19 Gennaio 2018 / / HomeRefreshing

Mi piacciono le sfide date dagli spazi piccoli, quelli che, riuscire a farci stare dentro tutto, è come risolvere un Sudoku e vado matta per le case di vacanza, quelle da arredare seguendo un gusto meno convenzionale, un po’ più libero  e sbarazzino, magari lasciandosi ispirare dall’ambiente in cui si trovano: rurale, marino o montano. Perciò capirete tra poco quale piacere può essere stato occuparmi della consulenza online per la riorganizzazione di una piccola mansarda in una abitazione unifamiliare in una piccola località montana.
La richiesta era quella di trasformare questo spazio inutilizzato in una comoda suite per la figlia dei proprietari, trasferitasi per lavoro in una grande città, durante i suoi ritorni a casa. La richiesta precisa era di avere un bagno  e la zona letto separata in modo che, durante il giorno, l’ambiente potesse avere una vera e propria area relax, senza dover necessariamente aprire e chiudere un divano letto.

Ecco alcune delle foto che mi sono state inviate dalla proprietaria, insieme alle misure dellagliate della mansarda:
Foto 1

Foto 2

Foto 3

Planimetria con coni ottici di ripresa delle foto
Fondamentale era la necessità di studiare un intervento leggero, che contenesse i costi , conservando i pavimenti originali ed evitando, per quanto possibile, il costo della rimozione della perlinatura esistente, sia per una questione di budget che per una questione di pulizia e velocità del lavoro.
Per permettere questo, l’impianto elettrico sarà a vista. Mi è stato anche chiesto di mantenere il camino, anche se non più funzionante, il lamapadario in ferro che si vede nella foto 2 e i mobili di famiglia (la libreria della foto 1, il baule della foto 2 e il bell’armadio antico con anta a specchio che vedede nella foto qui sotto). 
Ecco la proposta che è stata fatta, tenuto conto dei vincoli esistenti:

In verde sono indicati i tramezzi di nuova costruzione, che verranno realizzati in cartongesso.
Bagno: per mantenere intatto il pavimento esistente i sanitari sono stati posizionati in linea, lungo una parete in cartongesso di 20 cm di spessore che ingloba gli impianti e i supporti per i sanitari sospesi e la cassetta di scarico. Tutti gli scarichi si collegano alla colonna esistente, passando in un vano tecnico realizzato nella parte più bassa della mansarda a lato della zona letto.
Camera: la cameretta, che ha una superficie di 9.10mq, ospita solo il letto.  
Zona relax: nella zona relax trovano posto un divano comodo  e una poltroncina dallo stile retrò, un tappeto con un tavolino rotondo e tutti i mobili di famiglia. Le perline verranno semplicemente ridipinte.

 

In cameretta si è voluto lasciare tutto lo spazio a disposizione per un comodo letto, lasciando l’armadio antico appena fuori. Essendo una camera utilizzata solo durante i week end, non è necessario un grande spazio di contentimento. 

Ecco le immagini dei prodotti scelti per gli arredi e le finiture:

e i link ai quali potrete trovarli,

Divano, poltroncina, lampada da terra, tappetotavolino, cuscino eco pelliccia, cuscino cervo, cuscino blu, cuscino verde

e i link di materiali ed arredi

Specchio rotondo , Lavabo con mobile , WC sospeso , Applique , Lampadine e cavi , Cementine interno doccia , Piastrelle diamantate, Piatto doccia .

e i prodotti scelti

Letto , comodino rotondo, comodino sospeso, biancheria, tappetini in pelle di pecora, cuscini fantasia, cuscino tinta unita.

Per amalgamare arredi e ambiente ho scelto di far tinteggiare le perline esistenti di un grigio caldo e opaco che riprenda il colore del pavimento. Stesso colore per tutte le pareti della camera, esclusa quella dietro il letto per la quale ho pensato ad un verde azzurro per esaltare l’atmosfera cocoon. E’ un colore accogliente che fa risaltare i grigi di pavimento e pareti e  il legno della travatura. 
Dello stesso colore andrà tinteggiata la parete dietro al divano. Le porte interne saranno grigie, come pavimento e la maggior parte delle pareti.

             1-2-3

Lush Garden – Jotun
Il risultato, nonostante i vincoli, è un ambiente pratico e vivibile, dove convivono mobili antichi e arredi e colori in linea con le ultime tendenze. Il posto ideale per dei week end in famiglia senza rinunciare alla privacy di un mini appartamento tutto per sè. 
Enjoy Your Home!

Se vi è piaciuto questo post fate click sul pulsante g+ in cima alla pagina, a sinistra. Il pulsante g+ premia la qualità dei contenuti sul web e il lavoro di chi scrive. A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica. Potete anche un lasciare un commento nel form apposito. I commenti e le critiche sono i benvenuti!

19 Gennaio 2018 / / Interiors

Per festeggiare insieme l’arrivo del weekend, niente di meglio che… un gior virtuale tra le mura di una casa oggetto di una ristrutturazione meravigliosa grazie al progetto dello studio di architettura Gommez-Vaëz Architecte con base a Parigi.

Un lavoro che riesce ad armonizzare sapientemente i tratti principali dello stile nordico, ma anche a fondere il genius loci (non dimentichiamoci che la casa in oggetto si trova in Francia ed è una 

longère, ovvero la tipica casa rurale lunga e bassa che si trovano in Bretagna) e i tratti di una dimensione più country attraverso dettagli e una palette colori incredibilmente piacevole e rilassante, che (come ormai ben saprete) è anche la mia preferita in assoluto!!!
Il pavimento in pietra è un altro dettaglio che mi ha subito piacevolmente colpito, considerato che è anche un pavimento usato moltissimo da noi in Puglia e che spesso tende a prevalere sull’atmosfera generale della casa, richiamando sempre l’appeal della Masseria anche quando magari l’effetto non è voluto.
In questo caso invece il pavimento risulta quasi discreto e anzi, aggiunge quel giusto tocco di Mediterraneo alle scelte cromatiche degli ambienti.
Le piante poi rendono tutto lo spazio piacevolmente vitale e fresco, come sempre la loro presenza in un interno è davvero sinonimo di benessere sia per gli occhi che per la mente!!!
Che ne pensate poi della cucina e della sua tonalità di colore? Non sono bellissimi i dettagli in legno scelti per la postazione ad isola?
Io spero che questo Home tour vi abbia riempito di freschezza e voglia di Natura, e nel frattempo vi auguro di cuore buon weekend Pazzerelli!!! 
All the photos are from Gommez-Vaëz Architecte HOUZZ

19 Gennaio 2018 / / Dettagli Home Decor

L’Ambiente showroom

Cortina d’Ampezzo, luogo affascinante circondato dalle Dolomiti, ospita il nuovo progetto abitativo di L’Ambiente showroom, dove le tradizioni e le innovazioni dialogano in un efficace equilibrio di soluzioni e forme, con l’obiettivo di mostrare proposte contemporanee di arredo perfettamente integrate nel paesaggio.

Henge è sinonimo di artigianalità attraverso un’attenta e costante ricerca dei materiali: legni, metalli, pietre naturali, pelli, dalla cui forza espressiva nascono progetti di notevole impatto. Ciascun processo di lavorazione nasce dalla fusione tra tecnologia e antiche tradizioni, con l’aggiunta di mani sapienti che rendono i prodotti Henge espressione del vero Made in Italy. Per ogni materia vengono realizzate diverse finiture naturali secondo le specifiche esigenze di personalizzazione: valore che testimonia l’incessante attività di ricerca svolta nel campo delle lavorazioni per offrire ai clienti la più ampia gamma di possibilità.


L’Ambiente showroom

Tra le collezioni esposte, il nuovo tavolo Saetta racchiude perfettamente il lavoro di sperimentazione di Henge: il top di forma rettangolare è realizzato in legno di abete proveniente dagli antichi Tabià, mentre la struttura è in bronzo realizzata con la tecnica sand casting; il cabinet Slim Side realizzato anch’esso nel ricercato legno di abete degli antichi Tabià con inserti in pietra di Castellavazzo.

