11 Aprile 2018 / / Idee

home staging

Prima e dopo l’home staging del salottino adibito a studio e sala tv

home staging

Prima e dopo del salone

Vi ho già parlato di home staging ed anche noi spesso ce ne occupiamo, la maggior parte delle volte questo servizio viene richiesto da chi deve vendere o affittare un immobile o da chi ha un’attività di microricettività (case vacanze, b&b e affittacamere), per rendere più accattivante e seducente la proposta che si va a fare al fruitore finale.

L’home staging e proprio l’arte di allestire la casa, spesso per un servizio fotografico o per venderla o affittarla in fretta, valorizzandone i punti di forza e mettendo in secondo piano i piccoli difetti.

Nel caso di cui vi sto per parlare il servizio di home staging ci è stato chiesto però da una cliente per la sua casa, poiché, collegato al concetto di home staging, ci sono anche altre tecniche, come quella del decluttering (liberarsi del superfluo) con riscontri anche psicologici, che possono tornare utili anche ad un’abitazione privata.

A volte il sostegno di un professionista per riorganizzare la casa può essere fondamentale, selezionare gli arredi da tenere e quelli da buttare, mettere in soffitta o da regalare.

Anche solo scegliere la posizione di una serie di quadri può cambiare completamente il volto della vostra casa; la disposizione dei tavolini, cambiare il colore dei cuscini per rinnovare il divano, spostare un mobile, potrebbe essere sufficiente per portare una ventata di novità nella vostra casa.

home staging

Pianta con semplici indicazioni per la distribuzione dei quadri sulle pareti, a volte basta poco per partire nel migliore dei modi

home staging

Una comunicazione semplice ed utilissima per uscire da una situazione di stallo e disordine

home staging

Quando si fa decluttering si mette ordine e si organizzano i materiali in modo intelligente

Il decluttering è una tecnica di riordino che fa bene al corpo e all’anima

In questo caso specifico siamo state contattate da una donna piena di gioia di vivere ed energia, con una casa bellissima con arredi molto interessanti e qualche pezzo di valore, che aveva solo bisogno di qualcuno che la aiutasse a riordinare le idee e riorganizzare gli arredi in modo diverso, poiché aveva voglia e necessità di cambiare.

Nella cameretta, che era stata un pochino abbandonata a se stessa, è stata realizzata la sala tv, con lo spostamento di due divani dal salotto; anche il colore della parete è stato cambiato, da un azzurrino ad un bel verde muschio, caldo ed energizzante.

In questa stanza è stato organizzato anche un angolo studio, con il posizionamento di un’ampia scrivania davanti alla finestra e il recupero di un bell’armadio d’epoca con ante in vetro utilizzato come libreria, reso più moderno da un rivestimento in carta adesiva .

 

home staging

La stanzetta, che era diventata una specie di magazzino, viene riorganizzata con arredi già in possesso per creare un area relax, una tv e una studio

home staging

La parete cambia colore ed il bel verdescelto dona all’ambiente un aspetto più caldo, confortevole e da giornohome staging

Prima e dopo…operazione riordino!home staging

La scrivania posta davanti alla finestra, un bel verde elegante e creativo alle pareti che mette in risalto i quadri, ed il gioco è fatto

home staginghome staging

Il bell’armadio in arte povera, abbandonato nel sottoscala, acquista un posto predominante nella nuova organizzazione, svolgendo il ruolo di libreria. Viene svecchiato e rinnovato giusto un pò grazie all’applicazione di una carta adesiva sul fondo.

Nel salone è stato spostato il bel pianoforte antico, sono stati riorganizzati tavolini e quadri e tutto l’insieme ha acquistato ancora più valore ed eleganza.

La nostra cliente è stata davvero una forza della natura e sono bastate pochissime indicazioni perché in brevissimo tempo lei mettesse in atto tutti i suggerimenti che le abbiamo dato, anche per l’ingresso ha deciso di ridipingere una vecchia consolle donando nuova luce ed un aspetto più moderno all’ambiente, questo per dimostrare che a volte basta solo una piccola spinta a cominciare per non fermarsi più!

home staging

Nel salotto si è deciso di poszionare il bel pianoforte antico e di riordinare quadri e tavolini, per donare la giusta atmosfera a questo spazio elegante e di rappresentanza

home staging

Prima e dopo l’home staging in salonehome staging

i mobili sono gli stessi solo organizzati e spostati in modo diverso, i quadri vengono distribuiti in modo più studiato ed il pianoforte con lo specchio trova il suo posto d’onore in questo alone dalle grandi potenzialità che è diventato

home staging

Prima e dopo l’home staging durante il quale il stato ridipinto il mobile dell’ingresso con un grigio chiaro che lo ha reso più moderno ed elegante

L’articolo Un esempio di Private Home staging proviene da Architettura e design a Roma.

11 Aprile 2018 / / Dettagli Home Decor

Moroni Gomma Milano

Considerato uno dei negozi “storici” di Milano, nel 2019 festeggerà i 100 anni di attività, dalla specializzazione iniziale nella gomma Moroni Gomma si è trasformato negli anni in un concept store esclusivoche offre oggettistica originale e ricercata per la casa, privilegiando in tutta la proposta oggetti con un’alta componente di sfiziosità, funzionalità, e naturalmente, design. 

Grazie al proprio straordinario fiuto per le future tendenze ed alla riconosciuta capacità di ricerca Moroni Gomma ha progressivamente affiancato alla vendita diretta la distribuzione in esclusiva per l’Italia di alcuni dei marchi più interessanti del settore a livello internazionale, offrendo ai migliori negozi di oggettistica, arredo e design una accurata selezione tra gli oggetti più innovativi e originali prodotti nel mondo ogni anno.
Una ricetta vincente, come testimonia l’apertura del nuovo negozio di corso Garibaldi 2 nei giorni del Salone del Mobile, che si aggiunge alla sede storica su 3 piani in corso Matteotti 14 per coprire in modo più capillare la città. 


Moroni Gomma Milano

Il progetto di allestimento, a cura dello studio duearchitetti di Varese, si basa su principi semplici e precisi, creando un volume longitudinale che si sviluppa in un’unica prospettiva centrale. “Se la lamiera di ferro viene utilizzata per la costruzione della vetrina, della cassa e degli accessori che frazionano lo spazio” – illustra l’architetto Nicoletta Binello che ha ideato lo spazio con il partner Paolo Gelso – “l’MDF grezzo è scelto per gli elementi espositivi, mentre l’illuminazione di Davide Groppi collabora con due semplici gesti,  longitudinale e trasversale, a rimarcare la forma del volume interno”.

Moroni Gomma Milano

L’idea è quella di un concept store con la filosofia Moroni Gomma in un quartiere vivace come quello di Brera“- spiega il proprietario del negozio Fabio Moroni “dove non ci sono i soliti marchi delle catene commerciali ma proposte più esclusive e stimolanti per chi vuole qualcosa di diverso e insolito. Come sempre proporremo un mix di tradizione e novità: daremo spazio alle nuove idee per la casa e per la persona frutto della nostra continua ricerca in tutte le direzioni, dall’oggetto tecnologico, all’accessorio moda, dagli occhiali agli oggetti utili e divertenti per la cucina, la tavola, il giardino e l’ufficio, con grande attenzione ai marchi distribuiti in esclusiva in Italia (Izipizi, Studio Cheha, TheLine, Myfriend, Crosley, Omy, Dutch Design Brand, Games Room, Telki Milano, Black+Blum, etc..)”.


www.moronigomma.it

11 Aprile 2018 / / Amerigo Milano

Se condividiamo la casa con un cane e siamo amanti del design sicuramente non possiamo trascurare i suoi accessori.

Abbinarli al nostro stile e a quello della nostra casa è importante, per non dover nascondere sempre tutto ogni volta che arriva un ospite a casa.

