23 Febbraio 2018 / / Decor

collezione Primavera-Estate  2018 Society Limonta

La tendenza per la primavera/estate 2018 porta nella casa vestita da Society Limonta, un gusto un po’ retrò e un po’ minimale, sempre attualizzato dallo sguardo al design contemporaneo.


Un raffinato richiamo cromatico anni ‘50 si declina in evocazioni floreali, grafiche o pittoriche che, con righe e pois vitaminici, esaltano una palette di freschissimi colori sorbetto, dalle sfumature più pallide a quelle più decise.


Diverse gradazioni di verde, dal Pistacchio, all’Agave all’Abete si abbinano ad un intenso blu Laguna o al colore must have di stagione: il rosa, proposto in una tenera versione Cipria che aumenta di intensità fino a diventare un energetico rosso Licis.


collezione Primavera-Estate  2018 Society Limonta
collezione Primavera-Estate  2018 Society Limonta
collezione Primavera-Estate  2018 Society Limonta
Raffinato richiamo cromatico anni ‘50 per la casa Society Limonta
Raffinato richiamo cromatico anni ‘50 per la casa Society Limonta
Raffinato richiamo cromatico anni ‘50 per la casa Society Limonta


La nuova collezione Society Limonta dedicata al tessile letto, tavola, cucina e il bagno è un invito a giocare con i colori, creando dei tono su tono in sfumature più dolci o più forti, oppure mixando coppie cromatiche di opposti come il verde e il rosso o il rosa e il pistacchio.

Raffinato richiamo cromatico anni ‘50 per la casa Society Limonta
Raffinato richiamo cromatico anni ‘50 per la casa Society Limonta
Raffinato richiamo cromatico anni ‘50 per la casa Society Limonta
Raffinato richiamo cromatico anni ‘50 per la casa Society Limonta
Raffinato richiamo cromatico anni ‘50 per la casa Society Limonta
Raffinato richiamo cromatico anni ‘50 per la casa Society Limonta
Raffinato richiamo cromatico anni ‘50 per la casa Society Limonta

Non manca la ricerca tessile con novità assolute che, ora più che mai, interpretano il lato ‘home’ della moda.

23 Febbraio 2018 / / Interiors

Questa settimana è volata veloce e ancora non sono guarita del tutto, ma prevedo un weekend di coccole e relax, quindi la cosa mi incoraggia parecchio insieme alla nuova intervista che vi propongo oggi.
Per la nostra rubrica del cuore dedicata ai trucchi da Interior stylist, oggi infatti è ospite del Blog una Blogger/Stylist che seguo da tantissimo e che si è subito dimostrata entusiasta di essere qui a parlarci del suo lavoro sempre più creativo e di ispirazione per tutte noi!!!

Di origini polacche e dallo Stile inconfondibile, lascio che la bravissima Agata del Blog Passionshake (che ringrazio ancora per essere stata davvero generosa e professionale) ci parli un po’ meglio del suo mondo fatto di Styling elegantissimi, minimali e davvero molto ricercati.
Spero possiate trovare spunti e riflessioni utili come sempre, io nel frattempo torno a sbrigare le ultime consegne e poi… divanoooo!!!
Buon weekend di cuore Pazzereli.


Come sei diventata Interior Stylist?

Ciao Enrica, grazie per ospitarmi qui a Paz Garden.
Tutto è iniziato con la passione per gli interni, per lo styling e il restyling della mia casa e subito dopo cominciando a scrivere per il mio Blog Passionshake.com.
Poi la determinazione, insieme alla sperimentazione e alo sviluppo delle mie capacità nel corso degli anni, ha permesso alla mia passione di diventare anche il mio lavoro. Immagino di essere fortunata a dire che amo davvero quello che faccio – che si tratti di un’immagine splendidamente stilizzata o di un angolo interno, mi piace davvero farmi guidare dalla direzione estetica per ottenere i risultati desiderati.

Come descriveresti il ​​tuo stile e cosa consideri davvero di tendenza nella tua vita?
Descriverei la mia estetica stilistica come: luminosa, bianca e femminile. Mi piace usare tavolozze e trame di colori limitate quando creo storie visive, elementi semplici che aggiungono interesse alla foto. Penso che lo stile rifletta non solo le nostre personalità ma anche il nostro stile di vita, si evolve nel tempo proprio come facciamo noi e i momenti quotidiani influenzano le nostre decisioni di decorazione. La mia tendenza attuale potrebbe essere descritta come minimale e scandinava.

Qual è la prima cosa che fai quando cominci un nuovo progetto?
Un moodboard! Mi piace visualizzare la mia idea di design fissando concetti, foto di ispirazioni, colori, materiali per vedere come si armonizzano e si completano a vicenda.


Quali sono i tuoi consigli per mantenere in perfetto equilibrio decorazione e semplicità?
Uno spazio semplice ed equilibrato è sicuramente una cosa ricca di bellezza, ci piace guardarlo nelle pagine delle riviste, e spesso pensiamo che sarebbe difficile da realizzare in casa nostra. Credo che il segreto sia circondarci di oggetti che riteniamo significativi o belli.

Qual è la stanza di casa tua che preferisci?
La mia stanza da letto. Da quando abbiamo ridipinto la nostra parete in grigio antracite scuro è diventata la mia stanza preferita. Adoro l’effetto drammatico ma rilassante che crea il muro.

Qual è il genere di progetto a cui preferisci lavorare?
La maggior parte dei miei lavori di progettazione sono legati allo stile e alla fotografia: mi piace riuscire ad aggiungere qualcosa di speciale ad ogni progetto, trovare la soluzione giusta e creare un’esperienza in cui l’estetica e la funzione si uniscono.

Ti va di condividere con noi alcuni dei link o delle risorse che trovi particolarmente utili per te e il tuo lavoro?
Penso che molti di voi lo sappiano già, il mio posto di ispirazione numero uno è Pinterest, dove cerco immagini e scopro sempre cose interessanti.

All the photos are styled & shooted by AGATA DIMICH for PASSIONSHAKE

  ♥

How you came to be an stylist?

Hello Enrica, thank you for having me at Paz garden. It all started with passion for interiors, for styling and restyling my own home and then blogging about it on passionshake.com. Determination, experimenting, developing my skills over years, allowed my passion to become also my job. I guess I am lucky to say I really love what I do – whether it’s a beautifully styled image or interior corner, I truly enjoy aesthetical direction to deliver desired results.
How would you describe your style and what is really trend in your life?

I would describe my styling aesthetics as – bright, white and feminine. I like to use limited color palettes and textures when creating visual stories, simple elements which add interest to the photo. I think that the style reflects not only our personalities but lifestyle, it evolves with time just like we do and daily moments effect our decorating decisions. My current trend would be – minimal, scadinavian.
What is the first thing you do when you start a new design project?

A moodboard! I love to visualize my design idea by pinning concepts, inspiring photos, colors, materials to see how they look together and compliment each other.
What are your top tips for a perfect balance in decorating and remaining simple?

A simple, balanced space is definitely a thing of beauty, we like to see it in the pages of the magazines, thinking it would be hard to achieve in our own home. I believe the secret is in surrounding ourselves with the objects we find either meaningful or beautiful.


-Style items by putting them together in a group. This gives a much stronger statement than when you put everything here and there.
-Use natural materials and add some greens. This ensures that your interior will come to life.
-Look for special interior items with a story. Don’t go for the standard, there are more than enough interiors filled with that. Be unique! 

What is your  favourite room at your house?

My bedroom. Since we repainted our wall in dark charcoal grey it became my favourite room. I love the dramatic, yet calming effect the wall creates.
Do you have a favourite type of design project you like to be involved with?

Most of my design jobs are styling and photography related – I enjoy bringing something special to each project, finding the right solution and create experience where aethetics and function come together.
Do you want to share with us some of the web links or resources you find really inspiring for you?

I think most of you already know it, my number one inspiration place is Pinterest, that’s where I search for visuals and interesting finds.

23 Febbraio 2018 / / Dettagli Home Decor

Dopo un’intera epoca passata a scappare dai piccoli centri per raggiungere le grandi città, oggi si sta assistendo ad un’inversione di tendenza.


Sempre più famiglie, infatti, scelgono di andare a vivere in vere e proprie Country House, inserendosi in contesti di campagnaoppure in villette dotate di giardino, siano esse indipendenti o a schiera.


Questo, sicuramente, è dovuto al “ritorno alla natura” che sta interessando il nostro momento storico-sociale, ma anche alla vita frenetica e caotica della metropoli, che ben si concilia, per molti, con stress psicofisico.


Una casa dotata di uno spazio aperto, inoltre, favorisce una convivenza più sana e meno asfissiante con gli animali da compagnia e permette di poter dedicare, in qualunque momento, qualche minuto al relax e all’evasione dalla routine quotidiana, semplicemente sedendo all’aria aperta a guardare le stelle o a godersi la piena luce del sole.



Come se non bastasse, infine, studi scientifici assicurano che offrire una vita di questo tipo ai propri figli, sin da piccoli, aiuti a rinforzare il loro sistema immunitario.

Ma possedere un giardino non significa soltanto dilettarsi con il Garden Decor e passare spensierati momenti all’aria aperta: bisogna anche essere preparati ed attrezzati, infatti, per la puliziae l’igienizzazione degli interni che dovranno essere più specifiche rispetto ad un appartamento cittadino.



City e Garden Home: cosa cambia?



Se allontanandosi dalla città si dice addio a smog e traffico, la presenza di un giardino aumenta la possibilità di ritrovarsi in casa terriccio, polvere e foglie: in effetti, bastano un po’ di pioggia, una folata di vento o una passeggiata poco attenta, magari anche del proprio quattro zampe, a portare in casa, facilmente, dello sporco.



Ma come prepararsi, allora, a questo cambio di abitudini?



