Configuratore scale: dal progetto all’installazione della vostra scala per interni

Quando si possiede una casa a due o più piani, si ha la necessità di collegare le diverse zone. Per questo motivo sono necessarie delle scale per interni. Queste devono rispettare, oltre il gusto del proprietario, anche una serie di caratteristiche che vanno dal design: la scala interna deve risultare il più vicino possibile al resto della casa; fino alla praticità: la scala deve permettere di muoversi da un piano all’altro con facilità. Molto spesso, infatti, le case sono strutturate in modo tale che nel piano superiore sono disposte le camere e in quello inferiore la zona living. Il passaggio da una zona all’altra deve risultare comodo e pratico.

Una caratteristica che una scalinata interna deve rispettare, inoltre, è quella della sicurezza. Devono essere a norma e in linea con le leggi vigenti: questo permetterà di non incorrere in problemi legati ai rischi e pericoli futuri.

In commercio esistono una varietà infinita di scale per interni e di solito sono suddivise in due tipologie: muratura o prefabbricate. Vediamole nel dettaglio.

Scale in muratura e prefabbricate

Le scale per interni in muratura utilizzano, per la struttura, il cemento armato. Questo consente di renderle molto sicure e meno soggette alle sollecitazioni. Queste sono particolarmente indicate quando si ha molto spazio a disposizione e quando si devono collegare zone della casa che possono risentire delle varie intemperie. Se per esempio si ha la necessità di collegare la casa con la cantina o il garage sottostante, una scala in muratura è la scelta più giusta. Molto spesso, questa tipologia di scala non gode di ottima fama per quanto riguarda l’estetica ma, grazie all’avvento delle nuove tecnologie di costruzione che hanno fatto fare passi avanti alla progettazione e costruzione di scalinate, si possono trovare in commercio scale per interno in muratura dotate di un design moderno e accattivante. Possono, per esempio, essere utilizzati scalini o corrimani in legno.

Se la scelta, per i motivi sopra esposti, ricade su una scala in muratura occorre ricordare che questa richiede un investimento più grande rispetto a un’altra. Il maggior esborso di denaro è dovuto alla progettazione. Una scala di questa tipologia, infatti, necessita di un progetto, da parte di un professionista, per essere realizzata, oltre che dei costi relativi agli operai che lavoreranno per la costruzione. In secondo luogo occorre ricordare che una scala in muratura è eterna. Se da un lato questo rappresenta un vantaggio, dall’altro può comportare un’ulteriore uscita di denaro nel caso in cui si voglia procedere a un riammodernamento. La scala andrebbe demolita e i materiali non potrebbero essere riutilizzati.

Le scale prefabbricate sono molto più facili da costruire, altamente personalizzabili e funzionali. Si adattano ad ambienti più piccoli e possono essere smontate e rimontate senza problemi utilizzando gli stessi materiali. Essendo molto leggere, inoltre, permettono di non appesantire l’arredamento della casa. Prima di acquistare una scala prefabbricata, tuttavia, è bene che il rivenditore faccia un sopralluogo sulla zona dove dovrà essere montata perché ci sono molti elementi che vanno tenuti in considerazione al momento della posa. Tra questi elementi, per esempio, c’è quello della stabilità. Le scale per interni prefabbricate Fontanot, sono molto pratiche da montare, anche mediante il fai-da-te, hanno costi vantaggiosi, sono ecologicamente sostenibili perché pensate con materiali riciclabili e possono essere personalizzate anche grazie all’apposito configuratore scale on-line.

Le altre tipologie: scale a rampa, a chiocciola, a giorno e salvaspazio

Le scale, come detto precedentemente, si suddividono in due grandi macro-categorie: in muratura e prefabbricate. All’interno di queste, tuttavia, si possono inserire una serie di soluzioni adattabili.

Le scale a rampa sono l’eccezione più comune, solitamente lineari sono perfette per collegare due piani. Vengono utilizzate da chi ha la necessità di sfruttare un angolo e quando la scala deve essere addossata a una parete. Oltre all’andamento lineare possono assumere anche diverse forme, curvilinee o a ventaglio. Possono essere continue o interrotte da un pianerottolo. Fontanot, all’interno della propria collezione, presenta diverse tipologie di scale interne a rampa, fabbricate con materiali diversi che si adattano quindi a ogni esigenza, abbracciando innovazione, design e tradizione.

Le scale a chiocciola, dette anche elicoidali o circolari per la loro forma, vengono utilizzate soprattutto in zone dove lo spazio è poco. Si adattano con facilità a essere installate in stanze. È una soluzione che si adatta a chi ha esigenze di spazio e a chi vuole dare un tocco di modernità alla casa perché possono essere realizzate anche su misura. Le scale a chiocciola possono essere di due tipi: con i gradini agganciati a un elemento centrale fissato a terra e a soffitto oppure senza sostegno centrale, in questo caso la struttura è assicurata a terra e al punto di arrivo. Va ricordato che per legge, la rampa deve essere di almeno 80 centimetri, nelle scale a chiocciola invece, il diametro deve essere almeno di 110 centimetri. Possono essere realizzate con diversi materiali. Se siete tradizionalisti, nella collezione Oak di Fontanot, potrete scegliere tra scale a chiocciola con pedata in legno e struttura in metallo, per avere così un prodotto che racchiude tradizione e modernità. Le scale a chiocciola di questa azienda, inoltre, possono essere realizzate completamente in metallo.

Le scale a giorno, o a sbalzo, sono una soluzione molto apprezzata nell’era moderna. Permettono di collegare due piani con una perfetta e totale pulizia perché non presentano strutture portanti troppo pesanti. Possono essere scelte da chi ha una casa dal design moderno o da chi vuole che l’aspetto della stanza dove viene sistemata la scala sia arioso. Possono essere senza sostegno laterale o appoggiarsi a muri perimetrali. I gradini possono essere a giorno o appoggiarsi alla struttura della scala. Particolarmente adatte a chi ama uno stile minimalista ma ricercato sono le scale della collezione Wall di Fontanot in cui anche i gradini sono personalizzabili, l’altezza da uno all’altro, infatti, può essere scelta dall’acquirente. È bene ricordare che, se si opta per questa tipologia di scala, va richiesta una consulenza da un tecnico specialista che sia in grado di verificare che la parete sia idonea a sopportare il peso degli scalini.

Scale salvaspazio

Le scale per interni salvaspazio sono necessarie quando lo spazio a disposizione è davvero poco. Si adattano in quegli ambienti dove il dislivello da un piano all’altro non supera i 290 centimetri. Sono altamente personalizzabili e possono dare un tocco di raffinatezza e modernità a una determinata zona. Tra le scale salvaspazio rivestono importanza le scale retrattili necessarie per collegare due livelli solo in determinate occorrenze; particolarmente indicate, quindi, per il collegamento con mansarde e soffitte. Grazie a un particolare meccanismo, le scale in oggetto, si ripiegano su sé stesse e si inseriscono in un vano e solitamente sono fabbricate con materiali leggeri come alluminio o acciaio zincato. Fontanot, nella collezione di scale salvaspazio ha un prodotto che si può adattare anche alle esigenze più disparate. Il modello Zooom, infatti prevede un meccanismo di movimento manuale o addirittura motorizzato.

Da non dimenticare

In commercio esistono le scale in Kit: pezzi che possono essere montati anche senza l’aiuto di un tecnico. Le scale in Kit di Fontanot sono disponibili a chiocciola, a rampa e salvaspazio. Perfette per gli amanti del fai-da-te.

Written by: