nei colori della terra, ma qualche volta anche in grigio, ha il potere di trasferirci con la mente in meravigliosi paesaggi mediterranei e di donare una sensazione di piacevolezza ed accoglienza ai luoghi costruiti in questo modo.

bagno in muraturaMuratura di un grigio elegante e legno naturale connubio perfetto

Un b&b a Santorini che interpreta in chiave contemporanea le tipiche Yposkafa

La muratura tipica delle case isolane in versione moderna; gli arredi sono modellati seguendo le linee delle alcove.

Le stanze di questo meraviglioso b&b a Santorini sono prive di arredo free-standing, gli elementi sono  sono tutti in muratura.

Sempre a Santorini, la favolosa isola greca, si trova Cave home una casa scavata nella roccia che ha origini antichissime.

La Design Home Ostuni è invece una deliziosa casa vacanze scavata nella roccia pugliese.

Sassi, questa volta lontani dal mare, ma famosissimi, avvolgono il Sant’Angelo Resort di Matera

Arredamento in muratura sia nella zona giorno che in quella notte, anche per questo interno di Mikonos.

Bagno completamente realizzato in muratura, elegante e minimale.

La casa nella roccia è anche un bnb luxury ad Avellino

Con muratura e cartongesso possiamo inoltre realizzare, in ogni stanza ove occorra, contropareti per creare nicchie, per allineare muri, per correggere o nascondere difetti, in fine, la cosa forse più importante: con il cartongesso (in questo caso meglio che con la muratura) possiamo dividere: creare un divisorio tra ingresso e living, tra cucina e salotto, in ufficio, in casa, in un negozio, ovunque occorra creare una separazione. In alcuni casi è sufficiente anche un muretto, come ad esempio accade spesso di fare tra cucina e zona giorno con una penisola in muratura, che divide senza separare e crea un ulteriore piano di lavoro.

cucina in muratura

La muratura può essere molto moderna e funzionale.cucina in muratura

Un muretto nasconde il piano della cucina mimetizzandola.cucina in muraturacucina in muratura

Scelta comune è anche quella di fare un bancone in muratura con piano in legno, marmo, corian, gres o acciaio, che funga da piano di lavoro e divisorio

parete in cartongesso

Una parete divisoria può diventare utile anche quando non si sa dove poszionare la tv o magari si desidera aggiungere un elemento come un caminoparete in cartongesso

Con una controparete in cartongesso, o se si ha una muratura molto spessa, si possono realizzare comode nicchie..magari per creare un piccolo angolo home officeparete in cartongesso parete in cartongesso

Contropareti e muretti d’arredo nella zona giorno per creare scenografie e giochi di luce

parete in cartongesso

Controparete scenica in salotto

parete in cartongesso parete in cartongesso

Anche in uno spazio di lavoro può essere utile e comodo usare il cartongesso per creare elementi divisori

parete in cartongessoparete in cartongesso

Librerie, passanti o meno, come pareti divisorie attrezzate

parete in cartongesso

Linee stondate e disegno creativo e moderno per questo ingresso con elementi in cartongesso

parete in cartongesso

Elemento divisorio con camino passante tra living e zona pranzo.

Con il cartongesso, ma anche con la muratura Potrete realizzare proprio quella cosa che volevate tanto e realizzerete la casa dei vostri sogni.

L’articolo Arredare con la muratura ed il cartongesso per progetti su misura. proviene da Architettura e design a Roma.

29 Luglio 2017 / / Idee

Colori vivaci e contrastanti per illuminare la casa dell’estate, mauve, 
giallo e azzurro per trovare soluzioni fresche e regalarsi nuovi ambienti 
che trasmettono benessere. Soluzioni estetiche che ci danno serenità ed 
armonia. 

www.paperandstitch.com
www.indulgy.com
3 wild flowers www.lovelylife.se
4 living room www.elledecoration.se

1 pouf www.paolalenti.com
www.rockmystyle.co.uk
www.casamanuelformentera.com
www.pinterest.de

1 living room www.designersguild.com
www.pinterest.com
3 secret garden Kingham Hill House Cotswold www.telegraph.co.uk
4 Muller Van Severen www.dondup.com

29 Luglio 2017 / / Idee

Chiudiamo il mese dedicato all’arredo a budget ridotto parlando di come decorare il soggiorno, senza spendere troppo. Pronti? 

……….

Ci siamo amici: stanno arrivando. Cosa? Come cosa?? Le vacanze, santo cielo! Si bé, magari non per tutti, ma per molti italiani di sicuro.

E ci tengo a precisare italiani perché nel resto del mondo non è così… non c’è questa follia del mese di luglio visto un po’ come la fine del mondo. Sembra quasi che con agosto finisca tutto.. mah. Comunque, stavamo dicendo: stanno arrivando le vacanze e un po’ di riposo per tutti, anche per il blog.

Ma voglio lasciarvi con l’ultimo post del mese, dedicato al decoro di casa attento al budget. Martedì abbiamo visto come arredare la camera  in modo smart, cioè senza andare in rosso col conto.

Possiamo applicare lo stesso concetto anche al soggiorno, decisamente la parte più importante della casa.

Vediamo come?

DECORARE IL SOGGIORNO RISPARMIANDO

Come vi ho già detto, a volte per dare aria nuova ad una stanza o alla casa intera basta poco. Sono i dettagli che fanno la differenza e che sono in grado di cambiare completamente l’idea che avete di un luogo.

Partite sempre dalla definizione dei colori che volete usare per cambiare stile: fate l’inventario dei colori degli arredi e dei pavimenti e scegliete dei colori armoniosi con l’insieme. Potete usare le stesse nuance o andare a contrasto, a voi la scelta.

Sicuramente con dei colori a contrasto il cambio è più netto, ma deve piacervi.

decorare il soggiorno

Photo by Nathan Fertig on Unsplash

Scelti i colori, partite dal dipingere le pareti. Tinta unita o stencil, è lo stesso. Sicuramente uno stencil o un decoro geometrico (come le righe) vi aiuteranno maggiormente, perché essendo più grafici attirano di più l’attenzione. Questo può essere d’aiuto se avete pochi mobili e volete dare un senso di pienezza o se avete degli arredi da cui volete distogliere l’attenzione.

Anche le tende rivestono un grande ruolo nell’arredo di casa. Lo so che molti di voi le odiano, ma sono fondamentali. Danno un senso di completezza alla stanza, soprattutto se le scegliete coordinate a cuscini e tappeti.

Però non prendetele troppo pesanti: devono solo schermare le finestre, ma non devono impedire alla luce di entrare. Quando c’è la bella stagione approfittatene e tenetele ai lati delle finestre: tanta luce è positività.

decorare il soggiorno

Se volete riorganizzare la distribuzione degli arredi che avete, pensate alle diverse attività che svolgete nella stanza. In soggiorno ci sarà la zona d’ingresso da organizzare con svuota tasche e mobili per appoggiare scarpe e borse. Ci sarà la zona pranzo, con tavoli, sedie e madie per riporre piatti e bicchieri. Ma ci sarà anche la zona in cui riposarsi leggendo o guardando la Tv sul divano.

Organizzate gli arredi in base alle attività che svolgerete e aiutatevi con i tappeti per definire le diverse zone.

Per finire gli accessori, per decorare il soggiorno: quadri, specchi, cuscini e tappeti tutti coordinati sulla base dei colori che state usando per rifare il look del soggiorno.

Vedrete che non sembrerà più la stessa stanza  🙂

decorare il soggiorno

L’articolo 5 facili passi per decorare il soggiorno a budget ridotto sembra essere il primo su VHD.

29 Luglio 2017 / / Idee

Il giardino é protagonista nei lunghi pomeriggi d’estate, l’atmosfera 
rilassata delle vacanze all’aria aperta invita ad organizzare piccoli 
party e cene con gli amici. Sarà un divertimento allestire la tavola
vestita a festa con abbinamenti insoliti e composizioni di fiori e rami
raccolti in giardino. Per gustare colori e sapori en plein air!

1 country home www.thepottedboxwood.com
2 composizione floreale www.werandacountry.pl
3 tavola www.pinterest.com

1 panchina www.cotemaison.com
2 fiori di pisello www.arnemaynard.com
3 orto www.greenfusestock.photoshelter.com
4 bicicletta www.orient-express.tumblr.com

www.myinnerlandscape.tumblr.com
www.mybohemiantreehouse.tumblr.com
www.biancoantico.blogspot.it
www.judyscottagegarden.blogspot.com

29 Luglio 2017 / / Idee

Idee e ricette per i più golosi. Spunti per inventare nuovi piatti, buoni 
e facili da realizzare, per merende, aperitivi e cene davvero speciali da 
condividere con gli amici. Non possono mancare i fiori per personalizzare 
la tavola dell’estate, con colori e sapori mediterranei. Good vibes!


1 torta alla frutta www.instagram.com
2 pineapple mango rum punch www.paperandstitch.com
3 good vibes www.sugarandcloth.com
4 flowers www.pinterest.com Claire Buntin uk

1 strawberry,peppermint and pink pepper tart bake-street.com
2 flowers www.sistergolden.com
3 lamponi www.lostragaldasbas.net
4 ghiaccioli www.realfoodbydad.com

1 crepes alla barbabietola www.bcommebon.canalblog.com
2 mexican layer dip www.loveandoliveoil.com
3 spaghetti di zucchine www.howsweeteats.com
4 conserve di frutta e verdura www.halfbakedharvest.com

29 Luglio 2017 / / Idee

Parliamo di mobili accomunati da un unico fattore: il vetro. Trasparente, opaco oppure con rilievi tridimensionali, il vetro aggiunge sempre un tocco di poesia.

Mobili come credenze e vetrine fanno parte dell’arredamento delle case da molto tempo. L’inserimento di parti in vetro, soprattutto nelle ante, è un modo per dare un tocco di brillantezza e di eleganza, mettendo in evidenza il contenuto del mobile. Sarà poi l’organizzazione dell’interno a fare la differenza.

 

Oggi la stessa tipologia di mobili è proposta in tante varianti dall’aspetto rinnovato, in linea con le tendenze attuali. Si prende così ispirazione da diversi contesti, per un risultato totalmente diverso. In sintesi, cambia la forma ma non la sostanza e penso sia giusto mantenere la tradizione donandole nuove facce

Un’estetica di derivazione industriale ad esempio si è molto diffusa, anche al di fuori dei loft. Lo dimostra l’affermazione delle pareti vetrate in stile atelier nel panorama degli interni contemporanei di qualsiasi stile.

Sulla scia di un’estetica industriale rinnovata, Cargo propone la credenza Woody, caratterizzata da una base metallica verniciata e da una struttura in legno riciclato con finitura grigia. Il risultato è un mobile che starebbe bene ovunque. Industriale ma non troppo, elegante ma per niente formale. Mi piace moltissimo che abbia anche i laterali in vetro.


Ispirate ai mobili degli studi medici, le vetrinette Fabrikör di Ikea hanno una dichiarata estetica industrial. Si inserisce bene in ogni ambiente della casa, in bagno come in camera da letto. In più sono predisposte per essere dotate di illuminazione, il massimo per mettere in risalto il contenuto. L’ho già messa nella wishlist per la mia futura casa, in nero ovviamente!

Poteva mancare un mobile di design danese? Assolutamente no. Ferm Living ha in catalogo la vetrina Haze, dove il vetro è rinforzato da fili metallici che creano un fitto reticolo mentre la struttura è il metallo nero. Un elemento neutro, perfetto per creare delle scenette con gli oggetti.

 

29 Luglio 2017 / / Case e Interni

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-1

Ci troviamo a Sitges in Catalogna, per visitare virtualmente questa casa di 120 mq con un meraviglioso giardino dove passare bei momenti di relax al mare. Le pareti della casa, tutte dipinte di bianco aiutano ad avere luminosità e dare la giusta atmosfera estiva. Il colore lo ritroviamo in modo dosato solo in alcuni tessuti e mobili.

La padrona di casa ama lo stile provenzale ed è a questo stile che si è ispirata per arredare la sua casa, ma lo ha fatto mixandolo con influenze mediterranee. La sua fortuna è che possiede un negozio a Barcellona ricco di mobili vecchi e di antiquariato da cui poter attingere liberamente, sarebbe il sogno di ogni amante dell’arredamento shabby!

Questo stile si può definire rustico chic ed è facilmente riproducibile anche nelle nostre case al mare: colore predominante il bianco, pavimento in legno decapato, mobili recuperati in legno chiaro, sedie di vimini, tappeti in midollino, tessuti chiari e colori tenui, come l’azzurro polvere usato per le due camere da letto.

Se volete copiare lo stile, i mobili da scegliere sono comodi divani bianchi dalle forme classiche, credenze o consolle nella zona giorno dalle linee semplici, testiere in legno di recupero nella zona notte. Nella maggior parte dei casi, i mobili di recupero sono semplicemente riportati al loro colore naturale o trattati per rendere il legno patinato, che lo fa sembrare vissuto e invecchiato.

I complementi d’arredo usati nella casa sono perfettamente in sintonia con lo stile provenzale: cuscini dalle fantasie floreali, lampade in ferro battuto, vecchi specchi, ma anche borse e cestini di vimini, tappeti di corda, lanterne e vecchie persiane o porte finestre usate a scopo decorativo. A questo proposito guarda anche 12 nuovi usi per vecchie porte.

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-2

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-3

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-4

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-5

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-6

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-7

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-8

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-9

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-10

ispirazioni-provenzali-idee-da-copiare-casa-al-mare-11

Dove: Sitges, Catalogna, Spagna

Fonte: www.elmueble.com

Foto: Jordi Canosa

Anna e Marco – CASE E INTERNI