Innanzitutto, è fondamentale mettere degli zerbini assorbenti ad ogni apertura di casa che introduca al giardino: in questo modo si offrirà a tutti un “passaggio obbligato” che farà già un buon 50% del lavoro. Inoltre, allo stesso scopo, l’ideale è creare delle piccole tettoie, con delle tegole, che coprano la zona di calpestio ricoperta dal tappetino; anche una copertura pensile, qualora ci fosse lo spazio a disposizione, può essere un’ottima opzione, isolando la parte di pavimento esterna comunicante con l’interno da pioggia ed altri agenti atmosferici e consentendo di poter ricreare una sorta di ambiente-gazebo, con tappeti, prato sintetico o moquette da esterno, che offra un autentico riparo dallo sporco e dalle intemperie.

zerbino da esterno

Gli strumenti giusti

Naturalmente, pur attuando queste contromisure, la pulizia della casa -e degli esterni- va studiata nella maniera migliore possibile: è fondamentale tenere presente che una corretta igienizzazione, quindi, passa necessariamente attraverso gli strumenti giusti da utilizzare.


Esterni: per quanto riguarda il giardino, bisogna munirsi di sacchi grandi per raccogliere rametti, foglie secche e scarti di giardinaggio, una scopa da esterno con setole dure ed una da giardino, in perfetto “stile strega”, che piacerà tanto anche ai bambini. Per la parte coperta, se c’è, si può ricorrere all’utilizzo di un aspirapolvereper tenere puliti tappeti e arredi.



nuovo Folletto VK200


Interni: per le stanze della casa l’unico vero strumento da avere sempre a disposizione è un potente aspirapolvere che consenta di tenere tutto perfettamente igienizzato all’occorrenza, in poco tempo e con poca fatica; la possibilità di poter utilizzare anche accessori per intervenire su tappeti ed imbottiti sarebbe, poi, la ciliegina sulla torta.

nuovo Folletto VK200



Ma come orientarsi per evitare di fare acquisti sbagliati?


Gli elettrodomestici idonei, anche ricondizionati


Comprare un buon elettrodomestico, performante ed anche versatile, che consenta una pulizia agevole e differenziata per varie tipologie di superficie, non è sempre facile. Nella miriade di dispositivi immessi sul mercato, sicuramente c’è un marchio famoso per la sua qualità: Vorwerk.



L’azienda tedesca, infatti, non solo vanta un catalogo variegato di prodotti professionali, ma ha da poco lanciato il suo ultimo modello di Folletto, capace di intervenire su tappeti, materassi ed imbottiti con accessori specifici e persino di riconoscere, attraverso dei sensori, la tipologia di pavimento sui quali sta agendo, auto-settandosi di volta in volta.

Inoltre, parliamo di un aspirapolvere a sacco, che permette uno svuotamento ed una pulizia igienica, antiallergica e comoda al 100%.



nuovo Folletto VK200


L’unico intoppo, per qualcuno, potrebbe essere rappresentato dal prezzo, ma bisogna fare perlomeno un paio di valutazioni al riguardo: innanzitutto si tratta di un dispositivo professionale che identifica un vero e proprio investimento sulla qualità della propria vita; in secondo luogo, esiste la possibilità di acquistare elettrodomestici ricondizionati, quindi usati ma rimessi pari al nuovo, su siti di e-commerceaffidabili e certificati, come puliremeglio.it, dove è possibile trovare, tra l’altro, anche una serie di ricambicapaci di fornire al proprio dispositivo una longevità pressoché eterna: insomma, verrebbe quasi da dire che, in questo caso, “un aspirapolvere è per sempre”. Un’ottima ispirazione anche per una idea regalo da parte dei mariti, altro che diamanti!




23 Febbraio 2018 / / ArtigianaMente

Ho sempre amato i poster dei film e della pubblicità, tutto ciò che appartiene al mondo dell’illustrazione e della grafica. E penso che un bel poster incorniciato sia un modo interessante per arredare le pareti di casa. Ho sperimentato l’idea nel mio corridoio.

Avevo trovato il post a Milano, nel 2013, quando ero stata al Fuori Salone del Design. Mi ricordo, ero a caccia di novità e in via Tortona ho trovato il volantino che pubblicizzava le Officine Creative Ansaldo.

Le Officine Creative Ansaldo sono uno spazio di oltre 6mila metri quadrati situati tra le vie Bergognone, Tortona e Stendhal, dove un tempo sorgeva il complesso industriale delle acciaierie Ansaldo specializzate nella produzione di locomotive, carrozze ferroviarie e tramviarie.

Nell’immagine lo vedi alla tua sinistra, è il quadretto con la cornice gialla.

Mi era piaciuto molto. Per i colori, per lo stile leggermente retrò. Ho pensato di farlo incorniciare e poi l’ho appeso alla parete per decorarla insieme agli altri quadri.

Tempo fa ho notato questo sito americano che in questione di poster è davvero fornitissimo: si chiama Posteritati.
In realtà è anche un negozio fisico, si trova a New York e ha uno showroom dove puoi ammirare 9000 poster.
Ha una collezione di oltre 12.000 poster originali, 
alcuni rari e costosi.

Ecco alcuni dei poster che ho selezionato.

Ti piace l’idea di decorare le pareti con i poster? La prenderesti in considerazione?

 

The post Arredare le pareti con i poster dei film appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.