27 Ottobre 2017 / / Things I Like Today

Illustrazioni Editoriali Riccardo Guasco

Ecco gli illustratori e gli artisti più bravi specializzati in illustrazioni editoriali, quelli che catturano la nostra attenzione su una rivista o una pubblicità

Spesso si fa l’errore di pensare che le illustrazioni editoriali, essendo lavori su commissione, non siano altrettanto valide e belle di quelle realizzate seguendo l’ispirazione e la creatività. Niente di più falso come dimostra questa galleria con alcuni dei migliori illustratori da tutto il mondo, ognuno col suo stile e ognuno col suo portfolio di clienti prestigiosi e internazionali.
Le illustrazioni editoriali servono a corredare articoli e approfondimenti sugli argomenti più vari e disparati, cercando di attirare il lettore e di rappresentare al meglio il tema descritto. Oppure vengono spesso usate nella pubblicità, in alternativa a un approccio fotografico. In ogni caso un livello di difficoltà in più rispetto alle illustrazioni realizzate per hobby, per passione o come fan art.
In questa galleria alcuni esempi molto diversi fra loro ma tutti molto interessanti! Clicca sui nomi degli illustratori per scoprirne di più.

Andrea De Santis »

L’italiano Andrea De Santis ha uno stile molto personale e immediatamente riconoscibile. Le sue illustrazioni concettuali si caratterizzano per le atmosfere sognanti e surreali e le inconfondibili palette di colore.

Illustrazioni editoriali di Andrea De Santis

Riccardo Guasco »

Riccardo Guasco, pittore e illustratore, si rifà in modo evidente al cubismo e al futurismo realizzando le sue bellissime illustrazioni con pochi tratti essenziali e palette di colori caldi e terrosi.

Illustrazioni editoriali di Riccardo Guasco

“Last standing man” illustrazione per la rivista Cyclist Mag

Federico Mariani »

Le illustrazioni per bambini sono il pane di Federico Mariani che ha un tratto davvero felice ed è capace di creare personaggi deliziosi. Le sue illustrazioni editoriali sono rivolte principalmente all’editoria per i più piccoli.

Illustrazioni editoriali per bambini di Federico Mariani

Morgan Davidson »

L’illustratrice statunitense Morgan Davidson ha uno stile molto realistico e realizza le sue illustrazioni con le matite a pastello, utilizzando colori accesi e vibranti per trasmettere gioia e allegria.

Illustrazioni editoriali Morgan Davidson

Kim Salt »

Kim Salt è un’illustratrice freelance che vive e lavora a New York ed è specializzata in illustrazioni editoriali, per libri, riviste e magazine. Le sue immagini hanno un forte senso della forma e della composizione, sono dinamiche ed estrose e trasmettono una sensazione di gioia e relax.

kim salt illustrazioni editoriali

Steve Scott »

Ispirandosi all’estetica vintage, l’illustratore britannico Steve Scott ha la capacità di cogliere tutti gli aspetti del mondo contemporaneo con le sue illustrazioni editoriali dallo stile divertente e dalle atmosfere retrò.

Illustrazioni editoriali retrò di Steve Scott

Illustrazioni editoriali per le automobili Mazda

Malika Favre »

Arriva dalla Francia la famosissima illustratrice Malika Favre. Il suo tratto è inconfondibile e il suo stile è fatto di elementi ben definiti: colori accesi, forti contrasti di luci ed ombre e un uso sorprendente dello spazio positivo e negativo.

illustrazioni editoriali di malika favre

Marcin Wolski »

Le illustrazioni editoriali del polacco Marcin Wolski sono cupe e inquietanti e trasmettono un senso di oppressione. Marcin rappresenta spesso realtà distopiche e alienanti attraverso forme geometriche squadrate e sfumature di colore soggestive.

Illustrazioni editoriali per la rivista Usbek & Rica

Illustrazioni editoriali per la rivista francese Usbek & Rica «Le magazine qui explore le futur»

Gosia Herba »

Ispirandosi al movimento cubista, Gosia Herba, anche lei polacca, realizza illustrazioni editoriali ricchissime di dettagli e di texture pittoriche che danno profondità alle sue immagini caratterizzate da tratti spigolosi e geometrici, colori intensi e una grande espressività.

Illustrazioni cubiste - Gosia Herba

Mads Berg »

Mads Berg è un illustratore danese che ha trovato il perfetto equilibrio fra una grafica moderna e un affascinante stile retrò. Immagini composte da linee geometriche che si alternano a curve sinuose, trasparenze e gradienti di colore, texture e grana che danno profondità e calore.