Una cuccia di design per cani, se scelta accuratamente, può trasformarsi da antiestetico impiccio a vero complemento d’arredo, che calamiterà l’attenzione di ogni amante del design.

pets by Amerigo Milano

Perché curare tutto l’arredo di casa per poi trascurare i dettagli dedicati agli amici a quattro zampe? La cuccia deve diventare arredamento e deve essere abbinata al nostro stile.

Con questo pensiero in mente Amerigo Milano ha creato una capsule collection di oggetti funzionali, ma anche belli dedicate ai ns. amici a quattro zampe.

dog amerigo milano

I cani passano in media 12-14 ore al giorno a sonnecchiare ed è perciò importante che il loro letto sia il più comodo possibile. Per i padroni invece, contano più il design e la praticità. Proprio per andare incontro ad entrambe le esigenze, Amerigo Milano ha pensato ad una collezione dedicata a loro e di forte impatto estetico.

Una collezione di oggetti e arredi per animali a quattro zampe, ma in versione Luxury: cucce di design, collari, pettorine, guinzagli e molto altro ancora.

cuccia di design amerigo milano

LE CUCCIE DI DESIGN  PER IL SALOTTO

PORTOFINO DREAMY SUITCASE 

Le cucce di design della collezione Amerigo Milano sono un prodotto unico dalla doppia personalità: complemento d’arredo dal design ricercato e dimora confortevole a 5 stelle per i “cuccioli di casa”.

Nascono così cucce di design realizzate utilizzando pelli pregiate, plasmate seconde le creative regole del design made in Milano. Cucce che ricordano le valigie da viaggio e le cappelliere.

cuccia di design amerigo milano

Questi prodotti sono il frutto di un lavoro artigianale meticoloso e grazie a questo, il prodotto che ne deriva conferma l’assoluta eccellenza e gli alti standard di qualità e stile che contraddistinguono il Made in Italy. Diretti esclusivamente ad un pubblico raffinato ed esigente, alla ricerca di idee innovative ma eleganti, in armonia con l’arredo e lo stile delle proprie abitazioni.

cuccia di design amerigo milano

MONOGRAM guinzaglio, collare pettorina

Collari, pettorine e guinzagli di lusso non sono semplici oggetti, ma hanno l’anima di chi crede nella bellezza e nel gusto sinonimo di eccellenza. Uno stile caldo, raffinato e allo stesso tempo accattivante, estremamente unico nel suo genere sintesi di lusso, eleganza e modernità.

collare amerigo milano

11 Aprile 2018 / / Design

READ IN ENGLISH

Chi di voi si ricorda il cinema Corallo, che si trovava in Corso Vittorio Emanuele a Milano?

Fu chiuso nell’ormai lontano 2005.

Per il Fuorisalone 2018, il cinema Corallo rinasce su uno dei tram storici di Milano!

Il viaggio come stato mentale

Grazie alla collaborazione con la famosa designer Cristina Celestino, uno dei tram storici di Milano viene allestito come i cinema d’epoca.

Il progetto Tram Corallo è ispirato al tema del viaggio, che la designer associa a uno “stato mentale”.

Concordo che non bisogna per forza far le valigie e girare il mondo per sentirsi in “viaggio”.  Spesso è un’esperienza interiore che va oltre il prendere un aereo!

Il progetto

Milano e i suoi paesaggi saranno i protagonisti di questo film, che scorrerà per tutti i visitatori del Tram Corallo.

Si può prenotare un giro ovviamente, a questo link!

La designer Cristina Celestino ha creato un progetto studiato ad hoc per un mezzo itinerante, con riferimenti al passato.

Chissà se un giorno chiederanno anche a me di rivisitare un mezzo itinerante, che a tutti gli effetti deve essere disegnato in maniera impeccabile per fare vivere le esperienze ai clienti!

L’ambiente interno del Tram Corallo è stato diviso in due zone:

  •  il foyer
  • la sala di proiezione

Il foyer riproduce la sala d’attesa: sono stati utilizzati tessuti Rubelli per rivestire le finestre. Tessuti che saranno visibili anche dall’esterno del tram. Inoltre si troveranno morbidi divanetti, proprio a ricreare un’accogliente sala d’attesa dei tempi passati.

La sala di proiezione è invece ricavata sul retro del tram e separata da un sottile tendaggio.

Cosa ne pensi di questo evento?

I tram di Milano mi affascinano moltissimo e secondo me l’idea di ricreare un vecchio cinema su un tram itinerante è un progetto suggestivo!

 

L’articolo Il Tram Corallo arriva al Fuorisalone 2018 proviene da easyrelooking.

11 Aprile 2018 / / Arredamento Perfetto

Le giornate si allungano e sempre di più si ha voglia di cambiamenti e di aria nuova
Questo è il periodo più atteso dell’anno da milanesi e turisti provenienti da tutto il mondo.
Bagno e cucina diventano sempre di più le stanze a cui si dà maggior importanza in tutta la casa. Lo testimonia anche la 53esima edizione del Salone del Mobile con le biennali Eurocucina e Salone Internazionale del Bagno.
Tutte le novità e i consigli per ristrutturare il bagno al Salone Internazionale del Bagno
Per procedere con una ristrutturazione bagno questo è il momento dell’anno in assoluto migliore per iniziare a decidere cosa utilizzare tra materiali e accessori. Con il Salone del Mobile alle porte, tante sono le novità che verranno presentate: da ambienti contemporanei ad altri più classici capaci di adattarsi perfettamente ad ogni tipo di abitazione.
L’idea è quella di immaginare la sala da bagno come un luogo versatile capace di fondersi perfettamente con le altre stanze della casa. Forme snelle, texture geometriche, rigore estetico riescono a matchare differenti materiali come ferro grezzo, legno vivo e pietra.
Il bagno diventa una vera e propria sala del relax estremamente flessibile dove tutti gli elementi, anche se di materiali completamente diversi, riescono a convivere in un sistema perfetto e in continua evoluzione.
Design e qualità sono le parole d’ordine per questa stanza. Un insolito mix di materiali creano dinamismo e carattere. Total white o super colorato per una ristrutturazione bagno personalizzata e con novità assolute!

11 Aprile 2018 / / Dettagli Home Decor

Con l’arrivo della primaveraanche la nostra casa si prepara ad accogliere la carica energetica e la positività delle prime belle giornate di sole. C’è più voglia di vivere gli spazi esterni della casa, di uscire in terrazzao sul balcone a respirare i nuovi profumi che inondano l’aria, a fare il pieno del dolce sole primaverile, del canto degli uccellini e delle prime fioriture degli alberi. Prepariamoci ad allestire nel migliore dei modi l’outdoor della nostra casa, affinchè diventi il set perfetto per cene all’aperto, serate in allegria, ma anche per momenti solitari di relax assoluto o per coltivare (in tutti i sensi!) il pollice verde.

Primavera…pronti e via!

Cosa c’è di meglio di una festa di inizio primavera per celebrare il passaggio tra la fine dell’inverno e la nuova bella stagione che ci aspetta? In base a come deciderete di allestirla, la vostra terrazza diventerà il teatro di una serata magica di stelle, luci e buon vino o una giornata di sole da vivere in allegria e spensieratezza. Non importa quale atmosfera deciderete di creare, ciò che conta sarà la cura e l’attenzione per ogni dettaglio, dalla scelta del menù alla scenografia, dai fiori al tema conduttore della festa, fino alla playlist musicale che farà da sottofondo alle chiacchiere e alle risate. Affinchè la vostra festa di primavera in terrazzasia indimenticabile occorre creare un perfetto equilibrio tra le luci, le esperienze sensoriali (candele profumate disseminate in modo da creare una coreografia di colori e profumi) e naturalmente la disposizione del cibo e dei drink che dovrà essere quanto più informale e rilassante. L’ideale sarà allestire più tavolini buffet per il cibo e un unico punto di appoggio per i drink, senza dimenticare di posizionare qua e là comode sedute dove rilassarsi e (perché no!) sdraiarsi a guardare il cielo! 


