20 Marzo 2018 / / Home Lacò

Oggi vi parlo di marmorino e terrazzo alla veneziana, tradizionali tecniche decorative artigianali del veneto ed eccellenze del “made in Italy”.

In uno appartamento parigino, la sensibile e raffinata interior designer veneziana, Chiara Pecorelli, è riuscita a coniugare il gusto dei proprietari con il suo personale approccio al restyling.

La designer, che ha vissuto e respirato l‘aria dei palazzi veneziani, propone in chiave contemporanea le atmosfere di quei pavimenti e di quelle pareti che fanno parte del proprio bagaglio culturale e dei ricordi familiari, delle biblioteche nelle quali studiava, delle chiese che visitava e delle feste veneziane alle quali partecipava. (ItaliaByChiara  www.italiabychiara.com)

Nell’appartamento parigino, le scelte cromatiche alla base del progetto sono rigorose: bianco e nero.

Il “marmorino”, intonaco fra i più famosi al mondo, morbido al tatto e riconoscibile dal tipico tenue velo che dona alle pareti, qui è di colore nero e si alterna alle stuccature e alle modanature bianche.

marmorino decorazione per la casa marmorino nero alle pareti, restyling di una appartamento a Parigi L’elevata resistenza all’umidità lo rende inoltre particolarmente adatto a essere usato in ambienti umidi ed è per questo che qui è proposto anche sulle pareti del bagno con vasca “free standing”.


Copia l’idea:

Il marmorino non è sicuramente un intonaco fra più economici, ma potete scegliere di esaltare anche solo una o due pareti del vostro appartamento, come per esempio la testiera di un letto o la parete di fronte al tavolo da pranzo con l’elegante luminosità di questo intonaco. Sarà il vostro angolo di Venezia in casa e la spesa notevolmente ridotta.


Esistono moltissimi siti a cui chiedere dei preventivi come per esempio https://www.habitissimo.it/

Proseguendo nella descrizione del restyling di questo meraviglioso appartamento parigino, troviamo il famoso “terrazzo” a rivestire i pavimenti.

Il “terrazzo alla veneziana” o semplicemente “pavimento alla veneziana”, si presenta come una superficie continua, senza interruzioni, dove al suo interno sono state inserite grane di marmo e vetro. Questa tecnica realizzata totalmente in opera, ci riporta al sapore vero dell’artigianalità.

Se anticamente questo pavimento raccoglieva il materiale che proveniva dalle demolizioni, oggi viene proposto come elegante rivestimento dal design contemporaneo, classico o moderno, è impossibile riprodurre la stessa semina e questo lo rende un pavimento personalizzabile, unico e irripetibile, ancora oggi lavorato come cinquecento anni fa.

Terrazzo alla veneziana e marmorino nero marmorino nero, idee di arredo marmorino nero e terrazzo alla venezianaFanno da cornice al restyling dell’appartamento gli oggetti scelti per arredare la casa in vetro di Murano e gli oggetti di design tutto italiano, finanche i caloriferi, vere e proprie opere d’arte come quelli di Tubes.

Infine, un delicato velo di foglia oro, antica tecnica decorativa veneziana, riveste le bordature del camino esistente e della grande apertura fra cucina e sala.

 

L’articolo Marmorino e terrazzo alla veneziana, le tradizionali tecniche decorative veneziane in uno splendido appartamento a Parigi proviene da .

20 Marzo 2018 / / La Stanza Vuota

Billiani, azienda friulana specializzata nella produzione di sedie e sedute per il settore contract, come molte altre aziende ha scelto il prossimo Salone del Mobile come occasione per presentare gli ultimi prodotti realizzati in collaborazione con diversi designer.

L’evento più atteso dell’anno per addetti ai lavori ed appassionati di design di tutto il mondo si terrà a Milano dal 17 al 22 aprile. Per le new entry in catalogo Billiani si è affidata a collaborazioni con diversi designer, coinvolgendo anche giovani come Studioventotto scoperti dall’azienda nella scorsa edizione del Salone Satellite.

Il legno, elemento identificativo dell’azienda, è protagonista di questi nuovi prodotti, caratterizzati da soluzioni in cui sperimentazione e curiosità non mettono in secondo piano la fedeltà verso questo materiale. I colori scelti sono il risultato di un’attenta ricerca, con la consapevolezza che la veste cromatica non debba seguire passivamente le tendenze ma vada modulato in base ad una visione personalizzata.

 




DRUM MARIMBA – Design: Emilio Nanni

Sedia, lounge e varie misure di sgabelli in faggio tinto o laccato, con rivestimento in stoffa o cuoio. Tavoli in varie dimensioni, in faggio tinto o laccato.

 


LILLIPUT – Design: Studioventotto

Tavolini da caffè in tre misure, in massello di frassino tinto o laccato. Disponibili in versione con gambe in legno o metallo.

 


LAYER – Design: Michael Geldmacher

Poltroncina in legno di frassino, tinto o laccato, con imbottitura in tessuto.


MY CHAIR – Design: Emilio Nanni

Sedia impilabile in legno di frassino, tinto o laccato.
Disponibile in tre versioni: total wood, con sedile in tessuto, con sedile e schienale in tessuto.


WHITE – Design: Harri Koskinen

Sedia impilabile in legno di frassino tinto o laccato. Poltroncina in legno di frassino, tinto o laccato, con braccioli in metallo laccato con inserto in legno.
Entrambe disponibili anche con applicazione del sedile imbottito.

 

Billiani_Spy

SPY – Design: Emilio Nanni

Divano e dormeuse in legno di faggio, tinto o laccato, con rivestimento in tessuto e cuscini in varie dimensioni.

 

Foto: Beppe Brancato

20 Marzo 2018 / / Coffee Break

Nonostante l’inconsueta palette di colori,il bianco e, soprattutto, il nero delle pareti, questa casa svedese riesce ad essere molto calda ed affascinante. In accostamento lampade e pezzi di arredo moderni in metallo, sedie classiche tipo Tonet, legno grezzo per i tavoli e pelle nera.

A black and white house

Despite the unusual palette of colors, white and, above all, the black of the walls, this Swedish house manages to be very warm and charming. In combination with modern lamps and pieces of furniture in metal, classic chairs like Tonet, rough wood for the tables and black leather.

 

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

20 Marzo 2018 / / +deco

Ho recentemente notato che sto imparando a non stressarmi per le cose che non posso controllare.

Le cose che non puoi controllare sono le cose su cui non hai potere, come il destino o le situazioni creati da altre persone. Sono però anche le cose che non arrivi a fare per mancanza di tempo.

Oggigiorno lavoriamo, cerchiamo di formarci, di rimanere in forma, di accudire la nostra famiglia, di divertirci ma la realtà è che non abbiamo tempo per fare tutto. Se si vuole vivere una vita sopportabile, bisogna avere chiaro in mente quale sono le priorità, cosa è importante e lasciare il resto andare.

Io, per esempio, mi sono rassegnata al fatto che il mio guardaroba è un casino il più delle volte. Non ho tempo di piegare le mutande, preferisco leggere un libro. Non ho tempo durante la settimana di cucinare bene, preferisco andare un pò più a zonzo con Giulio.

Non ho tempo di fare dei biglietti d’auguri carini anche se mi divertirebbe ma, grazie al cielo, li posso comprare. Ad esempio, la carta da lettere di  Papel & Co è bellissima!

L’idea è semplice: carta di qualità, colori eleganti, varie calligrafie che sembrano fiori al vento.

Mi piacciono molto le buste nei veri verdi e ocra!

The post La bella carta da lettere appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


box docciacabine docciacabine docciacabine doccia

l bagno sta vivendo un periodo fortunato in fatto di design e arredamento, essendo considerata una delle stanze più importanti della casa. Se fino a qualche anno fa era visto esclusivamente come spazio per l’igiene personale e niente di più, come ho spesso ribadito, oggi rappresenta il luogo in cui le tendenze e gli accessori glamour trovano posto. Il luogo più intimo e personale della casa protagonista della moda, sembra bizzarro, eppure è proprio così.

