31 Maggio 2018 / / Idee

Capita molto spesso di avere soggiorno e cucina che condividono le stesso spazio e ancora più spesso che i metri quadri a disposizione non siano così tanti. Come fare per arredare un soggiorno piccolo e trarne il massimo?

……….

I soggiorni piccoli sono ormai un elemento tipico delle case moderne. I soggiorni che condividono lo spazio con la cucina, poi, ancora di più. È raro che nelle case di nuova costruzione i due spazi rimangano divisi, perché ormai nella mentalità comune sono quasi lo stesso spazio.

Basti pensare alle cene che si organizzano con amici e parenti: mentre si finisce di preparare, gli ospiti possono stare in soggiorno e continuare a chiacchierare con noi. Non c’è più bisogno della donna (o dell’uomo) che si ritira in cucina e non si vede più fino alla fine della cena. La cena in quanto tale è un momento di condivisione e di unione.

Il difetto è che i metri quadri a disposizione, molto spesso, sono davvero pochi. Come fare quindi ad arredare un soggiorno piccolo e trarne il meglio?

ARREDARE UN SOGGIORNO PICCOLO: UN PROGETTO PRATICO

Il progetto di cui vi parlo oggi è un progetto reale, su cui sto lavorando ultimamente: quello per casa nostra. La casa in se non è piccola, ma la zona cucina / soggiorno non è grandissima. Le due aree sono comunicanti, quindi lo spazio sembra otticamente più grande. Come fare per organizzare uno spazio di questo tipo, senza sovraffollarlo e trovando spazio per tutto quello che serve?

arredare un soggiorno piccolo

Nel nostro caso appena si entra in casa ci si trova di fronte tutta la zona giorno: cucina a sinistra e soggiorno a destra. Per dare un minimo di divisione alla zona soggiorno abbiamo pensato di montare due librerie a giorno, di quelle autoportanti, con montanti in alluminio da fissare a pavimento e soffitto (originali anni ’50).

Oltre a fornire spazio chiuso per riporre oggetti che possono essere utili alla cucina (come piatti e bicchieri), sono utilissime come “svuota tasche”. Pensateci bene: quali sono le prime cose che fate quando entrate in casa? Riporre borse e cappotti, togliere le scarpe, svuotare le tasche. Per evitare la confusione che si potrebbe creare in mancanza di uno spazio adatto all’ingresso, queste due librerie svolgeranno proprio questi compiti. Appendi cappotti, porta scarpe e borse.

Inoltre in questo modo si crea un minimo di zona ingresso, che da una separazione anche visiva alle varie parti. A sinistra si trova la cucina: non essendoci spazio a sufficienza per tenere sempre in esposizione un tavolo standard, abbiamo optato per una consolle allungabile. Da chiusa misura solo 50 cm di larghezza per 90 cm di lunghezza, ma completamente aperta arriva fino a 3 mt.

Passiamo poi alla zona soggiorno vera e propria: alcuni arredi sono già nostri, come il divano blu elettrico a due posti (che è anche letto) e il tavolino contenitore di Ikea. Utilissimo per riporre coperte, libri e prossimamente i giochi del pupo in arrivo.

Essendo lo spazio a disposizione poco abbiamo evitato le classiche pareti soggiorno già precomposte. Abbiamo optato per un sistema di librerie modulari, le String, che si possono comporre proprio come volete voi. Hanno profondità 20 cm o 30 cm ed il bello è che vi aiuteranno a sfruttare al massimo lo spazio. Noi abbiamo scelto un paio di moduli chiusi (piatti e bicchieri non finiscono mai) e un paio di cassetti. E poi un sacco di librerie: i nostri libri si moltiplicano a vista d’occhio!

Come vedete si possono avere composizioni a tutt’altezza ma anche basse, per creare delle credenze dal fascino nordico (come quella che abbiamo pensato noi, porta Tv).

Volete un’idea di prezzo? Per entrambe le composizioni il prezzo è di circa € 2.500. Non male eh?

arredare un soggiorno piccolo

L’articolo Come arredare un soggiorno piccolo e trarne il massimo sembra essere il primo su VHD.

31 Maggio 2018 / / Creative & Ordinette

There are places you just stumble upon quite all of a sudden. I came through this magic place last Sunday. I was going back home after spending a beautiful joyful day in Villa Ada, playing and having fun with my family. I made this interesting discovery and took some picture of it that I thought I’d better share with all of you. This is a library where people can find rare and old books, have some relaxing time to scroll through their pages in a super cozy atmosphere. It’s a place of style and beautiful interiors and of course with plenty of books, a place you can draw some inspiration for your studio or living room. A yellow armchair, colored chairs and a mustard vintage couch are the main interior elements that add  style to the place. Have a look at these interiors and have a wonderful week-end!

31 Maggio 2018 / / Colori

la nuova palette cromatica 2018 Wilson & Morris
Wilson & Morris presenta la nuova palette cromatica 2018. Sono dodici i nuovi colori che vanno a completare la cartella Le Pitture per personalizzare e valorizzare gli ambienti: nuance dall’azzurro cielo al pavone, gradazioni del rosa dalle tonalità chiare a quelle più intense fino all’amaranto, dal giallo ocra delicato al verde pastello e militare.


Le 12 tonalità sono frutto di una ricerca studiata in collaborazione con Nicola Baccaglini– artista/designer specializzato nello studio di codici colore – con cui l’azienda sta lanciando un nuovissimo progetto dedicato al Benessere Casa. Una nuova filosofia che ha l’obiettivo di individuare il colore come elemento decorativo indispensabile per la definizione di ambienti in grado di trasferire benessere ed emozioni.


la nuova palette cromatica 2018  Wilson & Morris

Queste pitture sono disponibili nelle tre finiture proposte nella linea Le Pitture: Emulsion Matt(pittura a base acqua dall’aspetto opaco e vellutato al tatto adatta a pareti e soffitti interni), Emulsion Eggshell(smalto con finitura a guscio d’uovo, opaca, liscia, lavabile adatta a pareti e supporti in legno e metallo, incluso i radiatori) e Osmos (pittura a base d’acqua con finitura opaca e semicoprente con effetti di trasparenza e patinature uniche, adatta a tutte le superfici). 

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!

I nuovi dodici colori sono l’essenza delle nuove tendenze contemporanee, tonalità create per ambienti dinamici ed eleganti, in pieno stile Wilson & Morris: la delicatezza dei colori codice 2041 SKY, codice 2043 NEW ICE, codice 2045 LIGHT GREY, la potenza cromatica del codice 2044 NICE BLUE, del codice 2050 GOOSE BEAK, del codice 2052 MILITARY GREEN, codice 2048 PINK e codice 2036 AMARANTO, la raffinatezza delle tonalità del codice 2049 PEACH, codice 2047 ANTIQUE IVORY, del codice 2046 WHITE CREAM e del codice 2051 GREENISH.


la nuova palette cromatica 2018 Wilson & Morris
Le nuove pitture 2018 sono pensate per ogni tipo di gusto e necessità: dai colori più neutri a quelli più accesi, una selezione all’insegna delle emozioni e del benessere dei nostri ambienti e di noi stessi.


31 Maggio 2018 / / Decor

Finalmente è arrivato il post su DONNA WILSON!! Ho aspettato a pubblicarlo perché oltre a presentarvi questa donna e artista meravigliosa, volevo darvi la notizia che tra qualche giorno saranno diponibili alcuni dei suoi prodotti sullo shop NORDDESIGN evvivaaaa… con lei è stato amore a prima vista, poi quando ho letto la sua storia, mi è piaciuta ancora di più!
L’infanzia la trascorre nella fattoria dei suoi genitori, nella campagna dell’Aberdeenshiree come dice lei stessa:

avevamo un vecchio pollaio che diventava un laboratorio di artigianato … un posto dove nascondersi dagli adulti e immaginare delle avventure. Creavo sculture di rami e ramoscelli,  torte di fango che servivo in vecchie pentole e padelle.”

Attraverso questi primi esperimenti, ha sviluppato un amore per la natura, la fauna selvatica e passione nella creazione di  oggetti – per lo più con i tessuti usando tecniche artigianali come l’infeltrimento, il cucito, il lavoro a maglia e il confezionamento. Quando era abbastanza grande, Donna fece le valigie e partì per Londra dove perfezionò i suoi talenti al Royal College of Art. È lì che ha lavorato a maglia le sue prime creature e ha iniziato a venderle ai negozi locali della città.
Ora Donna ha uno studio nell’East London, dove oltre alle sue creature troviamo ceramiche, cuscini e tanto altro… però c’è da dire che Donna Wilson non sarebbe arrivata dove è oggi se al suo fianco non ci fosse stata una squadra di abilissimi artigiani, impegnandosi, così, il più possibile, affinchè ogni prodotto venisse realizzato nel Regno Unito. 
Ma ora voglio che parlino le immagini 

In casa di mamoesjka troviamo tantissmi prodotti di Donna (se vuoi vedere un home tour di questa casa clicca qui 😊)

Anche a casa di Nicki (se vuoi vedi anche questo articolo Home tour
Cuscini stupendi, creature che stimolano la fantasia di adulti e piccini, ceramiche delicate e con decorazioni fatte a mano che parlano di natura, rendono ogni casa un luogo pieno di creatività e originalità.

Sono felicissima di ospitare i suoi prodotti nello shop, felice di rendere le case dei miei clienti “piene” di oggetti ricercati che amo profondamente e vorrei io in prima persona. In fondo il motto è proprio NORDDESIGN, IL DESIGN CHE TI FA STAR BENE! e cosa c’è di meglio di un prodotto di DONNA WILSON!?!😊

Le foto sono state prese dal blog di Donna Wilson per vederlo clicca qui, ve lo consiglio 😉
e ora musica: DAVID BOWIE – STARMAN

31 Maggio 2018 / / ChiccaCasa

Immagina una casa in campagna, con un grande prato fuori ed una quercia al centro del giardino. I fortunati proprietari sono una coppia di lettori, genitori di quattro figli e otto nipoti. Nella loro casa non manca un lunghissimo tavolo per ospitare la famiglia al completo ogni domenica. 

La villa, all’interno, è vestita di colori neutri e mobili in arte povera. Le pareti sono di un grigio chiarissimo in soggiorno, mentre alle spalle del divano, c’è una carta da parati in stile retrò.
No, non me lo sono inventato: questo posto esiste davvero e non è la casa del Mulino Bianco!

L’orgogliosa padrona di casa ha una passione per i piccoli oggetti di ceramica, Ne porta sempre uno a casa di ritorno da un viaggio o da un giro ai mercatini.

Vorrebbe un piccolo spazio tutto per loro, dove esporle e custodirle. In una zona di transito tra la cucina e la sala da pranzo c’è una piccola parete libera che potrebbe essere riempita con una vetrina. Il budget? Non più di 200 euro.

Ecco la mia selezione di vetrinette al di sotto dei 200 euro, combinabili con uno stile classico ed con un ambiente dalla palette neutra.
1. BILLY, IKEA – La libreria Billy è stata declinata in tutte le salse dal momento del suo lancio (1979!) senza mai toppare. Sta bene anche nella veste di credenza. Il modello beige è pensato sia per un arredamento contemporneo sia per un mood e tradizionale. 80x30x202 cm, 149,90€
2. FABRIKOR, IKEA – Discreta, ma di carattere la nuova vetrinetta di Ikea in metallo. Può essere fissata alla parete per acquisire maggiore stabilità. I ripiani sono in vetro e possono essere regolati. 81x113cm, 149,90 €
3. LAKOLK, JYSK – Una credenza semplice, dalle linee pulite. Oltre allo spazio espositivo, presenta due comodi cassetti che rappresentano un prezioso spazio contenitivo. 96x45x180 cm, 199,95€
4. PENSILE PICCOLO, BIANCHINI E CAPPONI – Una vetrina in miniatura in legno massello. Può essere usato come pensile oppure appoggiato su un altro mobile. L’antina si chiude grazie ad un gancio, un metodo antico e affascinante. Sotto le ante, un cassettino per custodire documenti o piccoli oggetti. 40×13,50×80 cm, 95 €
5. PARIS, JYSK – Questa è l’alzata di una credenza, che può diventare più divertente se “scombinata” dalla sua base originale, oppure se usata come pensile. In pino massiccio e MDF. Il contrasto tra il colore del fondo ed il candore esterno le conferiscono un tocco di carattere in più. 105x38x110 cm, 199,95 €
6. FABRIKOR, IKEA – Nella nuova tinta blu, questo classico Ikea è ancora più simpatico! Io credo che questa nuance sia perfettamente abbinabile ai mobili in arte povera e che possa smorzare i toni e diventare un punto focale.. 57×150 cm, 149,90€


Scopri qui come richiedere una shopping list gratuita per arredare – rinnovare uno dei tuoi ambienti!

Leggi anche…

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss