mobile bagno

mobile bagno

mobile bagno

 

mobile bagno

Abbiamo già parlato diverse volte di quanto sia importante l’ambiente bagno e, per arredarlo in modo impeccabile, occorre prendere in considerazione tre fattori fondamentali come la qualità, la sicurezza e l’estetica. Questo ambiente, diventato uno dei protagonisti più amati nell’ambito dell’interior design, rappresenta un’oasi di benessere e intimità all’interno della nostra casa e per questo motivo gli arredi devono essere progettati con cura. Il mobile bagno deve rispettare non soltanto i canoni della piacevolezza estetica, ma rispondere in modo puntuale ad esigenze di qualità e sicurezza.
L’interpretazione dello spazio

Un mobile bagno deve essere progettato e costruito con cura per durare nel tempo e per garantire la massima affidabilità. Deve integrarsi alla perfezione nell’ambiente circostante e sottolineare quel concetto di benessere e praticità che è alla base della progettazione di questa stanza.

Ho avuto occasione di conoscere La falegnameria Mastro Fiore che, grazie alla professionalità acquisita da un’esperienza tramandata da padre in figlio dal lontano 1888, ha integrato nella scelta estetica di forme e colori la qualità dei materiali utilizzati e la sicurezza richiesta dalla natura dell’ambiente da arredare, realizzando prodotti soddisfacenti sotto ogni aspetto.

Lo spazio e la sua interpretazione sono la base concettuale della linea System, in cui il mobile da bagno è caratterizzato da un modulo di lavorazione che percorre senza concessioni la strada dell’affidabilità e l’abile comprensione dello spazio. Sono mobili su misura che offrono una grande resistenza all’umidità e agli urti, rendendo vivibile anche il più piccolo dei bagni. La qualità dei materiali utilizzati permette di giocare con il profilo estetico, regalando una serie di mobili sospesi compatti e spaziosi. Il movimento è sicuro, soprattutto in presenza di bambini, perché lo spazio è sfruttato in una zona franca, quella verticale, che diventa una tavolozza neutra da interpretare in base ai desideri del cliente.

mobile bagno

mobile bagnomobile bagno

 mobile bagno

Il concept Mastro Fiore

Per garantire la necessaria qualità e sicurezza di un mobile bagno, Mastrofiore si fa promotore di un concept che vede il legame indissolubile tra due aspetti diversi di una medesima realtà. L’arredo bagno affidabile, eco-friendly e in linea con le principali tendenze di interior design, deve nascere da un perfetto connubio tra abilità industriale e artigianalità, proprio il tipo equilibrio che da sempre ritengo vincente. La tecnologia trae l’essenziale vantaggio di offrire al cliente un prodotto moderno, sicuro con l’innegabile fascino di uno stile perfetto.

E’ il caso della linea Minimal, ad esempio, che possiede un linguaggio geometrico, preciso e lineare, declinato in mobili studiati fin nei minimi particolari. Il legno, scelto con cura per offrire la massima affidabilità, viene abilmente modellato per dare vita a mensole sospese con cassetti integrati a scomparsa con chiusura ammortizzata. Ogni mobile bagno rispetta gli standard europei in materia di sicurezza e di rispetto per l’ambiente, perché l’affidabilità è uno standard qualitativo irrinunciabile per Mastro Fiore.
mobile bagnomobile bagno

La garanzia del made in Italy

Il primo step per un mobile bagno sicuro e di qualità? La sicurezza che ci dà il made in Italy, da sempre sinonimo di un’arte sapiente e tecnologicamente avanzata, due aspetti riscontrabili in tutte le collezioni Mastro Fiore. Ogni modulo previsto segue un preciso schema di lavorazione che deve rispettare gli altissimi standard qualitativi previsti dall’azienda. Smart e Wild sono le due linee dove il calore raffinato delle diverse finiture del legno, è declinato in uno stile che integra la necessità di uno spazio “pulito” e senza inutili ingombri con il design di tendenza.

Smart è il minimalismo del rovere nordico, che si fa interprete di mobili open space, sospesi o a terra, delicati eppure così resistenti e affidabili. Wild è il trionfo dello stile etnico, è l’affidabilità del legno che riveste non soltanto i criteri di qualità e sicurezza ma diventa un elemento estetico innovativo, grazie alle sezioni di rami di albero, cuore della collezione.

mobile bagno

 

 mobile bagno

Un percorso controllato

Quando nascono la qualità e la sicurezza di un mobile bagno? All’inizio di un progetto, quando le esigenze del cliente diventano il fulcro di ogni idea. Il percorso di Mastro Fiore è un viaggio attraverso l’attenzione rivolta anche ai minimi dettagli, come le linee classiche e barocche della serie Zeus. È l’iter che trova ispirazione nell’assenza delle maniglie nella collezione Frame o le accortezze tecniche e qualitative delle consolle Soul che accolgono lavabi in ceramica o in Polyminerale.

mobile bagnomobile bagnomobile bagno  mobile bagnomobile bagnomobile bagno

Ognuno potrà scegliere lo stile a se più congeniale, sempre certo di avere un prodotto di alta qualità, per arredare il proprio bagno che necessita della stessa cura e attenzione di ogni altro ambiente della casa.

L’articolo Mobile bagno: come valutarne qualità e sicurezza? proviene da Architettura e design a Roma.

15 Marzo 2018 / / Design

Dalla lampada ad Arco al mobile radio Brionvega, Castiglioni ha saputo creare capolavori di grande originalità ed eleganza.

Con la scomparsa nel 2002 di Achille Castiglioni , il mondo del design italiano ha perso un “padre”. Al di là della sua straordinaria bravura professionale, Castiglioni era insaziabile e geniale, curioso e spiritoso. Nella sua lunga carriera ha disegnato prodotti serissimi e altri in cui prendeva garbatamente in giro la serietà,  come i celebri “ready-made”: una sella da bicicletta montata su un palo con una base oscillante, un sedile da trattore su lunghe gambe arcuate, Allugaggio, oppure su una balestra elastica, Mezzadro. Per non parlare della lampada Toio, un faro di automobile sorretto da una canna da pesca e tenuto in equilibrio da un trasformatore per automobile.


sgabello SELLA e MEZZADRO
lampada TOIO

Achille Castiglioni, l’inventore, lavorava in uno studio pieno di progetti, disegni, prototipi, m anche di oggetti anonimi raccolti in ordine nelle vetrine da farmacia. A molte persone potevano sembrare cose normali, altre risultavano più kitsch, ma Castiglioni vi riconosceva l’inventiva. Probabilmente da qui l’ispirazione che ha dato vita ad alcuni dei suoi progetti, come ad esempio l’anello di silicone posto alla base dei bicchieri Ovio di Danese, che fungeva da antiurto, oppure la poltrona Sanluca caratterizzata da una gobba decisa.

poltrona SANLUCA
Tantissimi i capolavori firmati Achille Castiglioni, come la mitica lampada ARCO che porta la luce lontano dalla pesante base in marmo, nella quale è presente un foro nel quale inserire un bastone per poterla spostare in due.

lampada ARCO

Lo scorso 16 febbraio si sono festeggiati i 100 anni di Achille Castiglioni e per celebrare questa importante data, la Fondazione Achille Castiglioni ha inaugurato la mostra ‘100×100 Achille’.
Un’occasione per festeggiare Achille Castiglioni e tutto quello che il grande maestro ha significato per il design contemporaneo e i suoi protagonisti di oggi

La mostra-evento, a cura di Chiara Alessi e Domitilla Dardi, sarà aperta presso la Fondazione Achille Castiglioni, piazza Castello 27 a Milano, dal 19 Febbraio al 30 Aprile 2018, per poi diventare in seguito itinerante.

15 Marzo 2018 / / Amerigo Milano

Torniamo a parlare di ecommerce e di acquisti online. Questa volta però lo facciamo partendo dal punto di vista del consumatore, ovvero tu che stai leggendo. Da tempo si parla di crescita continua di negozi online e market place, ma qual è la chiave di lettura corretta in questo universo dove l’industrializzazione rende l’esperienza sempre più piatta?

Di certo, la riscoperta di un prodotto artigianale è fondamentale nell’esperienza di acquisto e utilizzo di un prodotto. Noi ne abbiamo fatto la nostra bandiera infatti. La nostra collezione (dalle biciclette alle slippers) è unica e artigianale.

Ma non è tutto. C’è qualcosa di più! Qualcosa di impercettibile che sempre più si sta facendo strada nel settore delle vendite online.

Personalizzazione

Parliamo dunque di personalizzazione, un concetto sempre più importante che affonda le radici nella storia della cultura umana.

A partire dal tatuaggio, creazione unica che indica un fenomeno di distinzione e personalizzazione del proprio corpo, che ha segnato il tempo e la cultura, per arrivare al fenomeno della personalizzazione industriale (quella che ha portato le grandi firme ad affermarsi nel mercato globale) e arrivare alla personalizzazione di prodotto. Strada che abbiamo intrapreso con la nostra collezione.

personalizzazione

L’ingrediente segreto

Crediamo fermamente che il concetto di personalizzazione sia sempre più importante per il lavoro che facciamo. Ed è proprio per questo motivo che diamo la possibilità di personalizzare tutti i prodotti della nostra collezione. Noi li costruiamo, ma l’ingrediente segreto sei tu.

In che senso?

Nel senso che, oltre a realizzare un prodotto unico e personalizzato su di te (dalle tue cifre sulle home bag, al tuo nome sulla canna della bicicletta, alla data del tuo matrimonio sulle slipper che abbiamo realizzato) sta a te far vivere i nostri prodotti, dare loro un’anima che sarà unica e definita. La tua.

Il tuo nome, la tua bici

Come spiega Matteo Perego in questo video, personalizzazione è unicità, e unicità è distinzione. Un elemento troppo importante nella società di oggi, dove tutto è sempre più omologato e piatto. 

Ora tocca a te, sei pronto a personalizzare il tuo stile?

WWW.AMERIGOMILANO.COM

15 Marzo 2018 / / Design

Ristrutturare casa o parte di essa: basta una sola parola a farci venire il mal umore. Quanti soldi vedete già volare via? E quanto tempo? E se esistesse un portale che vi semplifica la vita?

……….

Dovete cambiare casa e non ve la sentite di affrontare il trasloco da soli. Però l’idea di trovare qualcuno che se ne occupi, chiedere dei preventivi, confrontarli.. Siete già stanchi all’idea.

Livello difficoltà master: dovete ristrutturare il bagno. Qui si può scatenare il panico, quello serio però. Ma c’è un ma: ormai viviamo in un’epoca ultra virtuale, in cui si fa tutto via internet. Perché non sfruttare questa caratteristica a nostro favore e richiedere dei preventivi online?

Però non a caso, ma attraverso un portale intuitivo e veloce, Preventivone.

CHIEDERE PREVENTIVI PER RISTRUTTURARE NON È MAI STATO COSì FACILE

Facciamo un esempio pratico, visto che tra qualche mese anche noi dovremmo cambiare casa e affrontare tutti i passaggi del caso. Cambiare casa significa traslocare.. e vi dico subito che non abbiamo intenzione di farlo da soli. Però è sempre utile confrontare più preventivi per capire le diverse tariffe e gli eventuali servizi annessi.

Non so voi, ma io personalmente di aziende che si occupano di traslochi forse ne conosco una. Non di più. Quindi come faremmo di solito? Ci attaccheremmo a google, in cerca di altre aziende del settore. Però non sempre si sa come lavorano e non è detto che ci siano le recensioni di altri utenti.

Ristrutturare

| Image credits: Danil Silantev on Unsplash|

Il bello di Preventivone è anche questo: in un unico portale sono riuniti professionisti per tutti i settori inerenti la ristrutturazione di casa, ma non solo. Sono divisi per provincie, potete andare nella scheda di ciascuno di loro e vedere di cosa si occupano e la zona in cui lavorano. C’è anche la possibilità di vedere le recensioni di altre persone che hanno già lavorato con loro.

Ma vediamo in pratica come funziona: abbiamo detto che dobbiamo fare il trasloco, giusto? Allora clicco sulla sezione trasloco e compilo il modulo, dando una descrizione quanto più dettagliata di quello che mi serve (nel mio caso darò tutti i dettagli di quello che andrà spostato).

Finito. Ci vuole un minuto, forse. A questo punto aspetto i preventivi, potrebbero arrivarmene fino a 5.

