18 Aprile 2018 / / Nell'Essenziale

Una cucina muratura zappalorto

Una cucina country chic in muratura è l’ideale se adori lo stile country ma non vuoi rinunciare ad un tocco di modernità. Lo stile country chic infatti è una delle ultime tendenze nell’arredamento della cucina. Nasce dall’unione dello stile shabby e dello stile country rivisitati in chiave moderna. 

NB: Quella che vedi in foto è la mia nuova cucina che purtroppo è ancora incompleta, ma presto (spero) sarà terminata, e potrò mostrarvela per intero! Troverai tutti gli articoli sulla mia cucina nella sezione  La mia cucina in Stile Essenzialchic.

Una cucina muratura zappalorto

Un particolare della mia cucina country chic in muratura.

lo stile country chic in cucina

La cucina in stile country chic è caratterizzata da elementi in muratura, pensili e ripiani in legno chiaro alternati da ceramica o terracotta. I materiali naturali in questo contesto giocano un ruolo fondamentale. Prevale infatti il legno, spesso lasciato al naturale, o spazzolato  per creare l’effetto venato e sbiancato. Le varie texture delle superfici creano in questo modo effetti unici che donano all’ambiente un’aria vissuta.

Le cucine country d’altri tempi oggi si trasformano in open space dotati di isola o penisola oltre che di elettrodomestici moderni.

Una cucina country chic in muratura

Infatti il classico piano d’appoggio diventa un vero e proprio bancone pratico e versatile, perfetto per  la colazione mattutina o uno snack pomeridiano. E la tecnologia degli elettrodomestici permette di avere tutte le comodità di una cucina moderna e all’avanguardia.

Ma come rendere una cucina country chic?

Se hai già una cucina country  e vuoi renderla chic non ti basta che giocare sui tessuti dei complementi, sugli accessori e sui decori. I colori da utilizzare sono prevalentemente chiari: il bianco o l’avorio ed il tortora, accostati al nocciola, al verde, rosa o giallo, anche il rosso da un tocco country!

stile country chic

I colori chiari, infatti, sono maggiormente utilizzati perché illuminano elegantemente gli ambienti. Spesso al bianco sono accostate sfumature avorio che creano profondità e spessore.  I tessuti dei complementi rigorosamente in materiale naturale come cotone, lino o canapa, possono essere mixati tra fantasie fiorate, rigate o quadrettate, ma sempre rigorosamente coordinate tra loro. Utilizzare un mix di fantasie coordinate nei colori ti permetterà di personalizzare la tua cucina al 100%.

Gli accessori dovranno essere anch’essi in materiali naturali, scegli le ceramiche bianche e metalli anticati. I decori potrai realizzarli da sola fornendoti di pochi e semplici materiali, puoi realizzare infatti fiocchi e fiori di stoffa utilizzando solo colla a caldo e tessuto.

L’accostamento di decori ed accessori rustici e raffinati creerà un’atmosfera romantica, calda e accogliente ma allo stesso tempo moderna ed attuale. Non dimenticare infine un tocco di verde! Piante e fiori infatti sono un antidoto contro lo stress quotidiano!

Per oggi è tutto! Ma se vuoi vedere altro ti invito a visitare Nell’Essenziale su Instagram! 

 

Rosa

Questo articolo Una cucina country chic in muratura proviene da Nell’Essenziale.

18 Aprile 2018 / / Decor

In questo post voglio parlarvi di carta da parati, uno dei miei grandi amori, non c’è progetto ultimamente in cui non abbia sentito l’irresistibile desiderio di metterla anche su una sola parete.

In particolare vorrei parlare della carta da parati floreale, un trend del  2018 ma sarebbe meglio dire un ever green.

Si, perché la carta da parati floreale evoca emozioni, ricordi, sensazioni, è estremamente decorativa, romantica ma anche eccentrica, viva e sembra quasi di sentire il profumo dei fiori che vi sono raffigurati.

Il tema floreale si è usato in tutte le epoche ed è stato sempre un carattere predominante delle arti decorative, durante il barocco, l’art nouveau, la pop art.

