20 Giugno 2018 / / GiCiArch

L’estate è alle porte possiamo finalmente dedicarci al relax e concederci un pò di meritato riposo all’aria aperta. Non tutti possiedono un’ampia area verde come un giardino o una terrazza ma niente paura, possiamo attrezzare il balcone per renderlo accogliente e trasformarlo in un piccolo terrazzo.  In questo articolo troverete tante idee e soluzioni per sfruttare al meglio lo spazio del vostro balcone e trasformarlo in una piccola zona relax e green.

Angolo caffè

Poichè lo spazio a disposizione non è tantissimo, per arredare i balconi di un appartamento bastano pochi elementi, ma semplici ed eleganti. Sicuramente non può mancare l’angolo colazione o angolo caffè. Un piccolo spazio per il riposo caratterizzato da un tavolino e sedie da esterno. Quale stile scegliere? Tutto dipenderà da voi, dalla vostra personalità e dallo stile che avete già scelto per la casa. Io consiglio sempre di seguire lo stesso filo conduttore, l’esterno deve rispecchiare ciò che c’è all’interno della casa, in modo che siano strettamente connessi.  E’ importante ricordare che per arredare il balcone di un appartamento è indispensabile sfruttare tutto lo spazio a disposizione solo con lo stretto necessario, quindi pochi elementi scelti con eleganza per sfruttare in maniera equilibrata e armonica lo spazio a disposizione.

Ecco la mia selezione:

tavolo sedie ikea

Ikea, mod. SALTHOLMEN

tavolo sedie leroy merlin

Leroy Merlin, Set Bistrot tortora

FERMOB027067_3

Fermob, tavolo salvaspazio in metallo. In vendita su https://www.lovethesign.com

AMBIENTATA1_25

Gasens Lada Utemobler, Eva Balcony

Le luci

Il balcone, così come il giardino e la terrazza sono spazi da vivere sia di giorno che la sera, quindi sono importantissime le luci, devono ricreare un ambiente rilassante. Esattamente come all’interno anche all’esterno le illuminazioni svolgono un ruolo fondamentale. Da sole riescono ad “arredare” e a ricreare la giusta atmosfera.

Non è indispensabile installare delle luci forti, l’illuminazione deve esser diffusa, soft, in modo che chi vive questo piccolo angolo lo senta accogliente.

Assolutamente consigliate le lampade led da pavimento, le lanterne, le ghirlande luminose, insomma tutte quelle luci che sono un vero elemento decorativo.

Ecco qualche idea adatta per illuminare il vostro balcone:

Schermata 2018-06-19 a 19.25.59

Lanterna Maison du Monde, Newport

330E_1

Pedrali, Happy Apple

f6b0c3ce08802f9651bd98ded650b1fd

Seletti, 10 led Bella Vista

PABLOUMA000078_4

Pablo, Uma Bluetooth

Le piante

Naturalmente uno degli elementi più importanti nell’arredare uno spazio esterno, che si tratti di balcone, terrazza o giardino è il verde. Le piante sono un prezioso elemento d’arredo, che, oltre a rendere l’atmosfera più rilassante ed accogliente, possono essere un utili per mantenere la privacy, per schermare e nascondere il balcone da sguardi indiscreti.

Come posizionare le piante nel balcone?

Ci sono tantissime soluzioni, una delle ultime tendenze è quella di creare l’orto sul balcone.

Ho selezionato alcuni vasi e fioriere utili per decorare il balcone con le vostre piante preferite:

vaso ringhiera

Bakker.com, Lechuza Balconera Cottage

vasi serax

Serax, Recycle

sacco

Authentics, sacco per piante S

appeso

Wellindal, Keter Vaso Di Fiori Pendente

Schermata 2018-06-20 a 11.12.25

Idroponica, vaso extra large per flowall

Spero la mia piccola guida vi possa essere di aiuto per arredare il balcone e creare un piccolo angolo relax.

Sul mio profilo Pinterest troverete una bacheca con alcune idee molto interessanti per arredare il balcone!

 

Fonti:

https://www.ikea.com

https://www.lovethesign.com

https://www.bakker.com

https://www.wellindal.it

https://www.idroponica.it

 

20 Giugno 2018 / / Baliz Room

Buongiorno a tutti!

Con il post di oggi vi porto in giro per il mondo attraverso Sukhi, uno shop online di tappeti davvero speciali. La sua co-fondatrice Nasia Burnet, infatti, ha portato l’antico sapere artigianale sul web alla portata di tutti, affidando la produzione dei tappeti Sukhi a centinaia di donne artigiane in tutto il mondo.

20160927_125034

Quello che mi è subito piaciuto di questa mission è lo stampo solidale: scegliere Sukhi significa sostenere la vita di queste donne e delle loro famiglie. La visione di eliminare tutta la filiera industriale, mettendo il cliente in contatto diretto con queste realtà altrimenti remote, ha fatto in modo di abbattere i costi, proponendo dei prodotti unici e di altissima qualità.

Nel sito sono disponibili molte collezioni, ognuna delle quali è legata a tecniche e materiali dalla lunga e consolidata tradizione, tutte personalizzabili in misure e colori.

Tappeti-Shaggy-disegno-berber-marocchino

Potrete viaggiare con un click fino al Marocco per scegliere il vostro tappeto berbero, intrecciato direttamente dalle donne della tribù Beni Ourain, da cui prendono il nome. Questi tappeti sono composti al 100% da lana di pecora e sono privi di ogni tinta, il loro legame con la vita rurale marocchina si legge in disegni di vita quotidiana, o nei tipici motivi geometrici che li hanno resi famosi nello stile d’arredo contemporaneo.

tappeto-art-design-patchwork-sukhi-balizroom

Potrete anche fare un salto in Turchia per innamorarvi di un tradizionale tappeto patchwork che darà un tocco rustico alla vostra casa, scegliendo tra tanti diversi materiali naturali, come la canapa e il kilim. Le tinte utilizzate per i loro colori sono sempre legate all’artigianato locale, per un prodotto sostenibile non solo per la natura ma anche per chi lo acquista.

Bolletjeskleed_Nepal_scenes_3vrouwen_V10 GRADED.Still019

E che ne dite di un giro in Nepal? Qui la creazione di tappeti di palline di feltro è una vera e propria arte, e Sukhi ha dato la possibilità a tante artiste artigiane di esprimere la loro creatività e assicurarsi così un salario per sostenere la famiglia. Utilizzando una lana 100% pura, importata appositamente dalla Nuova Zelanda, il prodotto finale è un morbidissimo tappeto curato nei minimi dettagli, lontana dalle logiche del risparmio di molti produttori che, invece, usano spesso materiali scadenti o di scarto.

india-tappeto-rotondo-multi-colori-lana-feltro-balizroom

Dalla lontana India, invece, arrivano gli originali tappeti in lana e feltro, in tante variabili, dai tappeti tessuti piatti, anziché annodati su telaio, agli estrosi tappeti di feltro tagliato che con la loro esplosione di colori danno un tocco pop ad ogni ambiente. Sempre dall’India arrivano i tappeti di feltro intrecciati e i tappeti intrecciati di lana, indispensabili per creare un’atmosfera accogliente e assicurarsi una morbidezza assoluta, soprattutto a piedi scalzi!

In una panorama di shop online scadenti e di corse al prezzo stracciato, Sukhi ha avuto senza dubbio il coraggio di dare spazio a valori importanti per il cliente, come la qualità delle materie prime e della tecnica di produzione, ma soprattutto di sostenere realtà locali che altrimenti rischierebbero di scomparire. La scelta stessa della parola Sukhi come nome del progetto non è un caso: tradotta dal nepalese infatti significa “felice”, esprimendo in maniera perfetta l’essenza di questo commercio equo e solidale.