Illustrazioni editoriali di Mads Berg

Bo Lundberg »

Svedese di nascita ma internazionale per stile, Bo Lundgren ama rappresentare il glamour in tutte le sue forme.
Le sue illustrazioni editoriali sono rivolte al mondo del lusso, dei viaggi, moda e bellezza. Si ispira alla grafica degli anni ’60, con silhouette, colori piatti e forme stondate.

Illustrazioni editoriali glamour di Bo Lundgren

Ryo Takemasa »

Dal Giappone arriva Ryo Takemasa che crea suggestive immagini di paesaggi dal tratto geometrico e minimalista. Una grande quantità di dettagli e particolari arricchiscono le sue tavole e rendono le sue illustrazioni editoriali delicate e particolari.

Ryo Takemasa - Ilustrazione editoriale per "O", The Oprah Magazine, Agosto 2015

Ilustrazione editoriale per “O”, The Oprah Magazine, Agosto 2015

27 Ottobre 2017 / / Dettagli Home Decor

scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017

Il catalogo Ikea Natale 2017 come sempre è una vera e propria esplosione di idee, addobbi e decorazioni per portare la magia del Natale dentro le nostre case. Una collezione che prende ispirazione dalla bellezza selvaggia dell’Islanda, con proposte caratterizzate da un look moderno e minimalista dove prevalgono solo pochi colori, bianco, grigio, nero, verde, rosso, e l’uso di materiali naturali.

La nuova collezione Ikea Natale 2017 è un chiaro invito alla convivialità: tante le idee per allestire e decorare con stile la tavola delle feste, oggetti decor per il soggiorno, non mancano poi gli accessori da cucina per preparare deliziosi biscotti e dolci natalizi da gustare con i propri cari oppure da regalare.


I tradizionali alberi di Natale, proposti in diverse dimensioni, sono affiancati da  ghirlande, fuoriporta, gnomi e folletti in tessuto, stelle d’appendere, scatoline d’appendere, calendari dell’avvento, Babbi Natale in terracotta, luci e fili luminosi per creare l’atmosfera, candele e molto altro.


Naturalmente, come sempre, Ikea ha pensato anche ai doni proponendo originali etichette, carte e sacchetti per confezionare i nostri regali di Natale.


Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Sopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017
Scopri la nuova collezione IKEA Natale 2017

 La scelta è davvero molto ampia, ora dobbiamo solo scegliere e iniziare con i preparativi!


27 Ottobre 2017 / / ArtigianaMente

Con il gelo alle porte è necessario pensar bene a come scaldarsi.
Purtroppo non tutti possono disporre di un impianto, vuoi per la struttura della casa, vuoi perché si tratta di un intervento molto dispendioso. Ma allora come scaldare casa in modo efficace e senza spendere troppo?Tra le stufe più adoperate vi sono quelle a gas che, se da un lato hanno il pregio di scaldare velocemente l’ambiente, dall’altro seccano l’aria che talvolta diventa irrespirabile se la è troppo piccola. Si aggiunge anche la questione dello spazio: le stufe a gas possono essere ingombranti e non soddisfare l’occhio.

stufe elettriche

stufa
Ben più compatte, esteticamente curate ed efficaci sono le stufette elettriche. Ce ne sono di diverse tipologie e per tutte le tasche, ma i consumi?

Stufette elettriche: quanto consumano?

Molti di noi sentendo parlare di stufette elettriche storcono il naso pensando subito alla bolletta. La verità è che anche le stufette elettriche sono state migliorate in termini di dispendio energetico.

I consumi possono variare, sopratutto a seconda di come vengono utilizzate.

Il primo elemento da tenere in considerazione sono i tempi di utilizzo. Chiaramente se necessità è quella di avere un riscaldamento acceso 24 ore su 24, la scelta di una stufa elettrica, seppur a basso consumo, non è la più indicata.

Quando è consigliata la stufetta elettrica?

Se ad esempio trascorri la maggior parte della giornata fuori casa, per lavoro e altri impegni, la stufetta elettrica è senza dubbio una buona scelta: accesa nelle ore in cui stai a casa ti permette di scaldarti in fretta e, soprattutto, senza spendere molto. Inoltre le stufe elettriche a basso consumo sono dotate di regolatore di potenza, dettaglio che ti permette di ridurre i consumi nel momento in cui reputi che la stanza sia calda abbastanza.

