4 Giugno 2018 / / Design

COZZA vasca free standing disegnata da ZDA Zupelli Design Architettura

La vasca free standing “COZZA”, disegnata dallo studio ZDA | Zupelli Design Architettura, si propone come una vera e propria scultura, plasmata da linee morbide e delicate.

La sua particolare sagoma, slanciata verso la parte anteriore e progressivamente svasata verso quella posteriore, definisce la sua singolare forma, deliberatamente ispirata al guscio della cozza. 

Il risultato è un oggetto dal design caratteristico, capace di contraddistinguere anche gli ambienti più essenziali.


COZZA vasca free standing disegnata da ZDA Zupelli Design Architettura
COZZA vasca free standing disegnata da ZDA Zupelli Design Architettura
COZZA vasca free standing disegnata da ZDA Zupelli Design Architettura

www.zupellidesignarchitettura.com



4 Giugno 2018 / / Decor

Elena Salmistraro Vasi in ceramica della serie Primates

Elena Salmistraro è una giovane designer milanese che si muove con grazia fra arte e design, entusiasmandoci con le sue originalissime creazioni

Dimenticate il tipico minimalismo milanese! Lo stile di Elena Salmistraro è personalissimo, dal carattere pop surrealista e allo stesso tempo onirico e visionario, spesso dal sapore etnico. Un mix di astrazione e grande attenzione ai dettagli, un uso coraggioso del colore e tanta ironia. Uno stile armonioso e poetico che cerca nell’espressività il suo punto di forza con l’obiettivo di suscitare ed evocare emozioni.

È davvero riduttivo definire Elena Salmistraro una designer perchè questa giovane milanese, classe 1983 è anche una originalissima illustratrice e artista che dal 2009 si dedica ai suoi progetti spaziando dal product design all’arte. Negli anni ha messo la sua creatività al servizio di aziende come Alessi, Bosa, Timberland, Replay e ha partecipato a innumerevoli mostre e fiere internazionali come The New Italian Design, la mostra panoramica sul design italiano contemporaneo organizzata qualche anno fa dalla Triennale di Milano. Nel 2017 ha vinto il premio come Migliore designer esordiente al Salone del Mobile di Milano.

Elena Salmistraro Primates

Elena Salmistraro Primates

“Faccio molta ricerca sulle culture del mondo. Adoro i personaggi dai colli lunghissimi, i lobi dilatati. Mi guardo sempre intorno e mi ispiro a tutto. Tranne che agli oggetti di design: non voglio condizionamenti. Mi piacciono molto anche gli oggetti dallo stile un po’ rétro, che a volte si trovano nei mercatini. Li compro e poi li trasformo.”
La Cucina Italiana

Elena Salmistraro Vasi in ceramica della serie Primates

Vasi in ceramica della serie Primates

La reinterpretazione è la parola chiave del  suo stile: Elena Salmistraro ama trasformare tutto quello che la ispira filtrandolo attraverso il suo personale punto di vista. Adora disegnare e dipingere e dar forma ai suoi bellissimi disegni per materializzare le sue visioni in oggetti concreti, spaziando fra vasi, piatti, carte da parati, tappeti… Uno dei suoi progetti recenti di maggior successo è Primates una collezione di vasi in ceramica (ma anche piatti e maschere decorative) realizzati per Bosa. Una reinterpretazione delle ceramiche dell’antica Roma famose per il loro carattere animista ma anche un richiamo al rapporto fra uomo e scimmia, l’animale che più di ogni altro ci assomiglia nella forma, nelle espressioni e nei movimenti e che proprio per questo ci incuriosisce e affascina.

• LEGGI ANCHE: Il servizio di piatti giusto: qual è il tuo stile?

Elena Salmistraro Piatti della linea Primates

Elena Salmistraro Piatti della linea Primates

Ma sono bellissime anche le divertenti carte da parati disegnate per la Yarn Collection di Texturae, wallpapers che da sole bastano ad arredare un ambiente grazie al loro stile grafico nitido e ricco di particolari in cui traspare tutta l’immaginazione fantastica della designer.
Se siete curiosi di saperne di più, sul suo sito web troverete tutti i suoi progetti.

Elena Salmistraro - Carta da parati Folla

Carta da parati Folla

Elena Salmistraro - Carta da parati Cockatoo

Carta da parati Cockatoo

Elena Salmistraro The Rain Dance

The Rain Dance – Acrilico su tela per Expo 2015

L’articolo Elena Salmistraro, una designer eclettica e visionaria proviene da Things I Like Today.


Volevi solo un divano comodo per guardare la TV ma hai trovato solo ingombranti sofà che non hanno niente a che fare con la tua idea di design.

O magari volevi proprio un divano alzapersona per la nonna, ma invece hai trovato solo divani super moderni con relax…ma senza l’indispensabile recliner motorizzato per il nonno.

Prima di comprare un divano relax online o in negozio è meglio informarsi su modelli e meccanismi in commercio, su quali sono e su come funzionano. Una volta scoperte le varianti – che credimi non sono poche – potrai davvero scegliere il divano con schienale regolabile, il relax o il divano con sedute allungabili più adatto alle tue esigenze. Se poi hai dei bisogni speciali, o se stai acquistando per conto dei tuoi genitori o nonni, su alcuni modelli potrai addirittura usufruire di agevolazioni per l’acquisto. 

Modelli e misure: divano relax 2 posti, 3 posti, angolare, con chaise longue

A livello di modelli e dimensioni i divani con meccanismo relax integrato sono sostanzialmente uguali ad ogni altro divano. Sono quindi disponibili in tutte le misure standard o componibili che si trovano comunemente in commercio:

divano relax due posti: può avere una o due sedute con meccanismo

divano relax tre posti: può avere uno o due recliner, solitamente predisposti nelle sedute laterali

divano angolare relax: uno o due sedute reclinabili laterali, in corrispondenza dei braccioli

divano relax con penisola: una o due sedute con meccanismo

I meccanismi: 8 foto di divani relax per tutte le esigenze

divano con schienale scorrevole: per regolare la profondità di seduta in base alle esigenze ed ai momenti del giorno, la spalliera mobile permette di ottenere uno stile di seduta più o meno formale e di usare il divano anche come letto all’occorrenza

divano con poggiatesta reclinabile: i poggiatesta regolabili sono la soluzione perfetta per coniugare design e funzionalità. Una volta abbassati mantengono il look moderno del divano, ma nei momenti di riposo possono essere sollevati e impostati sull’altezza che si desidera

divano con seduta estraibile: le sedute scorrevoli e allungabili permettono di ricavare più spazio per stendere le gambe, come avere una chaise longue a disposizione ma solo quando serve. Esistono anche divani con seduta allungabile motorizzata

divano relax manuale: in questo modello il meccanismo reclinabile si attiva manualmente attraverso una leva che può essere applicata sul fianco del bracciolo o nascosta tra cuscino e bracciolo

divano elettrico: il recliner motorizzato è il non plus ultra della comodità, per i nonni (o per veri pigroni) il telecomando permette di regolare l’inclinazione senza nessuno sforzo

divano con alzapersona: un divano reclinabile con seduta ad alzata assistita elettrica e dotata di telecomando è la scelta perfetta per persone anziane o con problemi di movimento. Inoltre grazie alla legge 104 i soggetti disabili possono usufruire di agevolazioni fiscali. Tutti coloro che sono riconosciuti come soggetti portatori di handicap ai sensi dell’art. I del D.M. 14.03.1998, provvisti della documentazione richiesta, potranno beneficiare dell’acquisto con iva agevolata al 4% al posto del 22%. Contattaci per sapere come ottenere l’agevolazione.

divano con poggiapiedi: il meccanismo estraibile manuale consente di ottenere un comodo poggiapiedi a scomparsa integrato. Perfetto se combinato a poggiatesta regolabili

Se quello che cerchi è semplicemente un divano comodo per riposare, leggere, guardare la televisione o giocare ai videogames, ma lo vuoi senza meccanismi, allora opta per un divano ergonomico con schienali con sostegno lombare che fungono da comodi poggiareni, seguendo le linee del corpo.