L’Ambiente showroom
Nella zona living sono inserite la libreria componibile in ottone brunito a mano Bistro S, la libreria Cage B con divisori in legno di Olmo di Palude e struttura in acciaio brunito nero e la libreria da parete Style Set, interamente realizzata in legno di abete degli antichi Tabià con elementi interni in ottone brunito nero e acciao brunito nero.


L’Ambiente showroom
L’Ambiente showroom
Ad illuminare gli ambienti la composizione di sospensioni con finitura in argento e ottone brunito nero Light Ring Horizontal e la Flat Lamp Table con struttura tubolare in ottone brunito nero a mano e contrappeso in pietra Titanium.


L’Ambiente showroom
L’Ambiente showroom

Il concept dell’allestimento è stato realizzato dallo Studio Gherardi Architetti per L’Ambiente, consolidato riferimento nel mondo dell’interior design, con protagonisti la pietra di Castellavazzo ed il legno di abete degli antichi tabià, costruzioni tipiche cortinesi, rivisitati in chiave contemporanea mantenendo le tradizioni, e integrandosi attraverso lo studio e la ricerca di nuove finiture a questi affascinanti elementi costruttivi.

L’Ambiente showroom

L’Ambiente, azienda fondata nel 1990 in provincia di Treviso con lo scopo di sviluppare e promuovere un portfolio selezionato di brand italiani di interior design di fama mondiale, rappresenta con più di cinque showroom in Italia un’importante punto di riferimento per la progettazione di interni.


19 Gennaio 2018 / / Coffee Break

Questa casa dallo stile scandinavo, legno chiaro e pareti bianche, ci ha incuriosito non solo per la parete dietro la testata del letto, realizzata semplicemente con strisce di sfumature di grigio Pantone (si, con tanto di numero!) ma anche per l’altalena che fa bella mostra di se in soggiorno!

A home for Pantone lovers

This Scandinavian style house, light wood and white walls, intrigued us not only for the wall behind the headboard, made simply with stripes of shades of gray Pantone (yes, with lots of numbers!) But also for the swing that makes a good show of itself in the living room!

 

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

19 Gennaio 2018 / / Dettagli Home Decor

carta da parati WallPepper

Come ogni anno Pantone ha scelto il colore dell’anno e in un attimo lo abbiamo visto condizionare ogni settore, tra design, moda e arte.
Che piaccia oppure no, quel che è certo è che l’Ultra Violet è intrigante e profondo, forte di vibranti richiami al cosmo e alla vita stessa. Non per nulla, questa intensa tonalità di viola rappresenta per la filosofia buddista il chakra della corona, che regola le energie e i nutrimenti del corpo, della mente e dell’anima.
Un colore enigmatico e dalla forte personalità riflesso dell’espressione artistica e spirituale, e che se inserito in un ambiente può apportare considerevole eleganza, maestosità e quiete.

WallPepper®, che oltre alle sue 500 grafiche a catalogo è in grado di proporre soluzioni su misura, accoglie l’Ultra Violet nelle sue differenti sfumature, per conferire alle carte da parati un appeal sicuramente più audace e di grande tendenza. A pareti di marmo tendente al viola, troviamo così accostate grafiche d’ispirazione orientale, foreste tropicali o fitti schermi di foglie, come catturati in quel preciso e breve istante che segue il tramonto.


carte da parati WallPepper

Le carte da parati WallPepper® sono realizzate con fibre tessili e cellulosa, e questo le rende soffici e calde al tatto, oltre che molto resistenti. Se necessario, possono poi essere trattate in maniera tale da essere utilizzate anche su pavimento e soffitto, all’interno così come all’esterno di ambienti privati e pubblici, anche umidi.

carte da parati WallPepper

Tutte le grafiche di WallPepper® possono essere personalizzate. L’Ultra Violet, insomma, è solo una delle infinite possibilità progettuali a disposizione di chiunque le desideri. Basta solo scegliere.