Vediamo un esempio concreto: quanto consuma una stufa elettrica da 2000 watt?
I consumi dipendono naturalmente anche dall’azienda fornitrice di corrente elettrica con cui hai stipulato il contratto, tuttavia di norma i costi sono di circa 20 centesimi all’ora.

Tenendo conto che la stufetta verrà utilizzata nelle ore in cui ti trovi a casa, all’incirca 4, il costo per riscaldare si aggira intorno ad 1,60 €.

Stufette elettriche: efficienti e di design

E il design? I modelli disponibili sono davvero tanti, così come gli stili, cercando di andare incontro alle esigenze di tutti anche da un punto di vista estetico. Alcune stufe non presentano un design curato, concentrandosi esclusivamente sulla funzionalità; altri modelli sono invece molto curati, con linee moderne e finiture particolari.

stufa elettrica piccola
Molto particolari sono i pannelli radianti ad infrarossi che occupano pochissimo spazio e risultano molto decorativi.
Inoltre le stufette elettriche hanno il pregio di essere compatte: si possono riporre ovunque, anche in una casa di piccole dimensioni, e non seccano l’aria.

Per saperne di più riguardo a tipologie e modelli visita il sito Stufe elettriche.

stufe elettriche a parete
Post in collaborazione con Silvia Crimi.
Immagini Design* Sponge.

The post Le stufe elettriche: una valida alternativa agli impianti di riscaldamento appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

27 Ottobre 2017 / / Coffee Break

Ancora una volta torniamo a parlare di Graniglia, visto che, un nostro pezzo di design, ispirato proprio alla graniglia, direttamente dal nostro shop su DenyDesigns è stato scelto per illustrare un articolo su questo argomento, udite udite, sul Seattle Times! (LEGGI L’ARTICOLO QUI)
Scommettiamo che molti ancora associano i pavimenti in graniglia colorata a quelli visti in casa della nonna… in realtà le pavimentazioni di questo tipo hanno un’origine nobile più antica ma si fanno risalire al Rinascimento, quando, i Veneziani le utilizzavano nei loro palazzi poichè essendo molto flessibili, assecondavano i movimenti dei solai in legni. In più, ricavate da pezzetti di marmo e malta lucidati a specchio, erano economiche e semplici da realizzare. Quindi, sono state recuperate e rivalutate da architetti e designer del secolo scorso, che ne apprezzavano la funzionalità e soprattutto il minimalismo; basti pensare ai pavimenti del Museo Guggenheim di Frank Loyd Wright! 
Negli ultimi sei mesi sono tornate prepotentemente alla ribalta, all’inizio oltreoceano, con il nome di Terrazzo Style; utilizzate tradizionalmente come pavimentazione, sono ora state riscoperte anche per rivestire cucine e bagni, dove frammenti di marmo o pietra naturale di vari colori e dimensioni sono miscelati con il cemento (o con la resina!) in una infinita varietà di effetti.
Ma non solo pietra, marmo e cemento; questa, ormai celebre, texture è oggi utilizzata in infinite varianti per i più diversi oggetti, dalla carta da parati alle stoffe; basta digitare la parola “terrazzo” su Pinterest per perdersi in un mare di possibilità…

When Terrazzo Style come back

Once again we are talking about Graniglia, because our design piece, inspired by the Terrazzo texture, directly from our shop on DenyDesigns has been chosen to illustrate an article on this topic, heard on the Seattle Times! (READ THE ARTICLE HERE)
We bet that many still associate colored granite floors with those seen in grandmother’s home … in fact the floorings of this type have an older noble origin but they date back to the Renaissance when the Venetians used them in their palaces as they were very flexible, they followed the movements of the soles in wood. In addition, they were made of marble bricks and mirrored polished mortar, were economical and easy to make. So they have been recaptured and re-evaluated by architects and designers of the last century, who appreciated their functionality and especially minimalism; just think of Frank Loyd Wright’s Guggenheim Museum flooring!
Over the past six months, they have come back to the forefront, overseas, under the name of Terrazzo Style; traditionally used as flooring, have now also been rediscovered to cover kitchens and bathrooms where fragments of marble or natural stone of various colors and sizes are mixed with cement (or resin!) in an endless variety of effects.
But not just stone, marble and cement; this, now famous, texture is today used in infinite variations for the most diverse objects, from wallpaper to cloth; just type the word “terrace” on Pinterest to get lost in a sea of possibilities …
Immagini via e via
_________________________
CAFElab | studio di architettura