Hai trovato il divano relax perfetto per le tue esigenze? Hai bisogno di un divano comodo e bello e hai bisogno dei consigli di un interior designer? Vuoi un divano motorizzato con recliner e sistema di sollevamento elettrico per una persona con problemi di deambulazione?

Clicca qui sotto e chiedi ai nostri Arredatori di darti una mano.

4 Giugno 2018 / / ChiccaCasa

Per una cucina al top, ogni dettaglio deve essere curato. Anche gli oggetti più comuni possono trasformarsi in bellissimi elementi di decor, contribuendo a creare l'”effetto wow”.

A tal proposito, nella mia vita ho cercato millemila soluzioni per la raccolta dei rifiuti in cucina. Prima ho sistemato dei cestini brutti in un armadietto, ma erano troppo ingombranti lì e mi serviva spazio, allora li ho nascosti nel camino (?), coperti da una tendina. Infine ne ho comprati tre, piuttosto carini, ma troppo piccoli. Insomma, una lunga e delirante serie di esperimenti, che non hanno ancora portato ad una soluzione esteticamente piacevole e funzionale.

La notizia è che la soluzione ESISTE! 

Sei pronto per una gallery di pattumiere favolose perfette per la cucina? Sono seria quando dico che potresti innamorartene! Geniale l’artefice di questi adorabili prodotti: è il brand Brabantia. Ecco le mie preferite, ovvero le pattumiere papabili per la cucina della Casetta! 

GO PINK
Se vuoi aggiungere un tocco glam alla tua cucina questa è la scelta che fa per te! Puoi scegliere la stessa tinta per tazzine, contenitori e canovacci, oppure abbinarla a colori pastello. Non è deliziosa? Per aprirla basta un tocco leggero sul coperchio, così non è necessario liberarsi le mani, il che è un grande vantaggio. Pensa a quando stai preparando la pasta fatta in casa ed hai le mani tutte infarinate o a quando devi far cadere degli scarti dal tagliere! Comodo no?



DIFFERENZIA(TI) CON STILE
Una pattumiera che sembra una mini madia? È un sogno che si realizza. Una semplice struttura con i piedini, dal design young e molto diversa dal concetto estetico classico di pattumiera. Si integra alla perfezione con il mobilio di ogni cucina, come un vero e proprio complemento d’arredo. Al suo interno ci sono tre cestini, grazie ai quali puoi differenziare i rifiuti senza costellare la cucina di pattumiere qua e là.

CLEAN OCEAN 
Una delle tinte più sofisticate e di tendenza degli ultimi due-tre anni è il blu balena. Una tinta tra il grigio ed il blu più puro, intensa ed elegantissima. A proposito di balene, questa pattumiera blu è loro amica! Sì, perché se ne acquisti una, l’azienda aiuterà gli oceani con una donazione, affinché siano liberi dalla plastica. Questo modello è discreto e funzionale, grazie all’apertura a pedale, ma non risulterà mai banale

New Icon Pedal Bin 30l – Mineral Reflective Blue – Brabantia

SPACEFUL
Una grande pattumiera bianca ideale per i rifiuti più ingombranti, come quelli di plastica. Il coperchio presenta un grande maniglione, che, oltre ad essere la caratteristica più spiccata della pattumiera, è anche un pratico appiglio utile ad aprirla confortevolmente. Se fai spesso decluttering, la sua capienza ti darà grandi soddisfazioni! Il suo design si abbina bene anche con gli stili più particolari, come l’industriale e lo shabby.
C’è ancora una chicca che devo assolutamente svelarti! Ognuna di queste pattumiere è pensata per tenere nascosto il bordo del sacchetto interno! Così, quello che vedrai, sarà soltanto la pattumiera, così com’è. Sono tutte così carine!

Sullo shop online di Brabantia ce ne sono tante altre, anche per il bagno e per l’ufficio. Il sito è uno di quei posti in cui non ti annoi mai a sfogliare le pagine e a scoprire prodotti da gustare con gli occhi!
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss