10 Gennaio 2018 / / +deco

Londra ha sempre occupato un posto speciale nel mio cuore; lì ho speso alcuni anni della mia vita molto formativi e un pò folli.

Quando vivevo nella capitale britannica, vagavo per le strade con il naso all’insù, immaginando di vivere in alcune delle sue innumerevoli belle case. Avrei dovuto comprare un casa al tempo, considerato quanto hanno guadagnato in valore le proprietà a Londra ultimamente, prima della Brexit.

La casa nelle fotografie qui di seguito è una gemma situata nell’elegante quartiere di Kensington.

Questa vecchia stalla è stata completamente trasformata dall’architetto Adriana Natcheva (nell’immagine in basso) che ha reso questi 45 metri quadri accoglienti ma anche estremamente funzionali.

La zona giorno e la cucina sono le zone scure della casa mentre la parte alta e la camera da letto sono pitturate di bianco per creare un’atmosfera più rilassante e intima.

Diverse declinazioni di marrone (il legno, le vene del marmo, il rame, la pelle) e alcuni accenti di bianco (le luci incluse le lampadine, il divano) riscaldano il predominante nero.

Negli spazi privati, è il contrario, il predominante bianco viene reso più interessante dalla testiera del letto in marmo Portoro e da eleganti dettagli.

Photographs by Mortem Holtum from Homes To Love.

SalvaSalva

SalvaSalva

The post Kensington sophistication appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

10 Gennaio 2018 / / Amerigo Milano

Pitti Uomo apre la classica settimana della moda dedicata all’uomo e insieme ad essa porta innovazione e rilancio per il fashion mondiale. Il salone fiorentino (aperto fino a venerdì 12 alla Fortezza da Basso) porta con sé il vigore e la responsabilità di un settore importantissimo per l’Italia.

Per questo motivo anche noi di Amerigo Milano abbiamo deciso di essere presenti per la prima volta, con due prodotti della nostra collezione, le slippers da uomo artigianali (ultime entrate in una collezione che cresce sempre di più) e la prima Luxury HOMEbag studiata proprio per la casa. Un prodotto studiato per affascinare e riempire di design anche i loft più sofisticati.

slipper amerigo milano

Il 2018 si prospetta un anno davvero speciale per tutti i brand che come Amerigo Milano hanno un cuore digitale e un’anima artigianale. Motivo per i quali abbiamo scelto di essere un DNVB senza dimenticare però il piacere di un evento come Pitti Uomo per far scoprire e toccare con mano la nostra collezione.

isidoro bike by Amerigo Milano

Per questo motivo vi invitiamo a passare a trovarci, e scoprire la filosofia che si nasconde dietro a un progetto costruito da veri artigiani digitali.

Design, Moda e Biciclette: questo è il mondo Amerigo Milano. Vivi la nuova esperienza di shopping online da vero digital gentleman.

www.amerigomilano.com

10 Gennaio 2018 / / Nook Twelve

Mallorca is a place where life is still governed by old-fashioned rhythms and rituals.

mallorca home balearic islands spain nook twleve

Exactly what the owners of this tranquil holiday home where looking for. It’s situated in one of the quietest parts of Mallorca: the small village of Alquería Blanca. Located in a predominantly agricultural area, the village is not far from the sea and its atmosphere is rural. The owner describes the renovation of the traditional sandstone structure as a process of ‘opening, simplifying and finding a contemporary take on the vernacular’.

mallorca home balearic islands spain nook twleve

‘The entrance hall in Mallorcan homes is always an open, welcoming space.’ Here, the owner has removed the original ceiling ensuring the visitor’s eye is drawn immediately up. The cool, smooth and very welcoming floors were created using a traditional technique for Mallorcan flooring. Poured cement is mixed with a little of the reddish local sand to give it a unique colour. The other surfaces are all also tactile and sculptural: some parts of the walls are painted pure white, while in other areas the traditional sandstone has been left.

mallorca home balearic islands spain nook twleve

In the bedrooms, furnishings are kept to an absolute minimum. The ground floor is now an equally uncluttered space in which the entrance hall and living area flow smoothly through into the kitchen-dining room. Also the roof terrace affords a view of the outskirts of Alquería Blanca and the surrounding countryside down to the nearby Mediterranean. Outdoor living is centred on a rectangular salt-water swimming pool with a raised surrounding wall and a blue mosaic interior. The water-wise garden that surrounds it features a veritable mini-forest of lavender, as well as the large lemon tree. A house with a soul.

mallorca home balearic islands spain nook twleve

mallorca home balearic islands spain nook twleve

mallorca home balearic islands spain nook twleve

mallorca home balearic islands spain nook twleve

mallorca home balearic islands spain nook twleve

Words Robyn Alexander | Photos Greg Cox

The post Mallorca home in Alquería Blanca appeared first on Nook Twelve.

10 Gennaio 2018 / / Dettagli Home Decor

In anteprima le novità che saranno presentate a Maison & Objet di gennaio

La collezione Object di Republic of Fritz Hansen si arricchisce di nuovi accessori e complementi per la primavera-estate 2018.


Tra le novità che saranno presentate in occasione della prossima edizione di Maison & Objet a Parigi troviamo la rivisitazione della famosa poltrona Pot disegnata da Arne Jacobsen nel lontano 1959. Pot rispecchia la medesima forma del design originale ma è stata migliorata nei materiali per soddisfare gli standard attuali in termini di comfort e resistenza. La Pot viene proposta in una vasta gamma di tessuti e pelli, in modo da innalzare il livello delle moderne poltrone. È piccola ma avvolgente, moderna ma senza tempo e una realizzazione originale di Arne Jacobsen.


poltrona POT di Arne Jacobsen

Nuove tonalità per le lampade a sospensione Caravaggio™ disegnate da Cecilie Manz. Apprezzate per la semplicità, l’eleganza e la riconoscibilità della forma, sono diventate un nuovo classico tra le lampade di design. Le nuove proposte cromatiche per le lampade Caravaggio si ispirano ai colori caldi della natura. Hanno profondità e aggiungono dettaglio, senza tuttavia tradire la forma classica dell’apprezzato design di Cecilie Manz. Le nuove nuance sono disponibili per tutti i modelli della collezione Caravaggio, P1, P2 e P3. I cavi sono di colore grigio pietra e gli attacchi disponibili nelle versioni chiara e scura con finitura cromata opaca.

lampade a sospensione Caravaggio
Tra le novità c’è qualcosa anche per i bambini, infatti il brand ha inserito la iconica sedia Series 7 ™ per bambini in tre nuovi colori, proposta all’interno di una scatola adorabile che piacerà molto ai più piccoli. Una palette nel classico bianco, blu oceano e rosa con le gambe nel medesimo colore per un aspetto monocromatico. Ideale per arredare la cameretta e la sala giochi.


sedia Series 7 per bambini

Objects introduce il piccolo ma funzionale sgabello dot ™ in bianco e nero. Originariamente progettato da Arne Jacobsen nel 1950 accanto alla sedia impilabile Ant ™, la versione monocromatica nera ha un aspetto contemporaneo. La base in acciaio verniciato a polvere nera completa la seduta in pelle. Il risultato è uno sgabello senza tempo, impilabile perfetto per una casa dagli interni moderni oppure classici.


sgabello Dot

Per i living ecco la versione grande del tavolino con vassoio realizzato e progettato originariamente Engholm & Willumsen. Un design che si presta per arredare qualsiasi soggiorno. Come la versione piccola, questo tavolo può essere utilizzato sia come tavolo che come pratico vassoio. È difficile non essere affascinati dal suo look monocromatico nero!


tavolino con vassoio grande

L’accattivante nuova versione del vaso Ikebana nuovo è un’estensione del noto vaso progettato da Jaime Hayon. Questo nuovo modello non è un semplice vaso ma bensì anche un centrotavola, mettendo in bella mostra i fiori al centro del tavolo da pranzo. Ikebana può essere collocato anche sul davanzale di una finestra o su uno scaffale. Il vetro è realizzato a mano con inserti in acciaio inox placcato ottone.


vaso grande IKEBANA
Le novità Objects primavera-estate 2018 saranno in vendita a partire dal prossimo mese di maggio 2018.

10 Gennaio 2018 / / Amerigo Milano

Carlo Levi nel 1947 paragonò l’Italia a “un grande, mitologico carciofo (…) un fiore verde e viola, dove ogni foglia ne nasconde un’altra, ogni strato copre un altro strato, gelosamente nascosto. Chi sappia staccare le foglie esterne, scoprirà cose impensate (…).”

Sono queste le parole con cui Daniela Perego, co-fondatrice di Amerigo Milano, ha aperto la riunione con gli artigiani, quando il team si riunì per progettare i “cofanetti” e le altre confezioni per le varie creazioni lifestyle & home accessories, firmati Amerigo Milano.

Alla ricerca del modo perfetto di presentare in packaging i suoi prodotti artigianali, il team brianzolo ha in effetti scoperto…cose impensate:

1. Il mercato dei regali personalizzati è molto più ampio di quanto non si pensava: l’agenzia di market research internazionale con headquarters a Londra Technavio ha recentemente pubblicato un’analisi da cui emerge che il mercato globale dei regali personalizzati crescerà a $31.63 miliardi entro il 2021. Un volume straordinario, degno di nota.

2. La prossima domanda viene quasi d’istinto: perché una crescita così esponenziale e chi o che cosa la sta alimentando? Il forte movimento evidente in questo settore non dipende in prima linea dai fattori emotivi dell’esperienza del regalo e del regalare. Technavio indica che sono invece i sempre migliorati canali di distribuzione che stanno spingendo il numero di regali fatti, certamente facendo leva sulle emozioni che qualsiasi regalo, naturalmente, deve regalare. In altre parole, le modalità di acquisto digitali stanno facilitando la creazione di un regalo personalizzato, un gesto che viene fortemente promosso dalla nuova generazione di aziende e il loro modo diretto di rapportarsi con il cliente, con in prima fila i dnvb (che cos’è un dnvb?). Queste sono state delle vere rivelazioni d’oro per Amerigo Milano, il primo dnvb nel suo settore, che pone particolare attenzione alla personalizzazione di tutti i suoi prodotti artigianali, fatti a m(il)ano e con tecniche tradizionali, distribuiti digitalmente.

3. La terza e ultima scoperta simpatica portata a tavolino dal team Amerigo Milano, è stata che l’atto stesso di confezionare un regalo è più che tradizionale: nella Cina antica, dove la carta è stata inventata già nel II. secolo A.C., regali di denaro venivano confezionati in una busta chiamata chih pao, molto prima della nascita dei fratelli Hallmark! (Source: Tsien, Tsuen-Hsuin (1985). “Paper and Printing”. Joseph Needham, Science and Civilisation in China, Chemistry and Chemical Technology. 5 part 1. Cambridge University Press: 38)

Il risultato della ricerca effettuata: il team di Amerigo Milano ha fatto dell’unboxing un vero e proprio cult. Con l’intento di creare una confezione degna dei suoi prodotti lussuosi di altissima qualità e di sicuro impatto.

GUARDA IL VIDEO

10 Gennaio 2018 / / Dettagli Home Decor

Consigli per arredare stanze di piccole dimensioni

La camera da letto è il fulcro di ogni abitazione, perché ne incarna quello spirito votato alla privacy, alla comodità e al design della casa. Le stanze da letto piccole, però, devono spalancare le proprie porte a un’altra componente chiave: la funzionalità degli spazi, voluta gioco forza da dimensioni ridotte e da opportunità solo in apparenza limitate. Aguzzando l’ingegno, infatti, è possibile porre rimedio a ciò che altrimenti sembrerebbe poco fattibile: ribaltare la situazione trasformando una stanza poco spaziosa in una piccola reggia. È importante, però, capire come muoversi in questo contesto: quali sono, quindi, i migliori segreti per arredare le stanze da letto piccole?

Dalla testiera al letto: il segreto è il multi-uso

La parola d’ordine per arredare una camera da letto dalle dimensioni ridotte è “multi-uso”: un vero e proprio dogma che trova la sua massima espressione nella testiera del letto e nel letto stesso. Com’è possibile ottenere delle componenti che, oltre al proprio ruolo, possano svolgerne anche altri? Intanto pensando a soluzioni creative come la testiera comodino: una testiera che, nel retro, ospita un vero e proprio cassettone ricco di scomparti. 

Consigli per arredare stanze di piccole dimensioni
Consigli per arredare stanze di piccole dimensioni

Un altro modo per risparmiare spazio in camera è la scelta del letto: ecco che ci vengono in soccorso i modelli di letto sommier contenitore come quelli espostida Duzzle in vendita anche online. I letti contenitori sono perfetti, perché vi consentiranno di utilizzare gli scomparti per sistemare gli asciugamani, le lenzuola e le coperte.


Consigli per arredare stanze di piccole dimensioni
Consigli per arredare stanze di piccole dimensioni

Ingrandire una stanza piccola: luce e colori

È possibile ottenere grandissimi risultati, in termini di percezione spaziale, intervenendo anche sulla luce naturale e sui colori.Innanzitutto non è mai il caso di usare tende dal colore scuro: quelle chiare, infatti, permettono una maggiore penetrazione della luce proveniente dall’esterno. Luce che, diffondendosi meglio in camera da letto, potrà illuminarla facendola sembrare più grande di quanto non sia in realtà. Un ruolo molto simile spetta ai colori: quelli opachi o scuri assorbono la luce e la limitano. Al contrario, le pareti bianche permettono alla luce di “rimbalzare” meglio.


Consigli per arredare stanze di piccole dimensioni

Altri consigli per arredare le stanze piccole

Avete mai pensato a un davanzale intelligente? Questo spazio morto, posto di fronte una fonte di luce preziosissima come la finestra, può essere convertito in una sorta di mini-scrivania: questo permette di eliminare una componente d’arredo altrimenti molto ingombrante, senza rinunciare al proprio angolo studio. 

Consigli per arredare stanze di piccole dimensioni

In alternativa, basta giocare sulla verticalità: se la stanza ha un soffitto abbastanza alto, un’ottima soluzione è quella di creare un soppalco, dove riporre tutte quelle cose che si utilizzano di rado, oppure il cambio di stagione. Inoltre, realizzare delle mensole a incasso sul muro è un’altra soluzione per sopperire alla mancanza di metri quadri. L’ultimo consiglio riguarda il colore del soffittouna tinta scura crea contrasto e dona maggiore profondità.

Consigli per arredare stanze di piccole dimensioni


10 Gennaio 2018 / / Coffee Break

Lo Studio David Thulstrup ha trasformato una vecchia fabbrica di matite a Copenaghen in una casa con un atrio in vetro a tre piani che affaccia su un giardino interno con erba, piante e un albero al suo interno, questa corte centrale inonda gli interni di luce naturale.

L’esterno dell’edificio è rivestito in doghe di legno e all’interno lo stile industriale è stemperato da arredi ed elementi strutturali in legno chiaro trattati a olio.

The central green heart of the house

Studio David Thulstrup has transformed an old pencils factory in Copenhagen into a court house with a three-story glass atrium overlooking an interior garden with grass, plants and a tree inside, this central courtyard floods the interiors of natural light. The exterior of the building is covered with wooden slats and inside the industrial style is diluted by furnishings and structural elements in light wood treated with oil.

VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura

10 Gennaio 2018 / / Le Cose Semplici

Se avete in programma di fare nelle prossime settimane un viaggio in Gran Bretagna e non avete ancora ben chiaro dove fermarvi a dormire,ecco una bella idea: Artist Residence.

21SWBalonygallery

Siamo a Brighton, a circa un’ ora di treno da Londra: una bellissima città balneare, molto amata dai londinesi.

Artist Residence Brighton 02

BrightonViewGallery

Artist Residence è situato in uno splendido palazzo del 900 con vista mare, dispone di  24 camere da letto, una diversa dall’altra.

BHouse

BHSV2

BHSVslide1

BiggerSWBalcony

Un boutique hotel arredato in modo eclettico ed artistico: tocchi retrò come mobili d’epoca e lampade stile british si affiancano a pennellate moderne, come quadri di artisti contemporanei.

BiggerTripleSlide

bts-the-set-142

bunk

bunkh

Veramente uno splendido mix di stili, molto curato e ben accostato.

TinyArtySeaview

TinyArtyGallry

MediumSeaView_slide

MediumSeavIEW

Un piacere non solo nel sostarvi ma anche per gli occhi.

SETREST

10 Gennaio 2018 / / ArtigianaMente

Vivere la casa con una disabilità, qualsiasi essa sia, non è facile. Me ne sto accorgendo ora che i nonni stanno invecchiando, le esigenze cambiano e l’architettura domestica può trasformarsi in una trappola. Come non mai, capisco quanto sia importante prevedere le esigenze future nelle proprie abitazioni.

Ho pensato di raccogliere alcune idee scaturite dall’esperienza che sto vivendo in questo momento. Idee pratiche che non rinunciano al design, perché avere una casa funzionale non significa affatto avere una casa brutta.

Una casa per disabili

Uno spazio fluido

“Spazio fluido” è un’espressione alla moda nel linguaggio moderno. A volte abusata o usata impropriamente, esprime più che un concetto un’esperienza. Lo noto nel confronto tra casa mia e quella dei miei genitori: non ho scale, l’abitazione si sviluppa su un unico piano favorendo il movimento all’interno e la comunicazione. E’ appunto uno spazio fluido, senza ostacoli al movimento. La casa di mamma e papà invece congiunge zona giorno e zona notte attraverso una scala curva, abbastanza lunga, mentre l’ingresso ha un pavimento scivoloso. Sono per citare due esempi.

Per uno spazio fluido, dove il disabile possa muoversi in libertà, sono necessarie alcune caratteristiche.

  1. Porte e corridoi ampi: una sedie a rotelle o un semplice deambulatore, come quello usato da mio papà nel corso dell’estate, occupano molto spazio. Le porte francesi possono essere un’ottima opzione.
  2. Rampe di scale: bisogna essere consapevoli dei cambiamenti a cui si vanno incontro. Molte case hanno almeno un gradino o due, e spesso un’intera rampa di scale. I bambini su sedia a rotelle possono essere sollevati con facilità, ma gli adulti sono più pesanti. Mio suocero, che cammina autonomamente nonostante diffocltà di deambulazione, ha affrontato il problema della scala facendo installare una seggiola mobile applicata al muro.
  3. La doccia penso sia migliore della vasca da bagno: può essere attrezzata con una sedia, con maniglie che aiutano a sostenersi. Mio marito ha progettato la nostra doccia più grande rispetto alle misure standard in previsione della vecchiaia. Attenzione alle piastrelle scivolose: usa piastrelle più piccole con strisce di malta più larghe tra loro può essere d’aiuto. Più stucco mostra, meno scivoloso sarà.casa per disaabili
  4. Ordine: sembra banale, ma per un disabile una casa disordinata può creare difficoltà. Scarpe, giocattoli, elettrodomestici in cui inciampare sono un pericolo. Inoltre, conoscere l’esatto posto di un oggetto rende tutto più semplice: se le chiavi sono sempre in corridoio si risparmiano movimenti supplementari.casa ordinata
  5. Anche l’ingresso esterno e gli spazi correlati sono importanti. Abbattere gli scalini, creare un’area lineare dove sostare all’aria aperta insieme alla famiglia e agli amici aumentano la qualità della vita di chi si muove difficilmente.barriere architettoniche

Queste sono solo piccole e semplici idee per una casa più accessibile. Esistono progettisti e architetti che si dedicano alla progettazione di case per disabili, senza avere naturalmente la pretesa di sostituirmi a loro.
Però che vorrei dire è che esistono degli accorgimenti  utili per il futuro, che possono essere considerati quando siamo giovani e in piena salute.

Mio marito me lo ha sempre detto: lo spazio domestico è uno spazio che deve prendere in considerazione la vita delle persone che lo abitano prevedendo l’evoluzione della loro esistenza. 