In tempi recenti domina da diversi anni ormai lo stile shabby, di cui i fiori sono i re indiscussi e negli ultimi tempi si è fatto sempre più dominante il jungle style, tropicale, colorato, strabordante e ironico.

carta da parati floreale  carta da parati florealecarta da parati floreale   carta da parati florealecarta da parati floreale   carta da parati floreale

carta da parati floreale

Indubbiamente i fiori sono portatori di gioia, bellezza e gentilezza ed è per questo che non se ne può fare a meno.

Se si desidera scegliere una carta da parati floreale si avrà davvero l’imbarazzo della scelta e sarà dunque impossibile non trovare quella che fa al caso nostro, persino chi ha sempre pensato di non amare il floreale scoprirà dei decori di cui si innamorerà.

Si potrà scegliere tra sofisticati bouquet, eteree combinazioni di colori, espressioni pop, barocche, romantiche, macro fiori, micro fiori, tono su tono o dai grandi contrasti; carte dallo stile fortemente contemporaneo o dall’aria vintage o persino minimal chic.

Il mondo della carta da parati floreale è vastissimo e meraviglioso ed io amo perdermici ogni volta che inizio un nuovo progetto, i motivi floreali conferisco un fascino esclusivo ed un carattere carismatico sia ad un’abitazione privata che ad un locale o un negozio, poiché attirano inevitabilmente l’occhio dell’osservatore, svolgendo al meglio il loro compito decòr.

carta da parati floreale

carta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati floreale

La carta da parati, ed in particolare quella floreale, è una mia grande alleata, perché a volte è in grado da sola di salvare le sorti dell’arredamento di una stanza, donando una nuova luce e un nuovo look, che farà risplendere di vita nuova anche il vecchio arredamento.

Di certo un living acquisterà un grande fascino grazie alla scelta di una carta da parati floreale ad effetto, di grande impatto decorativo, è proprio questo il luogo dove possiamo osare di più.

carta da parati floreale  carta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati floreale

carta da parati floreale

Le camere da letto saranno valorizzata dalla scelta di una fantasia più romantica e dai colori tenui; non dimentichiamo che possiamo valorizzare con la carta da parati floreale anche spazi spesso lasciati a se stessi, come i corridoi e disimpegni, che in questo modo diventeranno strepitosi, magari anche solo creando una sorta di boiserie alta 1.40, se il corridoio e stretto e lungo.

carta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati floreale

Anche in ambienti come cucina e bagno la carta da parati può trovare il suo spazio, certo bisognerà usare qualche accortezza e posizionarla nei giusti punti strategici, lontani da acqua e umidità.

carta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati florealecarta da parati floreale

Un negozio, un ristorante, un locale ed anche un ufficio acquisteranno carattere e personalità e conquisteranno avventori e clienti se ne cureremo con attenzione l’interior design e, se non abbiamo grandi idee e budget, sarà sufficiente scegliere la carta da parati giusta e quella a tema floreale sarà certamente una tipologia che trasmetterà la giusta energia e gioia a chi ci verrà a trovare.

La primavera durerà tutto l’anno se sceglierete una carta da parati floreale…enjoy.

 

 

 

L’articolo Carta da parati floreale: un ever green proviene da Architettura e design a Roma.

18 Aprile 2018 / / Blogger Ospiti

Per realizzare l’ambiente perfetto è essenziale la scelta dell’arredo bagno

Le novità che hanno caratterizzato il Salone Internazionale del Bagno a Milano rappresentano un’interessante cartina tornasole, capace di riflettere i dettagli della continua evoluzione di una stanza così importante qual è diventata il bagno.

Con il passare degli anni il bagno si è trasformato. Da luogo puramente funzionale e razionale è diventato una stanza dedicata al benessere e al relax, con una connotazione innovativa orientata al green e al digitale, senza tuttavia dimenticare una chiara componente emozionale.

