Candele di cera d’api: perché e come fare questo tipo di candele fai da te

Con il freddo dell’inverno, il vento e la pioggia o la neve, viene proprio voglia di chiudersi in casa al calduccio, magari con una bella candela profumata sulla tavola, leggendo un buon libro o guardando un film in famiglia. Le candele sono un oggetto molto decorativo e sono capaci di dare alla casa un’atmosfera magica e calda, perfetta in inverno e nel periodo delle feste. Visto che si deve passare tanto tempo chiusi in casa, anche con i bambini magari, perché non approfittare per creare da sé delle belle candele profumate, che possano essere decorative e profumare l’ambiente? La cera per candele più in voga, per tanti diversi motivi, è la cera d’api.

Le candele di cera d’api
La cera d’api è un prodotto molto profumato e gradevole, ma che è del tutto naturale e quindi non fa assolutamente male respirarne l’essenza. In questo senso molte mamme le mettono in cameretta dei bimbi, per conciliare loro il sonno grazie alle proprietà calmanti e rilassanti del profumo del miele. Ovviamente bisogna fare attenzione per avere sotto controllo la situazione perché pur sempre di fuoco si tratta.

Creare le candele fai da te con la cera d’api è un bel modo per rendere fantasioso, divertente e creativo un pomeriggio gelido d’inverno in famiglia. Grazie a pochi passaggi si possono creare delle candele originali da regalare a qualche amico o collega o per casa propria. Gli ingredienti necessari sono: voglia di fare, un pizzico di fantasia e di manualità e dei fogli di cera d’api. Se per gli altri ingredienti non possiamo dare nessun consiglio, per la cera d’api possiamo invece suggerire di acquistarla online. Su siti specializzati l’acquisto della cera per candele è decisamente molto conveniente.

Come si realizzano le candele di cera d’api
Cosa vi occorre? 7 fogli di cera d’api naturale, degli stoppini cerati, un foglio di carta, una confezione di api di resina, un taglierino, una matita.

Per creare le candele iniziate prendendo tre fogli di cera d’api: tagliateli a metà in lungo con il taglierino, per ottenere sei strisce lunghe. Stendete una striscia su una tavola o un banco di lavoro liscio e pulito, inserendovi uno stoppino: l’estremità va fatta fuoriuscire di 2-3 cm. Arrotolate sino ad ottenere un cilindretto e fissatevi con una semplice pressione delle dita il lembo. Ripetete l’operazione per ognuna delle strisce, fino a quando non ottenete sei candele. Usando carta e matita preparate un cartamodello con il disegno di una margherita a cinque petali. Riproducete il disegno sui fogli di cera, facendo in modo di ottenere tre margherite per foglio di cera, per un totale di 12.

Sovrapponendo due margherite, sfasandone i petali e unendoli al centro con una pressione otterrete un bel fiore. Forando il centro ed inserendo la candelina con lo stoppino otterrete un fiore con al centro la candelina. Con le mani sollevate le punte dei petali per dare la forma. Con la rimanente cera d’api si può sbizzarrirsi a piacere per decorare il fiore. A questo punto il lavoro è finito, non rimane che accendere le candele!

Written by: