21 Maggio 2018 / / Design

Mrs. Colorberry wall art

L’artista tedesca Stephanie Walberer meglio conosciuta come Mrs. Colorberry, utilizza la resina per creare oggetti d’arte per la casa, bellissime decorazioni da parete, stampe o tavolini da caffè, ispirati ai geodi

Avete mai pensato di decorare le pareti del soggiorno con un geode gigante? Ora è possibile grazie a Mrs. Colorberry, un’artista di Monaco che adora lavorare con la resina e crea bellissimi pannelli ricchi di colori e cristalli.
Da sempre appassionata d’arte, Stephanie Walberer si ispira alla natura e in particolare al mondo dei minerali. Racconta di aver avuto  l’idea per questi pezzi unici dopo aver visitato una mostra di minerali ed essere rimasta incantata dallo sbrilluccichio dei cristalli nei geodi, rocce ignee al cui interno si formano cristalli colorati di vario tipo, quarzo, ametista, agata, opale…
I geodi hanno un fascino irresistibile perchè sono tutti diversi l’uno dall’altro e sono molto ricercati dagli appassionati di mineralogia. Proprio come per i geodi che si trovano in natura, anche quelli di Colorberry sono tutti pezzi unici e per ogni opera l’artista può impiegare fino a un mese di tempo per realizzarli.

Resina e glitter per un effetto magico

Mrs. Colorberry non fa mistero della sua tecnica, anzi, tiene diversi workshop in cui insegna ad utilizzare la resina. Il procedimento di realizzazione è piuttosto semplice e anche nel video è spiegato molto bene.
Per prima cosa l’artista disegna la forma di un geode su un supporto di legno e prepara la superficie. Poi mescola i colori alla resina e aggiunge glitter come se non ci fosse un domani. Questa miscela viene versata a mano sul supporto seguendo le linee precedentemente disegnate e per dare un effetto più realistico, i vari strati di colore vengono “sfumati” fra loro utilizzando un getto d’aria calda. Infine l’ultima fase, in cui vengono disegnati a mano gli ultimi dettagli di rifinitura prima di applicare  i cristalli colorati.
Il risultato è davvero spettacolare!

Che siano pannelli da parete, stampe o tavolini da caffè, questi bellissimi oggetti sono sicuramente un modo inedito di dare un tocco di originalità a un ambiente domestico o pubblico, se vi piacciono potete ammirarli tutti sul suo profilo Instagram.

• LEGGI ANCHE: Stampe astratte per arredare: stile e colore firmati Verymarta

Mrs. Colorberry resin coffee table as a geode

Mrs. Colorberry tavolini da caffè in resina che simulano un geode

Mrs. Colorberry tavolini da caffè geode in resina

Mrs. Colorberry wall art detail

Mrs. Colorberry wall art

Mrs. Colorberry resin geode wall art

L’articolo Mrs. Colorberry si ispira ai geodi per arredare e stupire proviene da Things I Like Today.

21 Maggio 2018 / / Decor

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz

Buondì cari amici! Avete ai sentito parlare di Ikea Hack? Immagino di si, visti la fama planetaria del marchio svedese e le innumerevoli versioni personali più o meno riuscite di alcuni pezzi di arredo. Se poi la personalizzazione viene fatta da una giovane e affermata designer danese, fresca vincitrice del premio Design of The Year 2018 a Maison&Objet Paris, siete sicuri che potrete rifarvi gli occhi: 

vi presento la cucina Degree, disegnata da Cecilie Manz e prodotta da Reform, l’azienda danese che propone soluzioni di design per il relooking dei mobili ikea

di cui vi avevo già parlato in questo post.

 

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz versione legno

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz dettagli

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz reform

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz reform

Il progetto di Cecile nasce dalla sua personale idea della cucina come luogo in cui si prepara il cibo e nello stesso tempo ci si ritrova con gli amici e la famiglia: non solo un ambiente di servizio dunque, ma un ambiente da vivere esattamente come il soggiorno, quindi da arredare con stile. E di stile Degree ne ha da vendere, a cominciare dal sottilissimo e funzionale top in acciaio, riscaldato dal caldo Pino dell’Oregon dei frontali, un legno color miele dalle venature molto interessanti, tanto regolari e lineari che sembrano dipinte; il segno grafico che caratterizza la vista frontale della cucina è l’angolo a 45°, utilizzato per l’incavo della manigliae nell’orientamento delle venature del legno. La classe di questo progetto si vede anche nella cura dei dettagli, come lo “scuretto” che sottolinea la partizione orizzontale tra il top e la base della cucina, o la lavorazione della maniglia che sembra quasi scolpita nell’anta. Il risultato è una cucina elegante, accogliente e funzionale, il tutto a prezzi accessibili, visto che la struttura interna è di Ikea, che rimane ancora la migliore scelta per il rapporto qualità prezzo.

Cecilie ha disegnato anche una versione con pannelli in mdf laccati in una tonalità chiarissima di grigio, per chi preferisce uno stile minimalista

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz grey

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz grigia

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz versione grigia

Gli elementi di Degree si possono montare sulla cucina ikea Metod, sui cassetti Maximera, sul mobile da bagno Godmorgon e sull’armadio Pax. Per saperne di più su Degree e sulle altre cucine di design proposte da Reform, visitate il sito: www.reformcph.com