Considerando l’impatto ecologico i bagni del nuovo millennio vantano linee progettuali etiche e responsabili. Le parole chiave per realizzare un nuovo bagno sono risparmio idrico, efficienza energetica, uso di materiali riciclabili e finiture antibatteriche, che limitano l’uso di detergenti troppo impattanti.

Photo Credits: Arch. Salvatore Massone per Desivero.com

Il bagno del futuro sempre più innovativo

Le aziende che realizzano arredo bagno guardano al futuro investendo in innovazione, sviluppando il comparto nel segno delle nuove tecnologie a supporto dell’esperienza domestica.

A caratterizzare i nuovi bagni è la presenza di soffioni e rubinetti intelligenti, che aiutano a contenere il consumo di acqua e di energia.
In termini di progettazione si fa un uso sempre più ampio di applicazioni domotiche e dispositivi digitali “in grado di integrare e trasformare la stanza in base alle necessità, ad esempio, modificando la temperatura del bagno, la musica o le luci colorate, o l’altezza dei sanitari – spiegano i responsabili del Salone Internazionale del Bagno -“.

Il bagno un’evoluzione del concetto di spa e della dimensione olistica

“Il nuovo bagno tuttavia non perderà la sua componente emozionale: rimarrà la stanza dedicata al sé, dove ritrovare l’equilibrio tra corpo, mente e spirito – sottolineano gli esperti del Salone Internazionale del Bagno -.
È un’evoluzione del concetto di spa, più riversata sulla dimensione olistica e su uno spazio privato, in cui design, materiali, colori e tecnologie sono studiati per favorire l’effetto relax”.

Dimensioni, accessori e colori: determinanti per progettare un nuovo bagno

La ristrutturazione del bagno non può prescindere da tutta una serie di considerazioni a partire dalle dimensioni del locale per passare poi alle scelta degli accessori, dell’arredamento e dei colori.

Per ottimizzare gli spazi e realizzare una comfort zone piacevole e vivibile è importante collocare mobili, sanitari ed arredi nella maniera più intelligente, sfruttando la metratura disponibile al centimetro e valutando l’acquisto di vasche da bagno verticali o a scala ridotta, docce prive del piano e via di questo passo, nel pieno rispetto delle dimensioni.

Un elemento importante per un bagno di design sono i colori. Le tinte neutre sono da sempre gettonatissime per realizzare il bagno dei sogni. La palette di colori più amati per il bagno considera tonalità quali le varie nuances del grigio, i colori pastello caldi ed eleganti.
Scelte precise che non disdegnano le tante sfumature del verde, dell’azzurro e del marrone che regalano un tocco naturale, una risorsa che si adegua perfettamente all’idea di un bagno dove prevale l’idea del benessere e le essenze della madre terra.

Photo Credits: Arch. Salvatore Massone per Desivero.com
Photo Credits: Arch. Salvatore Massone per Desivero.com
18 Aprile 2018 / / Dettagli Home Decor

Sommar 2018 IKEA

Il periodo estivo è la stagione da vivere all’aperto, ovunque, in città, al mare o in campagna. 

La collezione Ikea estate 2018 è perfetta per trasformare, con la sua vivace semplicità, la casa in un’oasi piena di stile dove rilassarsi.


Con il gioco di parole STAYCATION Ikea presenta una collezione vivace e briosa che strizza l’occhio alle atmosfere da spiaggia inserendosi in modo divertente e ironico anche negli spazi esterni urbani

L’outdoor si veste di comodi mobili da giardino, lampade ad energia solare, tessuti vivaci e tanti accessori per esprimere al meglio il proprio stile.


Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA
Sommar 2018 IKEA

Per maggiori informazioni vai su ikea.com


18 Aprile 2018 / / Blogger Ospiti

Se uno dei vostri propositi per il 2018 è vivere in maniera più green e attenta all’ambiente, sappiate che si tratta di una tendenza molto seguita, soprattutto per quanto riguarda la casa. Come rispettare la natura attraverso l’arredamento? Per avere un arredamento ecologico bisogna partire da materiali biologici, che rispettano l’ambiente. Quelli da prediligere sono il legno, il bambù e il cartone. Quest’ultimo materiale viene oggi usato da designer per realizzare piccoli tavolini ma anche sedie, librerie e cassettiere. Al contrario di quanto si pensa, se lavorato nel modo adatto, il cartone è un materiale resistente e duraturo.

Per quanto riguarda il legno, invece, bisogna fare attenzione alla sua provenienza. Per essere davvero eco friendly deve avere le certificazioni FSC o PEFC che aiutano a prevenire la deforestazione ripiantando il numero esatto di alberi che vengono tagliati.
Un altro consiglio per arredare la casa in modo eco sostenibile consiste nel comprare mobili durevoli. I manufatti artigianali, infatti, sono una soluzione anti spreco perché ti permettono di avere un mobile di qualità, che si mantiene intatto a lungo. È importante anche utilizzare materiali o mobili antichi, magari trovati al mercatino dell’usato, e dargli vita anche con il fai da te: è facile, infatti, reinventare una cassettiera cambiando i pomelli o dipingendola in un altro colore.
Come essere più eco friendly tra le mura domestiche? Questo significa, in primo luogo, ridurre gli sprechi di acqua e di luce, ma anche in relazione agli alimenti. I primi passi sono cercare di utilizzare un sistema di luci con i sensori, di chiudere i rubinetti mentre si lavano i piatti, comprare solamente gli alimenti di cui abbiamo bisogno e riciclare gli avanzi.
Un investimento interessante per il nuovo anno per ridurre lo spreco di elettricità è rappresentato dal fotovoltaico o solare termico. In questo modo, oltre ad avere una casa più ecologica e con meno emissioni di anidride carbonica, potrete anche beneficiare di un risparmio consistente sulle bollette. Il costo di un impianto fotovoltaico, infatti, si assorbe in poco tempo.

Un circuito virtuoso a cui potete ispirarvi per modificare le vostre abitudini quotidiane in maniera più green, è la “gerarchia dei rifiuti” (in inglese “waste hierarchy”) che si base sulle 3R: riduzione, riuso e riciclo.
Invece, per incentivare il riciclo, potete comprare prodotti fatti con materiali di recupero o sperimentare con il fai-da-te per inventare soluzioni creative e originali.

18 Aprile 2018 / / Dettagli Home Decor

cucina con affaccio sul giardino

CM Studio si è occupato della ristrutturazione completa di una casa di mattoni del 18° secolo a Sydney con l’aggiunta di un estensione realizzata in doghe di legno bianco per ampliare la superficie di 63mq.
La ristrutturazione dell’edificio, che un tempo ospitava il personale della base dell’esercito di Victoria Barracks nel sobborgo di Paddington, ha ridato vita alla casa secondo gli standard contemporanei. Gli architetti hanno creato un ampliamento e aggiunto una finestra e un abbaino. La scatola a doghe in legno ospita una camera da letto e una sezione del rivestimento si apre verso l’esterno per ospitare una grande finestra che si affaccia sul giardino.
Per massimizzare lo spazio interno è stato creato un layout a pianta apertaAl piano terra il soggiorno e la cucina, che si apre sul giardino, sono divisi da una lavanderia, il bagno e la scala. Due camere da letto e un secondo bagno sono situati al primo piano, inoltre è stato ricavato un piccolo spazio mansardato sotto il tetto a falde.
L’interno minimalista è stato rifinito con una gamma di colori tenui, marmo con venature grigielegno chiaro.  I mobili in legno scuro e i tessuti dai toni caldi contribuiscono a creare un aspetto più casalingo.

casa di mattoni bianchi
cucina aperta sul giardino
cucina moderna bianca
ingresso
soggiorno
scala interna
camera matrimoniale
camera matrimoniale
camera da letto
bagno in marmo girgio
sottotetto


Fotografie di Caroline McCredie .

18 Aprile 2018 / / Decor

Murmur è stato lanciato nel 2015 da un gruppo di designer irlandesi.

logo

 

Il nome si rifà al mormorio, in qualche modo legato al concetto di vita lenta, silenziosa, dai toni pacati.

00c95cc74ff306eef7de8cc037607a6c

 

Questo approccio di ritorno alle origini viene enfatizzato in qualche modo attraverso il naturale, utilizzando cotone, lana, lino, legno e gres.

2ffa5622f6347035eed438b7589da51f

cfd34414723917b8b80eaf196f186200

Nasce così una serie di articoli per la casa raffinati e sofisticati.

d400cac7df7f2eed57ef269d38749580

6c13179e1634bfe305b35aeca54e0eb2

 

La collezione Murmur Primavera / Estate 2018 continua questo viaggio rilassato con un mondo di pattern e colori delicati. Ogni modello è stato realizzato e dipinto a mano dal team di designer di Murmur in Irlanda e ogni oggetto è stato realizzato  da produttori specializzati in tutto il mondo.

 

8febf51e07a400cd0d4b8793ec2de28d

eb6b1f1ddc499e6fc057d18c7c100eab

I colori predominanti diventano l’eucalipto ,il grigio tortora, il carboncino e  il blues denim lavato.

70db8dfc4b49c3be8c490728bb1ccc2c

ba5e2e05701845bc25dd2f6cfb49aea0

Murmur crea una collezione di biancheria per la casa, tessile per la cucina e il bagno, vasellame e accessori ed anche una linea di profumazioni per l’ambiente.

94f9f4f2046b3d736d3604014e3dbf84

ce183cd8c4bcc4cb44edef0513a4d9cd

Personalmente la trovo stupenda nella sua semplicità : perfetta per uno stile che mi rispecchia al cento per cento, che strizza l’occhio al vintage e alla essenzialità.

392a4d0f1b8675e7a2957afe54bb8e47

40222a44d412694b032360bd4c471349

5064748a0fc38353618da76f427199aa

 

18 Aprile 2018 / / ArtigianaMente

Ho trovato qualcosa che vale la pena di essere condiviso: 3 fantastici esempi di vintage interior, interpretati in modo differente da tre instagrammers famose. Il vintage secondo Laura Liebt, orientale a Berlino, è l’incontro fra passato e mondo nordico. L’interior vintage di Alessandra Sorrentino è fatto di dettagli di vita, di quotidiano con stile, mentre quello di Valeria Maggiora è elegante e sofisticato. 

Tre donne che esprimono una forte personalità e una grande carica creativa e tanto stile, naturalmente.

LAURA LIEBT

Ho conosciuto il profilo di Laura per puro caso mentre mi divertivo a saltellare qua e là su Instagram. Mi ha colpita l’atmosfera delle sue fotografie, quasi di un film anni settanta, un po’ fumosa. Successivamente ho scoperto che si tratta di una fotografa. La sua casa riflette la sua creatività professionale.

L’appartamento berlinese che condivide con il compagno è un mix di elementi retrò e linee nordiche. La cucina è stanza che prefisco.

interior

vintage

interior

interior retro

vintage

ALESSANDRA SORRENTINO

Quello di Alessandra è stato uno dei primi blog di moda vintage {Rosaspina Vintage} che ho cominciato a seguire nel 2009. All’epoca viveva a Torino, ora a Londra sempre con i suoi favolosi maine coon. Il suo è un interior vintage di carattere quotidiano, orientato agli anni ’50, di dettagli semplici ma zuppi zeppi di buon gusto. Tutt’altro che una semplicità banale.

VALERIA MAGGIORA

Valeria l’ho conosciuta nel mio viaggio a Torino. E’ titolare di Melissa Erboristeria, un luogo bellissimo fatto di erbe, creme naturali, peeling per il corpo al limone e olio di oliva e pastiglie Leone ovviamente. All’ombra della Mole Antonelliana.

La casa è stata recensita da Elle: ogni stanza è sofisticata ed elegante come i suoi outfit.  Chi non conosce i suoi “dialoghi” con Diego allo specchio d’oro della camera da letto con le pareti carta da zucchero?

… tu quale stile vintage preferisci?

The post Vintage interior di 3 instagrammers famose appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.