23 Ottobre 2017 / / Decor

Sempre di più la tendenza dell’home decor ha posto l’attenzione sul mondo delle carte da parati. Una soluzione che può rinnovare completamente un ambiente della casa dalla zona living alla camera da letto attraverso una moltitudine di decori geometrici, fantasiosi, floreali, romantici, etc…

Ci sono tantissimi tipologie di carta da parati, più di quante se ne possa pensare. Accanto alla varietà di disegni proposti esistono diversi materiali con cui sono realizzate, modelli con texture a rilievo, lisce, effetto pelle, con effetti speciali, inserti, con perline, di tessuto, etc.

Tutti gli spazi della casa possono godere di questo elemento decorativo anche il bagno, i nostri mobili e perfino le scale. Insomma #maipiusenza lei! La carta da parati.

Perché vi parlo proprio di questo prodotto? Molto semplice perché mi ha ispirato per dare un tocco di unicità ad un ambiente con l’applicazione di una carta da parati floreale su una sola parete, così da creare un effetto simile ad avere una vetrata che si affaccia su un giardino.

Milva-B_625052_1440x1100

L’ambiente che ho voluto rivitalizzare è un ingresso a pianta quadrata molto anonimo su cui, oltre alla porta di accesso, sia aprono le porte delle altre zone della casa (cucina, living e notte). Applicando una carta da parati dalla texture tropicale su una sola parete -conservando la tinteggiatura bianca sulle altre tre- ho ottenuto l’effetto che desideravo. Oggi la sensazione che si prova entrando in casa non è più quella di trovarsi in ambiente anonimo ma quella percorrere un corridoio verso una florida boscaglia dove potersi perdere e gustare la freschezza di piante e fiori.

Venaria-A_625063_2000x700

 

Nella ricerca della texture ho trovato quanto cercavo navigando tra le quasi infinite proposte di Carta da parati degli anni 70 che offre carte da parati floreali, carta da parati romantica, carta da parati glamour e molto altro.

Singa-B_450631_1440x1100

 

 

Su questo sito ho trovato tutte le istruzioni per l’installazione della carta da parati a partire da come preparare la superficie da tappezzare, a come preparare la colla, da come posare la tappezzeria di carta o di tessuto non tessuto a come evitare difetti di posa. Inoltre vengono forniti suggerimenti per tappezzare il bagno, per decorare mobile o abbellire le scale con la carta da parati.

Certamente attraverso la vasta offerta di fantasie può essere data nuova vita e colore a complementi d’arredo e i mobili un po’ spenti, sfruttando le offerte nella sezione novità ma anche nella sezione geometrica o glamour.

Insomma, dopo un periodo in cui la tappezzeria è stata associata alla casa della nonna, oggi invece si può giustamente affermare che la carta da parati è un materiale versatile e adatto a dare freschezza e novità a tutti gli ambienti oltre ad essere sfruttabile anche per lavorazioni di dimensioni ridotte per svecchiare mobili, porte e altri complementi d’arredo.

Io ho in programma di rinnovare altre zone della casa. La scelta del modello, in linea con l’arredo e con i colori dell’ambiente, richiede tempo ma l’effetto finale sarà sicuramente “wow”.

Voi cosa state aspettando? Non vi ho convinti a provare la vostra carta da parati?

23 Ottobre 2017 / / GiCiArch

Carta da Parati Artistica, brand di carte da parati di design, ha organizzato un contest dedicato ai bambini e alla loro creatività. Ogni bambino sogna di poter esprimere la propria fantasia sui muri di casa e con il contest “Colora la cameretta” questo sarà possibile! Carta da Parati Artistica ha raccolto i disegni inviati dai bambini in un album, presente sulla pagina facebook dell’azienda, i disegni possono essere votati dal pubblico fino al 4/11/2017.

collage lavori

Come votare?

Semplicissimo!!! Basta mettere un like sul disegno che più vi piace.

Il 10 disegni più amati sui social (con più like) verranno votati da una giuria di qualità composta da esperte del settore arredo e infanzia. La giuria deciderà il vincitore valutando il disegno, la tecnica utilizzata e l’età del piccolo artista.

Ecco la giuria:

Federica, blogger  http://mammamogliedonna.it/

Paola Pianzola, giornalista

Federica, Melissa, Barbara, architetti http://www.spaziodabitare.it/

Elena, blogger http://maisonrockcoucou.blogspot.it/

Chiara, blogger http://www.chiaraconsiglia.it/

Antonella Galimberti, giornalista

Elena, blogger https://www.periodofertile.it/

Cosima Ticali, giornalista

Elena, grafica http://www.elegrafica.it

Priscilla, blogger http://www.familywelcome.org

Elisa, ingegnere e interior designer  http://www.easyrelooking.com/

Silvia, blogger http://www.mammaimperfetta.it

Martina, architetto  http://adesigneratheart.com/it/

Daniela, blogger http://scuolainsoffitta.com/

Federica e Arianna, blogger https://mercatinodeipiccoli.com/

Sara, interior designer  http://www.interiorlabdesign.it

Sasha, blogger https://www.cakemania.it/

Il nome del vincitore verrà pubblicato Sabato 11 Novebre 2017.

Votate su Facebook il disegno qui

 

#coloralacameretta #cartadaparati #cartadaparatiartistica

 

 

 

 

 

 

23 Ottobre 2017 / / Nell'Essenziale

Ciao a tutte amiche! oggi vi parlerò di un tasto dolente, le pulizie! vi racconterò la mia routine e vi lascerò una risorsa che vi tornerà utile per programmare le vostre pulizie di casa:  planning pulizie settimanale e mensile.  Alla fine dell’articolo, infatti,  troverete il link per scaricare il planning in formato  PDF.

NB: questo post è realizzato in collaborazione con Kärcher.

Planning pulizie: pianificare le pulizie di casa

Quante volte ci siamo chieste con che frequenza pulire il bagno, spolverare oppure pulire un armadio? io tante volte. …   Ed ogni volta non ricordavo mai quando avevo fatto la precedete pulizia. Questo accadeva soprattutto quando si trattava di pulizie mensili o semestrali. Ho realizzato quindi questo planning per me e la mia mamma che ama pulire piu di ogni altra attività casalinga. In questo modo abbiamo sempre sotto controllo le pulizie fatte e da fare.

Planning Pulizie settimanale e mensile

Come potete notare per ogni giorno della settimana ci sono tre righe, questo perché è importante non accumulare troppe attività in un unico giorno. In questo modo non ci stancheremo e la pulizia sarà sempre eccellente.

E’ importante distribuire le attività più importanti nei vari mesi dell’anno in modo che non si accavallino tutte in un determinato giorno o periodo.

Quando pulire e cosa pulire: come compilare il planning

Quando compilerai il planning dovrai scrivere entrambe le attività quotidiane. Queste infatti sono obbligatoriamente da eseguire tutti i giorni. Aggiungerai poi  una attività settimanale per 4 giorni alla settimana. Per gli altri due giorni sceglierai di eseguire una attivita’ settimanale oppure mensile o semestrale/annuale. In questo modo avrai sempre un giorno alla settimana libero da pulizie nel quale potrai eseguire solo attività quotidiane.

Pulizie Quotidiane

  • Disinfettare il lavello della cucina, il piano di lavoro, fornelli e piano cottura. Passare l’aspirapolvere in cucina.
  • Disinfettare i sanitari del bagno e passare l’aspirapolvere in bagno.

Pulizie settimanali

  • Passare l’aspirapolvere in tutta la casa.
  • Spolverare.
  • Lavare il pavimento.
  • Cambiare le lenzuola e fare il bucato.
  • Pulire e riordinare la Craft Room (Per le creative disordinate come me)

Pulizie mensili

  • Forno elettrico ed a microonde e cappa della cucina.
  • Frigorifero e congelatore.
  • Lavastoviglie.
  • Lavatrice.
  • Termosifoni.
  • Ferro da stiro.
  • Balcone o porticato
  • Interruttori
  • Battiscopa

Pulizie semestrali/annuali

  • Interno ed esterno dei mobili.
  • Lavaggio tende e tappezzeria rimovibile e non rimovibile.
  • Porte
  • Infissi
  • Lampadari.
  • Vetri e zanzariere

Come pulire: gli strumenti

Altro tasto dolente è come effettuare le pulizie. Non ne parlerò oggi ma nel prossimo post di questa rubrica.

Oggi voglio solo consigliarti alcuni strumenti utili per effettuare velocemente tutte le pulizie di casa. Oggi ti consiglio la gamma Kärcher di prodotti dedicati alle pulizie domestiche.

Planning Pulizie settimanale e mensile
Planning Pulizie settimanale
Planning Pulizie mensile

Kärcher è un’azienda che propone una gamma completa di prodotti Home Cleaning.  In questo periodo è anche in corso una promozione dal nome #incinquepervoi nella quale è possibile vincere una collaborazione domestica a casa propria. La collaborazione domestica in palio prevede un addetto alle pulizie, un assistente per anziani, una baby sitter, delle ore di giardinaggio, oppure un tuttofare. Per tutte le info puoi cliccare sul sito dell’azienda Kärcher.

Ora scarica qui planning settimanale e mensile per le tue pulizie e comincia a programmare!

PS: Se tu sei abituata ad effettuare tutte le attività di pulizia nel fine settimana, presto ci sarà una checklist pensata proprio per chi come te ama concentrare le pulizie in pochi giorni. Per riceverla in anteprima iscriviti alla mia newsletter creativa!

A presto!

Rosa

Buzzoole

L’articolo Planning Pulizie settimanale e mensile sembra essere il primo su Nell’Essenziale.

23 Ottobre 2017 / / Amerigo Milano

Amerigo Milano è un brand dnvb, ossia un digitally-native vertical brand (che cos’è? ). In linea con la nostra logica imprenditoriale, abbiamo investito nel primo Amerigo Milano touchpoint, che ha sede a Milano.

Un touchpoint vi offre un’esperienza di “acquisto ‘reale”, senza però tradire le native radici digitali.

Che cosa è un Amerigo Milano Touchpoint ? ‘Touch’ è inteso nel vero senso della parola, perché vi invitiamo a toccare con mano i nostri prodotti, per verificarne la bellezza, esclusività e qualità, tutte caratteristiche tanto promesse online.

Attenzione: non dovrete mai recarvi alla cassa presso un Amerigo Milano touchpoint, poiché la modalità di acquisto rimane digitale. Il vostro unico interlocutore* con Amerigo Milano è il tablet o lo smartphone, attraverso il quale parlate direttamente con la produzione = con noi.

Perché un’esperienza ? Vogliamo farvi vivere un’esperienza paragonabile alla visita di un museo. Una vera e propria esposizione che vi farà scoprire la storia delle nostre creazioni artigianali di lusso – ma senza impegno.

Le vostre ‘guide’ durante questa visita saranno Vanessa & Melissa, che sapranno darvi tutte le informazioni sugli oggetti firmati Amerigo Milano.

*Al limite, se proprio non volete fare l’acquisto comodamente da casa, potrete utilizzare un tablet messo a disposizione nello store.

Il ritorno al futuro? Amerigo Milano promuove il ritorno alla qualità e all’autenticità, e soprattutto al contatto diretto tra cliente e artigiano – tramite i mezzi del futuro: il digitale.

Dove ? Curious? L’indirizzo è Big Apple, Piazza Mentana, 3, 20123 Milano, orari di apertura dalle ore 10 alle ore 19, da martedì a sabato. Melissa & Vanessa Vi aspettano !

Amerigo Milano Store

www.amerigomilano.com

23 Ottobre 2017 / / Coffee Break

Lo studio di architettura WillemBenoit Interieur ha ristrutturato completamente questa casa situata all’interno di un vecchio edificio di mattoni in un quartiere popolare di Amsterdam trasformandola in una oasi di calma minimalista.
La luce naturale e illuminazione strategica sfruttano al meglio la pianta libera.

Nell’interno completamente in bianco spiccano il grigio neutro del divano e il nero delle porte e degli infissi, elementi caratterizzanti dell’edificio originale.

white Amsterdam

This house in an old brick building in a popular neighborhood of Amsterdam has been completely restored, transforming it into a minimalist calm oasis.
Natural light and strategic lighting make the most of the free plant.

The interiors are completely white, on which stand the neutral gray of the sofa and the black of doors and window frames, elements of the original building.

immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura

23 Ottobre 2017 / / Design

idee per arredare e decorare con i pannelli OSB

pannelli OSB, utilizzati nel campo dell’edilizia, sono diventati un elemento prezioso anche nell’interior design per realizzare qualunque cosa. Un materiale low cost, estremamente leggero ma resistente e indeformabile, completamente riciclabile e perfetto come isolamento termico.

L’OSB è un pannello ricavato da diversi strati di trucioli di legno incollati. A seconda del loro utilizzo, in commercio si trovano diversi formati e tipologie di pannelli OSB con spessori che vanno generalmente da 8 a 40 mm.

I pannelli OSB 3 sono quelli più adatti alla costruzione di mobili, sono portanti e si prestano anche per essere inseriti in ambienti umidi, in alternativa ci sono i pannelli OSB 2, adatti solo per ambienti secchi. Per realizzare invece dei complementi d’arredo, si possono utilizzare anche gli OSB 1, più generici, ma indicati sempre e solo per ambienti asciutti.

Ideali per creare un contrasto negli interni contemporanei, i pannelli OSB possono aggiungere un tocco di calore anche agli interni minimilaisti, attraverso soluzioni sobrie ed eleganti.

Come abbiamo detto, grazie ai pannelli OSB possiamo realizzare qualunque cosa, dalla realizzazione di letti, testiere, librerie, tavoli, sedute, contenitori, porte, pareti divisorie, piani di lavoro, pavimenti e tanto altro ancora.


Dalla zona giorno alla zona notte, ecco per voi qualche idea per utilizzare i pannelli OSB nella decorazione della vostra casa!


idee per arredare e decorare con i pannelli OSB
idee per arredare e decorare con i pannelli OSB
idee per arredare e decorare con i pannelli OSB
idee per arredare e decorare con i pannelli OSB
idee per arredare e decorare con i pannelli OSB
idee per arredare e decorare con i pannelli OSB
idee per arredare e decorare con i pannelli OSB
idee per arredare e decorare con i pannelli OSB
idee per arredare e decorare con i pannelli OSB
idee per arredare e decorare con i pannelli OSB
immagini via Pinterest
Ti piacerebbe una casa caratterizzada dall’uso di pannelli OSB? Allora guarda il progetto di Casa MF realizzato dallo studio MSplus Architettura

23 Ottobre 2017 / / ArchitettaMI

Capita prima o poi a chiunque di dover cambiare casa. Che sia per motivi di lavoro, perché si sta mettendo su famiglia, perché bisogna diventare “grandi”, per scelte radicali della propria vita, ad un certo punto il passo si dovrà fare.

E così il momento del trasloco può essere vissuto in maniera diversa, a seconda delle circostanze. Trasferirsi per la prima volta e dover sistemare tutto da zero, richiede un approccio diverso rispetto a trasferire e riadattare parte dell’arredamento.

architettami

via Tsksoft

Da dove iniziare e quali sono i consigli da seguire per realizzare un ambiente personale e accogliente e muoversi in maniera efficiente ma rapida?

In primo luogo, se possibile, sarebbe meglio accertarsi che tutte le problematiche strutturali esistenti nella nuova casa siano risolte prima di iniziare il trasferimento vero e proprio attraverso un sopralluogo approfondito, magari insieme ad esperti del settore.

Potrete pensare che sia tutto da rifare o che sia tutto perfetto. Fidatevi del parere dei professionisti e concentratevi su quello che è assolutamente necessario nell’immediato, come pareti da rasare o solo tinteggiare, tetto da controllare, piccoli lavori di idraulica e in generale tutto quello che sarebbe meglio fare prima che arrivino i mobili.

dipingere pareti

via Pinterest

Approfittatene anche per installare gli elementi di base, come i sanitari e i mobili della cucina.

Se non potete effettuare il sopralluogo di persona, potete affidarvi ad una persona di fiducia in loco, magari alla stessa agenzia immobiliare oppure a professionisti del settore. Se i lavori nella nuova casa non sono conclusi al momento del vostro trasferimento meglio optare per una sistemazione provvisoria. Questo per evitare di dover vivere per le prime settimane nel caos di una casa ancora non terminata.

Chiedetevi se siete in grado di occuparvi del progetto di ristrutturazione da soli o se avete bisogno di un appoggio. Basatevi sulle vostre capacità, calcolando anche le energie che avete a disposizione. Rivolgetevi, se lo ritenete opportuno, anche a ditte di traslochi professioniste ed interior designer con esperienza.

Non è necessario arredare tutto subito, spesso è utile darsi del tempo per ambientarsi e familiarizzare con l’ambiente, per poter trovare la soluzione migliore. Il vivere la casa potrà far nascere nuove ispirazioni e fare un giro nel nuovo quartiere o nella nuova città può portarvi a scoprire negozi di arredi e complementi diversi dalle vostre esperienze.

architettami 1

via Pinterest

Come gestire i mobili

Nel caso non si tratti della vostra prima casa, è probabile che abbiate già i mobili. È meglio portarli con sé oppure no?

Non c’è una regola fissa, dipende dalle circostanze del trasloco, per cui è necessario chiedersi se conviene trasportarli oppure venderli e comprarne di nuovi.

In ogni caso mai buttarli, ci sono diverse soluzioni antispreco come regalare, donare in beneficenza oppure, soprattutto se avete poco tempo, regalarli qualora il nuovo proprietario si incarichi del ritiro.

Per rinnovare l’arredamento, anche se i mobili rimangono gli stessi, cambiarne la disposizione e l’accostamento, soprattutto se si tratta di un nuovo ambiente, funziona.

Perché non trasferire la poltrona dalla camera al salotto, oppure viceversa?

poltrona camera da letto

via Casa del caso

Per armonizzarli con i nuovi acquisti potrete ispirarvi al mix and match, che permette di accostare diverse provenienze, ad esempio cuscini etnici in uno studio nordico, forme e soprattutto antico e moderno. In questo caso non ci sono regole specifiche, ma non bisogna mai eccedere o forzare combinazioni che non funzionano.

mix

via Bolig

L’ultimo tocco saranno le decorazioni, che possono davvero fare la differenza e rendere l’ambiente caldo ed accogliente. Posizionate fin da subito un paio di fotografie o ricordi a cui siete particolarmente legati, vi aiuterà a sentirvi a casa fin da subito.

foto wall decor

via Michelle Blog

Alla fine, sistemati tutti i mobili, accomodatevi e assaporate il momento: tutto il duro lavoro è finito e avete creato la vostra casa.

trasloco

via Alessandra Ripamonti

23 Ottobre 2017 / / Stili

Halloween arredare casa come la Famiglia Addams

Oggi la Famiglia Addams sceglierebbe questi mobili per arredare casa ma anche noi possiamo prendere ispirazione per la notte di Halloween!

Se la Famiglia Addams vivesse ai giorni nostri quali mobili sceglierebbe per arredare casa?
E’ una domanda legittima in occasione della notte di Halloween e per rispondere a questo dubbio amletico abbiamo scelto alcuni mobili di design e complementi d’arredo decisamente lugubri ed eccentrici, che farebbero la felicità di Morticia e della sua “allegra”  famigliola.

My New Flame di Ingo Maurer

Ingo Maurer - My New Flame, 2012

My New Flame, 2012 – Candele LED in collaborazione con Moritz Waldemeyer

Morticia era capace di accendere le candele con il tocco delle dita e si sarebbe divertita moltissimo con My New Flame, le candele LED progettate da Ingo Maurer in collaborazione con Moritz Waldemeyer nel 2012.
Esistono nella versione da tavolo o a sospensione e simulano il movimento della fiamma di una candela vera attraverso i LED installati sulla punta. A seconda dell’ambiente in cui vengono inserite possono creare un’atmosfera romantica e suggestiva oppure molto ma molto lugubre… perfetta per la notte di Halloween!

 

Cervo Chair di Antonio Pio Saracino

Cervo chair - Antonio Pio Saracino

Cervo chair – Antonio Pio Saracino

Ricordate la poltrona dall’ampio schienale su cui sedeva Morticia Addams? Oggi potrebbe sostituirla tranquillamente con la sedia in legno curvato Cervo di Antonio Pio Saracino, una seduta molto particolare che sembra “avvolgere” letteralmente chi ci si siede sopra con le sue lunghe dita curve. Più che un cervo ricorda un millepiedi o una pianta carnivora che chiude la sua trappola. Non troppo rassicurante ma proprio per questo perfetta per Halloween!

 

Malicious Chair di Merve Kahraman

Malicious Chair Merve Kahraman

Arredare casa per la notte di Halloween… niente di meglio della Malicious Chair!

Cosa sarebbe la casa degli Addams senza qualche bello strumento di tortura? Mai rinunciare allo stile però!
Ecco quindi la Malicious Chair della designer turca Merve Kahraman. Progettata con un sottile umorismo, è l’ultima arrivata della serie Malicious, mobili di design “per masochisti“. Lo Zio Fester la adorerebbe!
Decisamente perfetta per la notte in cui le anime dei morti tornano sulla terra con streghe, demoni e fantasmi, è realizzata in legno laccato di nero e pelle decorata con borchie dorate e, vista frontalmente, la sua sagoma ricorda addirittura quella di una bara…
Pare comunque che sia tanto comoda… qualcuno la vuole provare?

 

Samurai di Sebastian Errazuriz

Sebastian Errazuriz - Samurai Cabinet

Sebastian Errazuriz – Samurai Cabinet

A proposito di strumenti di tortura, avete presente la “Vergine di Norimberga“? Questo originalissimo mobile di Sebastian Errazuriz chiamato Samurai potrebbe essere una rielaborazione innocua di quel macabro sarcofago.
In questo caso i suoi aculei si chiudono non per uccidere ma per proteggere gli oggetti più preziosi della casa, come per esempio… la collezione di ragni di Mercoledi!

 

Compound Eye Mirror di Graham Caldwell

Graham Caldwell - Compound Eye Mirror Sculpture

Graham Caldwell – Compound Eye Mirror

Specchio, specchio delle mie brame… Ah no, quella è un’altra storia, ma uno specchio in casa non può proprio mancare. Compound Eye Mirror dell’artista newyorkese Graham Caldwell è uno specchio multiplo che ricorda in modo inquietante gli occhi di una mosca, un vero tocco di classe!
Nell’immaginario popolare lo specchio assume molteplici proprietà: è in grado di imprigionare le anime dei morti mentre al contrario i vampiri non possono riflettersi perchè privi di anima. Con questo oggetto in casa quindi possiamo dormire sonni tranquilli.

 

Cabana Bed di Campana Brothers

Cabana Bed, design Campana Brothers, 2013

Cabana Bed, design Campana Brothers, 2013

E a proposito di sonno, la notte di Halloween è lunga ma prima o poi arriva per tutti il momento di andare a letto. Non un letto qualsiasi però! Cabana Bed, dei Campana Brothers, è circondato da una coltre di lunghissimi fili di rafia sintetica e sembra modellato a immagine e somiglianza del simpatico Cugino Itt con la sua inconfondibile capigliatura. Chissà se è stato davvero lui ad ispirare i due designer brasiliani?!

 

Ceramiche antropomorfe di Ronit Baranga

ronit baranga ceramiche antropomorfe

Un servizio da tè davvero raccapricciante!

Per concludere in allegria, non possiamo dimenticare Mano, che in questa rivisitazione contemporanea della Famiglia Addams, potremmo associare alle inquetanti ceramiche antropomorfe di Ronit Baranga.
Tazze da tè da brivido, bricchi raccapriccianti, macabri piattini per il dolce e tanti altri oggetti di uso comune che assumono fattezze umane e si animano sulla nostra tavola… per fortuna solo una volta all’anno, nella notte di Halloween!

23 Ottobre 2017 / / Dettagli Home Decor

Olivilla di Illa spa

Il mese di novembre è il tempo dell’olio d’oliva, da degustare nei piatti più amati della tradizione italiana o da assaporare semplicemente su una fetta di pane. Occasione per cucinare con l’olio nuovo e in modo sano e naturale è la padella antiaderente Olivilla, il cui rivestimento è realizzato proprio con olio d’oliva e acqua. Si chiama Ollia-tech ed è totalmente a base di sostanze naturali, permettendo ai cibi di cuocere in modo sicuro e preservandone il gusto originario. Il fondo di Olivilla è alto 4.5 millimetri, adatto anche ai piani a induzione, e consente una diffusione uniforme del calore, consentendo la diminuzione dei tempi di cottura. 
Olivilla di Illa spa

A creare questa innovativa padella, che celebra e valorizza uno degli alimenti più amati ed utilizzati nella cucina italiana, è Illa Spa, azienda di Noceto (PR), specializzata da 70 anni in strumenti da cottura Made in Italy. Olivilla è stata premiata da Solutions 2016 della fiera Ambiente a Francoforte, che ogni anno sceglie le 24 idee più all’avanguardia nell’ambito dei casalinghi. 

Olivilla di Illa spa

Il suo rivestimento Ollia-tech, inoltre, ha dato origine ad una serie di linee – Bio-cook Olil, Olivita, Olithea di Illa e Vegetalia di Giannini –  realizzate da Illa con caratteristiche diverse, come lo spessore, il manico e il tipo di finitura.
Olivilla di Illa spa
Olivilla di Illa spa

Per maggiori informazioni visita www.illa.it