Aggiunge anche la funzionalità non rinuncia all’estetica. Sono pienamente d’accordo con lui e credo che le immagini lo dimostrino. In fondo questo connubio lo possiamo notare nella nostra quotidianità, anche attraverso gli oggetti che utilizziamo. In fondo, questo è il senso e il significato vero del design.

Immagini 1, 2, 3, 4

The post Una casa a misura di disabile, che non rinuncia al design appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.


Dai vita al tuo tappo con il divertentissimo kit per mascherare da renna un tappo di sughero!! Lo trovate QUI a 5.50€

Colazione allegra e di design con le tazze e la Tovaglietta di sughero

Un vero e proprio complementod’arredo la ruota da Yoga di Yoga design lab. Realizzata in sughero naturale è estremamente resistente ed è creata per migliorare la postura e stirare piú profondamente i muscoli. Disponibile QUI a 54€

Bellissima la lampada di Enrico Zanolla, si chiama  Picia ed è realizzata in vetro e sughero. Disponibile con vetro trasparente, viola e blu

 

Sedute a forma di tappo di sughero per tutti i gusti. In alto a sinistra sughero da vino 48x30x30cm e sughero da Champagne per due sgabelli compatti. in basso a destra sgabello girevole e infine elegante sgabello alto di design con base in metallo e seduta in sughero che trovate QUI

Bacheca di sughero o anche semplice decorazione da parete, disponibile QUI in molti colori

Divertentissimo e sorprendente il tavolino che riproduce la gabietta dei tappi da champagne con base in sughero, disponibile QUI

Due divertenti soluzioni in sughero che sfruttano il suo fascino per realizzare oggetti di design unito alla possibilità di utilizzare il sughero come supporto a foto e postit mediante puntine. Ecco due simpatici organizer da scrivania a sinistra Cactus e a destra Mappamondo

 

Simpatici complementi d’arredo da realizzare semplicemente con i sottopentola di sughero tondi di ikea che trovate anche QUI

 

Sottopentola allegri e facili da realizzare per una tavola creativa  quello a forma di fumetto potete trovarlo anche QUI

Per gli amanti del vino…

A noi piace parlare di materiali, ed un materiale che adoriamo e che si presta anche a molte realizzazioni fai da te di grande resa scenica è il sughero.

Un materiale naturale, spettacolare, dalle numerosi doti, prime tra tutte la resistenza, l’elasticità, la malleabilità, la fono assorbenza e il potere isolante termico ed elettrico.

Già gli antichi lo usavano per realizzare stoviglie ed Alessandro Volta lo usò per realizzare la prima pila, sfruttando le proprietà di isolamento elettrico.

Architetti e designer lo utilizzano e lo amano da sempre, ma se in passato era apprezzato soprattutto come materiale da costruzione, recentemente se ne è riscoperto anche il valore estetico e il fascino eco-bio-chic (ma non ditelo all’architetto perché non lo ammetterà!).

Bellissimo e scenografico (non so quanto funzionale) il tappo in sughero di Seletti adatto a qualsiasi bottiglia che può trasformare in una alzata porta frutta

Corkigami è la sedia in sughero di Carlos Ortega

design concept per la tavola di Isabelle Rigal e James Irvine con il sughero amorim

Cork del designer giapponese Naoto Fukasawa, un bellissimo sgabello contenitore

 

Sembra la rivisitzione di un vecchio banco di scuola il desk del designer polacco Marcin Bahrij 

E’ proprio un amante del sughero il polacco Marcin Bahrij che passa dalla progettazione di portacandele a quella di seduete a dondolo di design per bambini
Design Dragos Motica Studio a Bucharest. Serie Marco

Davvero meravigliosa la vasca da bagno realizzata interamente in sughero da Granorte e disponibile anche presso EPM ceramiche 

 

Originali e creative le lampade in sughero a sinistra Coupoles di Seletti e a destra lampada a sospensione a LED in sughero di GALULA

Iannone design, mobili ecologici e lavorazione del legno personalizzata

Due graziosi, colorati ed originali tavolini in sughero. A sinista Degree di Kristalia e a destra estd di established & sons

Toronto è lo  sgabello in sughero per bambini di Made Design Barcellona

Il sughero è un materiale naturale, isolante, leggero, resistente, facile da lavorare e soprattutto completamente riciclabile. Caratteristiche che lo rendono particolarmente adatto per trasformarsi in un perfetto oggetto di design e un complemento d’arredo sostenibile.

Con il sughero si possono realizzare rivestimenti per pareti e pavimenti, complementi d’arredo e decorazioni, il suo aspetto naturale è molto affasciante e caratteristico e, come nel caso del OSB, noi lo adoriamo lasciato al nature.

Molto bella e particolare la lampada da tavolo di Enrico Zanolla Picia in vetro e sughero ldisponibile QUI

Il sughero ha delle importanti caratteristiche tecniche, poichè ha poteredi isolante termico, acustico ed elettrico, ma anche un’ottima resa estetica per questo è perfetto per rivestire pareti ed essere lasciato a vista. Il rotolo da 5 m x 0,50 m x 4 mm lo trovate QUI a 28.92€

Sgabelli a forma di tappo di sughero, originali e sorprendenti li trovate

Pavimenti e rivestimenti in sughero. A sinistra .mattonelle a incastro di sughero perfette per palestre, sale hobie e camerette, disponibili QUI. A destra rivestimento da parete e pavimento, 30 cm x 30 cm, spessore 6 mm, in sughero massiccio, per interni ed esterni , lo trovate QUI

Bellissimo il tavolino o pouf “nepal” composto da un elemento monolitico in sughero; disponibile QUI

Lo studio svizzero Dost ha trasformato un ristorante degli anni ’60 in un centro di cura nel cuore a Zurigo, rivestendo tutti gli elementi in sughero.

CORKWAVE pannelli decorativi in sughero tostato di Tecno Sugheri

Molto interessante la parete rivestita a fasce di specchio e sughero   

Una bacheca grande quanto una parete! Utile e decorativa per ufficio ed home office

Nel proprio studio una parete dedicata alle nuove idee!

Anche il pavimento può essere rivestito con il sughero materiale isolante e coibentante.

Per realizzare piccole decorazioni fai da te per la casa e magari anche delle originali decorazioni natalizie per l’anno prossimo (dite che siamo troppo in anticipo?), conservate tutti i tappi di sughero delle bottiglie bevute durante i festeggiamenti…vi torneranno certamente utili.

I tappi di sughero possono servire per riempire in modo creativo delle vetrine, contenoitori trasparenti e anche un intero bancone!

 

Opere di Conrad Engelhardt, l’uomo che dipininge con i tappi di sughero!

Un’alzatina speciale per la cucina

dal centrotavola al tappetino

 

cuori e lettere

piccoli vasetti per piante

 

con i tappi di sughero si possono creare oggetti semplici o più complessi  

figure compatte

 

Timbrini e srega posto

 

Decorazioni natlizie

parte L’artista albanese Saimir Strati ha ricreato un dipinto utilizzando tappi di sughero come fossero i suoi pixel di un PC

Oltre a delle graziose decorazioni, con il sughero possiamo realizzare con grande semplicità delle lavagnette utili e d’arredo per casa, negozi e ufficio.

Per tantissimo tempo abbiamo visto in ogni casa e in ogni ufficio un pezzo di sughero nudo e crudo sbattuto sul muro, sul quale appiccicare post-it e fotografie; fortunatamente negli ultimi tempi l’attenzione per il decòr e l’arredamento si sta sviluppando sempre di più e realizzare una lavagnetta decente è davvero alla portata di tutti ed il primo passo per cimentarsi in un divertente fai da te…sperando che poi ci prendiate gusto!

   

semplicità e creatività

esagoni che passione

I sottopentola di Ikea si trasformano in bacheche

Cornici!

Scritte

 

La forma che fa la differenza

Bicolor

Organizer

Insomma il sughero è naturale, ecosostenibile, leggero, bello, utile e molto altro e potremmo quasi nominarlo materiale top del 2018!

L’articolo Sughero, il nostro materiale del 2018 proviene da Architettura e design a Roma.