festa di primavera
festa di primavera

Vivere all’aria aperta

Se l’inverno ha messo a dura prova il vostro terrazzo, con l’arrivo della primavera è il momento di ricominciare a dedicarsi alla sua cura. E’ questo il tempo delle pulizie approfondite: pavimentazione, ringhiere, finestre, ma anche tutti gli arredi che si risvegliano dal lungo letargo e tornano a nuova vita: tavolini, sedie, sdraio, divanetti, pouf sono pronti a vivere una nuova stagione all’insegna del sole, della natura e dell’allegria. Da primavera a fine settembre, la terrazza, la veranda o anche solo il vostro piccolo balcone tornano ad essere la stanza in più della casa: in una totale connessione tra indoor e outdoor, il living si estende fino al vostro personale angolo di paradiso affinchè possiate approfittare del clima mite e “sfruttare” fino al tramonto le lunghe giornate primaverili.

Arredo terrazzo
Arredo terrazzo
Arredo terrazzo

Coltiva il pollice verde

Uno spazio esterno ben curato e arredato per risultare piacevole e vivibile, invoglia anche a stare maggiormente a contatto con la natura, a coltivare fiori, piante e a creare un ambiente armonioso in vista dell’arrivo della primavera. Pensate di non riuscire a far sopravvivere neanche una pianta grassa? Non temete, il pollice verde è un’attitudine che si può coltivare: basta metterci la giusta dose di passione e pazienza. Quali sono i fiori e le piante più adatte a decorare il terrazzo e il balcone in primavera? I gerani sono i fiori primaverili per eccellenza, non necessitano di particolari cure e possono essere facilmente appesi anche alla ringhiera del balcone. A partire da marzo fioriscono le bellissime azalee, pronte a invadere la vostra casa di profumi, buon umore e colori che vanno dal bianco a tutte le sfumature del rosa e del rosso. Grande varietà di colori anche per le romantiche fresie, con le quali potete creare un arcobaleno cromatico che va dal giallo al verde, dal rosa al blu, fino al bianco e all’arancio. Via libera anche alle piante aromatiche (basilico, rosmarino, timo, salvia) a cui potrete dedicare un angolo assolato del terrazzo o del balcone per avere i vostri aromi sempre a portata di mano.


Giardinaggio

L’outdoor s’illumina d’immenso

Allestito con luci,ghirlande, fili luminosi e cotton balls, il vostro terrazzo o balcone cambierà volto e si trasformerà in un luogo pieno di fascino dove trascorrere bellissime serate in compagnia degli amici. Divertitevi a posizionare fili luminosi sulla ringhiera del balcone o attorno al perimetro della porta finestra di accesso all’outdoor, create insolite coreografie di luci avvolgendo le ghirlande luminose attorno al gazebo, ai tavoli, alle siepi oppure usatele per collegare i lati del terrazzo come una sorta di soffitto luminoso. Impreziosite i vasi delle vostre piante con i nuovissimi cotton balls: con i loro colori pastello e la luce soffusa che emanano, sanno creare un effetto scenico sorprendente. Se avete un piccolo giardino, non dimenticate di delineare i vialetti e le zone di passaggio con lanterne da terra da fissare direttamente nel terreno, con luce led o sensore crepuscolare per seguire l’andamento della luce naturale.

luci outdoor
luci outdoor
luci outdoor

Che la magia ( e la primavera) abbia inizio…

Autore Emanuela Perozzi

11 Aprile 2018 / / Le Cose Semplici

Per le pochissime persone che non lo sapessero , Anna Wintour è la direttrice di quella che è considerata la più autorevole rivista di moda statunitense e mondiale, Vogue (anche se si sussurra che a breve lascerà il timone della baracca dopo trent’anni di lavoro).

15tmag-wintour-slide-WVH0-master1050

Personaggio diventato super famoso dopo che una strepitosa Meryl Streep la interpretò, si dice in maniera rigorosa, ne Il Diavolo veste Prada.

Ma oggi più che parlare del personaggio, vorrei raccontarvi del suo giardino.una tenuta di 40 acri, romantici, selvaggi e tortuosi.

15tmag-wintour-slide-IL79-blog533

Nelle vicinanze degli Hamptons, lontano dai luoghi famosi e affollati e dalle bianche spiagge, sorge questo giardino i cui protagonisti principali sono l’erba alta e vecchi ciliegi.

15tmag-wintour-slide-17SR-blog533

A prima vista sembra un giardino dimenticato a stesso, non curato.

In realtà tutto è studiato a tavolino e a sovraintendere ad ogni cosa ci pensa la ricercatissima Garden Designer Miranda Brooks.

15tmag-wintour-slide-Z35Y-articleLarge.jpg

Miranda, nata e cresciuta in Inghilterra  negli anni ’90 ha conseguito una laurea in storia dell’arte presso il Courtauld Institute of Art, poi una laurea in architettura del paesaggio presso l’Università di Birmingham, ed infine è diventata apprendista garden designer per la famosa Arabella Lennox-Boyd, perfezionista che le ha insegnato come essere una paesaggista di grande vedute.

15tmag-wintour-slide-9A81-articleLarge

Il primo lavoro che gli fu affidato fu proprio la creazione di un giardino in città per Anna Wintour.

Da lì iniziarono tanti incarichi per vip e non, ma nel suore Miranda porta sempre questo giardino..

…la spina dorsale, dei miei giardini americani.

 

Un giardino dallo stile romantico, bucolico, ai margini di selvaggio, quasi casuale – lunghi prati di erba intrecciati con sentieri tagliati e modellati dagli alberi da frutto, pergole coperte di viti, porte rustiche e piante autoprodotte (quelli i cui semi atterrano dove capita) : un giardino semplice, a prova di cervi e caprioli, ma al contempo studiato per ricreare ambienti e angolazioni da assaporare in ogni stagione.

15tmag-wintour-slide-XB28-jumbo

Contro le regole, si presenta come un giardino senza sfarzi ( nessuna ortensia per esempio) ma ricercato nella semina dei prati, nella scelta di piante e bulbi non amate dai caprioli.

15tmag-wintour-slide-VUTB-blog533

Nessun agglomerato di piante ma grandi spazi aperti dominati da un singolo albero, in cui i toni del verde ne sono padroni.

Il cottage è immerso nel verde, le rose si arrampicano un po’ ovunque, insieme al glicine e a cespugli di achillea, basilico, aneto e rosmarino.

15tmag-wintour-slide-LEWH-master1050

Non mancano nè la piscina nè il campo da tennis , ma sono realmente immersi e circondati da ettari di erba alta e alberi di meli.

Creato e curato da oltre vent’anni, questo giardino è diventato una culla di carpini, tigli, bossi,achillea, rose,peonie e salvie.

15tmag-wintour-slide-4XLI-master1050

Un’oasi di pace serenità e semplicità.

 


tratto da un articolo di The New York Times
11 Aprile 2018 / / Design

Tortona Design Week 2018 tutti gli eventi containerwerk

Buondì cari amici. Oggi torno a parlarvi del Fuorisalone 2018. Dopo il Lambrate District, spazio al secondo polo milanese

famoso per le novità e le sperimentazioni nel campo del design: il Tortona Design District. 

Andiamo subito al sodo, visto che l’agenda è fitta e l’area interessata, incastonata tra Porta Genova, via Tortona e via Savona, è piuttosto estesa, come potete vedere da questa immagine: vi segnalo che l’articolo verrà modificato ogni volta che riceverò informazioni più dettagliate dalle agenzie di comunicazione o dalle aziende.

tortona design week 2018 mappa

Tortona Rocks#3 presso lo spazio espositivo Opificio 31

Curata da Milano Space Makers, la manifestazione ha come tema conduttore il “Design Narrative”, ovvero la narrazione delle storie che si intrecciano durante la Design Week tra “tradizione e innovazione, proposte di living sostenibile, tecnologia e sensorialità, svelando i nuovi paradigmi del vivere e del pensare”. L’Opificio 31, situato nel cuore del distretto, al n°31 di via Tortona, ospiterà 50 aziende, 30 designer per 20 progetti. Norvegian Presence illustrerà le ultime tendenze del design nordico, tra sostenibilità e (tenete a mente questa parola) fellesskap, termine che indica il focus sulla comunità.

Tortona Design Week 2018 tutti gli eventi Norvegian Presence

Norvegian Presence

La collettiva Swiss Design District, che coinvolge 15 aziende, ci svelerà le ultime tendenze del design elvetico contemporaneo, mentre il brand tedesco Containerwerk si concentrerà sui concetti futuribili di “Microliving” e “Temporary Housing”, per un living sostenibile utilizzando container per il trasporto marittimo.

Tortona Design Week 2018: tutti gli eventi Norvegian Presence

progetto Microliving-Containerwerk

Tortona Design Week 2018 tutti gli eventi containerwerk

progetto Temporary Housing-Containerwerk

Presente anche il Giappone con il racconto zen “Resonance Materials Project” incentrato sull’utilizzo dei materiali tradizionali giapponesi. La lista degli eventi legati a Tortona Rocks è lunghissima, dunque vi invito a visitare il sito www.milanospacemakers.com/exhibitors

Superdesign Show presso Superstudio Più

L’altro grande polo della zona è indubbiamente Superstudio, in via Tortona 27. Le parole chiave dell’esposizione sono “eccellenza, ricerca, qualità e meno fiera più museo”, e l’art director è un certo Giulio Cappellini, quindi se amate il design questa tappa è decisamente imperdibile. Tra i paesi presenti, l’habitué Giappone e la novità Egitto. Tra gli eventi di punta, il Superloft di Cappellini, un’abitazione virtuale arredata con alcune icone del design contemporaneo; riunite “sotto lo stesso tetto” aziende come Boffi, Ceramiche Flaminia, Designers Guild, Fontanot, poliform, Oikos, solo per citarne alcune. E poi tanto Giappone con  la mostra di Nendo, l’installazione “Cristal Rain” dell’artista della luce Takahiro Matsuo per Kawai e “Design in the Age of the Experience” di Kengo Kuma.

Tortona Design Week 2018 tutti gli eventi Superloft Cappellini

Progetto Superloft – Cappellini

 

Lo studio fiorentino NJ Interiors si ispira agli antichi Egizi e ai Berberi nella mostra dal titolo “Archetipi” in cui si possono ammirare maniglie e pomelli della collezione Prisma Rainbow dalle forme  accattivanti e dai colori ricercati, tra cui un modello in foglia d’oro, e le delicate carte da parati della collezione Berbera, disegnate a mano dall’illustratrice Isabella Grott

tortona design week 2018 prisma

maniglia Prisma Lilla-Prisma Rainbow Collection, studio NJ

tortona design week 2018 tutti gli eventi nj carta da parati berbera

carta da parati antracite- collezione Berbera-studio NJ

Interessante la proposta di Ecobirdy, azienda belga che produce mobili per bambini riciclando giocattoli di plastica.

tortona Design week 2018 tutti gli eventi ecobirdy

Per vedere tutti gli eventi del Superdesign show visita il sito www.superdesignshow.com

Altri eventi interessanti in ordine sparso:

Sony Design in via Savona 56, per un’esperienza sensoriale da vivere in un ambiente dalla tecnologia invisibile; Wood in Process Continuous, mostra sul design olandese in via Savona 35; non lontano dalla zona Tortona, sorge per la prima volta l’Asia Design Pavilion, un’interessante caleidoscopio sulle tendenze provenienti dal mondo asiatico.

tortona design week 2018 asia design pavilion tutti gli eventi

Tofu Show-Cina

tortona design week 2018 tutti gli eventi asia design pavilion singapore

Super Donut Studio-Singapore

L’elenco non è certo esaustivo, come potete immaginare. Ecco il sito ufficiale di Tortona design week con l’elenco di tutti gli eventi: www.tortonadesignweek.com/eventi