A essere protagonisti in questa stanza sono gli accessori, dai rubinetti ai porta asciugamani, dai sanitari agli sciacquoni. Qui ogni elemento diventa prezioso, in modo che insieme diano forza e personalità all’ambiente.

Uno degli elementi più importanti per il design del bagno è la doccia, più precisamente le cabine doccia, che riescono a rendere più o meno elegante e unico il resto dell’arredamento.

Quale cabina doccia?

C’è da dire che la tendenza al fai da te, ha portato sempre più persone a pensare da sole all’arredamento della propria casa, stanza per stanza. Forse per questa abitudine la rete anche nel design come in altri settori è la regina. Sì, perché ormai acquistare le cabine doccia online è semplice e ricorrente. Del resto è una soluzione comoda e spesso anche conveniente considerate le  promozioni che internet propone.

Detto questo, però, si dovranno avere le idee ben chiare sulle cabine doccia che desideriamo e che meglio si addicono al resto degli accessori.

Le cabine doccia multifunzione sembrano non passare di moda neanche in questa nuova stagione. Tra queste ci sono quelle con box, quelle attrezzate e quelle asimmetriche. Una doccia per dare libero sfogo alla fantasia e ai sogni di chi vive ogni giorno quella stanza.

doccia multifunzionedoccia multifunzionedoccia multifunzionedoccia multifunzione

Per scegliere la giusta cabina doccia si devono aver ben chiari gli spazi che si hanno a disposizione, in modo da poter subito rendere meno ampia la scelta. A questo punto andranno analizzati quattro aspetti che concorrono alla decisione definitiva e che sono: quello legato alle caratteristiche tecniche, quello legato alle caratteristiche estetiche, quello legato alla manutenzione e quello legato alla struttura.

Probabilmente il primo elemento da scegliere è il piatto doccia perché in base a quello e alle sue dimensioni sarà più facile scegliere una cabina che gli calzi a pennello.

piatto docciapiatto docciapiatto doccia

La decisione risulta un po’ più complicata quando ci troviamo di fronte ai box doccia perché ne esistono davvero di numerosi e diversi tra loro. Precisamente ci troveremo a scegliere tra quelli a soffietto, con porte battenti, a scorrimento, tre lati, stile saloon, walk in. Ognuno di questi stili si lega perfettamente ai gusti di chi arreda.

cabine docciacabine docciacabine docciacabine docciacabine doccia

Scelta tra la tradizione e la novità per la cabina doccia

Sembra bizzarro, eppure la scelta della doccia ci porta a un bivio tra la tradizione da un lato e la novità dall’altro. Se nella categoria tradizionale, meglio definirla proprio classica, c’è la cabina doccia a soffietto, in quella della novità c’è senza dubbio quella a tre lati. Non è detto che se scegliamo la tradizione questa si trovi per forza contro le tendenze del momento.

Saper arredare con stile significa inserire elementi della tradizione nel nuovo, sempre rispettando i propri gusti personali.  Dunque date libero sfogo alle vostre emozioni per arredare il luogo del benessere e del design!

L’articolo Consigli e idee sulla scelta delle cabine doccia proviene da Architettura e design a Roma.

20 Marzo 2018 / / Dettagli Home Decor

Un living in continua trasformazione

Un living in continua trasformazione

Il soggiorno abbandona l’immagine fissa e austera di un tempo per virare verso una concezione di arredamento dinamico, flessibile e in continua trasformazione. Spesso inserito in un unico grande open space insieme all’angolo cottura, il living è sempre più dominato da arredi compatti e multifunzione, soluzioni componibili e completamente personalizzabili che corrono in direzione di un concept abitativo moderno e camaleontico. Da seriosa “stanza di rappresentanza”, il soggiorno moderno diventa il luogo più vissuto della casa e il punto focale attorno cui ruotano le attività quotidiane della famiglia. In questa nuova ottica di condivisione e dinamicità, le pareti attrezzate rappresentano la soluzione ideale per arredare il living con un inconfondibile stile contemporaneo. Il punto di forza di queste soluzioni d’arredo sembra essere la capacità di cambiare pelle e rinnovarsi in base ai cambiamenti delle abitudini e dei gusti della famiglia. Grazie a sistemi modulari, all’alternanza di elementi contenitori e vani a giorno, all’aggiunta di librerie, pannelli scorrevoli, boiserie e scrivanie, le pareti attrezzate definiscono l’arredamento del soggiorno moderno in modo sempre nuovo e sorprendente.


Un living in continua trasformazione
Un living in continua trasformazione

Parete attrezzata: ad ognuno il suo stile

Devi arredare il tuo soggiorno ma non sai da che parte cominciare? Se quella che stai cercando è una soluzione d’arredo moderna e flessibile che ti garantisca infinite combinazioni compositive, dovresti puntare sulle cosiddette pareti attrezzate, composizioni personalizzabili con elementi di forme, dimensioni e colori diversi il cui principale punto di forza è la possibilità di accentrare in un’unica zona, più o meno ampia, le diverse esigenze d’arredo e le più importanti funzionalità che si richiedono ad un ambiente dedicato al relax e ai momenti di intrattenimento. Solitamente, infatti, la parete attrezzata è progettata per ospitare la Tv e altri sistemi multimediali, ma anche per creare uno stile quanto più affine alla propria personalità. Se ami lo stile minimalista, punta su elementi dal design leggero ed essenziale, sui colori chiari e sulla predominanza di vani a giorno e mensole su cui esibire oggetti di design, foto di famiglia, libri, ricordi di viaggi e qualsiasi altro oggetto possa contribuire a orientare lo stile del living verso la direzione desiderata. Al contrario, una composizione con prevalenza di elementi contenitori e moduli chiusi regala una visione più ordinata e pulita. L’eventuale monotonia potrebbe essere in questo caso spezzata dall’introduzione di alcuni moduli a giorno, così da garantire dinamismo ed equilibrio compositivo alla parete. Se invece preferisci infondere all’ambiente un carattere più forte e personale, scegli composizioni dal forte impatto visivo, dominate da materiali moderni e accattivanti, dall’originalità del design e dalla forte accentuazione dei contrasti cromatici.


Parete attrezzata: ad ognuno il suo stile
Parete attrezzata: ad ognuno il suo stile
Parete attrezzata: ad ognuno il suo stile
Parete attrezzata: ad ognuno il suo stile

Parete attrezzata con libreria

Nei soggiorni moderni, la parete attrezzata con libreriarappresenta una soluzione d’arredo di grande fascino. La presenza dei libri, simbolo di cultura, conoscenza e apertura mentale, contribuisce a creare un’immediata sensazione di calore e “vita vissuta”, mentre la libreria è l’elemento d’arredo che, più di qualunque altro, riesce a infondere carattere e personalità alla stanza in cui è inserita. In alcune pareti attrezzate, i moduli libreria possono essere composti in modo da creare una scenografica cornice intorno al vano Tv, ancor più bella e particolare se arricchita con un sistema di illuminazione integrata con faretti. In altri casi il design può essere più lineare e minimalista, in modo da dar vita ad una composizione di grande equilibrio stilistico. 


Parete attrezzata con libreria
Parete attrezzata con libreria
Parete attrezzata con libreria

Parete attrezzata con scrivania

Il living, per sua stessa natura, è uno degli ambienti più vissuti e frequentati della casa. Come una sorta di rifugio caldo e accogliente, nel soggiorno ci si ritrova a trascorrere piacevoli momenti in famiglia, a liberare le tensioni della giornata e ad abbandonarsi al relax: è in questa zona della casa che si vive più intensamente e ci si dedica alle attività più amate. In linea con questo trend, le moderne pareti attrezzate, sempre più “contaminate” dalle diverse sfere della vita quotidiana (intrattenimento, studio, lavoro), si sono arricchite di scrivanie (fisse o a scomparsa) e postazioni di lavoro integrate alla linea compositiva. Piccoli angoli studio in cui appoggiarsi velocemente per navigare in internet, lavorare, studiare o semplicemente rilassarsi con una rivista o un buon libro. Le pareti attrezzate con scrivania rappresentano un perfetto esempio di integrazione tra due ambienti della casa con caratteristiche diverse: da un lato la zona living, da sempre deputata ai momenti di convivialità con amici e familiari, dall’altro la zona studio, più incline ai momenti di concentrazione e riflessione.

Pareti attrezzate con scrivania
Pareti attrezzate con scrivania

Parete attrezzata extra compatta

Quando la parete del soggiorno non è particolarmente ampia si può ricorrere a elementi modulari personalizzabili capaci di interpretare lo spazio a disposizione in maniera “furba”: ad esempio, sfruttando le altezze o prediligendo modelli “sospesi” che allargano visivamente lo spazio e conferiscono una maggiore leggerezza compositiva. Esistono alcune composizioni extra compatte che in pochissimo spazio riescono a concentrare tutto il necessario – tv, mensole, pensili, vani a giorno, mini librerie – in un perfetto equilibrio tra estetica e funzionalità.


Pareti attrezzate extra compatte
Pareti attrezzate extra compatte

Autore Emanuela Perozzi

20 Marzo 2018 / / VDR Home Design

In cerca di piante da mettere in casa ma che possano seguire tutti i componenti? Ci sono cinque tipi di piante per la famiglia, perfette per grandi e piccini.

……….

Di solito quando si hanno le piante in casa, c’è un membro solo della casa che se ne occupa. Quindi tutte le attività necessarie a mantenere in vita le creature verdi gravano su di lei / lui.. e se si dimentica di dargli da bere? Di spolverare le foglie, togliere quelle morte e ricordarsi i fertilizzanti?

Un disastro: perché la pianticella entra in crisi e ovviamente.. eh, è colpa tua, te ne sei dimenticato/a!

Se invece di fare del giardinaggio un’attività solitaria di punizione ne facessimo un’attività per tutta la famiglia (piccoli compresi)? Scegliendo piante facili da seguire, mantenere e di cui ricordarsi, può essere davvero semplice.

Si può addirittura coinvolgere i piccoli di casa, facendogli dare l’acqua (quella volta al mese che serve) alle nostre compagne di casa. Ci sono cinque tipi di piante perfette, vi va di vedere quali?

I CINQUE TIPI DI PIANTE PER LA FAMIGLIA

Siccome in molte famiglie i componenti sono anche animali, bisogna prima di tutto informarsi bene sulle specie vegetali che possono essere velenose e intossicanti per adulti, bambini e animali domestici. Io ho scelto cinque tipi di piante che difficilmente si possono ingerire e che comunque non creano fastidio al tatto (eccezion fatta per le piante grasse, ma direi che gli aghi sono abbastanza visibili).

La prima fra tutte è ovviamente l’aloe vera: una pianta veramente semplice da seguire, di cui quasi vi dimenticherete. Crescerà rigogliosa e senza sosta se avrà la luce e il calore necessari. Basterà dargli l’acqua ogni tanto: potreste stabilire dei turni per ciascun membro della famiglia, così da non far diventare il nutrimento della pianta un momento di pesante forzatura. Se poi i vostri bimbi sono grandi abbastanza, potreste fargli vedere come si può ricavare il prezioso gel di aloe dalle foglie della vostra pianticella.

Si continua con le piante aromatiche: potete scegliere tutte quelle che volete. Facili da coltivare e utilissime in casa, fanno parte di quel gruppo di creature verdi “poca spesa, tanta resa”. Soprattutto in cucina.

piante per la famiglia

aloe vera

piante per la famiglia

Come non nominare le piante grasse? Penso che davvero queste siano le piante più facili in assoluto da seguire per tutti i membri della famiglia. Hanno bisogno di calore e di talmente poca acqua, che a volte veramente ce ne si dimentica. Se scegliete le piante grasse giuste, potrete addirittura vedere dei fiori dai colori carichi e appassionati.

Si continua con la Yucca o tronchetto della felicità: con la sua chioma rigogliosa contribuirà a rendere casa subito più allegra. Anche qui le attenzioni richieste sono davvero minime: a prova di smemorato.

piante per la famiglia

piante per la famiglia

Yucca

E da ultima una pianta divertentissima da piantare e veder crescere, oltre che super buona da mangiare: l’ananas. L’avete mai vista una pianta di ananas? Il frutto cresce in mezzo alle foglie, simili a quelle che ha il frutto in testa. Volete provare a farne crescere uno? La prossima volta che ne comprate uno, tirate via il ceppo di foglie intero, facendo attenzione a non rompere le piccolissime radici che ci sono sotto.

Togliete le prime foglie nella parte inferiore per lasciare spazio alle radici e preparate il vaso (basso e largo): un coccio, argilla espansa e terriccio. Mantenete il terreno umido e tenete la pianta al caldo ovviamente. Sarà uno spasso vederla crescere!!

piante per la famiglia

L’articolo Le piante per la famiglia: cinque specie tra cui scegliere sembra essere il primo su VHD.

20 Marzo 2018 / / Easy Relooking

READ IN ENGLISH

Cecilia e Pietro mi hanno contattata perché avevano appena acquistato un bilocale ristrutturato a Milano, in Porta Romana.

L’appartamento si trova vicino alla fermata della metropolitana, in una via tranquilla e poco trafficata!

La richiesta

La casa si presentava vuota, con il solo pavimento posato, un gres effetto legno medio scuro. L’esigenza era di creare una zona giorno che fosse confortevole e ben arredata. E’ la stanza su cui volevano investire di più, come capita spesso essendo la zona dove si ricevono parenti e amici e la prima che si vede quando si entra in casa.

L‘intervento doveva essere mirato sull’arredo: non era contemplato nessun intervento di muratura e nessuno spostamento dei punti luce, già definiti.

Il progetto

Il progetto è iniziato con la definizione degli spazi. I tempi erano stretti perché i clienti, per motivi di lavoro, volevano trasferirsi nella nuova casa entro pochi mesi.

Ho iniziato col definire la disposizione 2D che potesse integrare al meglio la cucina con la zona giorno, massimizzando lo spazio contenitivo.

Insieme ai clienti, dopo varie proposte condivise, si è optato per la soluzione che prevede:

  • cucina lineare sulla parete dove erano già stati predisposti tutti gli attacchi
  • isola con ante e cestoni

Il divano viene posizionato in appoggio all’isola, in modo da creare una piccola zona relax.

Il mobile a terra di fronte al divano con composizione a parete è acquistabile su Arredaclick (partner dei miei progetti) ed è di un noto produttore italiano di arredi di alta qualità. I clienti non volevano la TV, ma gli attacchi erano stati predisposti proprio in quell’angolo di soggiorno.

Il divano invece è di Ikea, e si trasforma in un letto molto comodo! Sono di Ikea anche il pouf, il tappeto (nuova collezione 2018) e il porta vasi (che personalmente adoro).

La zona pranzo si può quindi sviluppare vicino alla cucina, con un tavolo di dimensioni 80x140cm, allungabile all’occorrenza. Le sedie inserite nel render sono le Fiorellina di Infiniti Design, nel color grigio.

La zona libreria alle spalle del tavolo da pranzo è stata studiata e disegnata da me, con moduli di Arredaclick e sempre di produttori con qualità Made in Italy.

Questa composizione permette di avere vani chiusi alternati da vani a giorno che la alleggeriscono. Il tutto si incastra con un mensolone effetto legno che può servire da piano di appoggio/svuotatasche per l’ingresso oltre che per zona scrivania.

Cosa ne pensi di questo Bilocale a Milano?

L’articolo Bilocale a Milano per una giovane coppia proviene da easyrelooking.

20 Marzo 2018 / / Dettagli Home Decor

Il ridisegno di un podere nell'Etruria Meridionale

“Questo è il ridisegno di un podere, una cartolina dall’Etruria Meridionale. È qui che siamo immersi, in un terreno di circa diecimila metri quadri, impregnati di storia”. Esordisce così l’architetto Nicola Auciello di na3 nel descrivere il suo progetto del Podere a Cervetri.

“Il collegamento tra le immagini dell’architettura e quelle di una camera cinematografica in movimento mi è spesso naturale (in anglosassone ‘camera’ vuol dire cinepresa, esatta metafora di ‘stanza con vista’): entrambe le scritture partono da un foglio o un telo bianco, l’azione e il movimento sono intrinsechi, ma successivi.
Le case narrano avvenimenti di andirivieni, in crescendo, che intensificandosi si snodano e a volte si dissipano.
Questo è un lavoro per una famiglia di cinque persone che ingloba una visione del passato, del presente e del futuro. Tutt’assieme. Un viaggio che coinvolge in profondità e interpella il senso di casa, di consuetudini, di appartenenza e di identità culturale. Qui possiamo davvero viaggiare. 


Questa casa stessa, di 250 mq, è fatta di strati, di visuali, di attraversamenti, aperture e chiusure che sono i ‘viaggi dell’abitare‘. La casa si muove. Proiectus vuol dire andare oltre. Ma per andare oltre è necessario tornare indietro. Il rewind dunque è obbligatorio.

Punto di partenza è stato riavvolgere la bobina, tracciando una mappa del passato, rivisitando luoghi noti e meno del paesaggio, lasciati, trovati, disgiunti e uniti poi riproiettati in avanti . Disegnare una casa tramite gli stessi tracciati, legati ad una storia e cartografia locale è possibile? Può un interno, come una vitis vinifera, aver assorbito la sua forza e il suo essere dal terreno su cui poggia? SI.

Questo interno riporta le forme basiche – la capanna – e i colori primari di un popolo: il rosso, che emerge da terra, l’ocra, il celeste polvere e il nero, lasciati liberamente nell’attraversare ogni spazio con prospettive, viste e inquadrature. Perché gli interni sono una faccenda dei sensi, essi non sono ignari del nostro passaggio e gli restituiscono significato”.


Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri
Ristrutturazione di un podere a Cervetri


Progetto: studio na3
Fotografie: Angelo Aloisi

20 Marzo 2018 / / ArtigianaMente

Nelle case anglosassoni non manca quasi mai un piccolo spazio dedicato al bar. Amo il bar in generale. Quello in casa ancora di più, per la sensazione di amicizia e di chiacchiere rilassate che emana. Su Design*Sponge poco tempo fa ne ho notato una bella ristrutturazione in cui una scomoda scala è stata trasformata in bar. Una soluzione interessante, guarda.

Conosco bene le stranezze di una vecchia casa. Quella bellissima dei miei nonni ha cucine accanto a camere da letto, bagni a metà scala, le finestre che vibrano al passaggio delle automobili. Che bei ricordi, quanti segni di una vita che è andata cambiando nel tempo. 

Anche la casa di Design*Sponge, che ho scelto oggi per questo post, è un’abitazione storica. Meredith Perdue e Michael Cain, i proprietari, vivono in questa casa in legno costruita nel 1750 a South Portland, nel Maine.
La coppia ha lavorato per la sua ristrutturazione in modo da renderla adatta alle abitudini del giorno d’oggi.

Mentre lavoravano per “aprire” la loro sala da pranzo e la cucina, erano di fronte a una scala chiusa che non poteva essere rimossa. L’idea geniale è stata quella di impiegare lo spazio della scala per creare un piccolo bar.

ristrutturare

ristrutturare casa

La coppia ama intrattenere, quindi costruire un bar incorporato nel difficile spazio  delle scale era perfetto per la loro casa. Il bar integrato ora offre ripostiglio, scaffalature e una bellissima area di transizione dal soggiorno alla sala da pranzo. Il bancone in marmo e il colore si abbinano alla cucina, facendo sembrare il bar un’estensione della cucina stessa. Una splendida ristrutturazione per questa vecchia casa, con un preventivo online è possibile anche farsi un’idea dei costi.

progetto ristrutturazione

Lo spazio non solo è ben organizzato, ma esteticamente bello. Mi piace l’uso del blu per le ante e le mensole, che interrompe il bianco dando movimento alla parete. Bello anche il marmo, un materiale sempre raffinato. Lo sceglierei volentieri per la mia cucina. Un domani.

Di queste immagini apprezzo anche gli abbinamenti cromatici dei libri. Un’attenzione in più che rende l’insieme davvero piacevole.

E ora la parola a te: che ne pensi di questa ristrutturazione?

The post Ristrutturazione: da scomoda scala a piccolo bar appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.