Ristrutturare

| Image credits: Hutomo Abrianto on Unsplash|

Una volta che avete i preventivi potete confrontarli e parlare con le imprese, per fare la vostra scelta. Il procedimento è sempre lo stesso per qualsiasi altra cosa dobbiate fare: imbiancare (come noi), cambiare il pavimento, costruire pareti di cartongesso… oppure pulire la canna fumaria del camino.

Trovate veramente tutto, con una facilità di richiesta che è quello che cerchiamo di questi tempi.

E ricordatevi di lasciare una recensione, una volta che il lavoro è stato eseguito.

 

L’articolo Ristrutturare casa tramite internet? Con Preventivone è facile sembra essere il primo su VHD.

15 Marzo 2018 / / Dettagli Home Decor

Il 16 marzo ricorre la Giornata mondiale del sonno

Riposare al meglio e in modo naturale con Cinelli Piume e Piumini


Il 16 marzo 2018 ricorre la Giornata mondiale del sonno, evento annuale che celebra i benefici di un sonno salutare e pone l’attenzione sull’importanza di dormire bene e sano. Cinelli Piume e Piumini si fa promotrice di questi concetti offrendo alcuni consigli e soluzioni per garantire un riposo ottimale. I prodotti dell’azienda toscana sono naturali e studiati per rispondere a diverse esigenze di comfort.

I guanciali

Cinelli Piume e Piumini propone un’ampia varietà di guanciali con diverse forme e composizioni interne per garantire il corretto sostegno del corpo e un riposo ottimale durante le ore di sonno:
guanciali in piuma per chi desidera il massimo in fatto di morbidezza e naturalità;

guanciali della salute per chi è alla ricerca di una soluzione in grado di favorire il giusto posizionamento della nuca e della schiena;

guanciali in fibra ideali per chi vuole un prodotto antistatico e antiacaro;

guanciali in lattice capaci di garantire un ottimo ritorno elastico e capacità di sostegno della testa;

guanciali in visco elastico che si adattano modellandosi alla testa grazie alla termosensibilità che li contraddistingue.


guanciale Cinelli Piume e Piumini
L’azienda completa la proposta con altri modelli di guanciali e di rulli per un sano riposo.

L’interno in piumino

Per un comfort salutare e “avvolgente” Cinelli Piume e Piumini propone una linea di interni in piumino disponibili con diversi gradienti termici (valore che si associa al prodotto sulla base dell’imbottitura interna). E’ possibile così scegliere il modello ideale a seconda delle proprie esigenze di calore, in relazione all’ambiente esterno e alla temperatura della camera da letto:


-Extra Winter***** per il freddo intenso in ambienti non riscaldati o semplicemente per chi soffre particolarmente le basse temperature;

-Winter**** per un clima invernale, quando la camera da letto è riscaldata poche ore al giorno;

-Spring*** per ambienti riscaldati costantemente, con temperatura superiore ai 20°, o per la mezza stagione;

-Summer** per la mezza stagione in aree con clima non freddo o con aria condizionata intorno ai 23°;

-Summer Light* per il periodo estivo quando la temperatura fuori è calda oppure in caso di camere con aria condizionata intorno ai 24°.


Interni in piumino Cinelli Piume e Piumini

In ogni modello l’imbottitura garantisce sempre il giusto calore e la massima traspirabilità grazie alla proprietà igroscopica della piuma stessa. Questo fattore naturale permette un equilibrio tra temperatura corporea e clima esterno, assicurando un riposo perfetto in un microclima ottimale in tutte le stagioni dell’anno.


Interno in piumino Cinelli Piume e Piumini

Con Cinelli Piume e Piumini il benessere diventa il vero protagonista grazie ad un riposo salutare e corretto.

15 Marzo 2018 / / Design

LC8 di Charlotte Perriand

Tra i più celebri pezzi cult della storia del design internazionale occupa una posizione di riguardo lo sgabello girevole LC8, parte di quel gruppo di sedute non a caso incluse nella collezione di design del Museum of Modern Art di New York.

La concezione innovativa di questo sgabello di design girevole permette una grande libertà di movimento e una funzionalità ottimale. Una realizzazione che trova il suo punto di partenza e si sviluppa a partire dalla concezione del corpo umano come misuratore dello spazio.  Nel 1928, Charles Edouard Jeanneret, più universalmente conosciuto come Le Corbusier, e Charlotte Perriand con la collaborazione di Pierre Jeanneret progettano insieme le due varianti della stessa seduta: LC7 e LC8, con e senza schienale. Una seduta dalla personalità forte, sorretta da una struttura in tubolare di acciaio della base e supportata da un meccanismo centrale che ne permette la rotazione. Una creazione che nella versione poltroncina LC7 affida all’imbottitura il compito di avvolgere e sostenere la schiena e le braccia in maniera confortevole. Ancora oggi le sedute vengono prodotte da Cassina all’interno della Collezione I Maestri.

Le Corbusier e Charlotte Perriand, sodalizio storico

Il gruppo di sedute LC è il cuore di un progetto ideato da Le Corbusier nel 1927, frutto del desiderio di esplorare le possibilità strutturali dell’acciaio tubolare, e che vede la luce nell’anno successivo. Osservando queste creazioni, realizzate in tubolare metallico con imbottiture rivestite in pelle, viene spontaneo pensare a una inversione della struttura del nostro corpo. Infatti l’intuizione è corretta: le sedute sono nate in seguito agli schizzi realizzati dal grande architetto mentre definiva le posizioni del corpo umano nelle varie posizioni di seduta e relax. Del progetto se ne fa carico Charlotte Perriand, socia di Le Corbusier e Pierre Jeanneret. Sarà infatti la Perriand, responsabile della collezione di interni, che si dedicherà allo studio di questo programma giungendo alla creazione della poltrona Fauteuil grand confort, grand et petit modèle, della Chaise longue basculante e della poltroncina basculante Fauteuil dossier basculant.

LC8 di Charlotte Perriand sgabelli colori

A questo poi si aggiungono la poltroncina girevole Fauteuil pivotant e lo sgabello Tabouret pivotant, così come lo sgabello Tabouret de salle de bains, che erano già stati ideati da Charlotte Perriand per arredare il suo appartamento parigino di place Saint-Sulpice. L’iconica poltroncina è subito al centro delle luci della ribalta, comparendo prima nella Salle à manger al Salon des Artistes Décorateurs del 1928 e successivamente al Salon d’automne nel 1929, integrata alla collezione firmata da Le Corbusier, Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand.

Estetica e funzionalità degli sgabelli di design

Solidi, pratici, confortevoli, occupano poco spazio e, quando poi sono sgabelli di design, hanno un impatto minimal chic sull’arredamento di una casa. Le linee essenziali coniugano l’esigenza estetica di pulizia e freschezza all’estrema versatilità di utilizzo incoronando lo sgabello quale elemento irrinunciabile in una casa contemporanea: dal living alla zona notte, dalla cucina alla stanza da bagno senza dimenticare l’outdoor, è un complemento che fa la differenza.  Dagli anni Sessanta, e così sarà fino al 2069, Cassina è l’unica azienda autorizzata a produrre i disegni di Le Corbusier, Jeanneret e Charlotte Perriand.

LC8 di Charlotte Perriand

Ecco allora che lo sgabello di design LC8, insieme al resto dell’iconica collezione, può entrare nelle nostre case nella sua versione in acciaio cromato lucido o verniciato in un’ampia palette di colori – grigio, marrone, azzurro, verde, fango, avorio o nero semilucidi – declinato con rivestimento in pelle oppure in tessuto. Anche la terrazza, il giardino o la veranda possono essere arredati con questi eleganti sgabelli che, nella versione LC8 outdoor, sono realizzati con occhio attento all’esigenze dell’esterno: la struttura infatti è in acciaio inossidabile; saldature e piedini sono studiate per assicurare la massima durata in tutte le situazioni climatiche; il sedile è in poliuretano drenante per facilitare il fluire dell’acqua ed evitare ristagni di liquidi con rischio di muffe. Infine il rivestimento, concepito così da replicare esattamente quello del classico LC8, è in tessuto in filato di poliestere ad alta tenacia e spalmato in PVC.

LC8 di Charlotte Perriand colori piedini

The post LC8 di Charlotte Perriand, lo sgabello cult senza tempo appeared first on La gatta sul tetto.

15 Marzo 2018 / / Voglia Casa