Il nostro viaggio finisce qui, ma se volete scoprirne di più andatevi a fare un giro sul sito, rimarrete a bocca aperta!

Noi ci aggiorniamo al prossimo post

Baci,
Baliz

20 Giugno 2018 / / Dettagli Home Decor

climatizzatore fisso a parete

Con l’arrivo dell’estate l’aria condizionata è una comodità a cui è quasi impossibile rinunciare. Una spesa spesso onerosa anche se oggi, grazie a internet, possiamo facilmente trovare online ecommerce specializzati che propongono climatizzatori delle migliori marche a prezzi scontati. Un esempio è Climatec Store, azienda italiana che si occupa della vendita e della progettazione online di sistemi sia civili che industriali nel settore termotecnico, e che vanta un ricco assortimento di climatizzatori a prezzi competitivi.


Ma quando si decide di acquistare un climatizzatore, la prima scelta da fare è quella tra un climatizzatore fisso o un modello portatile. Vediamo insieme le caratteristiche delle due tipologie di apparecchi al fine di effettuare l’acquisto più adatto alla propria casa.


Climatizzatore fisso: caratteristiche


Il climatizzatore fisso o split è costituito da un’unità interna ed una esterna, collegate da un circuito di tubi in cui scorre un fluido refrigerante. L’installazione di un climatizzatore fisso richiede dei lavori di muratura, che possono essere realizzati da un tecnico o anche personalmente se si hanno le competenze per farlo. Prima di effettuare questi lavori occorre verificare il regolamento condominiale o urbanistico che interessa il proprio edificio. 
Anche il posizionamento dell’unità esterna potrebbe risultare un problema, infatti è necessario che questa sia collocata in un luogo non troppo esposto al sole, e con sufficiente spazio intorno. L’apparecchio esterno è abbastanza rumoroso, quindi, nella scelta della sua posizione, bisogna tenere conto dell’eventuale fastidio arrecato ai vicini. 
Per ovviare a questi problemi, in commercio sono disponibili anche climatizzatorifissi che non prevedono l’unità esterna, anche se più costosi e rumorosi.
Dal puto di vista dell’efficienza energetica, i climatizzatori fissi sono indubbiamente più efficienti rispetto ai modelli portatili, soprattutto i modelli di classe energetica più alta (A++ o A+). L’unità interna è inoltre molto meno rumorosa rispetto ad un modello portatile.


climatizzatore fisso Samsung

Climatizzatore portatile: caratteristiche


climatizzatori portatili combinano in un solo apparecchio l’unità evaporante e quella condensante, e possono essere facilmente spostati, grazie a delle rotelle, nella zona di casa dove ce n’è più bisogno. Il meccanismo è quindi uguale ad un apparecchio fisso, ma avviene in un circuito monoblocco.

Anche i climatizzatori portatili necessitano di uno sbocco verso l’esterno per espellere il calore accumulato, infatti generalmente dispongono di un tubo che comunica con l’esterno attraverso un foro nel muro, in una finestra, oppure un flessibile che si inserisce sotto una tapparella leggermente sollevata.


Il primo vantaggio nello scegliere un climatizzatore portatile  è certamente il costo, sono infatti venduti a prezzi più bassi rispetto a quelli fissi, e non occorre sostenere spese per la sua installazione. Il secondo vantaggio è dato dalla loro praticità e versatilità: possono essere spostati in qualsiasi stanza dotata di una finestra, e quando l’estate passa si possono facilmente riporre in un armadio o un ripostiglio.

Lo svantaggio di questi apparecchi portatili e che sono più rumorosi e meno efficienti dal punto di vista dei consumi energetici.


climatizzatore portatile


Come scegliere il climatizzatore giusto per la propria casa?


Come scegliere allora il climatizzatore per la propria casa? Per chi non ha la possibilità di poter installare un’unità esterna, per qualsiasi motivo, la scelta deve ricadere sui climatizzatori portatili, perfetti anche per chi desidera rinfrescare solo gli ambienti in cui è necessario.  In linea generale, però, l’acquisto di un climatizzatore fisso o split è ancora la scelta migliore, sia per la silenziosità che per quanto riguarda il risparmio energetico e quindi in bolletta.

Ora che avete le informazioni necessarie, potete acquistare su Climatec Store il climatizzatore più adatto alla vostra casa.

20 Giugno 2018 / / Idee

Pareti divisorie ufficio per progetti personalizzati

Oggi vi parlo delle pareti divisorie da ufficio per progetti personalizzati, perfette per creare uno spazio smart working, accogliente e gradevole esteticamente.

Pareti divisorie ufficio Styloffice : soluzioni uniche

Le pareti divisorie ufficio sono  le soluzioni progettuali ideali per spazi interni, in cui si necessita di creare ambienti separati senza intervenire con lavori di muratura. I moduli, che possono comporsi in vari modi per formare una parete, sono profilati in metallo e  molto semplici da montare. La parete divisoria è altamente versatile, in quanto lascia grandi margini di libertà anche post installazione, per eventuali riusi e riposizionamenti.

Pareti divisorie ufficio per progetti personalizzati

Gli ambienti lavorativi arredati con pareti divisorie ufficio risultano particolarmente gradevoli esteticamente, e godono di un’ottima illuminazione anche nelle stanze di piccole dimensioni: l’atmosfera che ne risulta favorisce un livello ottimale di benessere. La scelta delle pareti ufficio è consigliabile per tutti i contesti lavorativi per cui è importante avere una o più ripartizioni dell’ambiente, per una suddivisione degli ambienti visiva ma anche acustica, che garantisca, oltre alla funzionalità spaziale, un buon grado di riservatezza.

Grandi possibilità di personalizzazione

La parete divisoria è agevole da montare , e progettabile in base a esigenze particolari; la personalizzazione riguarda sia il livello di opacità, sia logo o altre immagini e decorazioni necessari alle aziende per contraddistinguere i propri spazi e caratterizzarli al meglio.

Pareti divisorie ufficio per progetti personalizzati open space

Il telaio può essere in acciaio o in legno. I pannelli sono prodotti in vetro, in legno e anche in versione con pareti attrezzate integrate, che fanno da veri e propri elementi contenitori o di archivio. Questa caratteristica permette anche di evitare di occupare  metratura ulteriore per il mobilio.
Styloffice.it offre una grande flessibilità progettuale, garantendo al cliente soluzioni valide anche per  le esigenze più particolari.

Materiali delle pareti divisorie  e vantaggi

La materia prima utilizzata per le pareti divisorie ufficio è tipica di un arredamento moderno,  di facile manutenzione, che si presenta con un’estetica  leggera e pratica: metallo, legno, vetro. Oltre il vantaggio principale, che è quello di creare nuovi ambienti senza interventi in muratura o invasivi, la struttura fatta di pareti modulari ne offre altri: l’adattabilità a strutture preesistenti, la velocità di montaggio, la facile manutenzione, le proprietà ignifughe, fonoassorbenti, riflettenti.

Pareti divisorie ufficio per progetti personalizzati armadi

Una lista dei vantaggi principali nell’utilizzare pareti divisorie ufficio:

  • modularità
  • progettabilità
  • montaggio agevole
  • minima manutenzione ordinaria
  • predisposizione per pannelli fonoassorbenti
  • possibilità di introdurre elementi in legno come armadi e pareti attrezzate
  • materiali certificati in materiale ignifugo
  • leggerezza costruttiva e quindi visiva
  • estetica gradevole e signorile adatta anche a contesti importanti e uffici di rappresentanza

Articolo scritto in collaborazione con Styloffice.it

 

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER